Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
acraf

Sesterzio di Pertinace - RIC 14

Risposte migliori

acraf

Nella prossima asta ArtCoins compare questo sesterzio di Pertinace, che appare interessante.

Non solo è apparentemente non ripulito, nel senso che non appare ritoccato nè bulinato:

post-7204-0-65590400-1414280624_thumb.jp

Mi ha solo colpito il particolare stile, molto morbido, e la forma della barba, con peli ordinatamente disposti su due piani. Sembra un buon stile, ma non sono riuscito a identificare il conio. Purtroppo non ho A.M. Woodward, The Coinage of Pertinax, The Numismatic Chronicle 1957, che resta ancora il Corpus sulla monetazione di questo usurpatore, anche se ormai vecchio e nel frattempo sono usciti nuovi esemplari e diversi nuovi conii.

Ripassando brevemente altri esemplari con questo rovescio, noto che generalmente ci sono altri conii, (il primo e l'ultimo credo corrisponda al conio 2 di Woodward). Ecco alcuni:

post-7204-0-40736700-1414280976_thumb.jp

post-7204-0-74319400-1414280985_thumb.jp

post-7204-0-40864400-1414280995_thumb.jp

post-7204-0-06606000-1414281004_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Questa risposta esula dal tema del post prettamente monetale , pero' penso sia utile una annotazione , anche per meglio inquadrare la figura storica di Pertinace .

Non credo che Pertinace possa essere definito un "usurpatore" nel nome classico del termine , in quanto alla morte di Commodo gli fu offerto l' Impero dal Prefetto del Pretorio , Leto , l'uccisore o mandante di Commodo , ma visto il suo non interesse all' Impero , fu portato a forza al Campo Pretoriano dove fu esortato a diventare Imperatore , promettendo da parte dei Pretoriani il loro aiuto dietro suo donativo ; fu comunque devotissimo al Senato , tanto da pensare in un primo momento di cedere il trono prima a Claudio Pompeiano , genero di Marco Aurelio e poi al nobile senatore Acilio Glabrione , che entrambi pero' rifiutarono ; vista la situazione ingarbugliata , Consoli e Magistrati si riunirono nella Curia e qui fu acclamato ufficialmente Imperatore .

Modificato da Legio II Italica
  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

La moneta di ACR appare effettivamente molto interessante, di bello stile e toccata molto poco, quasi per nulla. Sembra esserci ancora della terra appiccicata, d'altronde monete in questa conservazione non hanno bisogno di grandi interventi per essere apprezzate.

Qui è visionabile in 3D e ruotabile a piacimento:

http://www.studioskyline.com/clienti/bertolami/360/acr/asta12/0848.html

Modificato da cliff

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altegiovanni

Certo che da una foto normale al 3D c'è una bella differenza quasi da un bb a un spl.

la moneta mi sembra molto prossima all intonso con una bella patina. Davvero un bel pezzo!

Modificato da altegiovanni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

@@acraf, dici di non identificare il conio, quello del dritto è il primo dei quattro che hai postato. sono identici. non ti fissare sui peli ordinati e obliqui.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vitellio
dux-sab, il 26 Oct 2014 - 11:07, ha scritto:dux-sab, il 26 Oct 2014 - 11:07, ha scritto:dux-sab, il 26 Oct 2014 - 11:07, ha scritto:dux-sab, il 26 Oct 2014 - 11:07, ha scritto:

@@acraf, dici di non identificare il conio, quello del dritto è il primo dei quattro che hai postato. sono identici. non ti fissare sui peli ordinati e obliqui.

Ottima osservazione Dux, ma in realtà i coni sono quasi identici... <_<

E l'ultimo Art Coins è quasi identico (per conio) anche ad altri esemplari con coni identici ( tra di loro)... :blink:

Cordialmente, :)

Enrico

P.S. Aihaihaihaih !

Modificato da vitellio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

hai ragione la barba art parte più in basso. direi che la base è comune

poi siano state fatte modifiche.

per il rov. temo sarà una ricerca vana.

Modificato da dux-sab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vitellio

hai ragione la barba art parte più in basso. direi che la base è comune

poi siano state fatte modifiche.

...e, in maniera ancora più evidente, la troncatura estrema del busto nella parte dietro in basso, rispetto anche al nastro, anche la punta davanti ... e mille altre piccole cosette.

Enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Tugay Emin

Non sono riuscito a trovare un'altro sesterzio dello stesso conio , per poter stabilire un confronto.Uno che per vari dettagli che si avvicina di più e ACR dic. 2012. Ma non è lo stesso conio. post-32214-0-45397600-1414324691_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Tugay Emin

A volte una foto ad alta risoluzione , esalta i dettagli facendo apprezzare di più una moneta. Il post n'è è la prova. post-32214-0-79254700-1414325288_thumb.p

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Tugay Emin

Avevo qualche perplessità sulla barba di questo sesterzio . Con l'ingrandimento della foto in alta risoluzione , sono svanite . Si vede perfettamente che la barba e quella e che non ha subito alterazioni , come si evince da questo meraviglioso post. Gran bella moneta. post-32214-0-03700200-1414326083_thumb.p

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cliff

Ottima osservazione Dux, ma in realtà i coni sono quasi identici... <_<

E l'ultimo Art Coins è quasi identico (per conio) anche ad altri esemplari con coni identici ( tra di loro)... :blink:

Cordialmente, :)

Enrico

P.S. Aihaihaihaih !

Enrico intendi dire che anche qui, ahimè, non ci sarebbe da stare tranquilli? :shok:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

friggillo

Salve Acraf mi ha indicato Gionny che avevi pubblicato il Pertin..la moneta è fantastica direi un dei pezzo pruff riscontrati da Pertin..pero il mio occhio maledetto mi va dritto è sempre sulle ciocche della barba sotto il labbro inferiore..non lo vedo naturale ....peró vedendo la Patina naturale con parti incrostate mi mi chiedo: come puó succedere questa stranezza??ipotesi se fosse ritoccato solo quella parte direi a mio pare impossibile perchè la patina e l incrostazione e molto uniforme ,peró mi richiedo é se fosse migliorato e poi ripatinato per unuformizzarlo ?mi rispondo se oggi si ruesce a fare qualcosa di simile io ritengo é come trocare un antitodo cintro il cancro... Concludo dicendoti che il pezzo é superrrr ma non mi trovo una risposta sulla mia incertezza ...ma lo vedro di presenza e ci proveró...

Nella prossima asta ArtCoins compare questo sesterzio di Pertinace, che appare interessante.

Non solo è apparentemente non ripulito, nel senso che non appare ritoccato nè bulinato:

PERTINAX Sest RIC14 ArtCoins 12_2014_848 19,81 33 7.jpg

Mi ha solo colpito il particolare stile, molto morbido, e la forma della barba, con peli ordinatamente disposti su due piani. Sembra un buon stile, ma non sono riuscito a identificare il conio. Purtroppo non ho A.M. Woodward, The Coinage of Pertinax, The Numismatic Chronicle 1957, che resta ancora il Corpus sulla monetazione di questo usurpatore, anche se ormai vecchio e nel frattempo sono usciti nuovi esemplari e diversi nuovi conii.

Ripassando brevemente altri esemplari con questo rovescio, noto che generalmente ci sono altri conii, (il primo e l'ultimo credo corrisponda al conio 2 di Woodward). Ecco alcuni:

PERTINAX sest RIC 14 ArtCoins 6_2012_1016 28,07 33 12.jpg

PERTINAX sest RIC 14 NAC 51_2009_342 26,76.jpg

PERTINAX sest ROC 14 Stacks 28_iv_2010_453 27,19.jpg

PERTINAX sest RIC 14 Heritage 3016_2012_23160 25,26 31 6.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

friggillo

Wowowow superrr Gionny thanks for all..

Avevo qualche perplessità sulla barba di questo sesterzio . Con l'ingrandimento della foto in alta risoluzione , sono svanite . Si vede perfettamente che la barba e quella e che non ha subito alterazioni , come si evince da questo meraviglioso post. Gran bella moneta. Barba.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Innanzi tutto un grande grazie a gionnysicily per la collaborazione e per avere scovato la foto ad alta definizione.

Noto che pure altri avevano manifestato una certa perplessità di fronte alla foto a bassa definizione di ArtCoins ed è una ennesima importanza di avere almeno una foto ad alta definizione e con buona luce.

Se si osservano le immagini nel post #10 fa impressione come certi dettagli siano diversi.

Ad esempio la barba di Pertinace assume un aspetto conforme solo con l'immagine ad alta definizione, come nel post #11.

Non credo a questo punto di formulare seri dubbi di autenticità e anzi bisogna asserire che si tratta di una gran bella moneta.

Tuttavia, se vogliamo essere pignoli, sorprende come si possa produrre punzoni del conio del diritto (al momento lasciamo stare il conio del rovescio, che è molto più variabile) che siano quasi identici fra loro.

Mi scuso per avere frettolosamente definito Pertinace come un usurpatore, quando invece è un imperatore ufficiale, successore di Commodo dopo il suo assassinio. Fu imperatore dal 1° gennaio 193 al 28 marzo 193 e quindi per quasi 3 mesi. Fu pure lui assassinato e la carica imperiale assunta dal ricchissimo Didio Giuliano (che poteva meglio pagare i pretoriani….)

Quindi Pertinace, durante il suo breve regno, potè usufruire della zecca ufficiale di Roma e di ottimi incisori.

A questo punto si pone il problema di capire come vennero prodotti i punzoni, che appaiono così simili fra loro, ma non perfettamente identici, oltre ad altri punzoni che appaiono diversi. Presto cercherò il lavoro di Woodward e di postare le sue pagine, come punto di partenza per studiare insieme le monete di Pertinace.

Dal momento che la zecca di Roma lavorò per Pertinace in un arco di tempo un poco inferiore a soli 3 mesi, sarebbe utile cercare di capire come si organizzò e come procedette alla produzione dei conii, con una tecnica quasi industriale.

E' possibile che l'artista sia partito da una matrice che possa avere prodotto un certo numero di punzoni molto simili fra loro.

Proviamo a capirci qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Intanto aggiungo l'immagine del sesterzio di questa emissione che sta al British Museum (questo almeno sicuramente autentico e immesso nel medagliere nel 1872):

post-7204-0-60763700-1414349034_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sliv77

@@acraf

posso sapere il peso dell'esemplare del BM??

Quello del british museum dovrebbe essere il Bmc 37 del peso di 28,94 gg.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

franco obetto

quasi 29 grammi.....quasi 10 grammi di differenza..... :pardon:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

quasi 29 grammi.....quasi 10 grammi di differenza..... :pardon:

È in più sembrerebbe avere una patina ben diversa, più leggera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

esulando un momento dalla discussione attuale ma restando su Pertinax, vi posso chiedere se a vs. avviso questi dritti sono dello stesso conio?

post-3754-0-86826300-1414357431_thumb.jp

Pertinax (AD 193). Orichalcum sestertius (25.20 gm). Rome, January-March AD 193. IMP CAES P HELV PERTINAX AVG, laureate head of Pertinax right / AEQVIT AVG T-R P COS II S-C, Aequitas standing left, holding balance scales and cornucopiae. RIC 14. Rare. Even dark brown patina. Very fine. From the Wayne C. Phillips Collection of Sestertii. Ex CNG Mail Bid Sale 84 (5 May 2010), lot 1056.

http://www.acsearch.info/search.html?id=1176271

vs

Pertinax. 193 AD. Sestertius, 22.64g. (h). Rome. Obv: IMP CAES P HELV - PERTINAX AVG Head laureate right. Rx: [AEQVI]T AVG - TR P COS II S - C Aequitas standing left holding scales and cornucopia. BM 37. Cohen 5 (150 Fr.). RIC 14 (R2). Woodward, Coinage of Pertinax, Num. Chron. 1957, pl. XI.2 (same obverse die). Worn, but with clear portrait and obverse legend and excellent, uncorroded surfaces. Fine.
Ex Spink, July 2000, Collection G. Powell, lot 1410 .

http://www.acsearch.info/search.html?id=977985

Se la risposta è affermativa, come si motiva la differenza della "E" di "HELV" tra i due esemplari?

Tralascio i rovesci, della stessa tipologia ma dissimili tra loro (al caso reputerei che sia stato sostituito il conio di rovescio).

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

friggillo

Salve a tutti dopo la foto di alta risoluzione di Gionny io ritengo che la moneta butta sangue cioe Genuina ..ne sono più che convinto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

babelone

Moneta che trasuda di autenticità,con patina naturale, intatta e spessa come si può notare dai punti da me evidenziati.

Saluti

Babelone

post-33272-0-44506300-1414364720_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Quello del british museum dovrebbe essere il Bmc 37 del peso di 28,94 gg.

Giusto. Io, quando incollo in un post una immagine, metto generalmente nel titolo del file, che si evidenzia cliccando sull'immagine e ingrandendola, il riferimento completo della moneta, incluso anche il peso (l'ultimo numero, con virgola).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×