Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
ahala

fakes / forgeries Republican Bronzes - aitnacoins

Risposte migliori

ahala

I apologise for writing this in English, but it is very important that Italian collectors of Roman Republican bronzes are aware of the following series of fakes.

My general attitude to fakes is "Caveat Emptor", since experts are usually not effected. However there has been increasing volumes of bronze fakes offered by aitnacoins on ebay. aitnacoins is already a well known seller of fakes. Here are a couple of their current offerings, compared with the original coin I think they were copied from. The photos should speak for themselves.

43/4 Fake Luceria Sextans, two copies, compared with original it was copied from

97/22a Fake Luceria As compared with original it was copied from

From what I can determine, the copyist had access to a major collection of high quality coins, about 10 years ago. I had previously reported on the following triens:

97/12, L Luceria, Minerva L under, Prow, Triens. trio of struck bronze forgeries. Top item was sold at New York sale IX 2005. Might the bottom one be the genuine source coin?

In each case the apparent original is at bottom. Here is another pair of fakes from the same stable: in this case I think both are fakes:

42/3 Sextans Mercury Prow corn-ear, 16g83, 28.1mm - modern forgeries, compare the two items

Virtually all other high-end bronzes currently or recently offered by aitnacoins, are fakes. This Pompey As is certainly a fake:

http://www.ebay.com/itm/SEXTUS-POMPEY-AE-AS-NT-3-/310416161611

As was a recently sold GVF "ROMA series" semis, RRC 84/5.

Please take care in buying from this seller of fake coins, and take care, in general, when buying high quality Roman Republican bronzes.

Andrew McCabe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Hi, Andrew, some of the coins sold actually by seller aitna, were already listed and sold as " forgeries" or " copies" on ebay italy , a few years ago, by a Sicilian seller for average 20$ up to 100$ each.

If i remember well, there were also some very deceptive sestertii ( one of they, a Nerva Fisci Judaici, has been presented for sale recently by one of the major auction houses) and there were also some aes graves. The first seller, correctly listed they as reproduction, but it was too easy to guess that a such deceptive repros, should appears on the market as " authentic" coin after a good upgrade....offered by a less correct seller...i think that if you go on forgerynetwork you can easily find almost all the pictures of these reproductions and the reference to the original listing of the first seller...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ahala

Dear Numizmo

I do not know about the Sicilian fakes. Perhaps they are the same fakes. However these fakes are very unusual, because they are all fakes of extremely rare coins, they are all in excellent condition, and in many cases we can identify the original genuine coins from auction records. So I think the coins must have come from a single collection, that was copied. The auction records of the genuine coins date from different years. So I think a coin collector bought the coins at different auctions in the 1990s and 2000s. Then, at some time, perhaps 5 or 10 years ago, someone made copies of the entire collection, and all the fakes come from those copies. This is what it looks like to me.

Andrew

Modificato da ahala

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bartolus

Dear Numizmo

I do not know about the Sicilian fakes. Perhaps they are the same fakes. However these fakes are very unusual, because they are all fakes of extremely rare coins, they are all in excellent condition, and in many cases we can identify the original genuine coins from auction records. So I think the coins must have come from a single collection, that was copied. The auction records of the genuine coins date from different years. So I think a coin collector bought the coins at different auctions in the 1990s and 2000s. Then, at some time, perhaps 5 or 10 years ago, someone made copies of the entire collection, and all the fakes come from those copies. This is what it looks like to me.

Andrew

Caro Andrew,

grazie per la preziosa segnalazione. I raffronti che proponi sono inconfutabili. Aggiungo, per i lettori del Forum, un link alla discussione che hai aperto anche sul FAC a proposito dei falsi in vendita presso Aitnacoins: http://www.forumanci...11214#msg511214

Diversamente dagli altri falsi finora smerciati su ebay da A. (ricordo un'esilarante discussione dle 2009 in http://www.forumanci...p?topic=54433.0 ), hai fatto bene a mettere in evidenza che in questo caso si tratta di falsi non solo molto insidiosi, ma soprattutto derivati da esemplari originali chiaramente identificabili e - cosa molto molto inquietante - quasi sicuramente appartenenti a una singola e non trascurabile collezione...

Modificato da Bartolus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Regarding these coins:

http://www.flickr.com/photos/ahala_rome/5929183002/sizes/o

seems to me to remeber that one of this forgeries was offered in auction also by Tkalec (?) and withdrawn after a warning notice become sent by a forum's member.

This just to say that these forgeries are very higly deceptive for anyone as they are made copying high quality, high rarity original coins.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ateniese

SALVE OLTRE LA BEFFA LA VERGOGNA, IL TITOLARE DELLA SUDDETTA AITNACOINS E' UN ITALIANO ED HA APPENA RIFILATO AD UN IGNARO UTENTE EBAY STATUNITENSE UN FALSISSIMO DENARIETTO A OLTRE 2000 USD.

KE TEMPI!!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

SALVE OLTRE LA BEFFA LA VERGOGNA, IL TITOLARE DELLA SUDDETTA AITNACOINS E' UN ITALIANO ED HA APPENA RIFILATO AD UN IGNARO UTENTE EBAY STATUNITENSE UN FALSISSIMO DENARIETTO A OLTRE 2000 USD.

KE TEMPI!!!!!!!

la nazionalita', e anche l'identita', di aitnacoins e' cosa nota nei forum antifalsificazione...cosi' come l'identita' dei suoi alter ego e collaboratori piu' volte indicati dal CFDL...basta seguire le discussioni relative.....

Modificato da numizmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

già che siamo in argomento aitnacoins, c'è una nuovissima tornata di sue monete su ebay.de che meritano di essere guardate...e confrontate..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ateniese

salve che ne pensate del denario di cesare venduto per oltre 2000 USD?

SEMPRE PATACCUME?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

salve che ne pensate del denario di cesare venduto per oltre 2000 USD?

SEMPRE PATACCUME?

A me non piace...

ciao

sku

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Leggo solo ora questa discussione e ringrazio Ahala per il prezioso contributo. Il epronaggio però è noto da tempo su questo forum, chi ha buona memoria non può avere scordato!

per quanto riguarda le prime due monete postate (il sestante e l'asse) a mio avviso sono falsi anche i supposti originali, del resto è logico che in presenza di un falso ben fatto prima si inquinano le case d'asta e solo quando si è già fatto sufficiente danno nel mercato "alto" si cerca di far fuori le rimanenze su e-bay.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Per quanto riguarda le prime due monete postate (sestante e asse), concordo con Ahala che la moneta definita "genuine" è effettivamente autentica e le altre dei falsi per clonatura.

Si vedono alcune discordanze, tutte a sfavore dei pezzi definiti falsi, come rilievi appena meno pronunciati e una maggiore "pastosità" (evidente nel caso dell'asse).

Normalmente quando si creano dei cloni, la qualità può non essere perfettamente uguale e ad essere smerciati per primi sono quelli meno riusciti e dopo quelli migliori. Naturalmente esiste il rischio che una moneta originale venga come "bruciata" per la concomitante comparsa di cloni molto simili.

Una cosa molto grave è appunto la capacità di ottenere ottimi calchi da monete originali.

In genere il calco viene effettuato al momento della scoperta e successiva pulizia della moneta (esistono purtroppo stretti collegamenti tra tombaroli e falsari) che poi confluisce in una collezione.

Molto più rari sono i casi in cui la "copiatura" viene effettuata quandola moneta è già sistemata in una collezione. Al limite succede quando è oggetto di uno scambio con altri collezionisti.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Hai ragione, ma che probabilità cìè che l'originale circoli insieme ai cloni? se fossi il falsario me lo terrei stretto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bartolus

Hai ragione, ma che probabilità cìè che l'originale circoli insieme ai cloni? se fossi il falsario me lo terrei stretto.

Ripensandoci, credo anch'io che Acraf abbia ragione: che senso avrebbe comprare una moneta, mettersela in collezione (sapendo che l'immagine rimarrà disponibile sui database) e poi trarne delle copie? Inevitabilmente queste, come ora sta accadendo, getteranno discredito anche sull'originale acquistato a caro prezzo. Cui prodest?

Più probabile, quindi, che il calco sia stato ricavato subito dopo il ritrovamento delle monete, in ambiente di tombaroli, prima della commercializzazione degli originali.

Non a caso questi falsi sono messi in circolazione a una discreta distanza d'anni rispetto alla vendita degli originali, e tramite un canale del tutto diverso, sperando nella disinformazione o nella disattenzione dei nuovi acquirenti.

Modificato da Bartolus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Se quanto sopra è vero è tanto più inquietante, in quanto implica l'esistenza di una organizzazione con capacità e volontà di pianificare le proprie attività illegali nell'arco di anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Facendo un discorso generale, sorrido sempre un po' quando si discute dicendo che un certo gruppo di monete è clone di un originale e poi si individua anche l'originale tra le monete battute nelle varie aste. Se fossi un falsario mi guarderei bene dal rivenderlo. Procurerei invece di diversificare i vari cloni, scentrando il tondello, patinandoli diversamente, rendendoli più credibili ed i migliori di questi cloni li venderei a case d'asta nominate (da qui i supposti originali). Quelli rimanenti, prodotti con minor cura e dispendio di energie, finiscono su e-bay o sui mercatini sperando che a qualcuno non cada l'occhio e si metta a confrontarli (cosa che però per fortuna accade).

In questo senso per me (IMHO), quando una tipologia è inquinata da cloni, per me è in sospetto di falsità qualunque esemplare, anche il più convincente, presenti quelle caratteristiche. Come dice il proverbio, nel dubbio, la moneta ha già un piede nella fossa. (tanto più che stiamo valutando delle foto)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Il concetto è abbastanza chiaro.

Una moneta autentica che ha fornito le basi per creare nuovi cloni è praticamente "bruciata".

Per esperienza, monitorando il mercato, ho notato che in genere, almeno in Sicilia, per una moneta di buona rarità e con un buon falsario, si fanno generalmente 2-3 cloni uguali, che poi vengono diversamente patinati. Nel casi di monete più comuni e dipende anche dalla volontà del falsario e del suo committente, si costruiscono anche più cloni, spesso variando un poco la pressione della pressa (in genere oleoidraulica) e spostando i tondelli, per non avere copie troppo uguali. Poi si procede alla patinatura, magari più veloce (spesso solo brunastra o tipo verderame per il bronzo).

Da quello che ho constatato, normalmente la moneta autentica viene detenuta per qualche tempo dal tombarolo, oppure, se ha l'occasione, la vende al collezionista di fiducia, spesso locale (e ovviamente incauto). I cloni vengono per lo più esportati all'estero, a S. Marino ma più spesso in Germania, oppure ancora, ma dipende dai giri più o meno sofisticati (e pare che ce ne siano molti) via eBay (sempre con preferenza dalla Germania). Il pezzo originale in genere compare dopo, se hanno l'accortezza di aspettare e di usare altri canali, come case di asta più note). Solo confrontando con un archivio eventualmente disponibile, come ha fatto Ahala, emerge la presenza di cloni (venduti prima o anche dopo).

E' una situazione che rasenta la tragicità e il tombarolo e il falsario (che talvolta si fondono in una stessa persona) non si rendono conto che per racimolare guadagni, comunque truffaldini, arrecano spaventosi danni alla Numismatica, intesa sia come serio collezionismo sia come scienza anche accademica (per studiare seriamente una emissione bisogna prima epurarla di falsi, che magari vengono indicati a parte).

Aitnacoins purtroppo costituisce una nota via di smercio di falsi, dalla comoda Germania, e gli addetti ai lavori ne sono bene consapevoli e ne stanno alla larga......

Non so se esiste una organizzazione molto ramificata, eventualmente sostenuta da quella di alto bordo (tipo mafia), ma questo ovviamente va ben oltre i miei modesti limiti e spetta, questo sì, alla magistratura e alla polizia.

Non ho nessuna intenzione di fare il Saviano della numismatica, ma amo troppo la scienza e ancora provo sentimenti di indignazione di fronte ai falsi per il loro negativo riflesso sugli studi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

Una domanda forse banale. Anche i bordi sono simili fra loro, intendo dire fra gli esemplari dichiarati falsi e clonati e l'esemplare che si presuppone autentico. Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Naevius

Per esperienza, monitorando il mercato, ho notato che in genere, almeno in Sicilia, per una moneta di buona rarità e con un buon falsario, si fanno generalmente 2-3 cloni uguali, che poi vengono diversamente patinati. Nel casi di monete più comuni e dipende anche dalla volontà del falsario e del suo committente, si costruiscono anche più cloni, spesso variando un poco la pressione della pressa (in genere oleoidraulica) e spostando i tondelli, per non avere copie troppo uguali. Poi si procede alla patinatura, magari più veloce (spesso solo brunastra o tipo verderame per il bronzo).

Lo stesso venditore propone anche dei notevoli argenti siciliani.

Questo è il link: http://www.ebay.com/...?#ht_1670wt_755.

Cloni anche questi? Sinceramente, io non riesco a cogliere la "pastosità" e la "poca nitidezza" dei rilievi attribuiti alle copie. Cosa ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Per esperienza, monitorando il mercato, ho notato che in genere, almeno in Sicilia, per una moneta di buona rarità e con un buon falsario, si fanno generalmente 2-3 cloni uguali, che poi vengono diversamente patinati. Nel casi di monete più comuni e dipende anche dalla volontà del falsario e del suo committente, si costruiscono anche più cloni, spesso variando un poco la pressione della pressa (in genere oleoidraulica) e spostando i tondelli, per non avere copie troppo uguali. Poi si procede alla patinatura, magari più veloce (spesso solo brunastra o tipo verderame per il bronzo).

Lo stesso venditore propone anche dei notevoli argenti siciliani.

Questo è il link: http://www.ebay.com/...?#ht_1670wt_755.

Cloni anche questi? Sinceramente, io non riesco a cogliere la "pastosità" e la "poca nitidezza" dei rilievi attribuiti alle copie. Cosa ne pensate?

Mica tutte le copie hanno "poca nitidezza e pastosità"...dipende da come sono fatti i conii...vai a vedere la discussione sul decadracma di Akragas e ti puoi fare in buona idea del livello raggiunto..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

Proprio rigurado quegli argenti a cui fa riferimento Naevius. Il tetra di akragas(che parte a 9000 usd) fa paura cosa ne dite di quelle scritte è di tutto l'insieme....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo
Per esperienza, monitorando il mercato, ho notato che in genere, almeno in Sicilia, per una moneta di buona rarità e con un buon falsario, si fanno generalmente 2-3 cloni uguali, che poi vengono diversamente patinati. Nel casi di monete più comuni e dipende anche dalla volontà del falsario e del suo committente, si costruiscono anche più cloni, spesso variando un poco la pressione della pressa (in genere oleoidraulica) e spostando i tondelli, per non avere copie troppo uguali. Poi si procede alla patinatura, magari più veloce (spesso solo brunastra o tipo verderame per il bronzo).
Lo stesso venditore propone anche dei notevoli argenti siciliani. Questo è il link: http://www.ebay.com/...?#ht_1670wt_755. Cloni anche questi? Sinceramente, io non riesco a cogliere la "pastosità" e la "poca nitidezza" dei rilievi attribuiti alle copie. Cosa ne pensate?
Ho dato un'occhiata allo stock di questo venditore e tra bronzi e argenti ne ho trovati "parecchi" che mi danno "parecchio" da pensare...compreso quello che appare cliccando sul link e in cui, usando lo zoom , si vedono parecchie zone in cui la "patina" è saltata e sotto c'è del metallo ben fresco e compatto. Più che una patina pare una "glassatura".Addirittura alcuni argenti non mi sembrano neanche coniati.... Modificato da numizmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

concordo sui dubbi espressi, direi una questione di stile...

ciao

sku

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scalptor

Se quanto sopra è vero è tanto più inquietante, in quanto implica l'esistenza di una organizzazione con capacità e volontà di pianificare le proprie attività illegali nell'arco di anni.

 

In effetti negli anni hanno anche messo su un negozio mica male

 

http://aitnacoins.eu/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×