Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
ARES III

Parere

Ho cercato nel Forrer  (Keltische Numismatik der Rhein-und Donaulande, 1908) ma questa alla figura 223 mosta una moneta diversa, che poi non mi sembra presente testo. Mi sto sbagliando?

post-35490-0-14842900-1429183213_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dovrebbe essere questa alla n. 223. Aravisci-Eravisci.

post-35490-0-27367000-1429183625_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora, giunto a casa dal lavoro ho dato un'occhiata al Forrer (la riedizione del 1968, ampliata dal Castelin, in due volumi).

 

Avevo un dubbio dato che, come spesso accade ai germanofoni quando si occupano di materie umanistiche, l'autore ha un approccio particolarmente perverso nel gestire le numerazioni: le illustrazioni sono sì numerate, ma a loro volta portano dei richiami numerati (ovviamente utilizzando altri numeri) al testo, in cui i suddetti richiami sono riportati al margine.

 

Tutte le illustrazioni nel testo sono poi riportate nelle tavole (quale quella che hai postato), ovviamente con un ordine diverso e non consequanziale, raggruppate in insiemi coerenti.

 

Insomma, per farla breve, il riferimento a margine 223 porta ad altre illustrazioni che nulla hanno a che vedere con gli Eravisci (si tratta di imitazioni di Filippo II).

 

A quel punto mi sono controllato tutte le imitazioni di denario romano (non solo degli Eravisci), volume aggiuntivo compreso, e non ho trovato nulla.

 

Morale: o siamo rincoglioniti in due, o il riferimento é stato messo a casaccio, come spesso accade (specie citando Forrer e Desseffwyi, dato che non sono poi così diffusi).

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa tipologia mi sembra di averla già vista in qualche asta, ma non ricordo quale. Qualcuno si ricorda?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, con quelle lettere non me la ricordo proprio. Peccato che sia incusa, un tipo interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Roman Republic L. Thorius Balbus. Denarius. Head of Juno Sospita r., wearing goat skin; behind, I.S·M·R. Rev. Same type Incuse (brockage). Babelon Thoria 1. Sydenham 598. Crawford 316/1.

Cfr: http://www.acsearch.info/search.html?term=Thorius+balbus+brockage&category=1-2&en=1&de=1&fr=1&it=1&es=1&ot=1&images=1&currency=usd&order=0&company=

Original Rev. Bull butting r.; above, letter and below, L·THORIVS. In exergue BALBUS

Modificato da tremissis
Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ergo con i "Celti del Danubio" non ha nulla a che fare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rauch ecco dove. Grazie a @@tremissis e a @g.aulisio .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?