Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Lombardia'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • La più grande community di numismatica
  • Identifica le tue monete
    • Richiesta Identificazione/valutazione/autenticità
  • Mondo Numismatico
    • La piazzetta del numismatico
    • Bibliografia numismatica, riviste e novita' editoriali
    • Segnalazione mostre, convegni, incontri e altro
    • Contest, concorsi e premi
  • Sezioni Riservate
    • Le prossime aste numismatiche
    • Falsi numismatici
    • Questioni legali sulla numismatica
  • Monete Antiche (Fino al 700d.c.)
    • Monete Preromane
    • Monete Romane Repubblicane
    • Monete Romane Imperiali
    • Monete Romane Provinciali
    • Monete greche: Sicilia e Magna Grecia
    • Monete greche: Grecia
    • Altre monete antiche fino al medioevo
  • Monete Medioevali (dal 700 al 1500d.c.)
    • Monete Bizantine
    • Monete dei Regni Barbarici
    • Monete Medievali di Zecche Italiane
    • Altre Monete Medievali
  • Monete Moderne (dal 1500 al 1800d.c.)
    • Monete Moderne di Zecche Italiane
    • Zecche Straniere
  • Stati preunitari, Regno D'Italia e colonie e R.S.I. (1800-1945)
    • Monetazione degli Stati Preunitari (1800-1860)
    • Regno d'Italia: identificazioni, valutazioni e altro
    • Regno D'Italia: approfondimenti
  • Monete Contemporanee (dal 1800 a Oggi)
    • Repubblica (1946-2001)
    • Monete Estere
  • Euro monete
    • Monete a circolazione ordinaria di tutti i Paesi dell’Area Euro.
    • Euro Monete da collezione Italiane e delle altre Zecche Europee.
    • Altre discussioni relative alle monete in Euro
  • Rubriche speciali
    • Monete e Medaglie Pontificie
    • Monete e Medaglie delle Due Sicilie, già Regno di Napoli e Sicilia
    • Monete e Medaglie dei Savoia prima dell'unità d'Italia
    • Monete della Serenissima Repubblica di Venezia
    • Medaglistica
    • Exonumia
    • Cartamoneta e Scripofilia
  • Altre sezioni
    • Araldica
    • Storia ed archeologia
    • Altre forme di collezionismo
    • English Numismatic Forum
  • Area Tecnica
    • Tecnologie produttive
    • Conservazione, restauro e fotografia
  • Lamoneta -Piazza Affari-
    • Annunci Numismatici
  • Tutto il resto
    • Agorà
    • Le Proposte
    • Supporto Tecnico
  • Circolo di esempio's Discussioni
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Discussioni
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Discussioni
  • Circolo Numismatico Patavino's Discussioni
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Discussioni
  • Circolo Numismatico Asolano's Discussioni
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's SITO
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Discussioni
  • associazione numismatica giuliana's Discussioni

Calendars

  • Cultural Events
  • Eventi Commerciali
  • Eventi Misti
  • Eventi Lamoneta.it
  • Aste
  • Circolo di esempio's Calendario
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's Eventi
  • Circolo Numismatico Ligure "Corrado Astengo"'s Eventi
  • Circolo Numismatico Patavino's Eventi
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Eventi
  • Circolo Culturale Castellani's La zecca di Fano
  • CENTRO NUMISMATICO VALDOSTANO's Collezionare.......non solo monete
  • Associazione Circolo "Tempo Libero"'s Eventi
  • Circolo Filatelico e Numismatico Massese's Eventi

Categories

  • Articoli
    • Manuali
    • Portale
  • Pages
  • Miscellaneous
    • Databases
    • Templates
    • Media

Product Groups

  • Editoria
  • Promozioni
  • Donazioni

Categories

  • Libri
    • Monete Antiche
    • Monete Medioevali
    • Monete Moderne
    • Monete Contemporanee
    • Monete Estere
    • Medaglistica e sfragistica
    • Numismatica Generale
  • Riviste e Articoli
    • Rivista Italiana di Numismatica
  • Decreti e Normative
  • Circolo di esempio's Documenti
  • GRUPPO NUMISMATICO QUELLI DEL CORDUSIO ex ACQDC's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File
  • Circolo Numismatico Patavino's File 2
  • Cercle Numismatique Liegeois's File
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's VERNICE- MOSTRA
  • Circolo Numismatico Asolano's Documenti dal circolo
  • associazione numismatica giuliana's File

Collections

  • Domande di interesse generale
  • Contenuti del forum
  • Messaggi
  • Allegati e Immagini
  • Registrazioni e Cancellazioni
  • Numismatica in generale
  • Monetazione Antica
  • Monetazione medioevale
  • Monetazione degli Stati italiani preunitari
  • Monetazione del Regno d'Italia
  • Monetazione in lire della Repubblica Italiana
  • Monetazione mondiale moderna
  • Monetazione mondiale contemporanea
  • Monetazione in Euro

Categories

  • Monete Italiane
    • Zecche italiane e Preunitarie
    • Regno D'Italia
    • Repubblica Italiana (Lire)
  • Eur
  • Monete mondiali
  • Gettoni
  • Medaglie
  • Banconote, miniassegni...
  • Cataloghi e libri
  • Accessori
  • Offerte dagli operatori
  • Centro Culturale Numismatico Milanese's Annunci
  • CIRCOLO NUMISMATICO TICINESE's Interessante link

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

  1. Grossa medaglia, bronzo mm. 99,5 - Fusione , ribulinata nei capelli e colletto, credo epoca 1500 circa, (purtroppo non trovo la documentazione che avevo trent'anni fà) GIAN GALEAZZO VISCONTI 1° DUCA DI MILANO
  2. La prima esposizione di MILANO è del 1871, denominata ESPOSIZIONE INDUSTRIALE, dedicata a prodotti tessili, alimentari e alle più avanzate tecniche meccaniche e di edilizia. Localizzata nel salone appena restaurato dei GIARDINI PUBBLICI, con apertura il 2 settembre e chiusura il 2 ottobre. Vi furono 1190 espositori con la presenza di 90 mila visitatori. Bronzo, mm. 43,5
  3. 1802 LUIGI SACCO (1769-1836) Medico. Medico chirurgo, studiò all'Università di Pavia, si laureò in Medicina, Chirurgia e Filosofia. Medaglia omaggio dei Bolognesi per l'introduzione della VACCINAZIONE. Bronzo, mm. 56 - Autore Petronio Tadolini. rif. LE MEDAGLIE "MEDICHE" DELLA COLLEZIONE LUIGI BELLONI n. 46 TURRICCHIA IL VENTENNIO NAPOLEONICO IN ITALIA ATTRAVERSO LE MEDAGLIE n. 306
  4. Sistemando alcune cose, ho trovato in un cassetto questo quadretto, volevo informazioni in merito alle 2 medaglie, a cosa si riferiscono, inoltre nella medaglia della campagna d'africa, c'è scritto 1895/96 cosa strana perché mio nonno ha partecipato alla seconda ed è stato fatto prigioniero in Africa dagli inglesi. Cordiali saluti Giacomo
  5. Buon giorno a tutti. Ho recentemente acquistato la seguente medaglia di bronzo: che credevo essere uguale a quella esitata in asta INASTA nr. 36 del 7.9.2010 - lotto nr. 4966, descritta nella scheda del nostro Catalogo: http://numismatica-i...neta/W-ME546/12 In realtà, come potete notare dalle scansioni, mentre una faccia della medaglia è perfettamente uguale, l'altra (quella recante un edificio religioso) è differente, sia perchè ritrae un altro tempio e sia perchè non reca l'iscrizione "per iniziativa cittadina". Inoltre, anche il diametro della mia medaglia è diverso da quello della medaglia descritta nella scheda: la mia ha un diam. di 47,00 mm. ed un peso di grammi 43,94 (il peso di quella descritta nella scheda non è riportato, ma ritengo debba essere sicuramente più pesante, visto il diam. di 52 mm.). Sapete dirmi qualcosa al riguardo e se ci sono stati altri passaggi d'asta? Grazie e saluti. Michele
  6. INVITO GLI AMICI LAMONETIANI A CONDIVIDERE LE PROPRIE MEDAGLIE DI SANTUARI, SANTUARIO DELLA BEATA VERGINE DELLA FONTE di CARAVAGGIO (BG) E' il santuario più noto e frequentato della Lombardia. Nel 1432 la Vergine appare a Giannetta Varoli di 32 anni, le prevedeva la tranquillità famigliare e diede incarico di portare un messaggio di pace ai governanti che la guerra imperversava fra gli stati vicini e anche fra le Chiese d' Oriente e di Occidente, e invitandoli a costruire una cappella sul luogo dell'apparizione. Sul luogo scaturì una fonte mai vista prima da nessuno che scorre ancora oggi. Filippo Maria Visconti fece costruire una chiesa cosacrata nel 1451, in seguito fu ampliata e ricostruita per volere di San Carlo Borromeo su disegni di Pellegrino Tibaldi. Per maggiore informazioni e foto vedi: https://it.wikipedia.org/wiki/Santuario_di_Santa_Maria_del_Fonte_presso_Caravaggio La prima medaglia settecentesca, quando CARAVAGIO si scriveva con una G sola.
  7. fabio67

    Lombardia peso monetale

    buona sera mi piacerebbe identificare questo piccolo peso monetale quadrato di 13 mm di lato e di 3 gr di peso. ringrazio anticipatamente
  8. Ciao a tutti! Ho recentemente inserito in collezione una lira di Carlo I Gonzaga 1633 e ho notato che la legenda del rovescio recita SANTA LVCIA anziché SANCTA LVCIA. Ho possibilità di consultare poca letteratura sulla monetazione (MIR, CNI) e non ho trovato indicazioni della variante. Qualcuno potrebbe per favore consigliarmi un catalogo su cui poter trovare un riferimento per il mio esemplare? Allego una foto Grazie anticipatamente! Marco
  9. Salve , volevo sapere se può essere un' errore di conio l incisione dopo 1977 , presente sulla moneta da 50 centesimi che allego in foto... Grazie
  10. giancarlone

    Lombardia S. CARLO BORROMEO

    Siamo ancora nell'atmosfera dei festeggiamenti per il quarto centenario dalla canonizzazione di S. CARLO BORROMEO avvenuta nel 1610, e approfitto della ricorrenza per presentare una serie di medaglie a Lui dedicate. I fratelli Gnecchi nel volume del 1910 in occasione del 3° centenario hanno commentato molte medaglie e di questa medaglia scrivono così: Questa è certamente una delle prime medaglie, forse la prima per Carlo Borromeo. Lo rappresenta all'età di 25 anni, vale a dire nel 1563, l'anno stesso nel quale, il nostro Santo gia da due anni Cardinale passava, a ' 4 di giugno, dall'ordine de' diaconi a quello dei preti. .......Difatti San Carlo divenne effettivamente prete a' 15 agosto 1563. La medaglia è molto interessante anche pel fatto che porta il nome dell'autore: Gio. Ant. Rossi milanese. A Roma fu incisore della zecca papale ed eseguì monete e medaglie per Pio IV, Pio V e Gregorio XIII. E' curioso che di questa bella medaglia non si conosca che questo unico esemplare conservato nell' Imperial Regio Gabinetto Numismatico di Vienna. Diritto/ CAROLUS . BORROMEUS . MEDIOL . S(anctae) . R(omanae) . E(cclesiae) . PBR(Presbiter) . CAR . AN(nnum) . AG(ens) XXV Diametro mm 70
  11. MaxFanfulla

    Lombardia Probabile sigillo

    Buongiorno, sperando di aver iniziato la discussione nella Sezione corretta, chiedo cortesemente il Vs competente parere riguardo all'oggetto di cui allego le immagini. Ringrazio e auguro un felice e decisamente migliore anno nuovo a tutti. Max
  12. Ciao, vengo dall'Ucraina. Ho comprato questa moneta іn Ucraina. Di chi è questa moneta? È raro? Grazie mille
  13. CARATTERISTICHE PRINCIPALI Peso: 1 gr Diametro: 18 mm Metallo Presunto: mistura AG (?) Buonasera e buon anno. Chiedo il Vs contributo per la moneta (?) di cui allego le immagini. Un verso è molto liscio, praticamente illeggibile. Ho fotografato alcuni particolari, sperando di agevolare l'identificazione. Ringrazio e ancora i migliori auguri!! Max
  14. Buongiorno a tutti, Ho ritrovato uno vecchio scatolone con dentro tante monete antiche (aprirò post appositi nella giusta sezione), ma quella che mi ha colpito maggiormente è questo 500 lire che ho scoperto chiamarsi "Aretusa", dalle mie piccole ricerche mi pare di capire è un indice rarità C e credo ha conservazione FDC (pari al nuovo) decreto 23-02-70. Volevo chiedervi una vostra gentile valutazione, ho provato a capirci sui vari siti di aste numismatica, ebay,catawiki ma vedo valori da 10 euro fino a 600euro. Grazie a chiunque voglia aiutarmi.
  15. Buongiorno a tutti amici del forum, Chiedo il vostro aiuto per identificare questa medaglia. Io lo so che è prodotto da Johnson (creato par Teruggi), ma non ho più dati. Non l'ho trovato qui: http://numismatica-italiana.lamoneta.it/zecchieri/Luigi Teruggi Qualcuno di voi la riconosce? Vi rigrazio in anticipo. Alex
  16. Prendendo spunto dalla nuova catalogazione, fatta dal Toffanin nel nuovo MIR, per le parpagliole della " PROVIDENTIA " attribuite a Filippo IIII, volevo aprire una discussione per avvalorare questa tesi e approfondirne gli aspetti con l' aiuto di tutti. Partendo dal fatto che già lo studio del 1991 di Anna Pia Dalle Vegre/ Eugenio Vajna dava una catalogazione più mirata alle parpagliole della provvidenza ( catalogate Tipo VI ) a differenza della catalogazione del Crippa, che tutte quelle che al R hanno le volute dello scudo concave sono di filippo III ( Crippa 20/F e 20/G ), andiamo ad analizzare perchè questa tipologia di parpagliola la si può attribuire a Filippo IIII ( MIR 371/1 e 371/2 ). Al Dritto questa parpagliola presenta lo scudo con le volute concave ed al suo interno le aquile hanno le ali spiegate. La legenda è la solita MEDIO LANI.D Nel Rovescio troviamo quelle particolarità del conio che la fanno attribuire a Filippo IIII, la legenda è sempre interrotta dalla testa della provvidenza: PROVI DENTIA All' inizio/fine della legenda possiamo trovare delle stelline o pallini. *PROVI DENTIA* .PROVI DENTIA. All' esergo al posto della data possiamo trovare: * quadrifoglio * . quadrifoglio . Il quadrifoglio può essere pieno o vuoto. Le stelline hanno fatto la loro comparsa nei conii sotto Filippo IIII nel 1657 con la coniazione dei filippi e mezzi filippi e nel 1630 nelle quadruple in oro ( per poi continuare, per i filippi, con Carlo II sotto la reggenza della madre ). Il quadrifoglio ha fatto la sua comparsa nel R come inizio leggenda nella parpagliola di Filippo IIII con il busto (MIR 372 moneta R/3 e difficilmente reperibile in buone condizioni). La provvidenza è raffigurata molto più grande che nelle altre parpagliole. Le lettere delle leggende al Dritto e al Rovescio sono grandi ( come quelle della parpagliola con busto e dei quattrini ). Tutto questo coniato in un flan molto grezzo e quasi mai rotondo, dove le leggende al Dritto e al Rovescio, di conseguenza, sono quasi mai sono complete. Anche il peso di questa tipologia di parpagliola è molto basso oscillando tra gr. 1,42 a gr. 2,42. Il peso di riferimento all' epoca doveva essere gr. 2,74.
  17. Carissimi completo la condivisione del trittico dei regali natalizi mantovani con un ducato (o tallero a seconda delle opinioni degli esperti) di Ferdinando Gonzaga (1612- 1626), classificato R3. Questo esemplare presenta ottimi rilievi, buona centratura, flan di discrete dimensioni, antica patina di medagliere. Una moneta che più di altre unisce il sacro con il profano e che anche per questo possiede secondo me un grande fascino e un indubbio significato iconografico, unito alla notevole rarità, in se’ superiore allo scudo con Sant’Andrea di Carlo I. Anche qui i passaggi in asta per uno SPL come l’esemplare qui mostratovi non sono davvero numerosi. Chiudo con questa chicca un 2020 che per quanto mi riguarda certamente è un anno orribile per tutto quel che si è portato dietro, ma che almeno per me ha visto un sensibile arricchimento della raccolta soprattutto per Mantova, che finora era scarsamente presente. Buon Anno a tutti gli amici e a risentirci nel 2021!
  18. Buona sera, ho rinvenuto questa votiva e volevo sapere se qualcuno di voi mi potrebbe dire di che votiva si tratta, del periodo e del valore, per favore? (è probabilmente in rame o ottone)
  19. Cari tutti ogni promessa è debito e a poche ore da Natale eccovi un’altra gonzaghesca di grande qualità . Non è un Ducatone ma uno Scudo, precisamente del periodo dell’assedio che ha seguito la successione di Carlo I di Gonzaga Nevers ai territori ducali di Mantova e di Casale. È privo di data e appartiene alla decade 1627-1637. Pur trattandosi di emissione con rilievi bassi, questo esemplare è periziato FDC. Non ho trovato nelle mie limitate ricerche altri esemplari di questa eccezionale qualità. Ma come sempre qualche utente più esperto potrà condividere altri passaggi d’asta, anche se stavolta accetto la sfida a trovarne uno superiore 😝 Buon Natale a tutti!!!
  20. Buonasera a tutti, sulla scia della discussione in piazzetta 'il vostro miglior acquisto del 2020' vi mostro un grosso che mi ha fatto emozionare e che non si vede spesso. Comincio col dirvi che mi spiace per le foto, col tempo le rifarò, ma spero che per il momento siano sufficienti. Como Franchino II Rusca (signore di Como dal 1408, fino alla sua morte avvenuta nel 1412) grosso 'pegione' al tipo milanese, con le impronte tipiche e già in uso sotto Gian Galeazzo Visconti (1385-1402) probabile data di battitura: dopo la grida milanese di Giovanni Maria Visconti del 31 VIII 1409 (in cui fissava il corso dei suoi pichiones novissimi). moneta di grande rarità, al momento conto questi (ma sicuramente qualcuno mi sarà sfuggito): oltre a quello conservato al Museo Civico Archeologico di Bologna, ho notizia di un passaggio nel listino Rinaldi a prezzi segnati del novembre 1954, lotto 522 (MB, 25.000£); Asta Varesi Coll. Este Milani poi Crippa 2017; Asta Varesi 50 lotto 717 in BB; Gorny&Mosch 1999 poi Ranieri 4 al lotto 107 (l'esemplare qui presentato); M&M 7 lotto 999 del 2000 e un esemplare riportato su questo sito. Salvo passaggi doppi, da segnalare anche Coll. Gnecchi 1902 poi Ratto 1914. Storia travagliata quella di Franchino (II): nacque probabilmente intorno al 1360, in un luogo non noto, da Lotario Rusca ed Enrica, figlia naturale di Bernabò Visconti. In seguito all'instabilità politica venutasi a creare con la morte di Gian Galeazzo nel 1402, a capo della fazione ghibellina si impadronì della città, salvo poi essere esiliato poco dopo con la sconfitta inflitta dalle forze di Caterina Visconti. Rientrato nel 1408, ne assunse formalmente la signoria il 17 ottobre. Como tornava ai Rusca dopo 73 anni. Spero vi piaccia, buona serata. N.
  21. 03/12/2020 Buongiorno a Tutti, chiedo per cortesia agli esperti di queste monete un aiuto per identificare la zecca e l'anno del tallero di Maria Teresa che ho postato. Misura : 40 mm - peso 28 gr. Grazie.
  22. Cari amici la moneta della settimana è un 5 lire 1808 Milano di Napoleone I, da annoverarsi tra i migliori esemplari conosciuti, periziato FDC, vanta un lustro d’origine assolutamente integro e rilievi superbi. In collezione da non molto, è arrivato insieme alla sorella, molto più rara ma di analoga gran qualità, del millesimo precedente, versione cifre distanziate A Voi l’invito consueto alle considerazioni più spassionate, e soprattutto all’amico @lorluke, grande appassionato delle monete napoleoniche, e naturalmente grazie in anticipo a chi vorrà intervenire! 👍🏾
  23. Buonasera Qualcuno mi potrebbe aiutare a scoprire qualche dettaglio in più su questa medaglia /moneta? Spero sia sezione giusta Materiale ....... Diametro 32 mm Peso 12,48g Grazie
  24. Gian barlino

    Lombardia Parere su valore medaglia

    Buonasera ... tenuto conto che sono un collezionista "della domenica", avrei bisogno, se possibile di un parere sul giusto valore di questa medaglia che mi e' stata proposta.Grazie a chi mi vorra' rispondere. Buona serata
  25. Cosa mi porta a iniziare questa discussione è la stessa che ha portato un anno fa a iniziare denari di Lucca,discussione seguitissima alla quale tuttora partecipo e che continua a stupire con tanti spunti e tanti punti interrogativi ;perchè Pavia,per tanti motivi ,per i rapporti tra le due monetazioni molto contigue quella pavese e lucchese,perchè moneta molto diffusa dal 900 in avanti ,perchè di fatto moneta ufficiale del Regnum Italicum,moneta diffusa nel nord Italia,nell'Europa del Nord ,a Roma ,anche nel Sud della penisola,quindi moneta di riferimento. In teoria potremmo,se ritenete,se vi piace analizzare tutto il periodo che va dall'800 fino a Federico II cioè fino al 1250;in pratica adesso vorrei iniziare ad analizzare il periodo di questa monetazione ,quella degli imperatori ottoniani ,che impegna un periodo temporale di circa 120 anni;una premessa mi è d'obbligo,sono solo un semplice appassionato di questa monetazione,come lo sono di quella di Lucca o di Milano,un collezionista che cerca di imparare e mi piacerebbe farlo insieme a voi; so anche che nel forum ci sono importanti studiosi di questa monetazione ,se vorranno darci una mano ,illuminarci,personalmente gliene sarò grato;da parte mia oltre la passione,posso impegnarmi a postare alcuni esempi di denari in mio possesso per permettere l'inizio e la continuazione della discussione stessa. Ma iniziamo con un denaro e subito un problema ,è un Ottone I e Ottone II;perchè inizio da questo ?Qui è in atto una discussione che si è aperta con i recenti studi di Saccocci sulla classica cronologia del periodo ottoniano. Facciamo il punto sul CNI,sul Brambilla,sul Mir abbiamo questa cronologia: Ottone I imperatore-962-973-con Augustus al rovescio Ottone I imperatore ed Ottone II re-962-967 con Otto Pius Rex al rovescio Ottone II imperatore -973-983-con Inclita Civitas al rovescio Ottone III imperatore -983-1002-monete con H Tercius e varianti e con Imperator o Civitas Gloriosa al rovescio Cosa fa il Saccocci con il suo studio "il Ripostiglio Galli Tassi di Lucca" cambia questa cronologia ,poi vedremo il perchè,in questa: Ottone I Imperatore e Ottone II re-962-967 con Otto pius Rex Ottone I imperatore e Ottone II Imperatore-967-973 con Imperator/Imperator Ottone II Imp.-973-983 con Imperator/Augustus Minorità di Ottone III Imp.-983-996 con Imp/Inclita Civitas Ottone III Imp.-dopo il 996-con Tercius-Civitas Glorio Ottone III Imp.-post 996-1002 con Tercius-/Imperator I cambiamenti proposti dal Saccocci non sono di poco conto,perchè tutto questo? Cercherò di esssere breve,poi eventualmente approfondiremo:la cronologia v iene cambiata in base ai ritrovamenti e alla cronologia dei ripostigli,in particolare nel ritrovamento di Galli Tassi di Lucca e in altri con datazione precedente al 973 si trovano solo monete del tipo Otto Pius e invece l'assenza del tipo Augustus per cui risulterebbe la prima emissione degli Ottoni quella con Otto Pius riconducibile al tipo Ottone I Imperatore e Ottone II re;in queste considerazioni il Saccocci non prende in considerazione aspetti stilistici,nè varianti,ma si basa solo su aspetti storici e sui ritrovamenti reali avvenuti e certi. Il tutto non è in contrasto con gli aspetti di abbassamento ponderali sulle varie tipologie monetali rispetto agli studi precedenti ma anzi rispetterebbe una certa riduzione dei pesi per cui abbiamo: Pius Rex circa 1,25 g. Augustus circa 1,13 g. Civitas Gloriosa circa 1,21 . Tercius circa 1,21 g. Vorrei sentire il vostro parere intanto su queste nuove teorie e poi posterei finalmente questo bel ottone I e II di g.1,12 e diametro 17 mm. Nell'analisi di questi denari verranno fuori ,se vorremo vederli bene insieme tanti interessanti variabili dalle legende,il cerchio perlinato,il puntino in mezzo a Otto in alcuni casi,un triangolino in altri,la forma differente delle lettere e così via...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.