Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
silius1968

TALLERO DI CONVENZIONE 1780 ROMA

Risposte migliori

silius1968
Supporter

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gallo83

in che senso buono...intendi se è di roma? secondo me si.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

caro Silius

esistono due tipi di questa moneta;

uno prodotto a Roma ed ha un diametro di 40 MM.

l'altro prodotto a Vienne ed ha un diametro di 42,5 MM.

il peso è sempre di 28.07 grammi.

se riesci cerca di darci un particolare del contorno.

e se riesci anche il diametro esatto.

circolano moltissime riproduzioni.

se hai il catalogo puoi leggervi la storia di questa moneta.

ciao

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

silius1968
Supporter

E' secondo me di Roma le scritte sono molto vicine al bordo, intendevo se secondo Voi è un falso.

Ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Secondo me fondamentalmente le foto sono piccole...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

silius1968
Supporter

Meglio lasciare perdere.

Ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gallo83

@@silius1968 gli esemplari di zecca Roma hanno il bordo sfuggente e questo è uno dei segni che li contraddistingue dai riconii postumi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

caro Silius

perchè lasciar perdere?

col diametro e i particolari del contorno ti possiamo dire se è Roma o Vienna

e ti possiamo dire se è o non è una riproduzione postuma o riproduzione da mercatino

e ti possiamo poi dire se vale il peso dell'argento o se vale qualche decina di €

ciao

Pietro

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

silius1968
Supporter

caro Silius

perchè lasciar perdere?

col diametro e i particolari del contorno ti possiamo dire se è Roma o Vienna

e ti possiamo dire se è o non è una riproduzione postuma o riproduzione da mercatino

e ti possiamo poi dire se vale il peso dell'argento o se vale qualche decina di €

ciao

Pietro

Scusa non avevo letto, il tuo ultimo messaggio, ma la moneta era in vendita su Ebay e il mio "è meglio lasciare perdere" era riferito al partecipare all'asta in quanto non avendo la moneta in mano e non potendo verificare peso e diametro non avrei potuto fornire a Voi i necessari elementi di valutazione, in effetti la mia frase risultava abbastanza estemporanea non avendo precisato nel post all'inizio che si trattava di una vendita ebay.

Grazie dunque per il tuo cortesissimo intervento.

Silvio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

Secondo me fondamentalmente le foto sono piccole...

Quoto: immagini troppo piccole. Il solo bordo sfuggente non è garanzia del conio di Roma

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gallo83

@@toto Dalle foto penso che si possa scartare la zecca di vienna per la questione del bordo.

quelle di milano e venezia hanno il punto dopo la X e quindi scartiamo pure quelle.

resta da decidere tra milano e londra.. ma l'aquila in basso mi sembra avere il piumaggio della zecca di Roma.

Su una cosa son d'accordo,le immagini son piccole....però correggetemi se ho detto delle cavolate. ;)

marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

caro Gallo 83

dai cataloghi leggo che le le zecche di conio possono essere solo due:

Roma con un diametro di 40 MM e Vienna con un diametro di 42,5 MM.

poi, so che ci sono monete che portano diametri non proprio al decimo di MM da come indicato dai cataloghi; per quanto mi è dato sapere dai cataloghi le zecche sono solo due. (vedi Montenegro, Gigante)

se hai altre notizie ti pregherei di indicarmi la fonte, mi interessa .

ciao

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Il Gigante indica solo le zecche italiane (in realtà anche Milano e Venezia ma in un'altra pagina) e Vienna. Ma in realtà il tallero 1780 è stato coniato in una decina e piú di posti differenti. Londra, Parigi, Bombay, Bruxelles, Birmingham etc. etc.

Personalmente non mi baserei affatto sul diametro come discriminante. E comunque occorre sempre rammentare che i conii del tallero furono forniti da Vienna dopo che erano già colà stati usati; e queste quindi come le distingui?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

@@toto Dalle foto penso che si possa scartare la zecca di vienna per la questione del bordo.

quelle di milano e venezia hanno il punto dopo la X e quindi scartiamo pure quelle.

resta da decidere tra milano e londra.. ma l'aquila in basso mi sembra avere il piumaggio della zecca di Roma.

Su una cosa son d'accordo,le immagini son piccole....però correggetemi se ho detto delle cavolate. ;)

marco

Marco,

nessuna cavolata, anzi il tuo ragionamento mi sembra che fili per grandi linee... Per essere sicuro che sia Roma, però, anch'io preferisco vedere molto bene anche piccoli particolari che possono fare la differenza. La buona immagine allegata a questa mia risposta è di un sicuro riconio di Vienna, che mostra però legende alquanto vicine al bordo.

Oltre a quanto evidenziato con le frecce, sul bordo si vede un po' di orlato che nel conio di Roma non deve esserci. Ma si vede soltanto perché l'immagine ben definita e non è mossa.

Un salutone,

Antonio

post-510-0-40845700-1368968695_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

Il Gigante indica solo le zecche italiane (in realtà anche Milano e Venezia ma in un'altra pagina) e Vienna. Ma in realtà il tallero 1780 è stato coniato in una decina e piú di posti differenti. Londra, Parigi, Bombay, Bruxelles, Birmingham etc. etc.

Personalmente non mi baserei affatto sul diametro come discriminante. E comunque occorre sempre rammentare che i conii del tallero furono forniti da Vienna dopo che erano già colà stati usati; e queste quindi come le distingui?

caro Incuso

ti ringrazio per l'informazione, interessante .

purtroppo il catalogo montenegro 2013, dal quale ho preso i dati, si limita alle zecche di Roma e Vienna, dando come identificativo i diametri.

ho aggiunto il Gigante per indicare un'altro catalogo a Silius che domandava.

non immaginavo che quest'ultimo catalogo esprimesse altri dati più completi.

difatti nei miei interventi con Silius ho sempre citato solo le zecche di Roma e di Vienna e ben venga la tua precisazione.

come ho riferito sò e sapevo che ci sono monete con diametri leggermente diversi , ne ho avute qualcuna, ma, non pensavo fossero frutto di altre zecche oltre alle citate dal Montenegro.

e domando: è il catalogo Gigante che porta i dati delle zecche da te citate o altri?

ciao

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gallo83

@@corzanopietro vai a pagina 283 e trovi milano e venezia. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

@@corzanopietro vai a pagina 283 e trovi milano e venezia. ;)

caro gallo83

sono andato a pag. 283 del catalogo Montenegro 2013 ed ho trovato le monete di Francesco Giuseppe --1848-1859. per la zecca di Milano per il Lomdardo Veneto..

segue poi a pag. 290 con Francesco II per la zecca di Venezia ed anche qui vedo tutt'altre monete .

se non sbaglio stiamo parlando del Tallero di convenzione di Maria teresa del 1780

devo buttare il mio catalogo o non ho capito niente.

PF: mi puoi spiegare meglio? dove posso trovare il tallero prodotto dalla zecca di Venezia e le altre notizie.

ciao

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

No, il Gigante si limnita a citare Roma nella sezione Regno d'Italia e Milano e Venezia nella sezione Francesco I d'Asburgo Lorena "monetazione imperiale per il Levante".

Uno dei libri che tratta ersaustivamente i talleri 1780 è il Maria Theresien Taler fi Walter Hafner, Un buon sito d'introduzione è il seguente:

http://www.theresia.name/en/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corzanopietro

No, il Gigante si limnita a citare Roma nella sezione Regno d'Italia e Milano e Venezia nella sezione Francesco I d'Asburgo Lorena "monetazione imperiale per il Levante".

Uno dei libri che tratta ersaustivamente i talleri 1780 è il Maria Theresien Taler fi Walter Hafner, Un buon sito d'introduzione è il seguente:

http://www.theresia.name/en/

buongiorno a te

ti ringrazio per l'informazione che chiarisce il tutto, ora sò dove cercare .

ho solo il Montenegro limitato sull'argomento e per il mio collezionare monete di Vitt. Em. III è sufficiente.

Ma, per la mia vera passione, le monete classiche dell'area Italia preromana (sicilia, Italia peninsulare e della Magna Grecia ), ho una bibliocheca di 60 volumi e stò attendendo la consegna dell'ultimo acquistato a Verona del Catalli sulle monete etrusche.

Mi piace essere informato sul tema che mi appassiona, per questo ho chiesto la fonte delle informazioni sul ll'argomento.

ciao

Pietro

Modificato da corzanopietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×