Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
fabietto83

monete fuse lll-lV secolo d.C

Inviato (modificato)

salve ragazzi stavo leggendo il libro di Adriano Savio "monete romane" e appunto scrive che per la crisi economica di questo periodo in alcune provincie  usarono la tecnica della fusione(specialmente in Gallia Germania e Britannia)per il mancato approvigionamento di numerario ufficiale da parte della zecca centrale dando il via ad emettere moneta di necessità.

Sinceramente non ne ero a conoscenza,e la mia domanda è se è mai stato trovato qualche rinvenimento di queste monete.Grazie

Modificato da fabietto83

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Interessante, non ne avevo mai sentito parlare. Savio riporta qualche fonte (magari nelle note) su questo argomento? Da una rapida ricerca in rete (italiano e inglese) non ho trovato nulla...Ci sono tanti "britannici" che sono sicuro interverranno :) Seguo gli sviluppi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora per la Gallia cita(Audra 1994,950-951)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

il ricorso alla tecnica della fusione è sempre stato attivo. Esemplari fusi sono stati rinvenuti mi pare a Carnuntum in insediamenti del I secolo d.C. , collegati probabilmente alla scarsità monetale dell'area. Se volgiamo lo sguardo alla Britannia, il ricorso alle monete fuse coincide con il periodo antonino, sempre verosimilmente collegate alla stessa causa. Per la Gallia ho memoria di monete fuse già nel I-II secolo. Il boom è collegato al periodo severiano quando in Britannia e Gallia (specie lungo il limes) furono prodotte monete con questa tecnica.

Per una lettura orientativa sul fenomeno ti segnalo il testo di Arslan

http://www.ermannoarslan.eu/Contributi/2004-EAA-MonetaFusa.pdf

 

Ciao

Illyricum

;)

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie illyricum sempre molto chiaro???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fusi del terzo secolo in Gallia penso ai grandi bronzi di Postumo che si trovano realizzati così non solo in ambito imitativo ma anche per alcune emissioni ufficiali.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?