Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
BiondoFlavio82

Circolazione delle monete da 5, 10 e 20 lire?

31 risposte in questa discussione

Inviato (modificato)

Buonasera a tutti.

Cortesemente vorrei porvi un quesito sorto da una discussione con amici più o meno coetanei. I cataloghi riportano emissioni regolari di monete da 5, 10 e 20 lire fino alla fine degli anni '90, ufficialmente destinate alla circolazione; nonostante non sia più giovanissimo (ho 30 anni) le ultime monete da 5 e 10 lire che ricordo di aver speso non vanno oltre la fine degli anni '80, e non è che se ne vedessero molte in giro, mentre qualche 20 lire forse è arrivata ai primissimi anni '90. Fin quando hanno avuto effettiva circolazione queste monete? Ringrazio chi vorrà rispondermi.

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ricordo di aver trovato alcuni pezzi del 1995 da 20 lire (96/97). Ce da fare 2 considerazioni però, il valore era cosi basso che si arrotondava il tutto alle 50 lire, inoltre la bassa tiratura di alcune annate ha fatto si che molte venissero "asserbate" (anche da me). Difatti si trovano molti rotolini interi degli anni 90 (in proporzione alle altre annate).

In quelche supermercato ho visto, sbirciando nella cassa, alcuni pezzi anche alla fine del 2000. Ma era difficile farseli dare.

Ciao Alberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

La ringrazio per la risposta.

è strano, però, come di quelle monete negli anni 90 non circolassero neppure i pezzi più vecchi: le 100 e le 50 lire minerva e vulcano, la cui coniazione non è andata oltre l''89, sono girate abbondantemente fino al 2000/01, mentre di 5 e 10 lire circolanti ne ricordo davvero poche, e persino le 20 non credo di averle viste dopo la scuola elementare. Oggi le monete da 1 e 2 centesimi sono praticamente prive di potere di acquisto, eppure mi capita di spenderle al supermercato o di riceverle nel resto...

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se ne è già parlato più volte in altre discussioni, le 5 e 10 lire hanno circolato sempre più radamente a partire dagli '70-80, fino a sparire praticamente dalle circolazione alal fine degli anni '80. Da qualche parte si vedevano ancora, ma io è dagli '80 che non ricordo di aver avuto un pezzo da 5/10/20 nel portafoglio. i prezzi ai supermercati sono rimasti arrotondati alle 10 lire praticamente fino al'avvento dell'Euro, ma venivano poi arrotondati al momento del conto finale. Nella normali transazioni minute i prezzi erano praticamente dappertutto arrotondati al 50 lire ormai da fine anni '80 (salvo poche eccezioni). Anzi, a fine anni '90 stava sparendo anche la circolazione del 50 lire, perchè i prezzi arrotondati al 50 diventavano sempre più rari. D'altronde il fenomeno è evidente anche guardando le tirature del 10 lire: decine di milioni di esemplari fino al 1982, quando vi fu una cospicua riduzione (15 milioni nel 1983). Andamento altalenate fino a primi anni 90, e nuovo crollo nel 1992 (2,5 milioni). Ma di questi miloni erano pochissimi quelli che entravano realmente in circolazione, tanto che sono tutte monete che si trovano praticamente sempre in FDC. Quelle più vecchie erano ormai sparite guadualmente dalla circolazione negli anni precedenti, con un fenomeno che si sta verificando pure con i centesimi di Euro: vengono dati di resto ma nessuno poi li riusa (se ci si bada, la maggior parte dei centesimini che ci danno di resto sono nuovi, coniazioni degli ultimi anni). Le piccole monete hanno una dispersione eccezionale, è un pò l'inverso della vecchia legge di Gresham, in questo caso la moneta buona (i tagli maggiori) scaccia la moneta cattiva (i piccolissimi tagli).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come giustamete dice Paolino67, le monete da 5,10 e 20 lire sono scomparse dalla circolazione negli anni 80. Mi ricordo che nei primi anni 70, con 10 lire ci compravo una caramella...

Una delle ultime volte che vidi fare un acquisto con pezzi da 20 lire fu nel 1980 o 81, quando vidi un ragazzo che ci pagò il biglietto dell'autobus (per andare a scuola, io avevo la tessera Intera rete) : pagò con 5 monete da 20 ( tra l'altro il bigliettaio ne rese una che era di troppo, le aveva contate male ), probabilmente non sapeva che farci.

Con l'inflazione che c'era a quei tempi, erano proprio senza valore.

Poco prima dell'euro (anni 90) i pezzi da 50 lire stavano facendo la stessa fine (non parliamo di quelle micro, che nessuno voleva).

A quei tempi non mi portavo spiccioli in tasca, pesavano troppo e valevano poco, i resti poi finivano tutti dentro un vaso e poi alla macchinetta del caffè.

L'unica moneta con effettivo valore era il pezzo da 500 lire: utilissimo per giocare a flipper... :blum:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Vi ringrazio tutti, quindi confermate la percezione che ebbi all'epoca. Negli anni '80 ero un bambino ma i ricordi non sono poi così confusi. Negli anni '90, quando acquistai il mio primo catalogo, uno dell'Alfa, ricordo che rimasi sorpreso nel leggere come le 5, 10 e 20 lire fossero ancora in produzione, non vedendole circolare; tra l'altro non credo che i supermercati le accettassero ancora in pagamento. Alla fine dei '90 ricordo che molti in resto alternativo alle 50 lire offrivano una caramella... Oggi il centesimo e il 2 c. sono generalmente accettati, ma è capitato di trovare qualche cassiere restio.

Perdonate la domanda fuori luogo: prima che spariscano dalla circolazione mi piacerebbe conservare qualche rotolino del centesimo, dei 2c e dei 5c; la banca d'Italia di Roma (via 20 settembre) offre rotoli nuovi solamente a partire dai 10 centesimi: in quale altra filiale potrei trovare i tagli minori?

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sarei così sicuro che i centesimi di euro possano sparire dalla circolazione... ne coniano a miliardi ogni anno.

Io faccio una piccola raccolta dei resti da 1-2-5 cents, che poi cambio al supermercato. Se ne trovano di nuovissimi, belli luccicanti, specialmente austriaci (almeno qua a Roma)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Io fino al 1996-1997 ho ricevuto dall'ufficio gli emolumenti in contanti, con l'importo esatto fino alla 10-20 lire. Il problema e' che dopo non sapevo che farmene di queste monetine :whome:

Modificato da antoniofoggia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di norma i dipendenti pubblici ricevevano lo stipendio in contanti, ma credevo che già negli anni 90 questo non avveniva più. Ti posso dire che io ho iniziato a lavorare nell'87 e già avevo l'accredito sul conto corrente (niente soldi in mano :pardon: ) però la ditta era una azienda privata.

In compenso le monetine che ricevevi erano in fdc, provenienza zecca :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Avendo poco più di 20 anni non ho molti ricordi della lira. Ricordo che prima del 2002 la moneta più piccola che avevamo nelle tasche era la 50 lire e tutti i prezzi erano arrotondati alle 50 lire. Le monete da 5-10-20 lire erano già viste come qualcosa di storico, da collezione piuttosto che da circolazione. Comunque a casa ho alcuni pezzi da 10 e 20 del 90 e del 91.

Ricordo anche che le monete da 50 e 100 lire circolavano contemporaneamente di tre misure diverse (minerva grande - minerva piccola - italia turrita).

C'era stata una decisione comune dei venditori di arrotondare i prezzi alle 50 lire? Oppure la zecca aveva smesso di produrle in grandi quantità perchè il costo del metallo e della lavorazione superava il facciale?

Modificato da stf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Avendo poco più di 20 anni non ho molti ricordi della lira. Ricordo che prima del 2002 la moneta più piccola che avevamo nelle tasche era la 50 lire e tutti i prezzi erano arrotondati alle 50 lire. Le monete da 5-10-20 lire erano già viste come qualcosa di storico, da collezione piuttosto che da circolazione. Comunque a casa ho alcuni pezzi da 10 e 20 del 90 e del 91.

Ricordo anche che le monete da 50 e 100 lire circolavano contemporaneamente di tre misure diverse (minerva grande - minerva piccola - italia turrita).

C'era stata una decisione comune dei venditori di arrotondare i prezzi alle 50 lire? Oppure la zecca aveva smesso di produrle in grandi quantità perchè il costo del metallo e della lavorazione superava il facciale?

Come detto sopra, in teoria i prezzi non furono arrotondati alle 50 lire ma alle 5 prima e 10 poi, mi pare che nel 97/98 lo Stato vietò gli arrotondamenti sotto le 10 lire (e il giorno che il telegiornale ne diede notizia mi chiesi che senso avesse una legge del genere, non circolando nominali inferiori alle 50lire da anni); nella quotidianità, però, già dalla fine degli anni '80 era difficile trovare in circolazione pezzi da 5 e 10 lire, e dai primi anni '90 20 lire, con arrotondamenti "di fatto" alle 50 lire in quanto la fortissima inflazione delgi anni 70 e 80 aveva reso i piccoli tagli dei veri e propri spiccioli (di nessun valore). Ricordo ancora che i prezzi del supermercato e i conseguenti scontrini riportavano cifre del tipo: 10.980 lire o 7.860 lire... Nel concreto si sarebbe corrisposto 11.000 e 7850 lire.

Un esempio di quanto l'inflazione avesse divorato il potere d'acquisto delle nostre monete: mio padre (classe 1948) mi racconta che negli anni fine50/60 con 100 lire poteva pagarci un taglio di capelli dal barbiere, con 50 lire un adulto poteva pagarci una rasatura. Quando io avevo 10 anni con 100 lire potevo comprarci un cioccolatino o una caramella "di qualità", con le 50 una mentina.

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

100 lire (0,05€) per una caramella non è poi così poco se teniamo conto dei prezzi odierni di un pacchetto e del numero di caramelle contenute. L'unica differenza è che oggi è diffcile trovare chi ti vende una sola caramella, eccetto le liquirizie lunghe vendute a 0,10€ l'una in alcuni bar.

Altre domande:

- Quando le monete da 1 e 2 lire e le 500 lire d'argento hanno cessato di essere a corso legale?

- Perchè le monete da 50 e 100 lire piccole sono state ritirate già nel 2000 invece che aspettare il 2002 insieme alle altre monete?

- Come facevano negli anni 90 a fare i rotolini da 50 e 100 lire se per ognuno di questi due agli esistevano monete di 3 misure diverse?

Modificato da stf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

100 lire (0,05€) per una caramella non è poi così poco se teniamo conto dei prezzi odierni di un pacchetto e del numero di caramelle contenute. L'unica differenza è che oggi è diffcile trovare chi ti vende una sola caramella, eccetto le liquirizie lunghe vendute a 0,10€ l'una in alcuni bar.

Altre domande:

- Quando le monete da 1 e 2 lire e le 500 lire d'argento hanno cessato di essere a corso legale?

- Perchè le monete da 50 e 100 lire piccole sono state ritirate già nel 2000 invece che aspettare il 2002 insieme alle altre monete?

- Come facevano negli anni 90 a fare i rotolini da 50 e 100 lire se per ognuno di questi due agli esistevano monete di 3 misure diverse?

Dunque, andiamo con ordine...

Per caramelle da 100 lire ho inteso quelle ripiene al cioccolato, la semplice mentina costava 50, un pacchetto di gomme o caramelle credo costasse sulle 800 lire (ma potrei sbagliarmi, parlo dei primi anni '90)...

per quanto riguarda il corso legale delle monete da 1, 2 e 500 lire(argento) credo che non siano mai cadute in prescrizione se non con l'avvento dell'euro, altrimenti non avrebbe avuto senso coniarle per collezionisti scrivendo sulla confezione "monete a corso legale"; sta di fatto che la lira e le 2 si sono rarefatte nel circolante dai primissimi anni '70 (così mi è stato riferito, io non c'ero ancora) e le 500 in argento sono uscite di circolazione (ma non prescritte) nel 1967.

I rotolini originali della zecca contenevano una sola tipologia di 100 o 50 lire per volta, quindi non vi era il problema della disomogeneità di dimensioni, per i rotolini assemblati non saprei.

Le 100 e 50 lire mignon furono ritirate dalla circolazione per lo scarso apprezzamento ricevuto dagli utenti.

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 100 e 50 lire mignon furono ritirate dalla circolazione per lo scarso apprezzamento ricevuto dagli utenti.

Eppure avevano una dimensione adeguata al loro potere d'acquisto, che l'inflazione aveva abbassato notevolmente, da quando le 50 e 100 lire grandi erano state coniate per la prima volta negli anni 50, agli anni 90.

Oggi non vorremmo mai gli 1 e 2 cent grandi e pesanti come i 50 cent. Forse era una questione psicologica, gli italiani non erano abituati a monete di piccole dimensioni (le ultime di dimensioni simili erano le 1 e 2 lire, ormai scomparse da decenni).

E' possibile che tali monete avessero circolato anche dopo il 2000 perchè erano comunemente accettate come 50 e 100 lire e molti non sapevano dell'abolizione? Io l'ho saputo da poco leggendo in giro che erano state prescritte prima e non mi ricordo di nessun ritiro all'epoca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Le 100 e 50 lire mignon furono ritirate dalla circolazione per lo scarso apprezzamento ricevuto dagli utenti.

Eppure avevano una dimensione adeguata al loro potere d'acquisto, che l'inflazione aveva abbassato notevolmente, da quando le 50 e 100 lire grandi erano state coniate per la prima volta negli anni 50, agli anni 90.

Oggi non vorremmo mai gli 1 e 2 cent grandi e pesanti come i 50 cent. Forse era una questione psicologica, gli italiani non erano abituati a monete di piccole dimensioni (le ultime di dimensioni simili erano le 1 e 2 lire, ormai scomparse da decenni).

E' possibile che tali monete avessero circolato anche dopo il 2000 perchè erano comunemente accettate come 50 e 100 lire e molti non sapevano dell'abolizione? Io l'ho saputo da poco leggendo in giro che erano state prescritte prima e non mi ricordo di nessun ritiro all'epoca.

A me sinceramente piacevano, soprattutto perché da bambino mi divertivo a confrontarle con le sorelle maggiori. Per quanto riguarda la giusta proporzione in base alla svalutazione... tieni conto che parliamo di monete che sono tutte fiduciarie (tranne le 500 lire argento), e quindi che pesassero 8 o qualche grammo in meno di ferro cambiava poco nulla dal punto di vista del valore intrinseco. Peccato che all'epoca non fossi a conoscenza dei rotolini di zecca, altrimenti avrei fatto scorte, soprattutto dei nominali minori, che trovo molto gradevoli e di gusto ancora post-bellico. All'epoca ero comunque minorenne, e dubito che sarei riuscito a trovare un familiare disposto ad accompagnarmi in banca d'italia solamente per prendere dei rotoli di monete... <_<

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 50 e 100 lire mini hanno circolato per pochissimo tempo nei primi anni '90, tanto che il 100 lire è stato coniato solo tra il '90 e il '92, il 50 lire invece è sopravvissuto come coniazioni fino al '94 ma in realtà era già da tempo che in giro non si vedeva quasi più. Queste monete sono state immediatamente aborrite da tutta la popolazione per il fatto che erano troppo piccole e scomode, il discorso di confrontarle con gli attuali centesimini (che cmq sono anch'essi aborriti da buona parte della popolazione) non vale, perchè 50 e 100 lire nei primi anni '90 non erano monete di scarso uso come gli attuali centesimi, anzi, erano ancora parecchio usate e avevano un discreto potere d'acquisto (equivalente probabilmente agli attuali 10 e 20 cent). fatto sta che a metà anni '90 di moente mini non se ne vedevano già più in giro, era successo lo stesso fenomeno successo con le 5 e 10 lire, ossia le monete non gradite e ritenute inutili (in questo caso per la loro scomodità più che per lo scarso valore facciale) sono sparite dalla circolazione. Ricordo che ogni pagamento con queste minimonete era accolto con facce disgustate, insomma, erano monete con una genesi disgraziata e dopo pochi anni vennero sostituite dalle più "comode" monetine in nichelio di nuovo disegno. Non so il motivo preciso ed ufficiale per cui queste monete siano state messe fuori corso già nel 2000, ma sospetto che le autorità volessero evitare di ritrovarsi miracolosamente di nuovo in circolazione masse di queste monetine negli ultimi mesi di circolazione della lira, come probabilmente sarebbe successo se non fossero state bandite prima del 28 febbraio 2002 (tantissima gente ne aveva cassetti pieni).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 50 lire piccole sono state coniate fino al 95. Ricordo che sia le 50 che 100 lire piccole apparivano occasionalmente in circolazione fino almeno al 2000, non erano scomparse come le 5-10-20.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 50 e 100 lire micro non le voleva nessuno; mio suocero aveva un negozio di frutta, di resto non le volevano; cercavano tutti quelle grosse. Alla fine,quelle che aveva, gliele ho cambiate tutte (era una discreta cifra) e le ho infilate un pò alla volta alla macchinetta del caffè, in azienda, che le accettava :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Le 50 e 100 lire micro non le voleva nessuno; mio suocero aveva un negozio di frutta, di resto non le volevano; cercavano tutti quelle grosse. Alla fine,quelle che aveva, gliele ho cambiate tutte (era una discreta cifra) e le ho infilate un pò alla volta alla macchinetta del caffè, in azienda, che le accettava :D

Che poi mi chiedo... Che senso aveva volere solo quelle grosse...? dopo tutte non è che dovevano tesaurizzarle, essendo di ferro e non di metallo prezioso.

Modificato da BiondoFlavio82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 50 lire piccole sono state coniate fino al 95. Ricordo che sia le 50 che 100 lire piccole apparivano occasionalmente in circolazione fino almeno al 2000, non erano scomparse come le 5-10-20.

Sorry, naturalmente era il '95, mi è scappato un 4.

Qualche monetina mini si vedeva in circolazione anche nella seconda metà degli anni '90 (poi dipende da zona e zona), ma ti assicuro che erano rarefatte in maniera incredibile. Poi, come detto, le monimonetine a livello di potere d'acquisto a qualcosa servivano ancora, visto che con 200 o 300 lire negli anni '90 qualcosa compravi, mentre 5 o 10 lire non valevano praticamente nulla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 50 e 100 lire mini hanno circolato per pochissimo tempo nei primi anni '90, tanto che il 100 lire è stato coniato solo tra il '90 e il '92, il 50 lire invece è sopravvissuto come coniazioni fino al '94 ma in realtà era già da tempo che in giro non si vedeva quasi più. Queste monete sono state immediatamente aborrite da tutta la popolazione per il fatto che erano troppo piccole e scomode, il discorso di confrontarle con gli attuali centesimini (che cmq sono anch'essi aborriti da buona parte della popolazione) non vale, perchè 50 e 100 lire nei primi anni '90 non erano monete di scarso uso come gli attuali centesimi, anzi, erano ancora parecchio usate e avevano un discreto potere d'acquisto (equivalente probabilmente agli attuali 10 e 20 cent). fatto sta che a metà anni '90 di moente mini non se ne vedevano già più in giro, era successo lo stesso fenomeno successo con le 5 e 10 lire, ossia le monete non gradite e ritenute inutili (in questo caso per la loro scomodità più che per lo scarso valore facciale) sono sparite dalla circolazione. Ricordo che ogni pagamento con queste minimonete era accolto con facce disgustate, insomma, erano monete con una genesi disgraziata e dopo pochi anni vennero sostituite dalle più "comode" monetine in nichelio di nuovo disegno. Non so il motivo preciso ed ufficiale per cui queste monete siano state messe fuori corso già nel 2000, ma sospetto che le autorità volessero evitare di ritrovarsi miracolosamente di nuovo in circolazione masse di queste monetine negli ultimi mesi di circolazione della lira, come probabilmente sarebbe successo se non fossero state bandite prima del 28 febbraio 2002 (tantissima gente ne aveva cassetti pieni).

Del perchè sono state messe frettolosamente fuori corso ne abbiamo già parlato, mi pare. Ne parlo anche nel mio primo libro. E di queste monetine se ne interessò anche la Corte dei Conti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Del perchè sono state messe frettolosamente fuori corso ne abbiamo già parlato, mi pare. Ne parlo anche nel mio primo libro. E di queste monetine se ne interessò anche la Corte dei Conti.

Mmm... mi sa di sì, ma la memoria in questo momento mi fa cilecca e non ricordo più i motivi precisi. Riesci a rispiegarci cosa successe? Se ricordo bene vi furono dei "magna-magna" anche attorno a queste monetine, che teoricamente dovevano essere fatte con gli sfridi di rimanenza dei tondelli delle 500 lire bimetalliche....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Del perchè sono state messe frettolosamente fuori corso ne abbiamo già parlato, mi pare. Ne parlo anche nel mio primo libro. E di queste monetine se ne interessò anche la Corte dei Conti.

Mmm... mi sa di sì, ma la memoria in questo momento mi fa cilecca e non ricordo più i motivi precisi. Riesci a rispiegarci cosa successe? Se ricordo bene vi furono dei "magna-magna" anche attorno a queste monetine, che teoricamente dovevano essere fatte con gli sfridi di rimanenza dei tondelli delle 500 lire bimetalliche....

elledi sicuramente sarà più preciso anche perchè è un annetto che ho letto il libro e al momento non l'ho sottomano e devo andare a memoria.

Come diceva Paolino per coniare i 50 e 100 lire micro dovevano essere utilizzati gli sfidi del 500 lire bimetalliche, materiale giacente nei magazzini della zecca e se non ricordo male il "magna-magna" è dovuto al fatto che le 100 e 50 lire micro sono costate allo stato quanto quelle grandi. Quindi come se non fossero stati utilizzati gli sfridi giacenti nei magazzini della zecca.

Modificato da darman1983

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In due parole la zecca inizialmente avrebbe dovuto tenere conto nei costi che si trattava di scarti di zecca. la coniazione così sarebbe stata molto economica (impronte già esistenti, metallo di risulta ecc).Poi invece si scoprì che lo Stato pagò le monete come se si fossero utilizzati tondelli nuovi. Anche perchè i conii si dovettero rifare (Frapiccini). Costo: metà del facciale più iva. Poi polemiche a non finire, MI manda Lubrano, le macchinette non le prendevano e alla fine in sordina si misero fuori corso e si progettarono nel frattempo nuovi pezzi da lire 100 e lire 50. E i costi tornarono a galoppare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il paradosso fu che i pezzi in acomonital prima versione rimasero in servizio fino alla fine, queste no. Qualcuno ha risposto di questa scellerata manovra dite voi? Che vogliamo scherzare?

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?