Jump to content
IGNORED

Un Postumo non comune... inedito?


Recommended Posts

grigioviola

Qualche tempo fa, è comparso in vendita su ebay questo antoniniano di Postumo:

post-8339-0-19891000-1400423083_thumb.jp

Biglione; 2,58 gr; 18 mm

D:\ IMP C POSTVMVS P F AVG

R:\ VICTORIA AVG | S

Non mi sembra sia repertoriato nel RIC e nemmeno sull'Elmer (ma potrei essermi sbagliato e aver cercato un po' frettolosamente).

Lo stile appare abbastanza aderente all'ufficiale per quanto riguarda le raffigurazioni, meno per le legende. Certi arrotondamenti delle lettere al rovescio portano ad alcune tipologie di imitative come pure lo stile un po' confuso delle lettere al dritto.

Di certo è strana la Vittoria che avanza verso destra e soprattutto l'esergo con la S che rimanda quasi a una seconda officina (es. zecca di Milano, Aureolo in nome di Postumo).

Proprio questo particolare del rovescio mi fa pensare a un modello milanese, non me la sento di parlare infatti di un'emissione di Aureolo in quanto il ritratto non è in linea con i classici antoniniani dedicati alla cavalleria.

La prima cosa che mi è balzata alla mente è stato questo antoniniano di Claudio II:

RIC_0171.jpg

Claudius Gothicus AE Antoninianus. Mediolanum mint, 268-270 AD. IMP CLAVDIVS P F AVG, radiate draped bust right / VICTORIA AVG, Victory running right holding wreath and palm, S in ex. Cohen 302, RIC 171.

Il rovescio, legenda ed esergo a parte, rimandano a questa emissione di Postumo, VICTORIA GERMANICA:

pant86.jpg

Per completezza queste le VICTORIA AVG repertoriate:

pant84.jpg

Postumus Antoninianus, struck 260 AD at Cologne mint.
Obv: IMP C M CASS LAT POSTIMVS P F AVG, radiate, draped and cuirassed bust right.
Rev: VICTORIA AVG, Victory running left, wreath in right hand and palm against left shoulder, bound captive to her feet.
RIC -; Elmer -; AGK (corr.) 97a; Cunetio 2369, 2370;
Picture: Sebastian Sondermann - Ancient Numismatics stock.

pant85.jpg

Postumus Antoninianus, struck 260/261 AD at Cologne mint.
Obv: IMP C POSTVMVS P F AVG, radiate, draped and cuirassed bust right.
Rev: VICTORIA AVG, Victory running left, wreath in right hand and palm against left shoulder, bound captive to her feet.
RIC 89; Elmer 125, 132, 188; AGK (corr.) 97c; Cunetio 2374, 2375, 2376, 2381;
Picture: Sebastian Sondermann - Ancient Numismatics stock.

Vi chiedo quindi, posto che non mi sia sfuggita l'emissione ufficiale censita, siamo di fronte a un inedito ufficiale (Postumo o Aureolo) oppure a un imitativo interessante?

Link to post
Share on other sites

grigioviola

il mio primo pensiero è stato "è un leliano"... motivo per cui ero disposto a pagarlo bene... ma me lo son fatto sfuggire lo stesso... tuttavia la legenda al dritto porta a Postumo se guardate bene

Link to post
Share on other sites

eliodoro

il mio primo pensiero è stato "è un leliano"... motivo per cui ero disposto a pagarlo bene... ma me lo son fatto sfuggire lo stesso... tuttavia la legenda al dritto porta a Postumo se guardate bene

@@grigioviola, concordo con Te, il ritratto è più Leliano che Postumo.

Il rovescio è Leliano, o un inedito di Postumo.

La lettera S in esergo potrebbe essere utile per una sua classificazione?

Link to post
Share on other sites

grigioviola

La "S" all'esergo è, a mio avviso, ciò che rende più interessante la moneta, a prescindere che si tratti di Postumo, Leliano e/o un imitativo di uno dei due (se non di entrambi!).

L'esergo con "S" non mi pare presente sulle monete di Leliano, non su quelle note e repertoriate almeno, mentre per Postumo lo ritroviamo solo sulle emissioni milanesi di Aureolo battute a nome di Postumo, e fra queste non figura alcuna VICTORIA AVG... è un discreto rompicapo questa moneta e per una sua corretta classificazione secondo me è necessario stabilire (ma come?) se si tratta di un'imitativa o di una emissione ufficiale. Qualora fosse un'imitativa, largo spazio alla "fantasia" e potrebbe essere di tutto e di più :)

...ma se fosse una coniazione ufficiale... il pezzo costituirebbe un bel tassello da posizionare!

Di più, per un attimo ho cercato di focalizzare al meglio la legenda del dritto ma non ne ho ricavato granché... se non fosse né Postumo né Leliano? Ne dubito, però... non si sa mai... le lettere che secondo me sono certe sono queste (che ho evidenziato in rosso):

post-8339-0-88980500-1400486325_thumb.jp

IMP C [...] M [...] S P [...]

Prima della M ci sono dei segni "compatibili" con una (andando da destra verso sinistra) V e una T (di questa solo la parte verticale) che porterebbe abbastanza inequivocabilmente a comporre il nome di POSTVMVS... tuttavia non mi torna lo stile della V al dritto se confrontato con quello del rovescio... al rovescio infatti la lettera "u" viene resa proprio come "U" e non, latinamente, come "V" a differenza della lettera "v" di victoria che viene resa correttamente come "V".

Questa compresenza di "V" e "U" mi rimanda a un'altra discussa moneta, l'antoniniano di Proculo: http://www.lamoneta.it/topic/97783-proculo-un-eccezionale-ritrovamento/ ovviamente non si tratta dello stesso imperatore, non corrispondono né ritratto né legenda al dritto né figura al rovescio... interessanti le analogie dello stile delle lettere e, curiosa coincidenza, della legenda del rovescio, la VICTORIA AVG... accoppiata di similitudini che mi ha portato per qualche istante alla malsana ipotesi che si possa trattare di una moneta simil-imitativa emessa nel turbolente periodo di scontri Postumo-Leliano, magari una emissione "da campo" a seguito di qualche legione impegnata negli scontri... in quest'ottica si potrebbe ricondurla all'uno o all'altro soggetto (se non a un terzo, da ricercare nelle fonti... ammesso che sia plausibile il terzo incomodo che magari ha emesso a nome di Postumo similmente ad Aureolo, in qualche luogo riconducibile alla S in esergo... ma qui... la fantasia galoppa! e vanno cercati i riscontri storici).

Link to post
Share on other sites

gpittini

DE GREGE EPICURI

Diciamo però che, volendo stilare una graduatoria delle "specificità", una S in esergo è più importante dello stile delle immagini o anche delle lettere, che possono variare anche molto, secondo l'incisore specifico del conio. Io quindi starei per Mediolanum, cioè Aureolo/Postumo. Confesso però di sapere poco dello stile di queste emissioni, cioè: ne esistono anche di molto malfatte?

Link to post
Share on other sites

grigioviola

E' raro ma non impossibile trovare imitative anche di Postumo/Aureolo... non ricordo dove, ma una di sicuro l'ho vista (non in vendita, ma in qualche articolo, spero di averlo archiviato... proverò a cercare).

Il ritratto di Postumo di questo pezzo non corrisponde molto al ritratto che usualmente si riscontra nelle monete attribuite a Aureolo.

Dando per buona l'ufficialità della moneta e riconducendo l'esergo a Milano, ci troveremo di fronte a - credo - un pezzo inedito da attribuire a Aureolo.

Link to post
Share on other sites

eliodoro

Ciao @@grigioviola,

correggimi se sbaglio, il rovescio di Aureolo solitamente ha la Fides, la Pax, La Concordia, la Fortuna,non ho mai riscontrato però la Vittoria, d'altronde non aveva vinto niente.

LA Victoria di Claudio è successiva 268-270 d.c., ma dove l'hanno preso il rovescio della Victoria a destra a Mediolanum ?

Link to post
Share on other sites

grigioviola

Quanto dici è corretto, nessuna Vittoria per Aureolo sulle emissioni milanesi note.

La Vittoria di Claudio dovrebbe essere successiva alle emissioni di Aureolo, dovrebbe trattarsi di monete coniate una volta ripresa Milano, non penso siano state usate zecche da campo acquartierate al di fuori della città per fare delle emissioni contemporanee.

Giusto per completezza sono attribuiti ad Aureolo anche questi pezzi, meno noti:

pmant22.jpg

SALVS AVG con P all'esergo

pmant25.jpg

VIRTVS AVG senza indicazioni di sorta all'esergo di cui ho trovato solo questo disegno (ma a mio avviso si tratta di una attribuzione forse un po' forzata alla zecca di Milano)

pmant34.jpg

VIRTVS EQVITVM presente sia senza indicazioni all'esergo che con il segno S

Quindi, per quello dicevo che se diamo per buona l'ufficialità dell'emissione e l'attribuzione alla zecca di Milano ci troviamo di fronte a una moneta attribuibile a Aureolo e, finora, non repertoriata.

Tuttavia, se sullo stile del ritratto possiamo anche chiudere un occhio e, complice anche l'usura e l'incisore di turno, ricondurlo alla serie milanese, a mio avviso striderebbero un po' le lettere che, per le emissioni di Milano sono sempre piuttosto omogenee e regolari.

Edited by grigioviola
Link to post
Share on other sites

grigioviola

per una comparazione ecco le immagini vicine:

1) POSTUMO da classificare

post.JPG

2) POSTUMO, VICTORIA GERMANICA

pant86.jpg

9cPTW7xo4D8w2wnGt4BiPdF3mX5Q6p.jpg

3) LELIANO

lant2.jpg

4) CLAUDIO II

RIC_0171.jpg

Alcuni precedenti radiati con rovesci similari:

a) GORDIANO III

Z7649.jpg

b) FILIPPO I

grande.jpg

Link to post
Share on other sites

grigioviola

1) sull'incompletezza della legenda del rovescio ci avevo riflettuto anch'io, tuttavia mi sembra abbastanza leggibile il finale AVG e il VICTORI, mancherebbe all'appello la A che ci starebbe tenendo conto dell'ingombro della corona in mano alla vittoria. spazio per altre lettere? non lo escludo, ma fosse così sarebbero lettere incoerenti e quindi ritorniamo all'imitativa, ma la ritengo una casistica possibile anche se poco probabile visto l'insieme della moneta. Ho cercato di interpretare differentemente il finale ma sempre e solo AVG ci leggo.

2) sì, c'è anche Gallieno che ha battuto questo rovescio, come pure il VICTORIA GERMANICA (tra l'altro in zecca poi confluita nell'impero Gallico):

355752.jpg

mentre la tipologia di rovescio di gallieno compatibile con la moneta qui analizzata (sia per raffigurazione che per legenda) da te postata è attribuita alla zecca di Siscia... che di per sé non porta ad escluderla nell'ottica di un possibile modello per imitativa, tuttavia il fatto che al dritto ci sia un imperatore sicuramente gallico, mi porta ad analizzare materiale presente e proveniente da quell'area.

Avevo sconfinato nel "milanese" per la presenza della S all'esergo e per il riscontro che si trova in Claudio II (ma siamo cronologicamente dopo Postumo, anche se di poco, quindi il modello andrebbe bene solo nel caso di una imitativa che potrebbe benissimo aver ripreso un precedente imperatore accoppiandolo a un rovescio contemporaneo di un altro imperatore).

Se non vado errato, le VICTORIA AVG milanesi di Gallieno (quindi precedenti a Aureolo) dovrebbero essere queste:

1) RIC 524

RIC_0524.jpg

2) RIC 525

RIC_0525.jpg

Link to post
Share on other sites

grigioviola

Ricapitolando le possibili ipotesi sono:

1) se moneta ufficiale: inedito di Aureolo in nome di Postumo, zecca di Milano. Il rovescio si spiegherebbe con una esaltazione vittoriosa della presa della città di Milano per mano di Aureolo.

2) se moneta imitativa:

- emissione contemporanea o di poco successiva a Postumo che riprende i tratti dell'imperatore e al rovescio la vittoria di Leliano (non si spiegherebbe però in maniera convincente la S dell'esergo se non come una mera "licenza" dell'incisore forse derivata dall'aver preso spunto da monete di Aureolo battute in nome di Postumo con la presenza della S all'esergo)

- emissione successiva a Postumo che riprende l'imperatore gallico accoppiandolo con il rovescio di Claudio II battuto a Milano

Link to post
Share on other sites

eliodoro

Ricapitolando le possibili ipotesi sono:

1) se moneta ufficiale: inedito di Aureolo in nome di Postumo, zecca di Milano. Il rovescio si spiegherebbe con una esaltazione vittoriosa della presa della città di Milano per mano di Aureolo.

2) se moneta imitativa:

- emissione contemporanea o di poco successiva a Postumo che riprende i tratti dell'imperatore e al rovescio la vittoria di Leliano (non si spiegherebbe però in maniera convincente la S dell'esergo se non come una mera "licenza" dell'incisore forse derivata dall'aver preso spunto da monete di Aureolo battute in nome di Postumo con la presenza della S all'esergo)

- emissione successiva a Postumo che riprende l'imperatore gallico accoppiandolo con il rovescio di Claudio II battuto a Milano

Io propendo per la prima ipotesi, molto più convincente.

Link to post
Share on other sites

profausto

... bel lavoro ..@@grigioviola......

qui si parlava di un VIttorino con vittoria a destra e la S in esergo.... :whome: ... (questa lettera è veramente curiosa!.)

http://www.lamoneta.it/topic/92765-radiato-interessante/

La vittoria a destra si trova anche nella monetazione di Marius.... ma il ritratto non è il suo...!... ed inoltre quella "S" è perlomeno inquietante...

Edited by profausto
Link to post
Share on other sites

eliodoro

... bel lavoro ..@@grigioviola......

qui si parlava di un VIttorino con vittoria a destra e la S in esergo.... :whome: ... (questa lettera è veramente curiosa!.)

http://www.lamoneta.it/topic/92765-radiato-interessante/

La vittoria a destra si trova anche nella monetazione di Marius.... ma il ritratto non è il suo...!... ed inoltre quella "S" è perlomeno inquietante...

Queto conio con, al rovescio, la Victoria a destra e la lettera "S " in esergo era nella disponibilità degli usurpatori; molto interessante, ma difficilmente spiegabile

Link to post
Share on other sites

  • 4 weeks later...
Axelmilano

Ho letto solo ora questo interessante post di un presunto inedito di Aureolo per Postumo della zecca di Milano. Devo dire che è molto curiosa la presenza del segno della seconda officina, S all'esergo del rovescio, anche se propendo maggiormente per l'ipotesi dell'emissione irregolare.

Le motivazioni sono molteplici:

Innanzitutto la lettera M. La zecca di Milano appronta i punzoni della M e della N durante le coniazioni della IV emissione di Gallieno verso il 262 e li mantiene fino al trasferimento della zecca a Ticinum nel 274. Questo significa che la lettera M non è composta, nella zecca milanese, da quattro punzoni I formanti una M - come nel caso di questa moneta - ma da un unico a forma di M - come nella SALVS AVG con Esculapio, che è Milanese.

La legenda delle prime emissioni di Aureolo a Milano è quella corta IMP POSTVMVS AVG, quella estesa compare nelle ultime emissioni.

Con l'unica eccezione della SALVS AVG con Esculapio, tutte le emissioni milanesi portano il riferimento alla cavalleria che risiedeva a Mediolanum e di cui Aureolo era il comandante. AEQVIT AVG ed EQVIT AVG.

Lo stile complessivo del ritratto e della moneta in generale non sembra ricollegarsi alle emissioni milanesi.

Resta il mistero del segno di officina al rovescio che invece era tipico dell'atelier milanese. Ma, molto probabilmente, siamo di fronte a una contraffazione/imitazione barbarica del tempo.

Alessandro

Inviato dal mio iPad utilizzando Lamoneta.it Forum

Link to post
Share on other sites

  • 3 years later...
grigioviola

Recupero questa datata discussione che per me ha rappresentato una tappa importante per la mia formazione (ancora in corso!!!) sulla monetazione gallica.

Proponevo una VITTORIA AVG di Postumo che, sebbene non fossi riuscito ad acquistare, avevo analizzato a fondo formulando diverse ipotesi circa la sua produzione. Ipotesi che hanno poi portato a un piccolo articolo uscito su Panorama Numismatico. Oggi come oggi rivedrei alcune parti e sarei tendenzialmente più determinato nella formulazione dell'ipotesi finale circa l'ufficialità o meno del pezzo in questione... ma tant'è, son passati tre anni e nel mezzo ci sono state molte monete e soprattutto molti libri, articoli e discussioni su forum anche internazionali che mi hanno portato a un confronto di ampio respiro che, per la monetazione in oggetto, è oltremodo necessario.

Comunque, si trattava di un pezzo che avevo rincorso e che fece un realizzo (di cui francamente non ricordo l'importo) fuori dalla mia portata. Il rammarico di non aver in collezione quel Postumo me lo son portato dietro per un bel po'... in fin dei conti il rovescio era quello di una Vittoria andante verso destra... ricordava Leliano... possibili ibridi con Claudio II o Mario... insomma, era un pezzo ricco di fascino e interrogativi.

Poi è arrivato in collezione un Tetrico imitativo con una vittoria analoga e, da ultimo, in tempi più recenti pure Leliano... cosa può volere di più un collezionista di galliche romane?!? 

Eppure... quel pezzo di Postumo, mannaggia! Se non era per lui non mi sarei buttato sulla "scrittura numismatica"... rimaneva ancora insoddisfatto quel desiderio tipico del collezionista, - irrazionale (e impossibile) - del "possedere tutto" che è poi la pulsione che ci spinge a collezionare.

Orbene, dialogando e confrontandomi sulla monetazione gallica con il venditore della Vittoria di cui vi ho raccontato qui: 

è emerso che pure lui si era imbattuto in un'analoga Vittoria in corsa verso destra di Postumo e che ce l'aveva ancora... e così, eccola qua! Per una manciata di spicci, con un pizzico di soddisfazione, ve la presento:

vict_post.jpg.3d1d30236dfca7cf84778455aae581d6.jpg

Antoniniano; Zecca Locale; 2.07 gr; 17 mm;

D\ [...]POS[...] AVG, Busto drappeggiato e corazzato a d.

R\ [...]RIA AVG, la Vittoria andante verso destra con in mano corona e ramo di palma posato sulla spalla

Buonissimo stile, un rovescio che non ha nulla da invidiare alle analoghe emissioni ufficiali di Caludio II, dritto con un ritratto imitativo, ma ben realizzato.

L'esergo non è visibile per cui... chi lo sa se c'era una lettera di officina come nel pezzo originario di questa discussione! ...ah... ora che ci penso... quel desiderio di cui parlavo prima... ancora non è soddisfatto appieno! :P

Edited by grigioviola
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.