Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gpittini

La nave di Postumo.

DE GREGE EPICURI

Mi sono sempre chiesto perchè Postumo abbia messo delle navi sulle sue LAETITIAE: è vero che la Gallia ha molte coste, ma il suo regno era sostanzialmente "di terra"...anche se, a ben pensarci, arrivò a controllare Britannia e Spagna, quindi le navi e i porti gli interessavano eccome. Che ci sia qualche vittoria navale? Se na sapete di più, dite. Lo spunto è questa LAETITIA su un antoniniano; strano ma non ne avevo mai avuto uno prima, mentre avevo dei sesterzi. Guardando un po' i ritratti, penso che questa sia di Colonia (RIC 73). Pesa 2,5 g. e misura 22mm.

post-4948-0-23650000-1398537898_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rovescio.

post-4948-0-92287900-1398537976_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Gianfranco,

da quel che ho trovato in giro sembra che si tratti di un omaggio alla flotta gallica e contemporaneamente ad una visita della Britannia compiuta nei primi periodi del suo regno.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non aveva forse a che fare con la lotta ai pirati?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

ho letto di recente una tesi sulla pirateria nel Mare del Nord. Sembra che questa pratica fosse diffusa tra le popolazioni di stirpe germanica che si affacciavano sul mare ben prima di quanto risulta dalle fonti storiche ed archeologiche. Proprio la lacuna di prove archeologiche è uno dei problemi piú grossi in questo campo di studi. Nulla vieta che la presenza di rotte commerciali tra Britannia e regione costiera germanica (zona renana) abbia portato ad uno sviluppo della pirateria che trova il suo acme a partire dalla seconda metá del III secolo d.C. Quindi nulla vieta una possibile lettura di questa iconografia collegata ad azioni preventive da parte dell'Impero Gallico e delle quali non si hanno prove. Certamente la classis britannica fu ampliata numericamente da Carausius ( dapprima per combattere la pirateria e quindi annettendo navi ed equipaggi proprio da coloro che dapprima aveva contrastato come nemici e quindi aveva accolto come mercenari e alleati); nulla vieta di proporre come ipotesi che in seguito alle invasioni barbariche della metá la classis germanica abbia subito delle perdite e che per contralto si sia assistito ad uno sviluppo dei fenomeni pirateschi ad opera delle popolazioni germaniche dell'area).

Mi pare quantomeno un po' insolita la scelta dell'appello alla LAETITIA DELL'AVGVSTO ma non è un unicum: in un ottica bellica navale ci vedrei di piú un appello alla VIRTVS come fece Allectus. D'altra parte la Leatitia potrebbe esser vista come compiacimento nel contrasto alle spedizioni piratesche.

In cuor mio comunque ritengo valida sopra tutte l'ipotesi di un viaggio di Postumus per prendere visione della situazione britannica. Se il punto di partenza fosse stata dall'area renana si sarebbe trattato di un viaggio non tanto agevole (il Mare del Nord non è tranquillissimo) nè veloce nonostante la distanza non grandissima; la Manica sarebbe stata piú breve come attraversata ma anch'essa non esente da insidie. Inoltre, non conoscendo bene le origini di Postumus prima della sua ascesa, si puó anche supporre che magari non fosse tanto avezzo alla navigazione. Non dimentichiamoci che questa, specie in mare aperto, era tutt'altro che sicura a quei tempi.

Ciao

Illyricum

:)

Sent from my GT-I8190 using Lamoneta.it Forum mobile app

Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forse e' un po' rirata per i capelli come ipotesi, ma altrove ho letto che la laetitia in questione sarebbe legata, come in altri casi, alla celebrazione di venationes con protagoniste le belve trasportate dalla nave raffigurata.

Forse Postumo celebro' cosi' qualche vittoria/anniversario/evento?

Nell'incertezza,perche' no? ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche Elmer lega questo, e altri rovesci, a una serie di conflitti navali che videro Postumo mettere in sicurezza le coste galliche dagli attacchi dei pirati.

Tuttavia, così fosse, la LAETITIA un po' striderebbe... ci vedrei meglio anch'io una VIRTVS o qualcosa di un po' più bellicoso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E se avesse semplicemente voluto dire a Gallieno: "Ora le navi ce le ho anch'io, nùn ce riprova' "? Il Laetitia verrebbe incontro a questa ipotesi: vivo contento, con te non serve "virtus"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?