Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
DARECTASAPERE

TESTONE S.V. 1559

Buonasera,

Vi propongo una moneta e qualche considerazione in merito che mi piacerebbe condividere con i papalisti del forum :

CONSIDERAZIONI

- Il Testone della Sede Vacante 1559 ROMA, nonostante sia il primo della serie e quindi il più "vecchio", è a mio avviso il più comune tra tutti i testoni si S.V. ; probabilmente questa forte disponibilità arrivata fino ai nostri giorni è dettata da una elevata quantità di pezzi coniati.

- Di questo Testone ho individuato ben 7 differenti conii (discussione di qualche anno fà.....), conferma che questo conio fù "ripristinato" più volte per dare continuità al gettito monetario.

DOMANDE

Perchè la variante S PETRVS APOSTOLVS non compare mai ?

Perchè tutte le altre varianti (compresa la rarissima con ROMA tra i gigli) hanno comunque in comune la scritta APOSTOLVS S PETRVS ?

CONCLUSIONE

Non avendo censito altri esemplari dalla bibliografia in mio possesso, ho sempre pensato che la variante con "la scritta invertita" sia un errore di una esigua coniazione sospesa perché diversa.

Sono graditi commenti, pareri e sopratutto segnalazioni di altri esemplari.

DARECTASAPERE

post-13774-0-40359200-1401120628_thumb.j

post-13774-0-78588200-1401120679_thumb.j

post-13774-0-04715700-1401120956_thumb.p

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come sempre proponi un interessante approfondimento sull'argomento Sedi Vacanti ! :)

A mio parere la rarità notevolmente più alta del tipo con scritta che inizia in basso a sx è dovuta semplicemente al fatto che il conio di questo tipo era uno solamente (con immagini di più esemplari sarebbe facile provarlo), mentre erano diversi, tanti, con la scritta che parte in alto a dx.

Difficile dire se sia stato il primo conio, poi "abbandonato", una replica casuale oppure l'ultimo della serie, sarebbero utili elementi distintivi del susseguirsi dell'uso dei coni in zecca, ma all'epoca l'uso poteva essere anche contemporaneo ed in un certo senso casuale, il conio poteva anche essersi rotto il primo giorno di utilizzo, o essere stato approntato come "riserva" e utilizzato solo per poche battute...

Un caso simile che mi viene in mente è un giulio di Giulio II per Roma, finora unico esemplare noto con la legenda del diritto che parte in basso a sx, che pubblicai in un articolo su Cronaca Numismatica del lontano 2005, anche in quel caso non è chiaro perchè fu approntato un conio diverso e unico rispetto a tutti gli altri:

post-35-0-10378600-1401128961_thumb.jpeg

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao RCAMIL,

In effetti é difficile stabilire la causa............ resta il dubbio del perchè con tanta disponibilità della tipologia non nè siano apparsi altri.

Il lotto precedente a questo, era un testone "standard" con la stessa base d'asta, non tosato, meglio conservato e con un peso pieno (9,57 gr. contro 8,02 gr.): invenduto !

Questo ha realizzato più del doppio della base; probabilmente la variante in questione non é sfuggita agli amanti degli inediti o presunti tali............

DARECTASAPERE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?