Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
vathek1984

USA 1 "large cent" del 1828

Recommended Posts

vathek1984

Buonasera a tutti....:)

Questa domenica vi vorrei presentare questa moneta da 1 cent emessa dagli Stati Uniti nel 1828. Si tratta di un "large cent" del tipo denominato "Coronet Head", la zecca è Philadelphia e venne emesso in 2.260.624 pezzi. Una tiratura normale per l'epoca.

Il diametro è pari a 28,5 mm, ed il peso è di 10,89 grammi.

Si tratta di una tipologia molto semplice iconograficamente ma di un certo fascino, indubbiamente in alta conservazione fanno una figura ancora migliore, ma purtroppo essendo in Italia non è molto facile trovare questi esemplari e pertanto mi sono dovuto accontentare....purtroppo le foto tendono a penalizzare ulteriormente dei rilievi già sofferenti, in mano la moneta è molto più gradevole...però anche così rimane, spero, un bell'esemplare da farvi vedere...:)

Tenete presente che esemplari in alta conservazione sono rari da trovare e molto costosi...questa è nella media, a mio modesto avviso.

Che ve ne pare?

314c6di.jpg

2gvkdnk.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

DONATELLO

Bella tipologia di moneta questa, mi dispiace più per le molteplici schiacciature che a subito che per l'usura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Num.e.fil.cal.

Rimane comunque un bel esemplare anche dopo tutte le botte che ha preso! anche questa è bella ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter

A me, nonostante l'usura accentuata, la monetina mi piace! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

numismaticadott

Peccato per l'usura e i numerosi colpi,

comunque moneta molto gradevole, mi piace molto!

Dario

Share this post


Link to post
Share on other sites

nibanny

Non sono un amante dei "rottami" ma comunque non sempre si può avere la moneta piacevole esteticamente e bisogna accontentarsi. Quindi hai fatto bene!

Questa è la mia per il Dansco 7070, bassa conservazione ma comunque cara...

MM

0106LargeCents1.jpg

0106LargeCents2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Num.e.fil.cal.

Bella anche questa...

cara? l'hai pagata molto? :mega_shok:

spero non troppo anche se come già detto sono rari da trovare in alte conservazioni :pardon:

Share this post


Link to post
Share on other sites

nibanny

Bella anche questa...

cara? l'hai pagata molto? :mega_shok:

spero non troppo anche se come già detto sono rari da trovare in alte conservazioni :pardon:

Mi sono sbagliato con il mezzo centesimo...l'ho pagata solo $18.

MM

Share this post


Link to post
Share on other sites

Num.e.fil.cal.

ah bene, allora sono contento per te, fa più scena se dicessi 13,98 €

:blum:

Share this post


Link to post
Share on other sites

vathek1984

@@nibanny...L'hai pagata un ottimo prezzo a mio avviso, io la mia l'ho pagata un pò di più, ma penso che sia il vantaggio di vivere negli USA, dove chiaramente tali monete si trovano più facilmente...:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

nibanny

@@nibanny...L'hai pagata un ottimo prezzo a mio avviso, io la mia l'ho pagata un pò di più, ma penso che sia il vantaggio di vivere negli USA, dove chiaramente tali monete si trovano più facilmente... :)

Sicuramente ho un accesso facilitato abitando qua. Con le monete americane bilancio il costo dei Rusponi e Fiorini! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

darioelle

Pagata 7,51 euro nell'ormai lontano 2005...

post-5024-0-12210100-1364293328_thumb.jp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Num.e.fil.cal.

Tutte molto belle, l'unico "difetto" :pleasantry: è la conservazione, ma abbiamo già accennato che è molto difficile trovarle in alte conservazioni :sorry: :hi: Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

robe79

Se a qualcuno può interessare sulla baia ce n'è una a 15 euro da un tizio francese che non sembra male come conservazione....

Share this post


Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter

Scusate l'OT :

Leggo spessissimo: "sulla baia" , ma è vietato scrivere ebay?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Num.e.fil.cal.

No, non credo sia vietata, ma noi italiani non siamo contenti se non "italianiziamo" le parole straniere.. :pleasantry:

Share this post


Link to post
Share on other sites

robe79

Non credo sia vietato..... per me è diventata un'abitudine.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

villa66

...Questa domenica vi vorrei presentare questa moneta da 1 cent emessa dagli Stati Uniti nel 1828. Si tratta di un "large cent" del tipo denominato "Coronet Head", la zecca è Philadelphia e venne emesso in 2.260.624 pezzi. Una tiratura normale per l'epoca.

Il diametro è pari a 28,5 mm, ed il peso è di 10,89 grammi....Che ve ne pare?

314c6di.jpg

2gvkdnk.jpg

Così interessante. Che cosa questa moneta mi ha messo in mente di era una vecchia abitudine inglese, più o meno contemporanea di questo cento grande americano, dove un giovane sarebbe piatto battere un grande penny britannico e quindi utilizzare il foglio di rame risultante come materia prima per la moda una cucina in miniatura implementare (una padella o un bollitore, per esempio). Il piccolo elemento rame avrebbe quindi presentato alla fidanzata dell'uomo come un modo di chiedendole di sposarlo.

Il motivo di questa usanza è venuto in mente? Perché questo cento 1828 (come già è stato accennato qui) non visualizzare modelli di normale usura. Questo era in realtà una moneta che classificato Fine (MB) o meglio, che è stato poi battuto quasi piatta con una ball–peen hammer o altri strumenti. L'altopiano stretto davanti alla faccia mostra l'altezza originale dei campi prima il martellare intorno dispositivo del centro della moneta è stato fatto. È molto interessante vedere come le superfici della moneta inclinano verso il basso da questo altopiano centro, quasi come una spiaggia digradante verso il basso verso il mare.

Stranamente, però, questo cento grandi 1828—nonostante i gravi danni ha subito—rivela ancora due aspetti di un esempio ben conservato: 1) il punto minuscolo al centro inversa che rimane dalla bussola utilizzata per stendere leggende inverso della moneta, tipiche su moltissimi americani grandi centesimi e 2) del 1828 data di questo pezzo può essere identificato come il "grande data" del tipo utilizzato su queste monete 1828 e prima. (Tipo "piccolo data" inoltre è stato utilizzato su queste monete 1828 e dopo).

Avrebbe preso questa moneta per il divertimento in esso!

;) v.

------------------------------------------------------

So interesting. What this coin put me in mind of was an old English custom, more or less contemporary to this American large cent, where a young man would beat flat a big British penny and then use the resulting copper sheet as raw material to fashion a miniature kitchen implement (a pan or a teakettle, for example). The little copper item would then be presented to the man’s sweetheart as a way of asking her to marry him.

The reason this custom came to mind? Because this 1828 cent (as has already been mentioned here) doesn’t display normal wear patterns. This was actually a coin that graded Fine (MB) or better, which was then beaten nearly flat with a ball-peen hammer or other tool(s). The narrow plateau in front of the face shows the original height of the fields before the hammering around the coin’s center device was done. It’s very interesting to see how the surfaces of the coin slant downward from this center plateau, almost like a beach sloping downward to the sea.

Oddly, however, this 1828 large cent—despite the heavy damage it has sustained—still reveals two aspects of a nicely preserved example: 1) the tiny dot at center reverse that remains from the compass used to lay out the coin’s reverse legends, typical on very many American large cents, and 2) the 1828 date of this piece can be identified as the “large date” of the type used on these coins 1828 and before. (A “small date” type was also used on these coins 1828 and after.)

I would have taken this coin for the fun in it!

:) v.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter

In effetti ha una strana "usura" che parte dal centro e che si dirama verso i bordi, un'usura a questo punto "voluta" ... fortunatamente la data.si è salvata.

_____________

_____________

ariOT:

ma l'italianizzazione di ebay non è ibei? :D

e la discussione riguarda un: "uan sent" :blum:

Share this post


Link to post
Share on other sites

vathek1984

villa66....davvero molto interessante, in effetti questa "usura" era sembrata molto singolare anche a me, ora ho una spiegazione...;)

Comunque, come avevo già detto, i difetti in mano sono molto meno evidenti e la moneta è ancora gradevole....:)

P.S.

Tu hai degli esemplari di questa tipologia in alta conservazione da farci vedere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pernove

Scusate l'OT :

Leggo spessissimo: "sulla baia" , ma è vietato scrivere ebay?

Su questo forum non mi risulta ma lo è su altri che frequento quindi l'ho preso per abitudine, ormai uso il termine baia anche chiacchierando con gli amici!

Share this post


Link to post
Share on other sites

villa66

villa66....Tu hai degli esemplari di questa tipologia in alta conservazione da farci vedere?

Purtroppo ho non proprio nessuna spettacolare grande centesimi, ma qui ci sono tre esempi "va bene", che rappresentano ognuno dei tre tipi di "Coronet" 1816-1857. (Il numero di tipi e i loro nomi si è evoluti nel corso degli anni. Un tempo, Redbook elencati solo due tipi, il tipo di "Coronet" del 1816-39 e il tipo "Braided Hair" del 1840-1857.)

Ora, tuttavia, la Redbook separa i centesimi grandi "Testa di Liberty" del 1816-1857 in tre categorie—

1) La "testa di matrona" del 1816-1835:

post-12167-0-44365000-1364450703_thumb.jpost-12167-0-01702400-1364450718_thumb.j

2) La "matrona testa modificata," il "capo giovane" del 1835-1839:

post-12167-0-57552300-1364450787_thumb.jpost-12167-0-59709400-1364450801_thumb.j

3) La "treccia capelli" del 1839-1857:

post-12167-0-46570100-1364450733_thumb.jpost-12167-0-79141200-1364450749_thumb.j

Non so se è ancora vero nell'edizione più recente di Krause, ma l'ultima volta che ho guardato, era assegnato solo i tipi di primi e gli ultimi numeri di catalogo e aveva ignorato il disegno centrale. Ma alla fine, penso, aggiungo un terzo numero di catalogo per i 1816-57 centesimi. (E forse per il dollaro di pace 1921 e il 1925-30 Standing Liberty quarti troppo!)

:) v.

----------------------------------------------

Unfortunately I own no spectacular large cents, but here are three “okay” examples, representing each of the three 1816-1857 “Coronet” types. (The number of types and their names have evolved over the years. At one time, the Redbook listed only two types, the “Coronet” type of 1816-39, and the “Braided Hair” type of 1840-1857.)

Now, however, the Redbook separates the “Liberty Head” large cents of 1816-1857 into three categories--

1) The “Matron Head” of 1816-1835:

post-12167-0-44365000-1364450703_thumb.jpost-12167-0-01702400-1364450718_thumb.j

2) The “Matron Head Modified,” the “Young Head” of 1835-1839:

post-12167-0-57552300-1364450787_thumb.jpost-12167-0-59709400-1364450801_thumb.j

3) The “Braided Hair” of 1839-1857:

post-12167-0-46570100-1364450733_thumb.jpost-12167-0-79141200-1364450749_thumb.j

I don’t know if it is still true in the newest edition of Krause, but the last time I looked, they had assigned catalog numbers to only the first and last types, and had ignored the middle design. But eventually, I think, they’ll add a third catalog number to the 1816-57 cents. (And maybe for the 1921 Peace dollar and the 1925-30 Standing Liberty quarters too!)

:) v.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

vathek1984

Grazie per le belle foto e la interessante spiegazione....particolarmente ben conservato il tuo cent del 1838....;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

villa66

vathek1984: "...Si tratta di una tipologia molto semplice iconograficamente...."

---------------------------------------------------

Mi sono svegliato questa mattina pensando la tua osservazione (assolutamente corretta), probabilmente a causa del fotografare la notte scorsa—le fotocamere digitali sono senza pietà!

Il 1832 1 centesimo nella foto sopra è sicuramente il fascino della semplicità, ma non non c'è nessun camuffando la sua crudezza di esecuzione. Ma ovviamente, avevo dimenticato che 1832 fu l'ultimo anno di funzionamento per l'originale zecca di Philadelphia, inaugurata nel 1792.

La qualità della moneta americana non è migliorata molto dopo l'apertura della seconda zecca di Philadelphia nel 1833; metodi coniatura e le macchine erano ancora antiquati. Così lo studio moderno coniando è stato organizzato un viaggio in Europa, un viaggio che certamente ripagato—vedere la differenza tra i cento 1832 e il uno 1838 datato.

;) v.

-----------------------------------------------------

I awoke this morning thinking about your (absolutely correct) observation, probably because of the photographing last night—digital cameras are pitiless!

The 1832 1-cent pictured above definitely has the charm of simplicity, but there is no disguising its crudity of execution. But of course—I had forgotten that 1832 was the last year of operation for the original Philadelphia mint, first opened in 1792.

The quality of American coinage did not improve much after the opening of the second Philadelphia mint in 1833; the machinery and the coining methods were still antiquated. So a trip to Europe was arranged to study modern coining, a journey which certainly paid off--see the difference between the 1832 cent and the one dated 1838.

;) v.
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.