Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cliff

Nerone con macchie verdi: ci metto mano?

Risposte migliori

cliff

Ho quest'asse di Nerone (che io giudico un bell'asse) peccato per quelle incrostazioni verdi a macchie.Sono quasi in rilievo e molto dure. E' forse cancro del bronzo? Vorrei provare a pulire la moneta, ma non sono un esperto e non vorrei rovinarla. Provo a pulirla o la lascio stare, e se sì come mi consigliate di muovermi?Con quali tecniche?Grazie per i vostri consigli!! :D

Vi allego il dritto..

post-2689-1150068262_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

marchemilio

non fare nulla!!!bagnala con olio di vaselina e stop!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giano

io la metterei o in forno a 120° oppure un bollo con acqua e bicarbonato...poco bicarbonato.

tanto a quanto vedo la patina non è delle ppiù belle...e anche se ci fosse non verrebbe intaccata.

ciao

(sembra che ti ho dato una ricetta) :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giano

se sei pratico di restauro manuale con arnesi acuminati puoi prima togliere quelle macchie...se non lo sei non lo fare!!!!

altrimenti dai una spazzolata molto blanda e poi inforna o bollisci...

ciao

bel diritto cmq complimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla

Ti conviene intervenire, perchè se si espande il cancro ti fotte la moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Reboldi

Olio di vasellina, forno a 120° :blink:

L'olio di vasellina, viene utilizzato a fine restauro, sulla patina, prima di tutto, per attenuarne i traumi che la patina ha subito dopo una restauratura, in secondo luogo, serve per dare un aspetto più vivo alla moneta, terza cosa, oramai, viene utilizzata una cera microcristallina anzichè l'olio, perchè a lungo termine, l'olio di vasellina può provocare un effetto contrario, quello che la moneta, assume un colore spento e diviene secca al tatto.

Mentre, la temperatura, alta, del forno, o bassa, quella tecnica che congela le monete per pulirle, sono da evitare a causa della coesione, che il metallo dilatandosi o restringendosi, compie sulla patina, talvolta frastagliandola, il distacco poi sarà certo, se la patina era già fragile, oppure, provocherà lievi danni sulla struttura della patina, che a lungo termine diventano un problema.

Io ti consiglierei di rimuovere il cancro manualmente, solo sulle zone interessate, con uno spazzolino, oppure uno stuzzicadenti, tenendo la mano molto leggera, alternando, questo lavoro di raschiatura, in immersioni in acqua demineralizzata (se la patina non è fragile) altrimenti lavora tutto a secco, e solo alla fine, posa la moneta in acqua demineralizzata, in acqua per un breve periodo, alla fine sotto il cancro, probabilmente ci troverai un "cratere" spoglio, ti consiglio, di verificare che sia davvero sparito tutto il cancro, prima di dargli una lieve scurita naturale, con del carbone vegetale, o altri metodi puramente estetici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Leggi quanto scritto sui manuali, e poi l'unico vero sistema per fermare definitivamente il cancro è il benzotriazolo (sempre sui manuali).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

scusa centurione, ma non ricordo dove si compra il benzotriazolo e il nome commerciale del prodotto

Caius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

Lo trovi in qualsiasi rivenditore per fotografi professionisti, il benzotriazolo va comunque usato in soluzione di etanolo (alcool per alimenti) che trovi nei supermercati.

Se non sai dove acquistare il benzotriazolo nella tua città, puoi cercare sul web, io ad esempio lo trovo su www.fotomatica.it che te lo spedisce a domicilio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Reboldi

centurioneamico,

ma la rimozione manuale del cancro con immersione in acqua demineralizzata per sciogliere i residui, che differenza dà nel risultato rispetto al benzotriazolo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico

La rimozione meccanica serve ad eliminare le eventuali escrescenze polverulente, mentre il bagno in acqua demineralizzata ad eliminare gli eventuali sali che si trovano principalmente sulla superficie della patina, metodo quindi da usare per le monete poco affette da cancro ed in maniera superficiale, oppure come "incubatrice" per quelle monete con cancro pesante, in attesa di altro trattamento tipo benzotriazolo.

Quest'ultimo agisce diversamente ed è una "cura" diciamo definitiva adatta a tutti i tipi di cancro, l'inconveniente è l'attenzione che occorre impiegare visto che il benzotriazolo è cancerogeno. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

La velocità di rimozione dei cloruri mediante acqua distillata è la più lenta tra i principali metodi disponibili per il trattamento delle leghe di rame con corrosioni attive.

Ad esempio, dopo due ore di trattamento su un oggetto test eseguito da I. Donald MacLeod (*) sono stati misurati i seguenti valori di rilascio degli ioni cloruro:

acqua deionizzata 13 ppm

Sesquicarbonato 1% 21 ppm

Acetonitrile 50% 98 ppm

Sesquicarbonato 5% 72 ppm

Benzotriazolo 1% 409 ppm

Acido citrico e tiourea 5% 454 ppm

Sodio Ditionito alcalino 714 ppm

Questo implica che l’acqua deionizzata o distillata richiede tempi (molto) lunghi di trattamento e frequenti cambi di bagno. Nelle medesime condizioni, dopo 1652 ore l’acqua deionizzata aveva estratto solo 92 ppm di ioni cloruro (!!).

Per valutare la completezza della rimozione degli ioni cloruro è utile testare la soluzione di lavaggio con nitrato di argento, fino a negatività di formazione di un precipitato (fioccoso) di cloruro di argento.

Il benzotriazolo esplica una forte azione di rimozione dei cloruri mediante la formazioni di complessi stabili con gli ioni Cu(I) e CU(II), ma molto importante, a ciò si aggiunge un effetto protettivo post trattamento per la formazione di un film BTA-rame.

A causa dell’azione chelante sugli ioni metallici, nella scelta del metodo di trattamento va inoltre considerato l’effetto collaterale su stagno, piombo e zinco che compongono la lega. A questo va aggiunto l’effetto sulla patina; nessun metodo preserva integralmente la patina, ma l’effetto varia da sostanza a sostanza. La scelta è il risultato di un compremesso di valutazione tra vari parametri quali: tempo di trattamento - effetti sulla patina - costo del prodotto - tossicità del prodotto – oggetto da trattare.

Luigi

(*) Conservation of corroded copper alloys: a comparison of new and traditional methods for removing chloride ions. Studies in Conservation 32 (1987) pagg. 25-40.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Caspita quanti consigli! Grazie ragazzi!

Ho provato con lo stuzzicadenti, ma le incrostazioni sono dure,non ho rimosso quasi nulla..dovrei provare col bisturi ma non mi fido non avendolo mai fatto..

Ma mettendola in forno a 120° ottengo qualcosa a livello di distacco di incrostazioni verdi?Per quanto tempo va lasciata in forno?

Il fatto di metterla a bollire con il bicarbonato a cosa serve?E' un alternativa dell'acqua demineralizzata?Ossia è per fermare il cancro?

Ha senso trattarla col benzotriazolo senza aver rimosso le incrostazioni verdi?

Ultima cosa, che valore date alla moneta?Ha senso un intervento estetico migliorativo o a livello di valore è meglio una moneta "rustica" e un po' bruttina che una di aspetto migliore ma "pasticciata"?Thanks!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×