Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Liutprand

Oggi è il no cash day

Risposte migliori

Arka

Prevedo crisi ancora più profonde. Il denaro elettronico non dà la percezione di valore. Tutto sembra a portata di mano, basta allungare la carta di credito... no?

Un mio vecchio cliente mi raccontava che negli anni settanta c'erano nella cittadina dove abita tre mercedes, ora le hanno quasi tutti. Ma negli anni settanta bisognava portare 5.000.000 di lire in contanti, ora basta un piccolo anticipo e una firma. Buona parte della crisi attuale è qui.

Arka

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Concordo con Arka, a me le carte di credito non piacciono, infatti non ne ho.

Uso il bancomat e per gli acquisti on-line una posta-pay.

Ho notato che con le carte di credito si tende a spendere molto di più, quasi non fossero soldi nostri...credo che il pensiero di poter pagare il mese dopo, od a rate, quello che acquistiamo oggi ci da un senso di "non spesa" e la attuiamo con più leggerezza.

Non sono una persona avara, anzi al contrario, ma visto che ho un budget abbastanza ristretto lo uso con oculatezza, quindi evito spese pazze e mi accontento di quel che ho.

Ciao e ...buone spese...Giò :D

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

redgiampys

E non solo il denaro elettronico,ma anche tutti quei meccanismi ed incentivi che spingono al possesso di beni e servizi rateizzando il pagamento.Basta vedere quante finanziarie più o meno serie si sono fatte avanti promettendo mari e monti;e quando si arriva alle scadenze il risultato non cambia:pagare,pagare e pagare.Tutti ti prestano soldi a non finire e ai tassi d'interesse migliori(per loro),dobbiamo stare bene attenti alle promozioni a tasso zero (che spesso non è così) o a pubblicità del tipo compri oggo e inizi a pagare fra tre,quattro mesi.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Dal punto di vista economico è interessante il concetto di 1 moneta = 1 unità di valore, quindi concettualmente: totale monete in circolazione = totale massa monetaria esistente. Questa era la situazione ai tempi dell'inizio della moneta, in realtà la moneta virtuale iniziò praticamente subito con la creazione del credito e del concetto di tasso di interesse. L'interesse non è altro che l'anticipazione di un valore futuro ad oggi, motivo per cui molte religioni (l'islam oggi, ma anche il cristianesimo nel suo primo millennio di esistenza) non accettano il prestito di denaro contro interesse: se tutto è stato creato da Dio, anche il tempo è una sua creazione, quindi non è ammissibile che l'uomo venda ciò che è di Dio (pardon per la digressione). La finanza ha progressivamente attribuito un valore e creato un mercato per una serie amplissima di cose intangibili (la fiducia, la credibilità, la emozioni stesse), gonfiando a dismisura la il valore della massa monetaria in circolazione e staccandosi ormai quasi totalmente dalla fisicità della moneta. Le conseguenze? Ormai il valore della massa monetaria mondiale è sempre più arbitraria e sottoposta a fluttuazioni speculative molto grandi. Altra conseguenza è l'incontrollabilità di un sistema così complesso da essere aldilà della capacità di comprensione di una singola persona; e infine ciò che dice Arka, cioè l'illusione di capacità di guadagno e di spesa superiori alla realtà...

Crisi sempre più profonde? D'accordissimo, purtroppo...

Modificato da rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

la situazione che nessuno sa e` che i nostri acquisti con la carta di credito vengono oramai monitorati e sono oggetto di data mining per vedere le nostre abitudini.

le implicazioni sono che la pubblicita` e piu` mirata ma c e` anche il rischio che questo faccia oggetto di discriminazione

per esempio se la mia carta di credito viene usata troppo da mcdonalds allora rischio che la copertura assicurativa medica che devo comprare mi costi di piu`

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

la situazione che nessuno sa e` che i nostri acquisti con la carta di credito vengono oramai monitorati e sono oggetto di data mining per vedere le nostre abitudini.

le implicazioni sono che la pubblicita` e piu` mirata ma c e` anche il rischio che questo faccia oggetto di discriminazione

per esempio se la mia carta di credito viene usata troppo da mcdonalds allora rischio che la copertura assicurativa medica che devo comprare mi costi di piu`

Questo è quello che intedevo riferendomi all'attribuzione di valore finanziario ad aspetti inediti della vita umana: emozioni, salute, vita stessa. Per certi versi un attentato alla libertà del singolo degna del peggior totalitarismo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Concordo...ormai siamo controllati in ogni nostro movimento finanziario, attraverso il codice fiscale, le carte di credito e gli assegni.

Non mi piace molto questa situazione, essere controllata in ogni movimento mi fa sentire quasi una "delinquente", ormai credo che ci dobbiamo rassegnare anche se per me è una grande e violenta violazione della privacy e non la accetto culturalmente.

Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona giornata

sono d'accordo, le carte di credito saranno il prossimo (non tanto lontano) problema che si abbatterà su di noi europei; come sta già avvenendo negli USA.

L'uso di carte di credito "revolving" (credo sia questo il termine) generano per gli utilizzatori finali un debito estinguibile a rate o a saldo, che va ad accumularsi mese dopo mese ad altri debiti (mutuo della casa, prestito avuto per l'acquisto dell'autovettura o del salotto di casa...); basta un problema familiare, la perdita del posto di lavoro (sempre più caso frequente) e le scadenze per il pagamento del debito "saltano" e questo porta a decreti ingiuntivi, blocco de c/c, pignoramenti ......

Non bisogna fare il passo più lungo della gamba, come dicevano i nostri vecchi, e non farsi ingolosire da tutto ciò che ci circonda e che ci vogliono propinare facendoci credere che è indispensabile....

Saluti

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nibanny

Sono d'accordo su tutto quello che è stato detto.

Curiosa la nota di Rick. Credo che ancora non siamo a livelli di "Grande Fratello" ma prevedo che a breve ci avvicineremo sicuramente. Basti vedere le pubblicità sui siti che ognuno di noi frequenta, sono ormai tutte legate a siti e ricerche che abbiamo fatto in precedenza. Addirittura a volte vedo la mia città indicata nelle pubblicità (di sicuro presa dall'IP).

Luciano sì, si chiamano revolving e se, da una parte, il sistema americano (non so se nel Regno Unito è lo stesso) ha comunque un senso (che è quello del credito reale - non del credito con la copertura di un conto in banca) ormai siamo arrivati a livelli di debito personale ingovernabili. Basti pensare al fatto che il ragazzo che va al college senza borse di studio o genitori benestanti inizierà la propria carriera con debiti pari all'acquisto di una casa o quasi.

Per quanto mi riguarda, come dicono qua (ma poi non applicano il detto): Cash is king!

Io pago quasi sempre contanti quando sono fuori. Vuoi mettere il divertimento di dare banconote da $2 o mezzi dollari Kennedy! :D

E i conti della carta di credito li pago non appena arriva lo statement. Non avere debiti (se non giusto il mutuo) è una libertà incredibile!

MM

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aleale

Uno dei problemi dell'economia, a mio parere, è questo: l'eccessiva finanziarizzazione; d'altro canto oggi non si può non parlare di globale, la strada è già tracciata, rendere tutti i flussi immateriali non farebbe altro che acuire ciò.

Ma è un passo inevitabile, oramai abbiamo imboccato una strada che non ci porterà altrove..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

collezionistabari

Vuoi mettere il divertimento di dare banconote da $2 o mezzi dollari Kennedy! :D

MM

ahahahah mi immagino le facce dei cassieri :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gaetano95

Tra poco anche i vucumbrà sulla spiaggia accetteranno pagamenti con carta di credito :rofl:

Personalmente preferisco nettamente il cash, perchè come già detto da altri mi da il senso delle mie possbilità, se non tengo neanche un centesimo nel portafoglio me ne accorgo prima rispetto al non averne in banca ed accorgermene quando pago :crazy:

Gaetano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fantasmone

Sono d'accordo su tutto quello che è stato detto.

Curiosa la nota di Rick. Credo che ancora non siamo a livelli di "Grande Fratello" ma prevedo che a breve ci avvicineremo sicuramente. Basti vedere le pubblicità sui siti che ognuno di noi frequenta, sono ormai tutte legate a siti e ricerche che abbiamo fatto in precedenza. Addirittura a volte vedo la mia città indicata nelle pubblicità (di sicuro presa dall'IP).

Luciano sì, si chiamano revolving e se, da una parte, il sistema americano (non so se nel Regno Unito è lo stesso) ha comunque un senso (che è quello del credito reale - non del credito con la copertura di un conto in banca) ormai siamo arrivati a livelli di debito personale ingovernabili. Basti pensare al fatto che il ragazzo che va al college senza borse di studio o genitori benestanti inizierà la propria carriera con debiti pari all'acquisto di una casa o quasi.

Per quanto mi riguarda, come dicono qua (ma poi non applicano il detto): Cash is king!

Io pago quasi sempre contanti quando sono fuori. Vuoi mettere il divertimento di dare banconote da $2 o mezzi dollari Kennedy! :D

E i conti della carta di credito li pago non appena arriva lo statement. Non avere debiti (se non giusto il mutuo) è una libertà incredibile!

MM

Perchè? è strano negli U.S.A pagare con banconote da 2 dollari? Ormai si usano poco? Scusami se ti ho disturbato, però era una mia curiosità :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nibanny

Perchè? è strano negli U.S.A pagare con banconote da 2 dollari? Ormai si usano poco? Scusami se ti ho disturbato, però era una mia curiosità :rolleyes:

Ma scherzi, nessun disturbo!

Le banconote da $2 (come le monete da mezzo dollaro) in pratica non circolano per niente, ormai da tanti anni. Sono emesse sporadicamente (se non mi sbaglio l'ultima serie è quella del 2003 e siamo in attesa della 2009).

Ogni tanto esce la notizia sul giornale che qualche cassiere ha chiamato la polizia perché pensa che sia una banconota falsa! :D

Una curiosità. Anni fa i $2 erano molto usati nei go-go bar (quelli con la lap dance) per fare i resti. Visto che i clienti mettono banconote nei costumi delle ballerine, i bar, usando tagli più grandi avevano alzato i profitti! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fantasmone

Perchè? è strano negli U.S.A pagare con banconote da 2 dollari? Ormai si usano poco? Scusami se ti ho disturbato, però era una mia curiosità :rolleyes:

Ma scherzi, nessun disturbo!

Le banconote da $2 (come le monete da mezzo dollaro) in pratica non circolano per niente, ormai da tanti anni. Sono emesse sporadicamente (se non mi sbaglio l'ultima serie è quella del 2003 e siamo in attesa della 2009).

Ogni tanto esce la notizia sul giornale che qualche cassiere ha chiamato la polizia perché pensa che sia una banconota falsa! :D

Una curiosità. Anni fa i $2 erano molto usati nei go-go bar (quelli con la lap dance) per fare i resti. Visto che i clienti mettono banconote nei costumi delle ballerine, i bar, usando tagli più grandi avevano alzato i profitti! :D

Grazie mille per la risposta. Un'ultima cosa, tu hai detto che ogni tanto spendi qualche mezzo dollaro :D quindi vuol dire che in posti come poste e banche si trovano. Cioè nel senso che se io vado in banca con una banconota da 20 dollari e dico me li cambiate in half dollar loro lo fanno? Se si suppongo ti diano gli half dollar degli anni '70-'80 oppure anche quelli recentissimi? per intenderci dell'ultimo decennio?

Grazie ancora!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Tempo fa feci una discussione," quando non ci sarà più il denaro", è quello che succederà molto prima di quanto si possa pensare.

Da tradizionalista mi dispiace molto, la moneta diventerà come il francobollo , solo per le piccolissime transazioni, la vecchietta comprerà il latte con una tessera prepagata, il ragazzo il giornale e il gelato col tesserino.

Siamo nell'epoca della finanza virtuale, il denaro, i valori, sono carta, spesso carta straccia come stiamo vedendo, come disse uno solo l'oro è valore reale.

E se un giorno chiudessero le banche per qualche giorno per un qualcosa che spero non succeda, solo l'oro sarà spendibile.

D'altronde questo è quello che vuole la finanza, le grandi banche, fare tutti questi strumenti dalla carta di credito, i bancomat,le carte prepagate , e chissà quante ne inventeranno, business solo business per loro però, non per noi.

Mi direte si evita l'evasione fiscale, forse si,ma è anche una limitazione personale la forma di pagamento scelta, un giorno prelevai 3.000 euro in banca mi chiesero l'uso,se no facciamo segnalazione, manca la libertà .

Sono usciti i dati dei pagamenti dell'IMU, hanno pagato 3 su 5, forse un quarto paghera' in ritardo con la mora, uno su cinque non pagherà, qui parliamo di case, valori reali,accastati, se vogliamo evitare l'evasione c'è lavoro per un esercito di funzionari.

Ma non mandate la vecchietta a prendere il latte con la tessera prepagata ! Vecchia cara moneta resisti ancora per un pò , buona fortuna a te, ma anche a noi,forse più a noi a questo punto !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

redgiampys

Penso che il momento in cui il denaro (come viene inteso oggi) scomparirà sia ancora lontano o comunque lontano dalle prossime generazioni.

Si è fin troppo "sprecato" il denaro fisico; oggi sicuramente siamo più accorti, ma quello che si stà percependo è un ritorno al passato sempre più presente e attuale,nascono gruppi di acquisto,manifestazioni sul consumo equo,mercatini che si basano sullo scambio, e tanto altro ancora.

Leggevo di un negozio nato a Bolzano dove all'interno viene usata tutta merce "riciclata" e comunque riutilizzabile,entri scegli e non paghi con il denaro,ma puoi portare la tua roba che non usi più,che non ti servirà più,oppure puoi lasciare un'offerta che và a coprire le spese di gestione.Una sorta di baratto.

Serve una cultura diversa dove il denaro fisico non è ai primi posti nella classifica mondiale,ma c'è l'uomo!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Numi 62

Sono pienamente d'accordo!

L'utilizzo delle carte di credito o il pagamento "a rate" magari piccolissime come qualcuno pubblicizza ci ha tolto il senso del denaro.

Ci rendiamo sempre meno conto del costo di quello che compriamo perchè non guardiamo più quanto denaro c'è nel portafoglio! frutto del consumismo esasperato! e poi qualcuno si rende conto che a piccole rate ha speso più di quanto gaudagna!

Senza dimenticare poi che in questa maniera siamo ancor di più controllati!

Se aggiungiamo alle spese a rate o con carta l'uso di navigatori e cellulari, purtroppo senza quasi rendercene conto abbiamo perso qualsiasi libertà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Un altro aspetto della finanziarizzazione totale è che se sparirà la moneta fisica, ho la netta sensazione che tornerà prepotentemente il baratto: il piccolo acquisto potrebbe essere pagato con beni di valore simile, o con "piaceri" - in pratica prestazioni di servizio. In campagna queste pratiche non sono mai morte veramente, magari sono spesso travestite da piaceri fra vicini, ma di fatto sono baratto.

Penso che in futuro il baratto potrebbe essere usato anche per transazioni di valore maggiore, un po' per evitare di essere tracciati, un po' per sana reazione al sistema...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nibanny

Grazie mille per la risposta. Un'ultima cosa, tu hai detto che ogni tanto spendi qualche mezzo dollaro :D quindi vuol dire che in posti come poste e banche si trovano. Cioè nel senso che se io vado in banca con una banconota da 20 dollari e dico me li cambiate in half dollar loro lo fanno? Se si suppongo ti diano gli half dollar degli anni '70-'80 oppure anche quelli recentissimi? per intenderci dell'ultimo decennio?

Grazie ancora!

I mezzi dollari si trovano in banca, ma non essendo monete che circolano molto, è difficile comunque trovarli.

Quando li hanno di solito sono pre-2000, visto che negli ultimi anni sono stati emessi solamente in rotolini da collezionisti (seppur in quantità elevate).

Tanti collezionisti che conosco ordinano scatole da 500 dollari per cercare i mezzi dollari in argento. Pensa, se ne trovi uno del 1964, con mezzo dollaro hai circa $10 di valore!

Chiedo scusa agli amici del forum per la divagazione off-topic.

MM

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

Prevedo crisi ancora più profonde. Il denaro elettronico non dà la percezione di valore. Tutto sembra a portata di mano, basta allungare la carta di credito... no?

Un mio vecchio cliente mi raccontava che negli anni settanta c'erano nella cittadina dove abita tre mercedes, ora le hanno quasi tutti. Ma negli anni settanta bisognava portare 5.000.000 di lire in contanti, ora basta un piccolo anticipo e una firma. Buona parte della crisi attuale è qui.

Arka

Arca ha perfettamente ragione.Stiamo perdendo la percezione del denaro,una parte di ciò è avvenuta con il cambio Lira Euro,ed ora con carte di credito ,assegni,bonifici ecc.

E'l'effetto casinò ,i soldi te li cambiano in fiches e con queste vai a perdere la percezione del denaro

--Dobbiamo chiederci:in questa situazione chi è che ci guadagna?o ci troviamo dinanzi ad un "serpente che si morde la coda"?

-Salutoni

odjob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Sono d'accordo con Rob si tornerà parzialmete al baratto,in alcune regioni,in alcune zone anche del nord è tornato in uso, altre regioni si attrezzano con nuove monete locali a circuito zonale per piccoli scambi,una nuova economia una volta si diceva rurale, ora locale, sta nascendo e si sta sviluppando, e se i sistemi di pagamento diventano complessi, onerosi, costosi con l'aggiunta di commissioni e balzelli vari, la gente pensa ad altre alternativi, semplici, banali, storie già viste,storie che ritornano.

Ecco perchè conoscere la storia insegna sempre ed è ciclica e anche l'oro fisico , se la situazione dovesse disgraziatamente sfuggire di mano, ritornerebbe la vera moneta spendibile subito e in ogni occassione,accettata da tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Tempo fa feci una discussione," quando non ci sarà più il denaro", è quello che succederà molto prima di quanto si possa pensare.

Da tradizionalista mi dispiace molto, la moneta diventerà come il francobollo , solo per le piccolissime transazioni, la vecchietta comprerà il latte con una tessera prepagata, il ragazzo il giornale e il gelato col tesserino.

Siamo nell'epoca della finanza virtuale, il denaro, i valori, sono carta, spesso carta straccia come stiamo vedendo, come disse uno solo l'oro è valore reale.

E se un giorno chiudessero le banche per qualche giorno per un qualcosa che spero non succeda, solo l'oro sarà spendibile.

D'altronde questo è quello che vuole la finanza, le grandi banche, fare tutti questi strumenti dalla carta di credito, i bancomat,le carte prepagate , e chissà quante ne inventeranno, business solo business per loro però, non per noi.

Mi direte si evita l'evasione fiscale, forse si,ma è anche una limitazione personale la forma di pagamento scelta, un giorno prelevai 3.000 euro in banca mi chiesero l'uso,se no facciamo segnalazione, manca la libertà .

Sono usciti i dati dei pagamenti dell'IMU, hanno pagato 3 su 5, forse un quarto paghera' in ritardo con la mora, uno su cinque non pagherà, qui parliamo di case, valori reali,accastati, se vogliamo evitare l'evasione c'è lavoro per un esercito di funzionari.

Ma non mandate la vecchietta a prendere il latte con la tessera prepagata ! Vecchia cara moneta resisti ancora per un pò , buona fortuna a te, ma anche a noi,forse più a noi a questo punto !

Non solo carte Mario, tra poco si userà il telefono per pagare (paga incontanti o telefono, Signore?) ne vedrai delle belle..

ma non ti preoccupare il vecchio caro denaro resisterà ancora e parecchio:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Non solo carte Mario, tra poco si userà il telefono per pagare (paga incontanti o telefono, Signore?) ne vedrai delle belle..

ma non ti preoccupare il vecchio caro denaro resisterà ancora e parecchio:)

Veramente col telefono, con un sms precisamente, ho pagato il servizio Wi-Fi sul treno, una cifra esorbitante... € 0,01 :D . Comunque è un sistema comodo. Ciao Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×