Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
francesco77

Medaglia inedita borbonica del 1826 G.B.Quadri

Risposte migliori

francesco77

Facciamo così: posto la foto della medaglia e di un link di Wikipedia, voglio vedere se qualcuno di voi è interessato a farci un articolo. Considerate che questa medaglia è stata di recente snobbata perchè la persona che la visionò la giudicò non napoletana, secondo lui il dott. Giovanni Battista Quadri era un personaggio illustre esclusivamente vicentino e quindi non rientrante nell'interesse delle medaglie napoletane. Invece io dico che oltre ad essere napoletana è anche borbonica, guardate dove visse ed insegnò questo grande chirurgo e docente del passato, e soprattutto, chi gli dedicò la medaglia e in che anno. L'esemplare qui allegato è in piombo e venne pubblicato per la prima volta negli studi del Bovi nel 1961 e non fa parte della serie ufficiale degli uomini illustri del Regno delle Due Sicilie coniata a partire dal 1830 nelle officine di Lorenzo Taglioni ma la cosa interessante è che ha lo stesso diametro (mm. 40) e stesso incisore. 

Questa di Quadri è, per ciò che rappresenta nella storia del progresso medico partenopeo, una medaglia di grande importanza. 

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Battista_Quadri

post-8333-0-09476600-1420839394_thumb.jp

post-8333-0-04693300-1420839402_thumb.jp

post-8333-0-58798200-1420839425_thumb.jp

post-8333-0-98386400-1420839427_thumb.jp

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Qualche annetto dopo a quella del Cotugno.....uhmm, interessante :hi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Gli manca la scritta NEAP dopo Catenacci  .... e quella del Direttore Generale, ma per me è Borbonica.

Modificato da Rex Neap

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Qualche annetto dopo a quella del Cotugno.....uhmm, interessante :hi:

 

E sempre opus Vincenzo Catenacci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

E sempre opus Vincenzo Catenacci.

Bisogna solo individuare/stabilire se fu un coniazione Ufficiale .... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

providentiaoptimiprincipis

Facciamo così: posto la foto della medaglia e di un link di Wikipedia, voglio vedere se qualcuno di voi è interessato a farci un articolo.

Sono interessato ad ulteriori approfondimenti in privato

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michelangelo2

Interessante medaglia e per quanto riguarda la tipologia del dritto assomiglia alla serie degli uomini illustri del regno delle due sicilie.

Mi permetto solo di fare un osservazione, magari utile a chi si cimenterà in un articolo...

Se cataloghiamo le medaglie borboniche con rigore logico/scientifico... Dovremmo farlo anche per le medaglie degli uomini illustri del regno delle due sicilie... Ebbene, se scegliamo come criterio quello del luogo di nascita del personaggio... Usato per le medaglie degli uomini i illustri finora... Forse arriviamo alla conclusione che la medaglia per quanto napoletana non possa essere definita come "borbonica", considerati i natali del personaggio...

Che ne pensate?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Interessante medaglia e per quanto riguarda la tipologia del dritto assomiglia alla serie degli uomini illustri del regno delle due sicilie.

Mi permetto solo di fare un osservazione, magari utile a chi si cimenterà in un articolo...

Se cataloghiamo le medaglie borboniche con rigore logico/scientifico... Dovremmo farlo anche per le medaglie degli uomini illustri del regno delle due sicilie... Ebbene, se scegliamo come criterio quello del luogo di nascita del personaggio... Usato per le medaglie degli uomini i illustri finora... Forse arriviamo alla conclusione che la medaglia per quanto napoletana non possa essere definita come "borbonica", considerati i natali del personaggio...

Che ne pensate?

 

Ciao Michelangelo, la tua osservazione è condivisibile ma c'è anche un particolare importante da valutare: il committente, committente inteso non esclusivamente come persona fisica ma anche come istituzione, associazione, comunità, eccetera, tutte legate al governo ed alla casa reale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Sono interessato ad ulteriori approfondimenti in privato

Non capisco perchè rendere pubblico un qualcosa di cui si vuole parlarne in privato...........mah !!

 

Comunque questa è una medaglia coniata nel periodo antecedente a quella degli uomini illustri e venne concessa/conferita ad alcuni Allievi del Quadri.

Il problema, l'ho scritto ieri, è quello di stabilire se prima della data dell'entrata in vigore del regolamento in zecca (al quale tutti dovevano attenersi) per volere di S.M. sia una coniazione autorizzata o meno.

E' evidente che l'incisore di allora, il Catenacci ebbe il permesso di incidere la medaglia (anche perchè ai privati non era questo proibito)...ma dove venne coniata? dentro o fuori della zecca di Napoli ?

Dal lavoro del Bovi si evince che S.M. Francesco I di Borbone concesse il permesso di batterne esemplari in zecca.....ma quali ?

e perchè su questa, non c'è la firma del Direttore Generale ? ...eh....eheh...eh...

Ho ricordato che anche la medaglia del Cotugno (del 1824) ebbe più o meno la stessa sorte, ma lì troviamo la firma del De Rosa, perchè fu lui che ne ordinò la coniazione, dopo aver ricevuto logicamente il relativo permesso della carica sopra di lui, prima di arrivare a sua Maestà.

Adesso mi fermo, altrimenti scrivo l'articolo qui.

Modificato da Rex Neap
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Sono interessato ad ulteriori approfondimenti in privato

Non capisco perchè rendere pubblico un qualcosa di cui si vuole parlarne in privato...........mah !!

 

Comunque questa è una medaglia coniata nel periodo antecedente a quella degli uomini illustri e venne concessa/conferita ad alcuni Allievi del Quadri.

Il problema, l'ho scritto ieri, è quello di stabilire se prima della data dell'entrata in vigore del regolamento in zecca (al quale tutti dovevano attenersi) per volere di S.M. sia una coniazione autorizzata o meno.

E' evidente che l'incisore di allora, il Catenacci ebbe il permesso di incidere la medaglia (anche perchè ai privati non era questo proibito)...ma dove venne coniata? dentro o fuori della zecca di Napoli ?

Dal lavoro del Bovi si evince che S.M. Francesco I di Borbone concesse il permesso di batterne esemplari in zecca.....ma quali ?

e perchè su questa, non c'è la firma del Direttore Generale ? ...eh....eheh...eh...

Ho ricordato che anche la medaglia del Cotugno (del 1824) ebbe più o meno la stessa sorte, ma lì troviamo la firma del De Rosa, perchè fu lui che ne ordinò la coniazione, dopo aver ricevuto logicamente il relativo permesso della carica sopra di lui, prima di arrivare a sua Maestà.

Adesso mi fermo, altrimenti scrivo l'articolo qui.

 

Ottimo!

Bravo Pietro, tutti quesiti su cui riflettere, .....

Caro Davide @@providentiaoptimiprincipis ........  ahahahah, ti sei fatto sgamare! Comunque hai fatto bene a prenotarti, poi vedi tu come gestire la cosa. Ti invierò via e-mail le foto della medaglia così se vorrai scrivere un articolo puoi farlo citando le fonti giuste, per quanto concerne altro materiale direi di concentrarti proprio sui punti riassunti da Pietro.  :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Buona Giornata @@francesco77 posso anch'io cimentarmi nello scrivere un articolo sulla stessa medaglia? o dato che già si è offerto @@providentiaoptimiprincipis sarà soltanto un clone privo di utilità?

 

Mi sembra un'ottima idea amico mio!

Facciamo così: dividersi non serve a nulla, io propongo a Davide e a te di scrivere un articolo a doppia firma. Con internet a disposizione le distanze (Sicilia-Campania) vengono azzerate, non è difficile scambiarsi una bozza di un articolo via e-mail ed arricchirlo poi con altre info e immagini, se siete d'accordo potrete mettervi in contatto, scrivere articoli a doppia firma è fondamentale per far nascere e coltivare nuove amicizie ed approfondire apprendendo gli uni dagli altri. 

@@Reficul @@incuso Se questo progettino di proporre articoli attraverso le discussioni dovesse funzionare potrò mettere a disposizione di tutti altri argomenti. Fatemi sapere.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

providentiaoptimiprincipis

Sono interessato ad ulteriori approfondimenti in privato

Non capisco perchè rendere pubblico un qualcosa di cui si vuole parlarne in privato...........mah !!

Non comprendo quello che dici. Non l'ho resa pubblica io la notizia e mi sono limitato a raccogliere l'offerta di un articolo. Ma forse, anche senza forse, do fastidio a qualcuno.

Ho chiesto di parlarne in privato perché evidentemente abbiamo modi di lavorare diversi, anche disponibilità di tempo diverse. Preferisco scrivere nero su bianco e pubblicare, aprendomi poi al dibattito di tutti, piuttosto che girare come una trottola senza pervenire ad un punto (almeno in pubblico).

Detto questo, se Francesco vuole, confermo la mia disponibilità a studiare il pezzo in oggetto, perché le cose non sono sempre bianche o nere e non ho espresso nessuna posizione riguardo alla medaglia. Confermo inoltre la mia massima apertura ad @@angel per scrivere a 4 mani. Non ho preclusioni verso nessuno, mai.

Cordialmente

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Non comprendo quello che dici. Non l'ho resa pubblica io la notizia e mi sono limitato a raccogliere l'offerta di un articolo. Ma forse, anche senza forse, do fastidio a qualcuno.

Ho chiesto di parlarne in privato perché evidentemente abbiamo modi di lavorare diversi, anche disponibilità di tempo diverse. Preferisco scrivere nero su bianco e pubblicare, aprendomi poi al dibattito di tutti, piuttosto che girare come una trottola senza pervenire ad un punto (almeno in pubblico).

Detto questo, se Francesco vuole, confermo la mia disponibilità a studiare il pezzo in oggetto, perché le cose non sono sempre bianche o nere e non ho espresso nessuna posizione riguardo alla medaglia. Confermo inoltre la mia massima apertura ad @@angel per scrivere a 4 mani. Non ho preclusioni verso nessuno, mai.

Cordialmente

Davide

 

Ok, approvato!

Ora vediamo cosa ne pensa @@angel  :good:

 

Comunque Rex Neap ha solo scritto una sua opinione e non un rimprovero, tranquillo, non preoccuparti. Non c'è motivo di prendersela. Io che lo conosco bene posso garantirti che voleva solo esprimere un pensiero ad alta voce. Nulla di più. Ora concentriamoci sull'articolo.

Modificato da francesco77

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Rispondo alla parte che indirettamente mi hai riservato.

Il  girare come una trottola, (come lo hai definiti e se riferito al sottoscritto) prima di mettere nero su bianco, se ne ho voglia, porto a far conoscere a tutti gli Utenti (anonimi compresi) un bel pò di notizie inedite che ci mettereste degli anni prima di scoprirle ...... la monetazione e la medaglistica del sud, non so se te ne sei reso conto, in questi ultimi tempi, sta facendo dei progressi da giganti e non certo grazie a chi scrive solo nero su bianco......ma soprattutto a chi scrive in questa sezione.......questo si definisce "discutere".

Sei libero di non farlo, (come noto che fai) ma il mio scopo è quello di preparare e rendere partecipi tutti a queste grosse novità.....non so se riesco a farmi capire.  

 

Buon lavoro.

Modificato da Rex Neap
  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

E' che sono un buono ........

La medaglia è Borbonica perchè tutte le medaglie coniate nella città di Napoli (con incisori partenopei), a partire dalla riforma monetaria del 1824, anche fuori della zecca, dovevano obbligatoriamente avere un autorizzazione Reale (a parte logicamente quelle ufficiali, cioè quelle coniate per ordine dei Sovrani Borbonici...sicuramente in zecca).

L'Autorizzazione era concessa per il tramite del Ministero degli Interni ed il Direttore Generale (all'epoca il De Rosa); queste erano rese necessarie perchè i conii dovevano essere sempre sottoposti al vaglio, in quanto potevano recare figure, simboli, segni e legende non convenienti per il governo Borbonico.

 

Ritornando alla medaglia in questione, il Bovi riporta che ci furono alcuni esemplari coniati nella zecca di Napoli.....ed è questo il nodo da sciogliere.

Modificato da Rex Neap
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angel

Buona Giornata @@providentiaoptimiprincipis @@francesco77 

Chiedo scusa se non ho risposto prima, ma adesso mi sono collegato.

Anch'io sono disponibile a collaborare; a tal fine allego questo ebook relativo allo storia di Giovanni Battista Quadri "Giovanni Battista Quadri - Ridar vita agli occhi perduti" che ho scaricato dal sito del Liceo di Vicenza a Lui dedicato. L'ebook è scaricabile a tale indirizzo  www.liceoquadri.gov.it/g-b-quadri/

Non riesco ad allegare il file perché molto grande, per cui inserisco l'indirizzo da dove l'ho scaricato.

E' un libro interessante che tratta sia la biografia del Quadri che la medaglia per lui coniata.

Resto in attesa di notizie su come collaborare e per il momento leggo il libro.

Grazie angel

  •  

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

E' che sono un buono ........

La medaglia è Borbonica perchè tutte le medaglie coniate nella città di Napoli (con incisori partenopei), a partire dalla riforma monetaria del 1824, anche fuori della zecca, dovevano obbligatoriamente avere un autorizzazione Reale (a parte logicamente quelle ufficiali, cioè quelle coniate per ordine dei Sovrani Borbonici...sicuramente in zecca).

L'Autorizzazione era concessa per il tramite del Ministero degli Interni ed il Direttore Generale (all'epoca il De Rosa); queste erano rese necessarie perchè i conii dovevano essere sempre sottoposti al vaglio, in quanto potevano recare figure, simboli, segni e legende non convenienti per il governo Borbonico.

 

Ritornando alla medaglia in questione, il Bovi riporta che ci furono alcuni esemplari coniati nella zecca di Napoli.....ed è questo il nodo da sciogliere.

@@francesco77 ... scusami, ma secondo quanto riportato dal Bovi se così fosse, è probabile che alcune di queste medaglie abbiano, oltre la firma dell'incisore, anche la firma del Direttore Generale ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×