Jump to content
IGNORED

Sesino di Piacenza


simone
 Share

Recommended Posts

DOVREBBE essere un sesino (lo è ? :unsure: ) di Piacenza.

D/: ANTON .... III

R/: ... MUNDI ...

17 mm, rame, contorno liscio

Purtroppo il conio è molto decentrato, quindi si vedono solo poche parti della legenda.

Comunque ANTON (al d/) mi fa pensare ad Antonio Farnese (1727-31), ma poi che c'entra quel III che segue ? :unsure:

E poi, fu coniata a Piacenza ? :unsure:

Chi risolve il mistero ? :unsure:

Link to comment
Share on other sites


DOVREBBE essere un sesino (lo è ? :unsure: ) di Piacenza.

Comunque ANTON (al d/) mi fa pensare ad Antonio Farnese (1727-31), ma poi che c'entra quel III che segue ? :unsure:

E poi, fu coniata a Piacenza ? :unsure:

107052[/snapback]

E' in effetti un sesino di Piacenza, di Antonio Farnese, fin qui non ci piove :P

Quanto alla legenda, per analogia ad altre monete del periodo o comunque di altri ducati, sembra concludersi con DVX VIII , ad indicare che lo stesso era 8° duca di Piacenza della dinastia Farnese, ed a guardare l'elenco dei regnanti (da Wikipedia) a partire dal primo a fregiarsi di tale titolo i conti tornerebbero :) :

1 - Ottavio Farnese (1524-1586), Duca di Parma 1547, Duca di Piacenza 1556

2 - Alessandro Farnese (1545-1592), Duca di Parma e Piacenza 1586

3 - Ranuccio I Farnese (1569-1622), Duca di Parma e Piacenza 1592

4 - Odoardo I Farnese (1612-1646), Duca di Parma e Piacenza 1622

5 - Ranuccio II Farnese (1630-1694), Duca di Parma e Piacenza 1646

6 - Odoardo II Farnese (1666-1693), Granduca Parma e Piacenza

7 - Francesco Farnese (1678-1727), Duca di Parma e Piacenza 1694

8 - Antonio Farnese (1679-1731), Duca di Parma e Piacenza 1727

Purtroppo non ho trovato foto del tuo sesino con la legenda completa, e non ho libri al riguardo, ma spero che altri possano darti una mano nel confermare o smentire la mia ipotesi ;) .

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Aggiungo quanto "falta" a Rcamil. :P

Dovrebbe essere,dalle lettere in leggenda,Antonio Farnese 1727-1731 Piacenza.

Al dritto: ANTON I F P P DVX VIII

Al retro: SALVS MUNDI

in Rame dal peso di gr. 0,94 / 1,72

Il MIR #1185, lo riporta Rara in MB-70.000 lire / SPL-250.000 lire

Rif. CNI #1/2

Il tuo Simone credo che sia un B/MB o un qMB

By

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Il sesino di Piacenza si e' mantenuto inalterato per almeno un paio di secoli, da un lato croce fogliata e intorno SALUS MUNDI, questo e' per Filippo di Borbone:

sesino_filippoR.jpg

Purtroppo l'unico sesino di Antonio Farnese che posseggo e' scentrato in maniera tale da impedire di leggere la legenda dall'altra parte. A naso ipotizzo un ANTON I FAR PLA & DVX VIII

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

L'ottimo favaldar mi ha preceduto, in effetti io sono dovuto andare a scovare il mio sesino che si era perso insieme a quelli di Filippo :P

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Ah dimenticavo di confermare che a Piacenza c'era una zecca cosi' come a Parma. La zecca di Piacenza coniava monete in tagli similari a quelli di Parma ma il valore era differente. Comunque fu chiusa da Ferdinando di Borbone nel 1796 (vado a memoria comunque giu' di li').

Antonio era un duca gaudente che amava la buona tavola (era francamente obeso), alla sua morte lascio un testamento in cui dichiarava erede il frutto del ventre pregno della mogle. La quale avvallo' la cosa. Pero' 7 mesi dopo il bluff non era piu' sostenibile e il ducato passo' ai Borbone di Spagna.

Link to comment
Share on other sites


  • 1 year later...
  • 1 month later...
  • ADMIN
Staff

E dopo un mesetto ecco pronta la scheda :D

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-AFPC/1

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.