Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Quinto di scudo detto “ai rami d'olivo” - 1786

fra crassellame_
Accedi per seguire questo  

Nome della zecca: Orléans, primo semestre

Lettera/segno della zecca: R

Posizione segno di zecca: R nella legenda del rovescio a ore 6

Quantità coniate: 86.790 esemplari

Diametro in mm: 26 mm

Asse di conio: 6 h.

Metallo: Argento

Peso osservato: 5,70 gr.

Peso teorico: 5,897 gr.

Taglia: 1/41 1/2 marc

Titolo in millesimi: 917 ‰

Titolo vecchio: 11 d.°

Valore: 24 soldi tornesi

Contorno: cordonnée

Stato di conservazione: BB

Diritto

Legenda: LUD. XVI. D G FR. - ET NAV. REX.

Traduzione: (Luigi XVI, per grazie di Dio, re di Francia e di Navarra).

Descrizione: Busto di Luigi XVI a sinistra, portante une veste ricamata, l'ordine del Santo Spirito ed i capelli annodati sulla nuca da un nastro. B. DUVIV. sul bordo del busto; al di sotto, segno del maestro di zecca: un cane che corre a sinistra.

Rovescio

Legenda: .SIT NOMEN DOMINI - R - BENEDICTUM (segno del maestro incisore) 1786.

Traduzione: (Benedetto sia il nome del Signore).

Descrizione: Scudo di Francia moderno ovale coronato, tra due rami d'olivo ; in basso la lettera di zecca.

Maestro di zecca: Cane che corre a sinistra sotto il busto = Mathieu Pierre Combret (1783-1788);

Maestro incisore: Stella davanti al millesimo = Joseph Ami Guiquéro (1781-1793);

Incisore: B DUVIV = Benjamin Duvivier (1728-1819)

Incisore generale: Benjamin Duvivier (1774-1791)

Ref.: Ciani 2190 - Gad. 354 - Dr. 608 - Dy. 1710 - Dr. 2/619

Descrizione dello stato di conservazione: questo quinto di scudo è stato coniato su un tondello leggermente irregolare e ovale. Esemplare ricoperto di una sottile patina grigia con delle tracce di pulitura maldestra nei campi e sul busto al diritto.

Commenti a proposito di questo tipo monetale:

Corso legale 24 soldi tornesi, coniato in seguito alla dichiarazione del 18 settembre 1774, conformemente all’editto del gennaio 1726.

E' in effetti il quinto di scudo più corrente della monetazione di Luigi XVI. Nel 1786 anche le zecche di Parigi, Montpellier, Perpignan coniarono questa moneta, ma in misura minore (non si

Accedi per seguire questo  
Nell'album

Francia

  • 10 images
  • 0 commenti
  • 0 commenti immagine


Commenti consigliati

Non ci sono commenti da visualizzare.

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×