Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
palpi62

PESO VENEZIA?

Risposte migliori

palpi62

Buongiorno vi posto questo peso, grammi 15,54, mi sembra di vedere il leone di Venezia, ma non corrisponde a quello che c'è scritto, 1 o[ncia]

Sapete classificarlo?

Grazie

post-12140-0-23129600-1414312806_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona Domenica

Molto interessante. Sul fatto che il marchio del leone si riferisca a quello veneziano, io non ho dubbi.

Tu dici 1 o(ncia) e se così fosse, il peso di gr. 15,54 non ci stà ....

Partiamo dalla marca in uso a Venezia (gr. 238,49936)

che era pari a 2 libbre (una libbra era pari a gr. 119,2495)

che era pari a 12 once.

Quindi 119,2495 : 12 = 9,93745....

Evidentemente l'indicazione ci porta altrove... bisogna trovare dove.

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nakona

Provo anch'io a dare un piccolo contributo che però non aggiunge nulla di nuovo all'individuazione del bel pezzo di Palpi.

A Venezia si usavano due pesi: la libbra grossa, per la maggior parte delle merci (metalli, lana, cotone, uva passa, olio, ecc.) ed una sottile (droghe, sapone, caffè, zucchero, riso, burro, ecc.)

libra grossa gr. 476,999 che dà un oncia di gr. 39,750

libbra sottile gr. 301,2297 che dà un oncia di 25,102475

Per l'oro, l'argento e le gioie si usava il marco di 8 once (pari a mezza libbra grossa) di gr. 238,49936. L'oncia di marco era quindi di 29,81242 gr.

Il tutto, purtroppo molto diverso dai 15,54 grammi del peso di Palpi che pesa un pò più di mezza oncia di marco.

Modificato da Nakona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nakona

Se invece di 1 o(ncia) si leggesse 10?

Bisognerebbe escludere comunque 10 denari, ma si potrebbe indagare tra le monete con peso legale intorno ai gr. 1,5. L'unica moneta che si adatterebbe con qualche verosimiglianza è il mezzo zecchino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Se invece di 1 o(ncia) si leggesse 10?

Bisognerebbe escludere comunque 10 denari, ma si potrebbe indagare tra le monete con peso legale intorno ai gr. 1,5. L'unica moneta che si adatterebbe con qualche verosimiglianza è il mezzo zecchino.

Buona Domenica

Credo che si riferisca a qualche altro controvalore, che non conosco. :pleasantry:

saluto

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

e se invece fosse proprio un'oncia ma non un peso monetale?

Che ne so, una qualche tessera per il controvalore di un'oncia di qualcosa. Ufficiale, data la presenza del leone in moecha assolutamente verosimile, quindi penserei a qualche tipo di merce regolata dal governo stesso.

Il materiale, peraltro, mi pare piombo anziché rame o bronzo, quindi più suscettibile a variazioni di peso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

e se invece fosse proprio un'oncia ma non un peso monetale?

Che ne so, una qualche tessera per il controvalore di un'oncia di qualcosa. Ufficiale, data la presenza del leone in moecha assolutamente verosimile, quindi penserei a qualche tipo di merce regolata dal governo stesso.

Il materiale, peraltro, mi pare piombo anziché rame o bronzo, quindi più suscettibile a variazioni di peso.

Buona giornata

allora "scompiglio" le ipotesi ..... :pleasantry:

Una semplice tessera per il ritiro di una merce e/o derrata; una unità di qualche cosa che iniziava per "O", con un peso che non significava alcun controvalore, potrebbe essere?

Conosciamo le tessere per il ritiro dell'olio, monetiforme, emesse dalla Ternaria, giustificate dal valore che l'olio aveva, ma forse ce n'erano di altri tipi, riferite a merci non altrettanto costose....

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nakona

Le striature molto evidenti sono i segni lasciati da una grossa lima. Sono le tipiche tracce di un meticoloso lavoro di aggiustamento del peso. Tutti i pesi monetali ne portano le tracce specialmente al rovescio.

Le tessere invece, di solito venivano coniate o, al limite, fuse e presentano rilevanti variazioni di peso tra un esemplare e l'altro, proprio perchè questo aspetto per la loro funzione era irrilevante.

L'aspetto generale, a mio parere, è quello di un peso e non di una contromarca. L'atipicità ponderale, però mi disorienta.

Saluti cordiali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

palpi62

@@gigetto13 tengo a precisare che il peso è in bronzo, per ora grazie a tutti, la ricerca continua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gzav

Buona giornata

allora "scompiglio" le ipotesi ..... :pleasantry:

Una semplice tessera per il ritiro di una merce e/o derrata; una unità di qualche cosa che iniziava per "O", con un peso che non significava alcun controvalore, potrebbe essere?

Conosciamo le tessere per il ritiro dell'olio, monetiforme, emesse dalla Ternaria, giustificate dal valore che l'olio aveva, ma forse ce n'erano di altri tipi, riferite a merci non altrettanto costose....

saluti

luciano

Veramente non si tratta di 10, ma di 70 (soldi). E' un peso per il mezzo scudo della croce veneziano.

Saluti Gzav

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Veramente non si tratta di 10, ma di 70 (soldi). E' un peso per il mezzo scudo della croce veneziano.

Saluti Gzav

Buona giornata

Bravo @@gzav, hai saputo vedere al di la delle apparenze.

Non 10, ma 70 .... e il "conto torna"

Complimenti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nakona

Complimenti @@gzav! Ora il conto torna. Meriti un mi piace anche da parte mia.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gzav

@@gzav quindi databile XVII secolo ? è comune? Grazie

Direi fine XVII inizio XVIII. Tutti quei pesi sono abbastanza rari. ne ho di simili pagati tra i 50 e 80 euro. Questo però è più sui 50 a causa della modesta conservazione.

Saluti Gzav

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

palpi62

Direi fine XVII inizio XVIII. Tutti quei pesi sono abbastanza rari. ne ho di simili pagati tra i 50 e 80 euro. Questo però è più sui 50 a causa della modesta conservazione.

Saluti Gzav

Grazie, molto gentile.

Cari saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Direi fine XVII inizio XVIII. Tutti quei pesi sono abbastanza rari. ne ho di simili pagati tra i 50 e 80 euro. Questo però è più sui 50 a causa della modesta conservazione.

Saluti Gzav

Buona serata

Di questa forma è il primo che vedo e se anche in modesta conservazione, ti confesso che mi piace :pardon:

Se vorrai postarci qualcuno dei tuoi, sarebbe interessante ...... pensaci!

Grazie e saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×