Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
filipponotgeld

Mongolia 1921

Risposte migliori

filipponotgeld

Recentemente ho rispolverato uno scatolone pieno di documenti russi, cinesi e mongoli della guerra civile russa (1917-1922) e ritrovato alcune banconote mongole, le prime emesse dallo stato dopo l'indipendenza dalla Cina.

 

Furono emesse il 20 Aprile 1921, pochi mesi dopo l'indipendenza mongola, dal famigerato Barone Ungern-Sternberg, il cosiddetto "barone pazzo" che sognava di creare un impero buddhista dal Giappone alla Russia Europea per combattere il comunismo, gli ebrei, e la decadenza occidentale. Personaggio bizzaro, crudelissimo e mentalmente sbilanciato, osannato come un dio della guerra quando era ancora in vita, e' stato descritto in modo piuttosto romanzato da Ossendowski nel suo best seller "Bestie, uomini e dei". Persino Hugo Pratt, nell'episodio di Corto Maltese "Corte sconta detta arcana" ne offre un ritratto piuttosto romantico. 

 

In realta' era un despota sanguinario, megalomane, iperconservatore, anticomunista e antisemita, e piuttosto ottuso e in ritardo coi tempi e la realta' di almeno 500 anni, tanto che invece di affidarsi a piani tattici o espertii militari, si affidava quasi esclusivamente a indovini, sciamani e rituali scaramantici per pianificare i suoi attacchi. Pero' con un manipolo di disperati male armati, male vestiti e mal nutriti era riuscito a liberare la Mongolia dal controllo cinese (per poi farla entrare nell'oribita Russa).

 

Se all'inizio i mongoli furono grati per aver ottenuto l'indipendenza, dopo poco anche i suoi uomini si ribellarono contro di lui stanchi delle sue crudelta' gratuite, sadismo, e pazzia. Un personaggio su cui e' stato scritto di tutto e di piu' spesso sconfinando nella leggenda e nel mito che nella realta' vera  e propria. 

 

La Mongolia del 1920 assomigliava piu' alla Mongolia del 1220. Nulla era cambiato negli ultimi 700 anni e il paese era forse il piu' arretrato, povero, sporco, puzzolente e desolato buco che esisteva in Asia. L'unica "citta'" era la capitale Urga (ora Ulan Bataar) dove viveva il 60% dell'intera popolazione mongola, composta per la maggior parte da monaci buddhisti o persone affiliate ai monasteri. La citta' era composta per la maggior parte da tende di feltro movibili. Gli unici edifici in muratura erano il palazzo del Bogd Khan (capo religioso e politico mongolo), in realta' una modesta palazzina di due piani, qualche tempio, il piccolo quartiere russo distante circa 5 km dal "centro" e il quartiere cinese (che era quasi tutto in legno) anch'esso distante circa 5-6 km dal "centro".

 

Una volta preso il potere, Ungern Sternberg emette banconote per conto del Bogd Khan in tagli da 10, 25, 50 e 100 Dollari equiparati al Dollaro Messicano, allora ancora molto usato in Mongolia dai mercanti cinesi, russi e occidentali. Furono emessi per un totale di 250,000 $, quindi in veramente piccola quantita'. Siccome il nuovo stato Mongolo non aveva nessuna riserva d'oro, le banconote (che avevano un interesse annuo del 6%) erano garantite nella tipica maniera mongola: ovvero contro le mandrie di bestiame di proprieta' personale del Bogd Khan.

 

Le banconote erano stampate con matrici di legno su carta veramente sottile e fragile (ragione per cui ne sono sopravvissute poche). Venivano parzialmente colorate a mano con tamponi di legno o semplicemente con pennelli. e numerate a mano con timbri di gomma. Dato che i cliche' erano in legno e realizzati a mano, ogni banconota presenta micro o macro differenze con le altre. Presentano scritte in inglese, russo, e una lunghissima tiritera in mongolo dove tra l'altro si specificava che venivano condannati a morte "i bolscevichi, commissari, propagandisti, e ebrei falsificatori di moneta e danneggiatori dell'economia nazionale". Tanto per ricordare alla gente che aria tirava laggiu'...     

 

Le banconote rappresentano un po' la vita economica e sociale mongola, per cui troviamo la pecora sul 10 dollari, una mucca sul 25, un cavallo sul 50 e un cammello sul 100. Queste banconote venivano comunemente chiamate "Baroni" dato che furono emesse dal barone Ungern Sternberg.

 

Pochi mesi dopo purtroppo, con l'andamento disastroso delle campagne militari del Barone, le banconote perdono progressivamente quasi del tutto il loro valore, tanto che alla fine vengono scambiate coi rubli bolscevichi a soltanto il 10% del valore facciale. 

 

Io purtroppo ne ho solo 2, dato che sono difficili da trovare. Difficili ma non introvabili. 16 anni fa le avevo acquistate dal museo nazionale mongolo a Ulan Bator per 350 dollari l'una. 350 dollari all'epoca erano lo stipendio di un anno di un funzionario governativo e questo dipendente del museo dalla condotta non proprio cristallina non ci aveva pensato su due volte prima di aprire la teca e vendermi i pezzi. Io, da parte mia, essendo un "fan" del Barone Pazzo non potevo farmele sfuggire dato che sono alcuni dei pochissimi, veramente pochissimi oggetti della storia mongola sopravvissuti alla furia distruttrice russa degli anni 30 e due rarissimi esempi testimoni del "leggendario" Barone Pazzo. Qualche anno dopo si trovavano ancora in qualche negozio mongolo e siberiano, poi ne fu fatta incetta e sono "scomparse".

 

Qui posto le scansioni (che tra l'altro avevo donato anche a un sito di cartamoneta russa, ma non so se esiste ancora). Siccome non ho con me il catalogo Pick o Krause, nessuno sa darmi informazioni su possibili emissioni effettuate sotto un'altro personaggio mitico della rivoluzione russa, il Comandante Grigorii Semenov e il suo esercito personale, OMO (Osoboi Manchzhurskii Otryad, Il Distaccamento Speciale Mancese)

 

post-47881-0-60780300-1446973119_thumb.jpost-47881-0-15399600-1446973137_thumb.j

Modificato da filipponotgeld
  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

filipponotgeld

e qui il 25 dollari

 

post-47881-0-96452400-1446973237_thumb.j

post-47881-0-94440700-1446973278_thumb.j

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

filipponotgeld

purtroppo non ho il 50 e 100 dollari. Del 50 dollari avevo trovato un'immagine online del solo retro, su una vecchia inserzione eBay. Ero tentato di comprarlo, ma alla fine fu venduto a 1200 Dollari che era un po' troppo per me. Il 100 dollari, virtualmente introvabile anche in Mongolia, l'ho visto solo al museo di Ulan Bataar. 

 

post-47881-0-47133800-1446973455_thumb.j

Modificato da filipponotgeld
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

filipponotgeld

'sti ca**i !! 

 

http://www.ebay.com/itm/Mongolian-10-dollar-Treasure-Note-of-baron-Ungern-government-1921-BAGA-BOLZOOT-/171954446999?hash=item280948a297:g:YeEAAOSwN81WDJc9

 

:shok:

 

il bello e' che dice che ci sono in circolazione solo 3 pezzi del 10 dollari, e soltanto 10 in tutto di tutti gli altri valori. In realta' ce ne sono molti, molti di piu', un 300-400 come minimo (di tutti i valori)
Modificato da filipponotgeld

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

filipponotgeld

 

'sti ca**i !! 

 

http://www.ebay.com/itm/Mongolian-10-dollar-Treasure-Note-of-baron-Ungern-government-1921-BAGA-BOLZOOT-/171954446999?hash=item280948a297:g:YeEAAOSwN81WDJc9

 

:shok:

 

il bello e' che dice che ci sono in circolazione solo 3 pezzi del 10 dollari, e soltanto 10 in tutto di tutti gli altri valori. In realta' ce ne sono molti, molti di piu', un 300-400 come minimo (di tutti i valori)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ART

Interessante, una faccenda molto interessante che non conoscevo.

Ma riguardo questo:

 

Personaggio bizzaro, crudelissimo e mentalmente sbilanciato, osannato come un dio della guerra quando era ancora in vita,

 

, dopo poco anche i suoi uomini si ribellarono contro di lui stanchi delle sue crudelta' gratuite, sadismo, e pazzia.

 

Cosa usava fare esattamente questa "personcina a modo" per meritarsi una fama simile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

collezionistabari

Minchia che figata :D

 

Qualcosa di cui non sapevo veramente nulla. 

 

Per il prezzo credo sia altamente difficile quantificarne uno visto la rarità del prodotto e lo scarso interesse che potrebbe avere sul mercato. Certo è che se lo dovessi vendere dovresti, a mio parere, rivolgerti a case d'asta americane o asiatiche.

 

P.S: ora ho visto che tu sei quello dei liangpao cinesi... mi stai facendo conoscere delle chicche niente male :D

Modificato da collezionistabari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×