Jump to content
IGNORED

AVITII


Claudius
 Share

Recommended Posts

Ciao amici

nel mio delirio tardo romano stò cercando quanto più materiale fotografico possibile sui tardo-nummi per ampliare il mio bagaglio visivo e la scarsita di immagini reperibili sull'argomento. :(

Volevo un vs parere su questi che sono catalogati come Aviti.

Senza voler essere il solito avvocato del diavolo, ho avvicinato queste tre foto per avere più chiaro i dettagli che le accomunano, ma al di là del fatto che quella centrale mi sembra un falsone, soprattutto per via della leggenda completamente fuori stile per una zecca romana o italica, le altre due sono solo ipotesi, poichè i dettagli oggettivi che potrebbero indirizzare alla loro identificazione sono comuni ad altri imperatori. :o

Qual è quindi secondo voi la discriminante per una identificazione corretta di queste monete e la conseguente attribuzione ad Avito???? :ph34r: :ph34r: :ph34r:

post-1465-1153993191_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Scusa ma quello centrale e' quello riportato dal RIC X e battuto nell'asta Leo Benz di Lanz...o mi sbaglio...

E' vero che lo stile dei caratteri e' diverso dal solito...

Identificare monete di tale rarità penso sia quasi un impresa in mancanza di una legenda completa.

Ti ricordi quanto abbiamo discusso la sera in cui ho postato la foto del mio ??? Eravamo in tre o quattro a proporre e smontare i vari indizi..ed avevamo un punto di partenza già definito dal catalogo di vendita..

Tornando ai tre da te postati...il terzo come fisionomia e forma della testa ricorda un po' quelli del RIC e quello che ho postato io ma il primo sembra il classico bronzetto molto tardi che vagano nel confine virtuale dei vari Onorio, Giovanni, Boh..della metà del V secolo...

Su di un'asta Svizzera di metà anni ottanta ne era apparso un altro in vendita...

Mi faccio prestare il catalogo da un mio amico e lo scannerizzo..

Link to comment
Share on other sites


La centrale è stata bulinata sulla scritta

la prima e la terza potrebbero essere addirittura di Onorio :blink:

lo stile del periodo 410-420 è poco conosciuto, ma il poco che ho visto, vi si avvicina molto

Link to comment
Share on other sites


ciao

si quello di mezzo è quello della collezione Benz, questo non toglie che i caratteri siano "singolari", oppure talmente ben conservati che noi non siamo più abituati a vederli  :D  :D

140549[/snapback]

Hai perfettamente ragione...mi sono sempre chiesto come potessero esere cosi' in rilievo dal tondello dopo 1500 anni..

Magari Apo ha ragione...leggero ritocco..

Link to comment
Share on other sites


Concordo con apostata.

Nessuna delle tre è Avitus.

Mi sembrano tutte di Onorio

Tutte sono originali

La prima e la terza sono della zecca di Roma, la seconda mi sembra appartenere ad una zecca orientale.

agrì

Edited by agrippa
Link to comment
Share on other sites


Quello che mi lascia perplesso è la certezza assoluta nel RIC spesso riposta dai curatori dei cataloghi internazionali per la vendita delle loro monete.

Mi riferisco proprio ad Avito, per il quali bronzi anche il RIC avanza dubbi e perplessità riguardo l'autenticità o la completa autenticità dei bronzi proprio dal RIC esposti.

Ma li classifica R5 e li cita quindi ne sancisce l'esistenza e sui cataloghi e nelle collezioni seppuer raramente li trovi.

Mentre per altri tipo Romoletto, Glicerio, e altri decide che non esistono, bolla come falsi gli esemplari circolanti e pertanto non li cita, non li classifica e sui cataloghi non li trovi e nelle collezioni non compaiono, in pratica nessuno se ne occupa, li fotografa li studia e pertanto spariscono dalla storia, mentre invece sarebbe interessante censire questi bronzetti tardo romani "dubbi" e tenerli li al caldo sino a qualche nuova sensazionale rivelazione.

Personalmente ritengo che tutti Avito, Glicerio, Romoletto, Costa III e altri abbiano fatto bronzo, VICTORIE e SALVS, il problema è la loro diffusione e la loro conservazione

Edited by Claudius
Link to comment
Share on other sites


Sono d'accordo con te...potrebbero almeno pubblicarli. Diverse monete tenute nell'oblio per anni perche' dubbie e mai diffuse in fotografie sono state riesumate in seguito a recenti ritrovamenti ( vedi Domiziano Tiranno..)..

Per quanto riguarda il secondo Avito il RIC riporta (RIC X 2412).. .."alcuni dettagli oscuri" ... Chissa quali intendeva...

L'unica cosa che mi viene in mente e' questa...di Onorio esistono AE4 con la stella nel campo al rovescio.. ???

Link to comment
Share on other sites


Ma il RIC per la moneta in questione interpreta il rovescio come VICTORIA...

forse è uno dei "dettagli oscuri" di cui parla, proprio perchè appunto non si legge la leggenda

strano comunque come non faccia accenno alla leggenda sul diritto, forse intimorito dal nome importante della collezione da cui proveniva... bah

Cigoi ci cova ;) ;)

Link to comment
Share on other sites


bah Cigoi ci cova  ;)  ;)

140623[/snapback]

Speriamo di no... :P

E' strano che abbiano pubblicato un esemplare dubbio...normalmente ne stavano alla larga. Li citavano ma nulla di piu'...

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.