Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
diodoro

Recente opera sulle monete della Zecca di Gela

Risposte migliori

diodoro

LE MONETE DELLA ZECCA DI GELA

print.png mail.png pdf.png

1420617000514.jpg

AUTORE: Giancarlo Alteri - Eleonora Giampiccolo

DATA DI PUBBLICAZIONE: 05/01/2015

PAGINE: 268

PREZZO: € 32,00

CODICE ISBN: 978-88-209-9452-5

CARTONATO

 Il volume bilingue (italiano-inglese) presenta le monete dell’antica città di Gela conservate sia al Museo Archeologico della città siciliana, sia presso il Medagliere della Biblioteca Apostolica Vaticana. “2700 anni di Storia raccontati attraverso l’immenso patrimonio monetario della zecca di Gela, conservato nel Museo della Città” riassume nella prefazione il sindaco di Gela, che intende trasmettere ai più giovani la consapevolezza di vivere in una città straordinaria, nella quale ogni angolo evoca gli echi del tempo, e ogni traccia ritrovata rappresenta il segno di un sapere profondo”. Il catalogo delle monete è preceduto dal Prologo “Elegia delle Mura” firmato da Giovanni Chiaramonte, fotografo di fama internazionale. Dopo un’introduzione sulla storia della città, a partire dalla sua fondazione fino alla sua distruzione nel 282 a.C., segue il catalogo vero e proprio in cui sono elencate le monete emesse dall’antica città di Gela durante il periodo greco e conservate presso il Museo Archeologico della città. Completa il volume un’appendice con una breve storia del Medagliere della Biblioteca Vaticana, che precede il catalogo delle diciotto monete dell’antica Gela conservate in Vaticano, tra cui figurano esemplari non presenti nella collezione di Gela.

Giancarlo Alteri, già Conservatore del Medagliere della Biblioteca Apostolica Vaticana, attualmente capo del Gabinetto del Medagliere Ambrosiano;

Eleonora Giampiccolo, responsabile del Medagliere della Biblioteca Apostolica Vaticana.

 

post-26261-0-70946000-1427626999.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Grazie per la segnalazione.

Interessante il "matrimonio" tra il medagliere del museo archeologico di Gela e quello della Biblioteca vaticana. Sicuramente la frazione proveniente dal museo di Gela è molto più cospicua di quella del Vaticano e sono molto curioso di vedere il catalogo con le foto.

In ogni caso la classificazione delle monete di Gela dovrebbe essere agevolata dal Corpus sulle monete di Gela, redatto da Jemkins nel 1970, il quale aveva visto le monete sia nel museo di Gela sia nel Vaticano....

Magari è più impegnativo fare volumi su zecche che attendono ancora una sistematica classificazione. Ad esempio Akragas.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

ciao Diodoro, grazie per la segnalazione.

 

Hai avuto occasione di sfogliarlo? 

 

grazie

 

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

diodoro

ciao Diodoro, grazie per la segnalazione.

 

Hai avuto occasione di sfogliarlo? 

 

grazie

 

skuby

Non ancora, appena ordinato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

coinzh

come sono le foto e quante sono (domanda per chi l'ha già consultato) ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Finalmente sono riuscito ad acquistarlo. Per averlo bisogna contattare l'Ufficio Commerciale dela libreria Vaticana:

 

commerciale@lev.va

 

Come al solito, un bel libro sul piano grafico, completamente bilingue italiano-inglese, anche se le foto non appaiono all'altezza. C'è pure una bella galleria fotografica delle rovine di Gela a cura di un famoso fotografo, eppure le foto non appaiono bilanciate sul bianco e c'è una dominante tonalità verso l'ocra (un pò triste...)

Ottima la parte storica, con molti dettagli.

Le schede delle monete del Museo di Gela al solito sono approssimative e solo una parte delle monete è illustrata (a buon ingrandimento, ma non di grande qualità). I didrammi con cavaliere sono abbastanza numerosi, ma raggruppati in base alla posizione della leggenda e mancano più precisi riferimenti al Jenkins.

Migliori sono le schede degli esemplari del Vaticano, anche se noto che non sono riportati tutti gli esemplari di questa zecca presso questo medagliere, ma solo i più rappresentativi (anche se in buona parte).

Questo secondo catalogo è preceduto da una bella storia della formazione del medagliere Vaticano. con efficaci descrizioni del saccheggio operato dalle truppe napoleoniche (e quasi nessuna moneta fu più restituita da Parigi, per la solita e ovvia carenza di documentazione vaticana sulle proprie monete: "Come fai a dimostrare che è proprio la tua...?").

 

Il libro non è molto caro, € 32 (anche se al prezzo bisogna aggiungere le spese di spedizione, generalmente in contrassegno), e in fondo vale la pena di averlo, almeno per la storia della zecca e del medagliere vaticano.

 

post-7204-0-20952900-1437393613_thumb.jp

un esempio di pagina di storia, con la particolare resa bilingue.

 

post-7204-0-74092800-1437393645_thumb.jp

scheda di un tetras dal Museo di Gela

 

post-7204-0-63880600-1437393731_thumb.jp

scheda di un tetradramma dal Medagliere Vaticano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MAP

ciao a tutti.

 

approfitto di questo post per sapere una bibliografia delle opere pubblicate dalla dott.ssa Eleonora Giampiccolo, neo direttrice del medagliere vaticano.

 

saluti.

 

maria a.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Non conosco tutta la bibliografia pubblicata dalla Giampiccolo, che comunque, anche per la sua giovane età, non dovrebbe essere nutrita.

Una indicazione l'ho trovata nella libreria dell'ANS:

 

American Numismatic Society Library catalog › Results of search for 'kw,wrdl: Giampiccolo.pdf

 

Non posso sapere tutti i retroscena, ma ritengo che il vero punto di forza di questa ragazza sia il master ottenuto negli USA, con perfetta conoscenza dell'inglese.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MAP

Grazie @@acraf.

 

In effetti data la sua giovane età la produzione bibliografica non è tantissima.

mi piacerebbe conoscere in dettaglio i modi di assunzione in Vaticano. Per concorso o cooptazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

mi piacerebbe conoscere in dettaglio i modi di assunzione in Vaticano. Per concorso o cooptazione?

 

Diciamo che uno zio prete aiuta, se poi hai uno zio cardinale...ancora meglio!  ;) :pardon:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Polemarco

La battuta è ripresa da don Pizarro di Guzzanti.

"C'ha ragione mi fijo, stamo ancora ar medioevo"

Modificato da Polemarco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Grazie @@acraf.

In effetti data la sua giovane età la produzione bibliografica non è tantissima.

mi piacerebbe conoscere in dettaglio i modi di assunzione in Vaticano. Per concorso o cooptazione?

Il Vaticano e' uno stato indipendente e sovrano. Non valgono i concorsi come in Italia . Generalmente danno grande spazio alla professionalita' e bon hanno paura di mandare avanti i giovani se valgono. Chiaramente e' importanti farsi conoscere e conoscere i responsabili delle strutture...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Per certi versi il Vaticano e' uno stato di derivazione medioevale con un sovrano assoluto dotato di poteri amplissimi che e' il Papa. Per altri versi ha pero' delle eccellenze e delle strutture che funzionano che l'Italia si sogna come la Biblioteca Vaticana ricchissima ed efficientissima e i Musei Vaticani che funzionano come un orologio svizzero.

Quello che e' successo a Pompei ieri con un'assemblea sindacale selvaggia senza preavviso dei custodi che ha lasciato migliaia di turisti in coda al sole non e' mai successo ai musei vaticani.

Poi per carita' possiamo criticare ampiamente metodi, scelte criteri, atteggiamenti etc.a non sinpuo' dire - differenza di quanto accade da noi - che le cose non funzionino...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Polemarco

Ha ragione numa, lo Stato è di matrice medievale ma funziona.

Accidenti se funziona.

Concorso o non corcorso, eta giovane o non giovane, deve essere necessariamente in gamba.

Modificato da Polemarco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Avete mai provato le poste Vaticane ?

Sono efficientissime eppure dovrebbero usare gli stessi canali di quelle italiane. ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Il libro l'ho ricevuto due giorni dopo l'ordine e il pacco, in contrassegno, era quello delle Poste italiane.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×