Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
dabbene

I SOGNI DALLE ASTE

Risposte migliori

dabbene
Supporter

Inizierei questa discussione perché potrebbe offrire qualche spunto e la possibilità probabilmente di vedere qualche moneta " importante " e forse probabilmente anche non raggiungibile, dipenderà poi dai casi.

Perché sogni dalle aste ? Perché essendo un sogno nel cassetto l'unica possibilità è rivolgersi e vedere insieme qualche bel pezzo proveniente da cataloghi d'asta.

Tra l'altro il vedere dalle aste monete rende più facile il tutto e decisamente praticabile nel contempo l'esposizione da parte di tutti ; sarebbe bello oltre a vedere eventuali monete, anche tracciare una breve storia o descrizione della stessa, il tutto in una ottica puramente divulgativa per tutti, vediamo....

Inizio io...., se dovessi scegliere un sogno numismatico, una delle monete che reputo affascinante e di grande impatto è sicuramente il filippo di Maria Teresa d'Asburgo della vecchia monetazione.

Moneta che è fatta ancora a martello e ricalca i filippi spagnoli presenta il fascino delle monete non ancora a macchina, il busto drappeggiato e diademato di Maria Teresa che si differenzierà da quello velato della nuova monetazione.

Moneta che risulta essere stata coniata nel 1741, 1743 ( unica e di dubbia esistenza ), 1744 e 1749.

Tutte monete rarissime da R/2 a R/3 e ovviamente molto care e comunque che si presentano raramente nelle aste, il desiderio poi nasce anche da questo :blum: .

Quella che vi posto è un 1744, un Crippa 2/C da Asta Nomisma 48 del 26 - 27 ottobre 2013, lotto 585, ritenuta SPL nel catalogo.

Interessante sul fatto che risulta a noi molto rara che proprio nello stesso anno, il 1744, in una lettera nell'Archivio di stato si legge che nel dare il nuovo incarico di maestro di zecca si stabilì di battere di questa moneta 25.000 pezzi all'anno rispetto ai 44.000 pezzi della passata gestione.

Quindi un indice di diminuzione di coniazione di questo nominale anche a causa " della scarsezza di paste d'argento ".

Benvenuto chi vorrà ovviamente intervenire su questa moneta o proponendo un'alta storia, un altro sogno numismatico....

Mario

post-18626-0-05927500-1384875583_thumb.j

post-18626-0-35828100-1384875603_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

per restare alle milanesi vorrei prendere il ducato di gian galeazzo sforza alla nac.

post-10498-0-75232900-1384877185_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

per restare alle milanesi vorrei prendere il ducato di gian galeazzo sforza alla nac.

Beh, questo è decisamente un bel sogno.... :blum: , a parte la bellezza iconografica e l'ovvio pregio di una moneta aurea, qui siamo sul R/4.

Grazie di avercelo mostrato....se possibile cerchiamo di rimanere però nel periodo della sezione 1500 - 1800, se no poi Adolfos mi sgrida.... :blum:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

Beh, questo è decisamente un bel sogno.... :blum: , a parte la bellezza iconografica e l'ovvio pregio di una moneta aurea, qui siamo sul R/4.

Grazie di avercelo mostrato....se possibile cerchiamo di rimanere però nel periodo della sezione 1500 - 1800, se no poi Adolfos mi sgrida.... :blum:

..ma i sogni non dovrebbero avere confini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BiondoFlavio82

I miei sogni numismatici si sprecano: tanto per dirne uno... tra le milanesi ho un bel ricordo di questo doppio ducato di Ludovico venduto da Crippa nel 2009: peccato che potessi permettermi solo una visione estemporanea...

Trovo molto gradevole il conio (non tutti sono così aggraziati), e la freschezza della moneta, con riflessi rossastri di vecchissima provenienza.

Modificato da BiondoFlavio82
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona serata

Non dovrebbe essere un sogno impossibile.... ma comunque un sogno; credo che sia tra le poche monete che possono vantare una valenza di natura storica straordinaria, un valore aggiunto formidabile.

saluti

luciano

post-21005-0-63513000-1384886274_thumb.j

Battaglia di Lepanto

7 ottobre 1571

Modificato da 417sonia
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

I miei sogni numismatici si sprecano: tanto per dirne uno... tra le milanesi ho un bel ricordo di questo doppio ducato di Ludovico venduto da Crippa nel 2009: peccato che potessi permettermi solo una visione estemporanea...

attachicon.gif088.jpg

Trovo molto gradevole il conio (non tutti sono così aggraziati), e la freschezza della moneta, con riflessi rossastri di vecchissima provenienza.

Una gemma....tra l'altro era in copertina di quell'asta non a caso ovviamente.

Una grande scelta, d'altronde siamo qui, in questo caso, per volare e far volare...., qui siamo sul doppio ducato, con una iconografia incredibile con un ritratto rinascimentale di impatto fortissimo col busto volitivo di Ludovico che sembra quasi uscire dal tondello e poi il duca a cavallo al rovescio con la biscia sulla corazza evidentissima....fantastica...ma non c'è solo Milano, né deve esserlo....

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Buona serata

Non dovrebbe essere un sogno impossibile.... ma comunque un sogno; credo che sia tra le poche monete che possono vantare una valenza di natura storica straordinaria, un valore aggiunto formidabile.

saluti

luciano

attachicon.gifAlvise Mocenigo Osella Lepanto.jpg

Battaglia di Lepanto

7 ottobre 1571

Qui abbiamo la moneta e la storia insieme e che storia....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dizzeta

Eccomi qua con il mio "sogno" irrealizzabile, ma è proprio per questo che vale la pena segnalarlo, i sogni sono importanti, ci danno quel po' di ottimismo che la cruda realtà ci negherebbe.



E' una 12 doppie e mezza, dell'ultima asta Spink's, partita da 40.000 sterline e aggiudicata a 125.000 sterline + diritti.



Non è che posso dirvi molto su questa moneta ma che sia un esemplare "particolare" quello sì.


Il CNI descrive questo nominale coniato con 11 date diverse e con 16 varianti tra il 1638 e il 1711, tutti sul modulo dello scudo largo con al retro la croce e i cherubini, poi ne aggiunge uno altro datato 1638, denominato "doppia stretta", ripreso dalle collezioni di Avignone e Franchini (uno del peso di 38,300 e l'altro 38,280), che risulterebbe coniato con i punzoni dello scudo stretto in quel solo anno (con la croce accantonata solo da quattro stelle), questo di Spink's pesa 38,36, sarebbe forse il terzo esemplare conosciuto?



modifica: scusate avevo invertito le cifre dei pesi, ora ho corretto...



post-9750-0-17381400-1384892765_thumb.jp

Modificato da dizzeta
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parpajola

Questo è il mio sogno, raramente ( grado di rarità R/4 ) appare nelle aste Berlinga coniata sotto la reggenza di Carlo V Milano.

post-35754-0-67618400-1384895569_thumb.j

Al rovescio Sant' Ambrogio a cavallo brandendo lo staffile e la M gotica coronata da un messaggio molto forte.............moneta affascinante.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

dizzeta, ci avrei giurato!! ma io al tuo posto cambierei sogno, vedo che ha un paio di colpetti.

Modificato da dux-sab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dizzeta

dizzeta, ci avrei giurato!! ma io al tuo posto cambierei sogno, vedo che ha un paio di colpetti.

Ahimè, ho provato, ho provato! ...ma qualche "colpetto" ce l'ho anch'io....e Brigitte Bardot è sfumata e non riesco a ricordarla più ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

defa92

Come alcuni di voi sapranno da poco più di un anno mi sono avvicinato al mondo della numismatica... Di sogni numismatici non ne ho ancora realizzati molti diciamo (parliamo di sogni molto terra terra:)) per quanto riguarda le monete da sogno che non riesco a smettere di ammirare ci sono un po tutte le oselle veneziane..ma queste due veneziane mi sono rimaste impresse e non riesco a togliermele dalla testa ormai da tempo...non ho mai approfondito la ricerca a tal proposito (sono cosi lontane dal realizzabile...) quindi ne approfitto per postarle e per chiedere a voi più esperti di darmi delle informazioni aggiuntive :) grazie mille

http://www.mcsearch.info/ext_image.html?id=56824

http://www.mcsearch.info/ext_image.html?id=56868

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Ho esaurito i mi piace, ma vorrei dare un riconoscimento pian, piano a tutti quelli che hanno dato o daranno un contributo, è una discussione divulgativa, corale, per tutti, si cerca di far partecipare ed essere presenti tutti così, ma a parte il vedere belle monete e dare la possibilità a tutti di partecpare, sicuramente possono uscire, se poi raccontate, storie numismatiche interessanti e qui ne abbiamo una, l'osella, queste fantastiche navi ...., l'oro, la ricercatezza delle immagini....chi vorrà approfondire sarà un piacere leggerlo....e ascoltare storie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

Ahimè, ho provato, ho provato! ...ma qualche "colpetto" ce l'ho anch'io....e Brigitte Bardot è sfumata e non riesco a ricordarla più ...

......ma questi son colpi bassi !!!!!!!!! :mega_shok:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Continuo con un'altra moneta sogno/simbolo, monete che rappresentano e raccontano.

Qui siamo nel 1562, a Milano con Filippo II, la moneta è il mezzo scudo d'argento detto " del morione ".

Il " morione " dallo spagnolo " morrion " che deriva da " morra ", cranio, era l'elmo che ricopriva il capo di Filippo II in metallo leggero con una o più creste con la parte anteriore rivolta verso l'alto.

Venne utilizzato da persone importanti nel XVI e XVII secolo ; al rovescio invece una scena plastica con Sant'Ambrogio a cavallo al galoppo che stringe lo staffile.

E' un Crippa 19, moneta che si ritiene essere opera di Leone Leoni, rarità RRR, certamente un'altra moneta simbolo da sognare....

( da Asta Cronos 1, 2008, lotto 339 )

post-18626-0-93578000-1384968349_thumb.j

post-18626-0-25105100-1384968370_thumb.j

Modificato da dabbene
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Littore

"We are such stuff / As dreams are made on;
and our little life / Is rounded with a sleep."

[Noi siamo della stessa sostanza / di cui sono fatti i sogni,
e la nostra breve vita / è circondata da un sonno.]

Così, Prospero duca di Milano parlava ne "La tempesta" di Shakespeare. E meno male, aggiungo io, che ci sono i sogni a rendere meno cruda la realtà; senza esagerare, però, perchè il risveglio può essere piuttosto amaro.:)

Ecco uno dei miei tanti, irraggiungibili.

http://www.sixbid.com/browse.html?auction=1042&category=21364&lot=974124

Si tratta del c.d. scudo dello spadino (o mezzo scudo) battuto da Carlo Emanuele I a Torino (e Moncalieri secondo Biaggi).

La legenda ricorda le parole di Cesare nella Farsaglia di Lucano e suonano come un monito per la Francia che avrebbe dovuto cedere molto di più allo stato sabaudo qualora non avesse preso in considerazione le giuste pretese del Duca (tra cui Pinerolo occupata da Luigi XIII).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parpajola

Continuo con un'altra moneta sogno/simbolo, monete che rappresentano e raccontano.

Qui siamo nel 1562, a Milano con Filippo II, la moneta è il mezzo scudo d'argento detto " del morione ".

Il " morione " dallo spagnolo " morrion " che deriva da " morra ", cranio, era l'elmo che ricopriva il capo di Filippo II in metallo leggero con una o più creste con la parte anteriore rivolta verso l'alto.

Venne utilizzato da persone importanti nel XVI e XVII secolo ; al rovescio invece una scena plastica con Sant'Ambrogio a cavallo al galoppo che stringe lo staffile.

E' un Crippa 19, moneta che si ritiene essere opera di Leone Leoni, rarità RRR, certamente un'altra moneta simbolo da sognare....

Questa moneta è stata in competizione con il mio sogno che ho postato, dopo lunga valutazione ho scelto la Berlinga.

Ma come è rappresentato Filippo II su questa moneta non ci sono paragoni. Bellissima moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Questa moneta è stata in competizione con il mio sogno che ho postato, dopo lunga valutazione ho scelto la Berlinga.

Ma come è rappresentato Filippo II su questa moneta non ci sono paragoni. Bellissima moneta.

Ciao,

puoi mettere anche due sogni comunque, tanto ho già sforato io :blum: ....e poi i sogni mal che vada non costano nulla e in questo caso è bello anche vederli !

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sator

Buonasera,

discussione molto molto bella!! Aggiungo anch'io uno dei miei tantissimi sogni numismatici. Restringo la scelta per rimanere in tema "zecche italiane" del periodo.... recentemente mi è capitato di vedere questa chicca! Pezzo che di rado si vede passare in asta. Mi ha colpito in particolare la conservazione eccezionale ed insolita per questa moneta.... http://www.thesaurusauctions.com/dettdx.php?lingua=&id=2765&pagina=3&categoria=19 ....... che meraviglia.........

post-36407-0-43914000-1384979346_thumb.j

CREMONA - CABRINO FONDULO (1413-1420) MEZZO GROSSO RARISSIMA SPL+

Saluti

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dizzeta

Un altro sogno numismatico?….Sì, sì, ce l’ho!

Tornare indietro nel tempo e poter fare come il grande numismatico avvocato Gaetano Avignone; pare che fin da giovane andasse a visitare tutti gli orefici che trovava ed acquistava monete della zecca di Genova al prezzo dell’oro o poco più, eravamo intorno negli anni 1830-1860.

In questo modo costruì la sua collezione di 2354 monete genovesi di cui 325 d’oro.

Fra i pezzi pregiati aveva:

in oro:

il 25 doppie, 8 esemplari da 12 doppie e mezza, 10 doppie, due doppie e mezza del 1676, i 2 genovini guelfo e ghibellino, 2 esemplari del genovino di Prospero Adorno e i 12 capitani;

e in argento:

-il 6 scudi, il 5 scudi, il grosso multiplo IANVA, il doppio testone di Gian Galeazzo Maria Sforza, 2 esemplari del testone di Paolo da Novi, lo scudo dell’Unione.

Sono monete incredibili …collezionate in maniera ancora più incredibile (anche se questa storia fosse stata un po' "romanticizzata"), ovvio che aveva disponibilità economiche, suo padre fu sindaco di Camogli nel triennio 1839/1841 e lui lo fu nel triennio 1863/1865 …ma, fosse oggi, non sarebbero state sufficienti e non avrebbe certamente potuto costruire una collezione così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×