Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Guest Fid

Il Codice da Vinci: 19 maggio

Risposte migliori

Guest Fid

Venerdì 19 maggio uscirà il famoso e estremamente discusso film di Ron Howard tratto dall'omonimo romanzo di Dan Brown.Essendo stato un appassionato lettore della storia raccontata dallos crittore americano sarò uno dei primi a fiondarmi al cinema

Farete come me? che ne pensate delle teorie del romanzo? vedrete il film?

Modificato da Fid

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ave,Val!

Il libro l'ho letto (ma è meglio Angeli e Demoni, fra l'altro ambientato in Italia, a Roma!) e il film lo andrò a vedere, ma credo che debbano essere presi per quello che sono: opere di intrattenimento e di fantasia. Pur essendo cristiano comunque non sono per nulla offeso da ciò che ha scritto l'autore, è solo un libro, e poi se lui crede che la verità sia quella che ha prospettato, è liberissimo di farlo. Non credo che un libro possa influenzare la mente dei lettori fino al punto di far loro cambiare opinione su quella che è la loro Fede! Vedetelo e godetevelo per quello che è: un buonissimo thriller, molto elegante e ben scritto, con enigmi intelligentissimi e molto ben architettati!

Valerio!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Io mi fionderò tra i primi, sono un appassionato del genere e dei due libri di dan brown in particolare. speriamo di non subire amare delusioni come per lo sceneggiato "Roma". Il rischio c'è, ed è molto concreto, si tratta spur empre di un regista americano a contatto con la cultura europea, questa sconosciuta... :o

Caius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37

Io ho letto solamente il libro. Dire che non mi ha entusiasmato sarebbe una grossa bugia. La curiosità che mi ha sempre seguito ha fatto sì che lo leggessi quasi tutto di un fiato. Da un punto di vista etico-religioso non mi sento di dare giudizi, ma bene secondo me fa la chiesa a non "scomunicarlo" perchè scatenerebbe ancor più altra curiosità. In definitiva mi pare un giallo assai ben presentato, con soluzioni imprevedibili. Il libro nella sua versione più cara va messo senz'altro nelle biblioteche di casa anche per fare una gran bella figura.

roth37

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Sono il primo, spero di non essere il solo, ad andare controcorrente: il libro l'ho letto, ma ho faticato a finirlo, come thriller l'ho trovato noioso, le presunte "rivelazioni" non sono altro che il rimasticamento di teorie già note da un pezzo.

Piuttosto, più che sorprendermi, mi irrita l'atteggiamento della Chiesa: deve avere una ben scarsa considerazione dei suoi fedeli, se teme davvero che un simile pastrocchio possa metterne in discussione la fede <_<

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ersanto

Io sono masochista e dei suoi libri ne ho letti tre su quattro (mi manca digital fortress).

Mia opinione personale, quindi nessuno si offenda:

Da Vinci: a meta libro gia avevo capito chi era il colpevole. Le scritte speculari spero fossero indirizzate ai lettori sotto i 14 anni. Si legge di un fiato, ma alla fine e' una cassata (bolognese, non siciliana :) ).

Deception Point: forse il meglio dei tre. Solito stile browniano, ma sembra un po' piu grezzo degli altri (e' stato scritto prima ?). Tolte varie ingenuita', e' una passabile lettura da spiaggia.

A & D: e' semplicemente qualcosa di ignobile, a mio avviso. Montagne di errori che il tipo avrebbe potuto evitare con un minimo di ricerca on-line. Se nel Codice da Vinci vengono usate notizie vere, con qualche falsita messa qua e la per giungere alle conclusioni desiderate, in A & D semplicemente vengono usate notizie false. Per di piu', il colpevole lo si capisce non appena appare nel libro.

Modificato da ersanto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37

Bellissima questa cosa: opinioni contrastanti nel gergo più educato possibile. Tutte le idee sono da rispettare, ci mancherebbe ! Chi aveva già delle idee su questi problemi ha trovato il libro una schifezza; chi si è avvicinato ad essi per la prima volta ha trovato dei vincoli che generano discussioni e sono molto interessanti. I libri servono e debbono servire anche a questo. Il film... vedremo !

roth37

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leo1083

Di Dan Brown ho letto solo "Il Codice da Vinci", gli altri me li sono risparmiati......tolti gli sfondoni storici voto 5 1/2.

Tra l'altro da metà libro in poi ho cominciato a subdorare che la fantasmagorica rivelazione finale fosse Gesù con la Maddalena e relativa prole....... cosa trita e ritrita..... io chissà cosa mi aspettavo..... <_< !

Ma poi st'Americano stà a rompe le scatole a l'Opus Dei .....e pensasse alla Cia cavolo...... se avesse fatto un libro contro quella altro che scomunica, a Guantanamo lo deportavano! :m249:

Modificato da Leo1083

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Fid

Ho letto "voracemente" il romanzo trovandolo un racconto geniale, ricco di elementi storici e artistici interessanti ed in parte a me sconosciuti. Ho trovato ancora più fantasioso e coinvolgente "Angeli e demoni" malgrado questo racconto abbia un differente impatto su chi legge (c'è più azione e meno storia)

Sul Codice da vinci non sono in grado di poter capire esattamente dove la finzione oltrepassa la realtà ma certo osservare e scoprire determinati particolari sulle opere d'arte citate e l'affrontare determinati interrogativi esistenziali e religiosi hanno colpito le mie emozioni e la mia attenzione (a prescindere da quali fossero certe risposte).la storia è entusiasmante e ricca di particolari storici(in buona parte reali)e Dan Brow è stato geniale nel costruire un racconto basato sull'azione attraverso un viaggio culturale nel tempo e nel mistero

Il codice da Vinci era probabilmente migliorabile in alcuni suoi aspetti e forse riporterà qualche notizia errata ma è un romanzo originale nell'impostazione e nelle tematiche affrontate e ci pone la realtà come costruita sulle delle finzioni che vere o non vere hanno un aspetto sicuramente curioso misterioso e affascinante tale da rendere il romanzo meritevole di essere letto

Modificato da Fid

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Horben Tumblebelly

A me piacicono di più i libri storici....quelli con storia vera...comunque se posso lo vedo il film.

Il libro non mi è piaciuto tanto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Forse mi è capitata un'edizione (quella illustrata) che nella sua traduzione in italiano non rende... perché sinceramente se non ci fosse stato come sfondo Leonardo, il Louvre e queste pseudo rivelazioni (che cmq hanno un loro "fascino") avrei piantato la lettura dopo poche pagine.

Sarà una questione di gusti ma a me lo stile narrativo non è piaciuto e non mi ha coinvolto, come per esempio succede con le traduzioni in italiano della Rowling. Vi farà sorridere ma mi coinvolge molto di più un libro di Harry Potter che questi romanzi di Dan Brown. Questo perché la Rowling non ha solo uno stile (o sarà merito della traduzione? ) più coinvolgente come già detto, ma anche perché nel tessuto narrativo lei ha saputo inserire con maestria elementi (non solo la magia, ma anche simboli ed archetipi che a prima vista non si notano ma ci sono) che da sempre colpiscono e solleticano la nostra curiosità e la nostra fantasia.

Argh... ma questo è un sito di numismatica e non di letteratura/narrativa... :rolleyes: :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal

Occhio Fid, che molti dei particolari "rivelati" sono ...cassate.

Prendiamolo per quello che e' ...un romanzo d'invenzione (anche se l'autore vorrebbe farlo passare per altro). Per chi vuole dei particolari nuovi meglio un trattato storico.

La Chiesa ha paura perche' sa benissimo che oggi molta gente si informa solo tramite cio' che passa in tv, prendendolo per vero e non verificando le fonti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Se non sbaglio Dan Brown nelle edizioni successive alla prima ha dovuto specificare che si trattava di un romanzo perché nella prima edizione tutto lasciava trasparire come se le "rivelazioni" del suo romanzo fossero vere e documentate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

Il libro l'ho letto anche io: l'ho trovato scritto male e faticoso da finire (e notate che io sono noto anche per leggere la carta gialla del fritto!).

A metà del libro già si capiva tutto... :P

Quanto alle presunte "rivelazioni", si tratta di dottrine eretiche di secoli e secoli fa, oltretutto già riprese magistralmente ne "Il pendolo di Foucault" di Umberto Eco, con esito letterario ben diverso!

Stavolta mi sa che siamo di fronti all'ennesimo caso mediatico montato sul nulla, o meglio montato sull'ingenuità e l'ignoranza della gente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lorenzobassi

Ho letto il libro, una piacevole e scorrevole lettura. Mi è stato regalato al mio compleanno, visto la mia passione per Leonardo, quando il libro era appena arrivato in Italia. Non so se vedrò il film, ma di certo è la visita programmata per Domenica a Milano al Cenacolo di Leonardo. Ci sono voluti sei mesi per avere una Domenica libera ad un orario decente! Effetto Dan Brown?

Controllerò da vicino chi siede alla destra di …..

Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciccio 86

Personalmente mi è piaciuto molto, l'ho trovato geniale, anche se mi ha preso di più A & D... In più, e nessuno s'offendesse, secondo me quella raffigurata nell'ultima cena è davero Maria Maddalena.

A mio modestissimo parere, anche se sono storie inventate son più credibili quelle di Dan Brown che quelle che vorrebbero farci credere....

Prendete tutto come mio parere....

Ciccio 86

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danielealberti

Ho trovato la lettura del Codice da Vinci abbastanza intrigante e scorrevole, Angeli e Demoni all'inizio mi sembrava carino ma il finale scusate, lui che esplode su un elicottereo, si agrappa ad un telo ecc.. che americanata.

L'ultimo poi mi sembra ? la verità tra i ghiacci? letto un mese fa e già dimenticato

Il regista del film non è Ricky di happy days ?

lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Fid

si è Ron Howard lo stesso regista di di Cinderella Man (2005), A Beautiful Mind (2001), Apollo 13 (1995),Cuori ribelli (1992) e Cocoon (1985)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fra crasellame

lele spero che avrai letto i romanzi di Dan Brown DOPO aver letto quelli di Valerio Massimo Manfredi... e dopo aver letto ALEXANDROS (che sto x iniziare a leggere B) )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Fid

ho letto "l'ultima legione" e "chimeira" e fra un po' leggerò "Il Tiranno" Manfredi è veramente in gamba

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Leo1083
Il libro l'ho letto anche io: l'ho trovato scritto male e faticoso da finire (e notate che io sono noto anche per leggere la carta gialla del fritto!).

A metà del libro già si capiva tutto... :P

Quanto alle presunte "rivelazioni", si tratta di dottrine eretiche di secoli e secoli fa, oltretutto già riprese magistralmente ne "Il pendolo di Foucault" di Umberto Eco, con esito letterario ben diverso!

Stavolta mi sa che siamo di fronti all'ennesimo caso mediatico montato sul nulla, o meglio montato sull'ingenuità e l'ignoranza della gente.

124239[/snapback]

Indiciamo una raccolta di firme per mandare Dan Brown a scuola da Umberto Eco..... :rolleyes: !?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

No Umberto Eco no... vi prego... scrive benissimo per carità ("galassie" meglio di Dan Brown anche se... concederei a quest'ultimo il beneficio del dubbio xché bisognerebbe leggerlo in lingua originale non la traduzione che abbiamo noi), ma lo trovo pesantuccio (tant'è che l'isola del giorno prima è ancora li... che mi guarda con tono di sfida e sembra dirmi "non mi finirai MAI di leggere eh" ed io di rimando "seppellirò quel tuo ghigno sotto cumuli di polvere" :D ).

Modificato da fra crasellame

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

crivoz

A parer mio l'argomento del "Codice" e' interessante..molto interessante. ma avendo letto il saggio da cui probabilmente ha attinto la maggior parte delle informazioni Dan Brown almeno 7-8 anni fa non mi ha stupito ed emozionato piu' di tanto..

Angeli e demoni probabilmente sarebbe stato superiore se non fosse stato rovinato da un finale infelice, brutto e stupido...

Il Codice da Vinci e' stato un successo letterario...pilotato ad arte da media e case editrici...che sono riusciti a dare risalto alla vicenda del Graal con miriadi di pubblicazioni sulla scia di Dan Brown...

Leggendo da anni romanzi del genere sponsorizzerei invece Marco Buticchi e Valerio Massimo Manfredi..non inferiori a Dan Brown certamente..che forse pagano la nostra esterofilia galoppante e la scarsa pubblicità (tranne l'Ultima legione di Manfredi) che riusciamo a fare ai nostri compatrioti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
A parer mio l'argomento del "Codice" e' interessante..molto interessante. ma avendo letto il saggio da cui probabilmente ha attinto la maggior parte delle informazioni Dan Brown almeno 7-8 anni fa non mi ha stupito ed emozionato piu' di tanto..

124384[/snapback]

anche io lessi il saggio da cui ha attinto Dan Brown, non era quello che partiva con un frate arricchitosi misteriosamente? poi i quadri del Poussin che nascondevano segnali in codice, la Rosa Croce, la tomba di Gesù, il sacro Graal etc. Mi sembrò un bel minestrone senza capo nè coda che dava l'impressione di rivelare una verità pazzesca... in realtà mancavano molte connessioni logiche...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

ahhh i R+C :D o Rugiada Cotta...

eh ? post criptico ? :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×