Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
TONDELLO

PERITO SI, PERITO NO......

Recommended Posts

TONDELLO

Buongiorno a tutti,

In una discussione ho letto che una moneta sigillata e periziata di un perito di “serie B” (scusate l’infelice espressione, ma è solo per rendere l’idea) ha poca valenza ed è quasi come non averla. Ora chiedo a voi esperti del forum: secondo voi se doveste farvi periziare una moneta, quale perito scegliereste? Riformulando la domanda: secondo voi quali sono, tra i periti numismatici, i nomi di prima fascia, i più rinomati?

Link to post
Share on other sites

gennydbmoney

Non ci sono periti di serie A o di serie B ma più semplicemente ci sono periti che sono più esperti in determinate monetazioni e altri no...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

TONDELLO

Infatti, ho sottolineato che è una "infelice espressione".

Quindi forse è meglio riformulare in modo più preciso la domanda:

Secondo voi quali sono i periti più esperti in circolazione in Italia in particolare sul Regno di'italia?

Edited by GIAMMA
Link to post
Share on other sites

ilcollezionista90

@ diciamo che , se avessi personalmente una moneta importante da periziare andrei dal migliore sulla piazza ; che si sa essere il sig.Tevere . Ora , fra i periti come in tutte le categorie c'è la persone più zelante e quella meno ma si presuppone che siano competenti anche se , non sempre è così . Personalmente preferisco il perito pignolo e zelante a quello largo di maniche ma è un mio punto di vista .

Di fama indubbiamente tevere , anche se , se dovessi dire quali fra quelli mi sono piaciuti di più nella perizia sono Ranieri e Costantini di numismatica picena .

Saluto

Link to post
Share on other sites

R.E.IN.SENA

I periti sono, prima di tutto persone.

Come ogni persona, possono sbagliare, nessuno e' immune da errori.

I periti non sono, secondo me, di prima o seconda fascia, bravi e meno bravi, ci sono solo quelli che conosco e di cui mi fido e quelli che conosco e mi fido meno, ma e' solo una mia idea personale, ovviamente.

Ci sono poi i periti che non conosco e non ne parlo.

I periti di cui mi fido e che per me vanno bene, potrebbero anche essere quei periti che ad altri stanno poco simpatici, e' difficile azzeccare :)

Link to post
Share on other sites

Ianva

Ho aperto una discussione simile una volta (anche se era più "politically correct", io ho chiesto quali fossero quelli più larghi e quali più stretti nel dare la conservazione, astenendomi dal giudizio). Ne sono venute fuori di tutti i colori, anche se credo che parlare delle cose sia giusto, quindi, buona lettura :)

http://www.lamoneta.it/topic/111302-i-periti-con-le-maniche-piu-strette/?fromsearch=1

Link to post
Share on other sites

TONDELLO

Scusate, forse non mi sono spiegato bene e non vorrei che questa discussione diventasse antipatica o polemica. Lungi da me chiedere i nomi dei cattivi da mettere dietro la lavagna o stilare una classifica dei più bravi.

Provo a riformulare ancora ciò che volevo dire: se voi doveste comperare una moneta per voi importante sigillata e periziata e se voi non aveste le competenze per decidere in assoluta autonomia circa la bontà della moneta stessa e della sua conservazione, col nome di quale perito la comprereste a cuor leggero?

Link to post
Share on other sites

R.E.IN.SENA

Scusate, forse non mi sono spiegato bene e non vorrei che questa discussione diventasse antipatica o polemica. Lungi da me chiedere i nomi dei cattivi da mettere dietro la lavagna o stilare una classifica dei più bravi.

Provo a riformulare ancora ciò che volevo dire: se voi doveste comperare una moneta per voi importante sigillata e periziata e se voi non aveste le competenze per decidere in assoluta autonomia circa la bontà della moneta stessa e della sua conservazione, col nome di quale perito la comprereste a cuor leggero?

Ciao Giamma

Quello che voglio dire e' che, se mi trovassi nella situazione di acquistare una moneta per me importante, vuol dire che la conosco, l'ho studiata, desiderata, ne ho capito i punti fondamentali, l'ho vista, mi e' piaciuta, l'ho comprata e chiesto al perito che mel'ha venduta di chiuderla.

Il resto viene dopo, sarebbe, a mio avviso, sbagliato prendere una moneta a seconda del perito.

A ''cuor leggero'' devi andarci tu quando hai visto una moneta che ti piace, i periti son tutti seri e sarai sempre tutelato che la moneta e' buona.

Non c'e' un collezionista che guardando la perizia, dice '' il famoso perito ''Eccheca''' l'ha chiusa in FDC ECZ +++++, la posso comprare tranquillo '' . Nemmeno un neofita lo fara' mai :)

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

soleshine

Io credo che le monete vanno viste di persona siamo noi il migliore perito e sarebbe meglio che nelle perizie veninsse indicata solo l'originalità senza fare riferimento alla consevazione.

Molte volte si compera o si vende solo la perizia, si vedono molte monete di valore irrilevante periziate dove la perizia incide anche più del 30 % sul prezzo di vendita.

Per quanto riguardano periti migliori di altri, chi più chi meno tutti fanno errori.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

TIBERIVS

Ottimi consigli i due precedenti.

Se una moneta non si conosce bene, aspetterei ad acquistarla.

Di una moneta l' importante è l'autenticità ( garantita dalla perizia), il giudizio sulla conservazione, come giustamente dice Soleshine, è personale, e qui ognuno di noi NON dovrebbe avere l'ausilio di un altro ( leggi Perito) per stabilirne la conservazione.

saluti

TIBERIVS

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

tognon

@

Io mi sbilancio, anche perché i giudizi positivi non penso facciano male a nessuno.

Sono di Parma e se voglio una perizia su una moneta del regno prendo il treno in un'ora sono a Bologna e vado da Ranieri.

Lo giudico competente, cordiale e paziente con chi, come me, non e' proprio un esperto.

Spero che, avendo fatto un nome, non mi attiri i rimproveri di eventuali...concorrenti.

Buona serata a tutti

Link to post
Share on other sites

Paolino67

Provo a riformulare ancora ciò che volevo dire: se voi doveste comperare una moneta per voi importante sigillata e periziata e se voi non aveste le competenze per decidere in assoluta autonomia circa la bontà della moneta stessa e della sua conservazione, col nome di quale perito la comprereste a cuor leggero?

Se dovessi comprare una moneta di alto valore, prime di tutto penserei a farmi le competenza su tale moneta, studiandola finchè non inizio a capirci qualcosa in piena autonomia. Solo DOPO inizierei a pensare all'acquisto. Una volta che ritenessi di aver acquisito un minimo di sicurezza su questa moneta, prima di pensare al problema della perizia o dei periti, penserei prima al problema di dove acquistarla, scegliendo un commerciante da me stimato che poi possa eventualmente rispondere in caso di problemi.

La perizia o il perito a questo punto diventerebbe davvero l'ultima delle discriminanti....

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

titoflaviovespasiano

...Di una moneta l' importante è l'autenticità ( garantita dalla perizia)...

Nonostante la mia inesperienza nel settore, penso che la perizia serva soprattutto per garantire l'autenticità della moneta. Il fatto che una persona sia un perito, a mio avviso, dovrebbe essere sinonimo di competenza nella materia. E poi da più anni quella persona esercita, maggiore dovrebbe essere il grado di affidabilità.

Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
favaldar

Il miglior perito se Tu! Quando sarai sicuro di questo sicuramente troverai anche chi secondo te è il miglior Perito su Piazza Italia!!!!!!

Edited by favaldar
Link to post
Share on other sites

numa numa

Quoto Paolino e Favaldar

Studiare studiare studiare prima di acquistare una moneta. Col tempo affinerai le tue conoscenze , imparerai , parlando con commercianti, petiti e collezionisti, a riconoscere non solo il buono dal cattivo ma anche le innumerevoli sfumature e ti accorgerai che il ' primo' perito sarai proprio tu

Quando avrai veramente bisogno saprai a quale perito poi eventualmente rivolgerti , ma ora avanti con le proprie gambe e prima leggere e osservare , dopo, solo molto dopo, agire ...

Link to post
Share on other sites

Ianva

Chiedo scusa a tutti per questo mio secondo intervento, che non vuole essere aggressivo per nessuna ragione ma mi sono ultimamente chiesto una cosa. Premetto che, ad esempio, prima di acquistare la mia seconda moneta genovese (la prima molti anni or sono) mi sono preso il mir, il pesce-Felloni, il libro della collezione carige, il Manzoni e me li sono letti (e anche altri articoli). Mi chiedo però se sia realmente giusto "studiare studiare studiare" e solo dopo collezionare. Anche io ho "studiato" un po' la monetaZione genovese ma solo perché attraverso questa ho studiato un po' genova, la mia città. La collezione per me è un passatempo, una diversione dalla vita in cui ho sempre dovuto tanto studiare studiare studiare. Anche ora, avendo un lavoro piuttosto cerebrale che ha una quantità notevole di vero studio all'interno, sto continuando. Trovo che, al di la del minimo conoscere per non prendere sole ognuno dovrebbe collezionare come vuole (io di tante monete che ho non conosco tutti i retroscena ecc poiché colleziono per il piacere di farlo e spesso compro un pezzo che "mi piace", senza conoscerlo a fondo). Forse per me è talmente "di pancia " collezionare che ci metto dentro poco ragionamento e diventa un vero passatempo, istintivo, intuitivo, poco razionale.

La prima genovese che dicevo la ho acquistata a 19 anni. Ho fatto dei sacrifici per trovare i soldi, sono andato in negozio ho visto varie monete diverse e di diversi stati poi ho preso quella e non ne sapevo nulla,semplicemente mi piaceva. All'epoca (c'erano le lire) forse avrò speso 50000 lire in più di quello che valeva? Va bene così, non ho acquistato solo la moneta, ma il mio stesso piacere di averla. È una delle monete a cui sono più affezionato.

Detto questo penso che continuerò ad avere i miei "colpi di testa" ogni tanto, la vita è già difficile senza le monete, queste ultime la devono alleggerire e non appesantire ulteriormente di ansie e pensieri. Bisogna anche divertirsi ogni tanto e il divertimento puro è quello dei bambini, che giocano senza troppi pensieri :)

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

Ianva

Scusate tutti (soprattutto a chi ha creato la discussione) ma sono andato un po OT, non l'ho fatto apposta :)

Il mio apporto alla discussione l'ho dato inserendo quel link che, credo, possa essere utile all'autore della stessa per cominciare a farsi una idea . Ora dovrebbe cominciare a sporcarsi le mani: l'esperienza diretta è insostituibile ;)

Link to post
Share on other sites

Paolino67

Si parlava di monete di un certo valore, se non erro: io stesso quando sono partito ho acquistato senza avere una base di libri o di letture, ma di certo non compravo monete da 1000 Euro, e nemmeno da 100: mi accontentavo di monetine da pochi Euro. E quelle non necessitano certo di perizie o di periti.... pertanto il consiglio è sempre quello: soddisfare la propria "fame" di monete spendendo poco, e parallelamente spendere in libri (ma non solo libri: quello che è importante è anche visionare tante monete, e quello lo si può fare anche senza investire risorse economiche, ma "solo" del tempo) solo dopo ci si può lanciare in acquisti importanti, senza troppo bisogno di dipendere da periti.

Poi per carità, ciascuno può fare quello che vuole, anche svegliarsi la mattina e decidere di diventare collezionista di monete da 20mila Euro dipendendo in tutto e per tutto da un perito.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

papalcoins

il campo di collezione offerto dalle monete è senza dubbio

illimitato,ci sono monetazioni che per fascino e storia meritano,

a prescindere dall'opulatezza nell'acquisto,un approfondimento

che senz'altro fa godere ancora di più nel possedere il bramato

tondello :)

Poi ci sono collezioni meno impegnative che non implicano un

coinvolgimento eccessivo,si è soddisfatti ugualmente e non c'è

niente di male...

Link to post
Share on other sites

numa numa

Scusate tutti (soprattutto a chi ha creato la discussione) ma sono andato un po OT, non l'ho fatto apposta :)

Il mio apporto alla discussione l'ho dato inserendo quel link che, credo, possa essere utile all'autore della stessa per cominciare a farsi una idea . Ora dovrebbe cominciare a sporcarsi le mani: l'esperienza diretta è insostituibile ;)

Concordo anch'io che l'esperienza diretta sia insostituibile : chi si vuole divertire e collezionare senza troppo pensare e' naturalmente padronissimo e NON ha bisogno di perito

Chi invece vuole collezionare seriamente e' bene che studi e poi , semmai - se serve- si rivolga anche a un perito :)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.