Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Afranio_Burro

Suonatori di armonica

Buongiorno e buon venerdì!

 

Come tutti, ho diversi interessi al di fuori della mia vita di studente universitario. Tra questi, uno dei principali è senza dubbio la musica. Mi piace ascoltarla, mi piace cantare (niente di impegnativo, giusto in macchina, sotto la doccia o quando cucino :D), e devo dire che mi piace molto suonare. Strimpello il pianoforte e sto cercando, non senza difficoltà, di tirar fuori qualcosa di decente dalla quena (un flauto peruviano). Ora, l' altro giorno i miei mi hanno regalato un altro strumento che avevo in mente di provare da diverso tempo: si tratta di un' armonica a bocca, precisamente di una Hohner Special 20 in chiave di Do. Ora, non ho idea di come iniziare.. Ho fatto una velocissima ricerca su internet (poi approfondirò) e ho già visto che esistono diverse scuole e diversi metodi di apprendimento. Quello che vorrei sapere è: ci sono sul forum altri suonatori di armonica che sappiano magari consigliarmi qualche sito/libro/videocorso/tecnica ecc ecc? Qualcuno con cui potermi confrontare e che magari, col tempo, possa anche passarmi qualche tablatura? E poi, perché no, se gli appassionati sono diversi, potremmo aprire una vera e propria discussione dedicata a questo strumento cosi affascinante e "poliedrico"!

 

In attesa di risposte, e sperando di trovare molti altri appassionati, auguro a tutti un buon inizio di week-end

 

Afranio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ho imparato a suonare l'armonica da autodidatta, quindi non posso aiutarti. Suonavo ad orecchio, magari aiutato dal fatto che strimpellavo le tastiere, con cui scrivevo canzoni.

le mie più grandi performance da armonicista? Nei bagni dell'università o per qualche ragazza :D

 

lustri e lustri fa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro @@Afranio_Burro da appassionato di Blues, sebbene il mio strumento principale sia la chitarra, ho quasi per forza di cose imparato a tirar fuori qualcosa di gradevole dall'armonica. Non pretendo di essere un Armonicista, però diciamo che qualcosina lo so....Per prima cosa bisogna distinguere tra i due principali di armoniche: diatoniche e cromatiche.

 

Diatonica: è la tua armonica, in pratica se suonata solamente aspirando o soffiando produce solamente le note di una determinata scala (nel tuo caso C). Anche se suonata "a caso" non risulta eccessivamente sgradevole, in quanto è impossibile andare fuori tonalità. E' la classica armonica da Blues.

Cromatica: In pratica è l'armonica "alla Stevie Wonder", quella con il tastino di lato, che permette di suonare tutte le note. in pratica è come avere due armoniche diatoniche una sopra l'altra, una in C e l'altra in C#. L'armonica che suonerai a tasto alzato è quella in C, a tasto abbassato suonerai quella in C#: in pratica pigiando il tasto alzerai tutte le note di un semitono. E' l'armonica più complessa da suonare, impiegata solitamente per il jazz o per colonne sonore.

 

Per imparare ti consiglio innanzitutto di allenarti a soffiare-aspirare in ordini e a ritmi diversi, anche sempre sullo stesso foro agli inizi. Penso sia un esercizio importante per imparare la respirazione e a non suonare i fori che non ti servono (per questo ti consiglio un'apertura stretta delle labbra, a O, non come se stessi mangiando un panino :crazy: ). Poi puoi iniziare a imparare qualche pezzo semplice, magari da tutorial su youtube e/o da tab. E poi arriva il difficile...il bending. In pratica si tratta di far produrre alla diatonica le note per la quale non è stata pensata, facendo rallentare la frequenza di vibrazione delle ance piegando la lingua in vari modi e quindi creando diverse "correnti" d'aria nella bocca. In questo modo si possono fare alterazioni lievissime (anche 1/4 di tono!!) o più decise, sempre però abbassando la nota di partenza. Si tratta in pratica del contrario del bending chitarristico (che alza la nota di partenza), in pratica potrai passare ad esempio da un Re a un Do.

 

Io avevo preso anche un metodo, veramente ben fatto, ad opera di Paolo Bonfanti (due volumetti con audiocassetta) però non so se attualmente sia ancora in commercio...ad ogni modo su youtube trovi dei tutorial ottimi.

 

Antonio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro @@Afranio_Burro da appassionato di Blues, sebbene il mio strumento principale sia la chitarra, ho quasi per forza di cose imparato a tirar fuori qualcosa di gradevole dall'armonica. Non pretendo di essere un Armonicista, però diciamo che qualcosina lo so....Per prima cosa bisogna distinguere tra i due principali di armoniche: diatoniche e cromatiche.

 

Diatonica: è la tua armonica, in pratica se suonata solamente aspirando o soffiando produce solamente le note di una determinata scala (nel tuo caso C). Anche se suonata "a caso" non risulta eccessivamente sgradevole, in quanto è impossibile andare fuori tonalità. E' la classica armonica da Blues.

Cromatica: In pratica è l'armonica "alla Stevie Wonder", quella con il tastino di lato, che permette di suonare tutte le note. in pratica è come avere due armoniche diatoniche una sopra l'altra, una in C e l'altra in C#. L'armonica che suonerai a tasto alzato è quella in C, a tasto abbassato suonerai quella in C#: in pratica pigiando il tasto alzerai tutte le note di un semitono. E' l'armonica più complessa da suonare, impiegata solitamente per il jazz o per colonne sonore.

 

Per imparare ti consiglio innanzitutto di allenarti a soffiare-aspirare in ordini e a ritmi diversi, anche sempre sullo stesso foro agli inizi. Penso sia un esercizio importante per imparare la respirazione e a non suonare i fori che non ti servono (per questo ti consiglio un'apertura stretta delle labbra, a O, non come se stessi mangiando un panino :crazy: ). Poi puoi iniziare a imparare qualche pezzo semplice, magari da tutorial su youtube e/o da tab. E poi arriva il difficile...il bending. In pratica si tratta di far produrre alla diatonica le note per la quale non è stata pensata, facendo rallentare la frequenza di vibrazione delle ance piegando la lingua in vari modi e quindi creando diverse "correnti" d'aria nella bocca. In questo modo si possono fare alterazioni lievissime (anche 1/4 di tono!!) o più decise, sempre però abbassando la nota di partenza. Si tratta in pratica del contrario del bending chitarristico (che alza la nota di partenza), in pratica potrai passare ad esempio da un Re a un Do.

 

Io avevo preso anche un metodo, veramente ben fatto, ad opera di Paolo Bonfanti (due volumetti con audiocassetta) però non so se attualmente sia ancora in commercio...ad ogni modo su youtube trovi dei tutorial ottimi.

 

Antonio

 

ti ringrazio! cercherò l' operetta di Bonfanti e nel frattempo continuerò a vedere su youtube... una cosa gratis non guasta mai :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?