Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
L. Licinio Lucullo

Il Sole in quadriga

Risposte migliori

L. Licinio Lucullo

Il monetario potrebbe essere uno dei generali che nel 107 prese parte alla guerra giugurtina agli ordini di Mario.

Belloni (La moneta romana) individua un parallelismo compositivo tra questa moneta e Crawford 310/1, ritenendole ispirate da uno stesso ambiente culturale e, forse, anche contemporanee: il D/ è pressoché simile, con un volto dai caratteri duri, quasi mascolini, identificato da una legenda posta in identica poszione; entrambi portno il segno del valore X sebbene, ormai, il denario valesse 16 assi; infine, al R/ riportano entrambi scene mitologiche che rinviano all’Oriente.

In questo denario la X è al R/, posta in posizione opposta al sole per evitare uno scompenso asimmetrico. Completano la scena due stelle, a significare l’alternanza di giorno e notte. Per Babelon (non accolto dal Crawford) e Belloni potrebbe essere un riferimento ai successi di Cneo Manlio Vulsone in Asia e Grecia, durante il suo consolato (189). Per Amisano, è evidente un collegamento con un successivo verso di Virgilio (Eneide, XII, 114): “Quando, di buon mattino, i cavalli del Sole sorgono dal profondo del mare, spargendo luce dalle nari dilatate”

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×