Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
skubydu

SI Decadramma Evainetos - pareri

Risposte migliori

skubydu

Ciao, passando in rassegna le prossime aste americane (Stack's), l'occhio si è soffermato su questa moneta.

premesso che l'analisi è fatta da foto, alcuni particolari di questa moneta mi fanno un po pensare:

al D/:

- trovo in generale la moneta piatta, poco movimento della quadriglia che risulta troppo distante dalla linea di esergo.

- in generale, poca definizione dei dettagli (nike, cavalli)

al R/:

- la moneta sembrerebbe in ottima conservazione, ma trovo strana la mancanza di alcuni particolari quali, una parte del delfino di fronte al collo di Aretusa, la quasi totale assenza del secondo delfino (normalmnete sono piu ravvicinati tra di loro), la mancanza di parti delle lettere nella firma di Evainetos, oltre ad una eccessiva distanza del delfino posto sotto al collo di Aretusa, e mancanza netta di parte delle perle nella collana .

posto la scansione, per un confronto, dell'esemplare pubblicato sul Rizzo (Tav. H).

ciao

skuby

post-7579-0-14561400-1357223554_thumb.jp

post-7579-0-58568800-1357224514_thumb.jp

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

non ne so' di queste monete, trovo solo che sono stupende.

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Concordo con Skubydu.

Non mi piace affatto questo decadramma su Stack's.

Incongrui i delfini e soprattutto la scritta sotto la testa della ninfa Aretusa, con rilievi "saltellanti", per cui le lettere sembrano incomplete. Come al solito nei falsi più recenti i maggiori difetti si notano nelle zone più marginali, verso i bordi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Aggiungo delle immagini di alcuni particolari della moneta in vendita,

Immagino che proprio perchè sarebbe un conio del maestro...Evainetos, non avrebbe curato i particolari in questo modo.....

ciao

skuby

post-7579-0-30917100-1357396786_thumb.jp

post-7579-0-17961600-1357396794_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Prova a mettere a stretto confronto, con adeguato ingrandimento, la scritta sotto la testa di Aretusa tra Stack's e Rizzo e si capirebbe diverse cose.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Ciao, ho provveduto a comparare le aree interessate dalla firma di Evainetos della moneta in vendita da Stack's (superiore) e dell esemplare riportato sul Rizzo (inferiore) .

ciao

skuby

post-7579-0-47982300-1357415233_thumb.jp

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Grazie!

Noterete come a fronte del normale rilievo del corpo del delfino ci sono alcuni dettagli che sono semplicemente incongrui. Il muso del delfino è quasi scomparso.

Quasi tutti i lati superiori delle lettere sono irregolari e quasi evanidi e NON può trattarsi di un banale difetto di battitura a mano, se più sopra appunto il corpo del delfino è bene in rilievo e più sotto le rimanenti parti delle lettere sono di nuovo in rilievo.

Un simile andamento "ondulato" dei rilievi non può essere spiegato con un leggero scivolamento di conio o con una irregolare battitura a mano. E' un difetto legato probabilmente a un calco non molto accurato e non successivamente corretto a mano a livello della matrice.

Naturalmente servirebbe un diretto esame allo stereomicroscopio per analizzare i fondi del metallo, che comunque qui appaiono troppo lisci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Aggiungo inoltre che le lettere delle firma sono in parte "mangiate" dalla perlinatura in prossimità del bordo.

Mi chiedo che logica ci sarebbe nel firmare il conio in questo modo...

concordo con quanto indicato da Acraf.

ciao

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Nell'asta Stack's della Ebert collection l'insieme esitato è una vecchia collezione con molti pezzi rari ma anche molti falsi, nella parte romana ne ho individuati piu' d'uno, spesso padovanini a fusi ottocenteschi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Nell'asta Stack's della Ebert collection l'insieme esitato è una vecchia collezione con molti pezzi rari ma anche molti falsi, nella parte romana ne ho individuati piu' d'uno, spesso padovanini a fusi ottocenteschi.

il problema è anche che questo deka lo hanno stimato tra i 50 ed 75000 dollari (base 30000)......passino anche qualche bronzo da 300 dollari.....ma questo è uno dei pezzi forti della parte greca....

skuby

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

poveri noi ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Naevius

Ma se si segnalano i dubbi più o meno legittimi alla casa d'aste, che succede? Ti prendono a male parole o ti rispondono fatti i fatti tuoi, anche se sei uno dei più stimati numismatici italiani, come qualcuno dei frequentatori di questo forum?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

il problema è anche che questo deka lo hanno stimato tra i 50 ed 75000 dollari (base 30000)......passino anche qualche bronzo da 300 dollari.....ma questo è uno dei pezzi forti della parte greca....

skuby

Concordo, questo e' un caso eclatante se confemato, ma le monete romane problematiche non sono solo i bronzi da 300 dollari purtroppo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Per la cronaca è stata battuta a 64000 dollari....

complimenti all'acquirente!!!!

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

E pure al venditore, nella speranza che un domani l'acquirente non torni a reclamare indietro i suoi soldi in quanto moneta poi riconosciuta falsa.....

Il problema è che se inizia a girare e dopo 3-4 passaggi in varie aste magari diventa moneta "autentica" a tutti gli effetti e potrebbe anche finire in un medagliere museale.....

E pensare che neppure il famoso collezionista duca De Luynes era stato del tutto immune dall'aver acquistato qualche pezzo dubbio, in pieno XIX secolo, e le sue monete stanno tutte al medagliere di Parigi. Naturalmente si tratta di una frazione molto ristretta, rispetto all'ampia attuale diffusione del fenomeno delle falsificazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

E pure al venditore, nella speranza che un domani l'acquirente non torni a reclamare indietro i suoi soldi in quanto moneta poi riconosciuta falsa.....

Il problema è che se inizia a girare e dopo 3-4 passaggi in varie aste magari diventa moneta "autentica" a tutti gli effetti e potrebbe anche finire in un medagliere museale.....

E pensare che neppure il famoso collezionista duca De Luynes era stato del tutto immune dall'aver acquistato qualche pezzo dubbio, in pieno XIX secolo, e le sue monete stanno tutte al medagliere di Parigi. Naturalmente si tratta di una frazione molto ristretta, rispetto all'ampia attuale diffusione del fenomeno delle falsificazioni.

già, è vero...

comunque la terremo sotto controllo....(ho notato che ultimamente i deka dei maestri firmanti stanno spuntando come funghi....., si sà..quando piovono parecchi soldi...) :-)

ciao

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danspina

Qualcuno sa dirmi quale è il peso delle decadracme di Eveneto? Vorrei inoltre sapere se si conoscopno esemplari con un perfetto allineamento a 180° tra D/ e R/.

E pure al venditore, nella speranza che un domani l'acquirente non torni a reclamare indietro i suoi soldi in quanto moneta poi riconosciuta falsa.....

Il problema è che se inizia a girare e dopo 3-4 passaggi in varie aste magari diventa moneta "autentica" a tutti gli effetti e potrebbe anche finire in un medagliere museale.....

E pensare che neppure il famoso collezionista duca De Luynes era stato del tutto immune dall'aver acquistato qualche pezzo dubbio, in pieno XIX secolo, e le sue monete stanno tutte al medagliere di Parigi. Naturalmente si tratta di una frazione molto ristretta, rispetto all'ampia attuale diffusione del fenomeno delle falsificazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×