Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
grigioviola

Valeriano I

Risposte migliori

grigioviola

Sto racimolando qualche rapida info su di questo imperatore... che finora non avevo mai considerato se non incidentalmente.

Ha utilizzato anche le zecche di Milano e Colonia (anche se alcuni ritengono fosse Treviri). Si tratta in ambo i casi comunque di zecche/città facenti parti dell' (all'epoca imminente) impero delle Gallie.

Sono noti imitativi di questo imperatore? Non necessariamente ascrivibili all'impero delle Gallie, ma anche agli anni immediatamente precedenti alla sua formazione.

Ho visto che alcuni antoniniani di questo imperatore che vengono associati a queste zecche, visivamente si presentano fatti con una lega di basso argento... mi chiedevo se son noti in letteratura esemplari riconducibili a fabbricazioni locali e soprattutto se ci sono foto in rete... ho cercato, ma i risultati non sono stati incoraggianti.

Il tutto parte da questo passaggio:

[cit] "The Stevenage hoard which terminates with coin types from 263AD contained 66 irregular coins of Postumus, approximately 10.5% of the coins for that emperor in the deposit3. Also included in the hoard were imitations of antoniniani of Trajan Decius, Valerian and Gallienus along with plated denarii of Julia Soaemias and Severus Alexander".

tratto dal libro:

"Aspects of the relationship between the central and Gallic empires in the mid to late third century ad with special reference to coinage studies" di Bourne, Richard John

Modificato da grigioviola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

che sappia io antoniniani imitativi non ne ho visti di valeriano

per valeriano noti emissioni di argento buono e emissioni di rame quasi puro, molto simili a quelle del suo predecessore trab gallo

mi pare abbia emesso moneta d argento anche viminacium che ha un stile molto rozzo , son dentro il ric comunque

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

sì, le coniazioni repertoriate dal RIC le ho scorse.

però mi interessava vedere alcuni di questi citati imitativi di Valeriano, giusto per capire lo stile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

io non ne ho mai visto 1

l unico che ho visto era uno di gallieno II periodo che si riconosceva solo per il fatto che aveva un animale al rovescio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Neppure io ho mai avuto (nè visto) monete imitative di Valeriano. Sicuramente, come dice Rick, si vedono monete di aspetto argenteo (ma non proprio come per gli imperatori precedenti), monete più rameiche ed altre che sembrano rame puro. Devo dire che fra gli antoniniani è difficilissimo trovarne di ben coniati, sono quasi tutti di fattura mediocre o cattiva. Non credo di avere foto, ma se interessa poosso farne; comunque si tratta di monete ufficiali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

che sappia io antoniniani imitativi non ne ho visti di valeriano

Valeriano I no... ma forse Valeriano II sì... it may be imitative... retrograde reverse legend... forse ce l'hai in collezione Rick... ;)

http://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=79633.0

http://www.lamoneta.it/topic/89726-imitativa-problematica-valeriano-ii/

Forse... sulla base della legenda retroversa. Stilisticamente potrebbe essere ufficiale. Ma un incisore scriverebbe la legenda a rovescio? Mah...

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

eppure per esistere esistono... e spero di imbattermi in qualche loro immagine prima o poi! se e quando avverrà... pubblicherò! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

ecco cosa ha prodotto una ricerca online nella terra di albione...

volevo condividere i risultati e avere qualche riscontro... secondo me tanto imitative non sono... ma mi posso sbagliare!

ray%205%201108%20copy.jpg

Weight: 2.6 g; Diameter: 20.1 mm

D/ IMP C P [ ]

R/ Jupiter standing left (IOVI CONSERVAT?)

Die axis measurement: 12 o'clock

Leaver%20-%20radiate%20-%20Oct%2006.jpg

Weight: 4.18 g; Diameter: 21.91 mm

D/ Radiate, draped and cuirassed, bust left; IMP VALERIANVS AVG

R/ Felicity standing left; FELICITAS AVGG

Die axis measurement: 6 o'clock

Di quest'ultimo, RIC 283, ecco invece un esemplare ufficiale... non vedo tutta 'sta differenza

RIC_0283.jpg

Modificato da grigioviola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

la seconda e` ufficiale per me

la prima ci son dubbi ma anche li andrei per un ufficiale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

In un altro rinvenimento nella città romana di Silchester è stato trovato un imitativo di Valeriano I (collezione del Reading Museum) [cit. Davies, Barbarous radiates].

Purtroppo, essendo piuttosto rari gli imitativi di questo imperatore non trovo immagini in rete.

La curiosità mi era venuta soffermandomi su questo busto:

post-8339-0-08669000-1360069635_thumb.jp

apparentemente normale e ufficiale.

l'aspetto è di una lega molto povera d'argento ed è di un tipo coniato a Milano o Colonia/zecca I.

niente di che, tranne per le finiture del busto (corazza-mantello) che non ritrovo negli esemplari di questa tipologia, ma che invece richiamano certe emissioni della zecca di Roma.

va be'... talvolta ci ragiono sopra un po' troppo a certe immagini in cui mi imbatto!

:sorry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Anche per me quelle che hai mostrato sono tutte ufficiali. Altrimenti le mie ( e ora qualche foto vedo di farla) son tutte imitative!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Sì. Credo fortemente anch'io che si tratti di esemplari ufficiali.

Però credo anche che vi siano degli esemplari non ufficiali. Davies e Bourne non sono sprovveduti... anzi! Se nei loro testi fanno menzione di questi esemplari (richiamando anche una bibliografia di supporto) una solida base c'è. E' indubbio. Del resto Rick stesso ha in collezione un imitativo di Valeriano II!

A ogni modo, a breve, vedrò di approfondire un po' un'altra discussione, quella relativa al doppio sesterzio di Postumo che avevo proposto qualche giorno fa, perché credo di avere l'identificazione!

:pleasantry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

il nocciolo della questione è che per qualificare una moneta come "imitativa" normalmente ci basiamo su vari dati:

- stile ritratto

- stile legende

- stile iconografia

- dati fisici

Il problema di valutare un Valeriano è l'ampia gamma di ritratti che esistono. Chiaro, per un occhio allenato "l'è sempre lu" ma variano abbastanza.

post-3754-0-48947600-1360093851_thumb.jppost-3754-0-84815800-1360093853_thumb.jppost-3754-0-89997900-1360093854_thumb.jppost-3754-0-75073900-1360093855_thumb.jppost-3754-0-61372500-1360093856_thumb.jppost-3754-0-48125600-1360093857_thumb.jppost-3754-0-36817700-1360093858_thumb.jppost-3754-0-27371900-1360093859_thumb.jppost-3754-0-33435400-1360093860_thumb.jp

Alcune tipologie di rovesci di monete ufficiali, per evidenziarne la varietà dello stile del ritratto.

Quanto allo stile della moneta,tutti sappiamo che le sue emissioni sono caratterizzate dall'ampio uso di conii "stanchi". Le legende di solito sono "brutte" stilisticamente ma coerenti, salvo appunto il caso di quella proposta da Rick.

Ritengo che l'unica possibilità sia quella di affidarsi ai dati fisici.

Francamente non escludo che esistano imitative di Valerianus ma personalmente non ricordo di averne viste. O anche di imitative dei suoi predecessori (o forse alcune, ma in genere scarse-direi perloppiù falsi). D'altra parte Grigioviola riporta dei riferimenti bibliografici e non v'è motivo per non ritenere che siano corretti.

La causa potrebbe essere imputata al fatto che forse nel periodo pre-Impero Gallico non era così diffuso il sistema delle imitative.

Mi raccomando Grigioviola, se ne trovi alcune posta pure per... curiosità diffusa.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

dal sito del BM apprendo che ne hanno tre in catalogo di cui uno è un aureo.

ma ovviamente non c'è la foto e si tratta di acquisizioni di fine '800 quindi bisogna vedere la nota del curatore (barbarous imitation).

mmm rimango perplesso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Ho fotografato alcune delle mie e ve le mostro, cominciando dalle più brutte. Nessuna mi sembra imitativa. Le prime due sono RESTITUTOR ORBIS (legenda: RESTITUT ORBIS). Tutte le monete hanno legenda del diritto: IMP CP LIC VALERIANUS AUG, più o meno leggibile. Questa prima pesa 3,1 g. e misura 18,5-21 mm (è ovale).

post-4948-0-26549600-1360166615_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-0-03900600-1360166718_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

La seconda pesa 2,8 g. e misura 20 mm. Anche questa è RIC 117. Al R., l'imperatore con lungo scettro solleva una piccola figura inginocchiata alla sua dx. Strano modo di rappresentare l'ORBIS!

post-4948-0-93563400-1360166920_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-0-71560900-1360166996_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Questa è una FIDES MILITUM con 2 stendardi (2,6g e 20,5 mm.)

post-4948-0-22325900-1360167088_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-0-65684900-1360167155_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Questa è VENUS VICTRIX (3,0 g. e 19-23 mm., forma irregolare)

post-4948-0-65806800-1360167272_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio. Venere tiene in mano la mela d'oro (credo), ha un lungo scettro e forse uno scudo (?).

post-4948-0-27923700-1360167383_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Infine l'ultima. Il ritratto giovanile mi aveva fatto pensare al nipote Valeriano 2°, ma si tratta di Valeriano 1°. Questa è più argentea e più bellina, pesa 3,2 g. e misura 22 mm.

Al D, anche se è in parte fuori tondello, la legenda sembra più breve: VALERIANUS ecc. Al R. ORIENS AUGG, col Sole che regge il globo del mondo nella sinistra.

post-4948-0-02009700-1360167644_thumb.jp

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

Rovescio.

post-4948-0-58889800-1360167753_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×