Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
danton87

monete restaurate da Traiano

Risposte migliori

danton87

ciao ragazzi, sono incappato nella moneta di Traiano RIC 2, p. 309, n. 803, ma sinceramente non capisco cosa significhi riferito a questa moneta la parola restored coin, qualcuno mi saprebbe dire qualcosa in merito a questa moneta, ma soprattutto perchè Traiano dovette riconiare una tipologia simile con sulla leggenda il nome del monetiere di epoca repubblicana ???? Mi fornireste anche una immagine della moneta gentilmente . Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Sulle Monete di Restituzione puoi trovare alcune discussioni in questa sezione del Forum (direi almeno un paio d'anni fa), ma prima ti conviene leggere il capitoletto dedicato a questo argomento su qualunque testo di numismatica romana, compreso lo Gnecchi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Per quanto mi riguarda la monetazione di Traiano di restituzione è una delle più belle in assoluto! Testimonianza tangibile del fatto che monete di 2 secoli prima ancora circolavano.

E' noto che Traiano fu uno dei primi ad effettuare una sistematica fusione di tutto il vecchio materiale, sia bronzeo che argenteo, per andare a creare quell'immensa quantità di monete di cui l'Imperatore si è fregiato.

Così ad occhio e croce le motivazioni potrebbero essere molteplici:

  • Sto fondendo tutto, quindi, a memoria futura faccio riconiare le monete sotto il mio nome in ricordo della Repubblica;
  • Sono un collezionista (perché no?) e voglio imprimere la mia effige su monete "antiche";
  • Sto semplicemente ricordando la Repubblica romana nei suoi avvenimenti principali.

Direi che la prima e la terza sono le più possibili...troviamo:

AN00636971_001_l.jpg?width=304

Gli strumenti di coniazione;

AN00643560_001_l.jpg?width=304

Il Denario di Cesare con Enea e Anchise;

AN00636959_001_l.jpg?width=304

Troviamo anche il comunissimo Denario della Titia, che forse risponde alla prima ipotesi;

AN00636965_001_l.jpg?width=304

Anche il bellissimo Sol (che immagino interessi a te)...

AN00658083_001_l.jpg?width=304

Questa è la moneta che tratta l'articolo di Illy...inventata in quanto non esiste la tipologia repubblicana, con un Cesare dai tratti Traianei e con un rovescio identico alle monete di Claudio con la Nemesis...(che Traiano abbia voluto anche commemorare, più specificatamente, la dinastia Giulio Claudia?

Non mi ci sono mai soffermato, se non di sfuggita, ma mi piacerebbe approfondire.

Saluti

Mirko

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

è una serie indubbiamente affascinante e secondo il mio modestissimo e profanissimo parere, il primo dei tre punti-ipotesi proposti da mirko è il più probabile-credibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

personalmente darei cerdito alla I soluzione, seguita dalla III e ultima, la II.

Perchè in primis si va al sodo (produrre nuove monete). E ritengo che, basti pensare a certi imperatori, analogamenta a grandi personaggi del passato, la Repubblica e le gesta dei suoi personaggi esercitava sempre un fascino epico.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Si scusate. Ho corretto il mio messaggio dove avevo scritto che le più probabili erano le prime due (perché pensavo di averle scritte in quell'ordine). Ovviamente anche per me sono la 1 e la 3, la seconda l'ho inserita così per dire... :D (ci vuole sempre un po' di romanticismo).

Indubbiamente il periodo Repubblicano deve essere stato una favola, oramai dopo due secoli, una di quelle storie che si raccontavano da tempo immemore, soprattutto il passaggio con l'Impero, le Guerre Civili...più e più volte raccontate nelle fonti.

Traiano mi sembra indubbio che stesse dalla parte di Cesare, altrimenti avrebbe fatto il Divo Pompeo :D, molto probabilmente era un discreto storico e conosceva bene i fatti...e sempre molto probabilmente il suo accostamento con le fattezze di Cesare non è casuale...anche lui, come il Dittatore, era destinato a diventare un Optimo, anzi, l'unico Optimus Princeps! Così come Cesare "restaurò" la Repubblica (paradosso), anche Traiano restaurò l'Impero, conquistando, costruendo e riportando parità nel popolo, elargendo grano...un Cesare "nuovo"...insomma :D

Scusate...con Traiano mi lascio sempre trasportare... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danton87

Mirko, grazie tante per la risposta, ti posso chiedere di postare la foto di un'altra moneta di quelle di restituzione che è la RIC II, p. 309, n. 803. Inoltre se gentilmente mi potevi spiegare un attimo il fatto della rifusione da parte diTraiano: quali sono i motivi alla base? perchè lui fu il primo? Lo scopo era propagandistico? Perchè rappresentare il Sole che in età repubblicana era una divinità secondaria ?Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mazzarello silvio
Supporter

Ciao

Se vi interessa se ne è parlato in altre discussioni vi allego i link

http:/www.lamoneta.it/topic/56303-restituzioni/?hl=restituzioni

http:/www.lamoneta.it/topic/30219-monete-di-restituzione/?hl=restituzioni#entry325606

scusate ma ho dovuto trascriverli perché non me li incollava.

Silvio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Non riesco a trovare al momento la moneta in questione, perdonami.

Per il resto: com'è noto moltissime monete repubblicane circolavano durante l'impero e molte arrivarono anche sotto Traiano (testimonianza sono appunto le restituzioni). Se mentre prima per recuperare metallo o semplicemente per distruggere la moneta consunta (esattamente come facciamo noi ora) venne fatto in "piccole" dosi, Traiano diede un duro colpo alla vecchia monetazione, fondendo bronzi e metalli nobili, ove necessario.

Commemorare il Sole? Boh, forse perché era una moneta molto conosciuta (molto semplicisticamente) oppure per certe preferenze traianee e dei suoi monetari, chissà.

La propaganda sta nella scelta di commemorare monete repubblicane, non in quella di distruggerle... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danton87

Certo giustamente ogni tipologia restituita è un concetto che sta a cuore all'Imperatore .

Modificato da danton87

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

snam

Ciao,

va ricordato che il provvedimento di Traiano in parte si allinea, ed in parte si discosta, da precedenti imperatore che avevano effettuato la restituzione: Tito, Domiziano e Nerva. La differenza non riguarda solo i volumi ma anche il fatto che, per Traiano, si era attuata solo alla monetazione in oro e in argento.

Difatti i precedessori di Traiano si rivolsero solo alla monetazione in metallo vile (sesterzi, dupondi ed assi) relative agl iimperatori della dinastia Giulia-Claudia (eccetto i solito noti: Nerone e Caligola).

Entrambe le restiruzioni erano caratterizzate dalla legenda "Rest" piu' il nome dell'imperatore.

Per quanto detto si potrebbero dedurre due forze motrici diversi per le due differenti restituzioni.

Per quella riguardante i precedessori di Traiano si potrebbe dare un significato politico con l'intento di sottilineare la continuita' e la leggimazzione del potere dai Giulio-Claudi ai Flavi e a Nerva, nonostante le guerre civili e gli eventi tragici.

Quelle traianee potrebbero avere un significato piu' storico, celebrativo della storia, dei loro artefici ma anche della moneta stessa. Ma non si puo' escludere una motivazione economica. Il ritiro dalla circolazione/la rifusione e la riconazione di denari/aurei consunti, ma con una quantita' di fino praticamente puro e di peso maggiore rispetto a quelli contemporanei, poteva essere vanatigioso dal punto di vista economico.

Modificato da snam

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

snam

Inoltre vorrei consigliarvi di leggere il seguente articolo del Laffranchi:

http://incuso.altervista.org/docs/singoli/RIN1911-LAFFRANCHI_Lodovico___Un_centenario_Numismatico_nell_antichit__-23.pdf

Di per se l'articolo non tratta delle restituzioni ma bensi' dell'esaltazione della battaglia di Anzio da parte di Vespasiano, poiche' il centenario della battiglia cadde proprio durante il suo regno.

Si potrebbe ritenere che le restituzioni dei Flavi possono corrispondere alla celebrazione della politica di Augusto e ad un richiamo alla sua politica internazionale.

Modificato da snam

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×