Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Ice80

Rarità e non

Risposte migliori

Ice80

Non è molto tempo che mi sono appassionato a questo mondo e per tanto ho ancora molti dubbi e curiosità. Analizzando i cataloghi di monete mi incuriosisce il collegamento tra rarità, tiratura e valore. Mi sono appassionato principalmente per il periodo di V.E.II. Mi chiedo come mai una moneta con di quasi 4 milioni come ad esempio 1 lira Valore del 1863 Torino è classificata R3 e un 5 lire del 1877 di poco più di 4 milioni di esemplari è classificata C? Oppure perchè la 5 lire 1873 Roma R3 con 16.540 esemplari ha la stessa rarità della 1 lira Valore del 1863 Torino r3 anch'essa con quasi 4 milioni appunto? 

Grazie mille per le risposte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pietromoney

Il grado di rarita' non è legato al numero di pezzi coniati (tiratura) bensì alla reperibilità di quella determinata moneta sul mercato.

I motivi possono essere tanti.....tesaurizzazione, ritiro dalla circolazione, scarse apparizioni nelle aste, etc etc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Saturno

Posso aggiungere come possibile motivo, il fatto che le monete di valore più basso, come 1 lira, 2 lire o 50 centesimi, hanno avuto una circolazione maggiore che non quelle da 5 lire, che probabilmente venivano anche tesaurizzate. Credo che anche per questo motivo sia più facile trovare scudi in fdc e non le monete di taglio inferiore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prtgzn

Sicuramente come dice pietromoney, la rarità non è data solo dal numero di pezzi coniati, ma da altri fattori. Se di una moneta sono stati coniati 4 milioni di pezzi, ma ne sono stati ritirati 3.999.999 è ovvio che quella moneta diventa rarissima. Se una moneta non appare mai nel mercato ed è ricercata, mindipendentemente dal numero è rara. La rarità è sempre data dal semplice rapporto DOMANDA/OFFERTA. Anche il grado di conservazione determina la rarità: è più raro un fdc che non un bb, però in questo caso cambiano anche di molto i prezzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

azaad
Supporter

poi esiste anche l'imponderabile, del tipo che alcuni dati potrebvero non essere corretti.

oltre al caso citato sopra vi è anche quello del 2 lire. Il tipo stemma, coniato in relativamentr pochi esemplari è più comune del tipo valore, coniato in numero 5 volte maggiori.

In questi casi particolari io ho molto dubbi sulle tirature... a torino potrebbero aver fatto casino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×