Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Sator

Busto radiato per Costantino II

Risposte migliori

Sator

Salve,

presi questa monetina a poco in un piccolo lotto attratto dall'inusuale busto radiato dell'imperatore. Innanzitutto primo dubbio, si parla di antoniniano, rientra sempre tra i follis o è un altro nominale? Poi, dato per assodato che è per la zecca di London (FB|PLON) mi servirebbe un aiuto per riconoscere il busto in quanto non so districarmi nella marea di monete che seguono la RIC VII 238 della comune serie BEATRA TRANQUILLITAS (nel mio caso propendo per BEAT TRA-NQLITAS). Che ne dite?

 

Grazie per l'aiuto

 

 

ø: 17 mm

Peso: 2,70 g

 

 

post-36407-0-01106300-1454001684_thumb.j

Modificato da Sator

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Massenzio

Possiamo dare per assodato che non è Lugdunum :) ma immagino supponessi london.

Per il resto, direi che la catalogazione non è corretta visto che ci leggo CONSTANTINVS IVN N C.

quindi è fuochino...

Modificato da Massenzio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sator

Possiamo dare per assodato che non è Lugdunum :) ma immagino supponessi london.

Per il resto, direi che la catalogazione non è corretta visto che ci leggo CONSTANTINVS IVN N C.

quindi è fuochino...

 

Sì tipico esempio di sfaso mentale, avevo in mentre Lione per un'altra moneta che stavo inserendo in database e così ho scritto la baggianata (non chiedetemi come possa essermi passato per la testa Lugdunum  :blink: ). Ovviamente Londra, per quanto riguarda la legenda al diritto è la 7 come giustamente fai notare, per velocità ho preso il numero della prima della serie, avrei dovuto scrivere "nella marea di monete che seguono la RIC VII 253", poi quale sia il busto giusto...  :unknw:

Modificato da Sator

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sator

Anzi, posso restringere l'insieme alle uniche monete con legenda 7 e busto a sinistra:

 

 

255

257

259

260

 

 

Per completezza...

 

 

post-36407-0-69530900-1454006269.png

post-36407-0-18268300-1454006269.png

Modificato da Sator

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sator

Esiste un qualche sito-libro che mi permetta di distinguere C3 - C4 - D2 - L5 ? Non so che pesci pigliare....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Esiste un qualche sito-libro che mi permetta di distinguere C3 - C4 - D2 - L5 ? Non so che pesci pigliare....

Si trova tutto nel RIC, "TABULATED KEY TO OBVERSE BUSTS" RIC VII pag. 88.

 

La tua presenta un busto tipo C3 L, radiato con drappeggio e corazza rivolto a sinistra, corrisponde al 255.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sator

Si trova tutto nel RIC, "TABULATED KEY TO OBVERSE BUSTS" RIC VII pag. 88.

 

La tua presenta un busto tipo C3 L, radiato con drappeggio e corazza rivolto a sinistra, corrisponde al 255.

 

Ciao @@Exergus,

grazie, questo non lo sapevo. Dunque essendo radiato è un antoniniano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

No, è un radiato :) il RIC li definisce follis. Il termine antoniniano è un'invenzione moderna.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sator

No, è un radiato :) il RIC li definisce follis. Il termine antoniniano è un'invenzione moderna.

@@Exergus in che senso è un'invenzione moderna? Monete con busto radiato del tardo impero (per esempio di Gallieno) le ho sempre chiamate antoniniani...... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Nel senso che non si sa come si chiamavano all'epoca, il nome "antoniniano" deriva da Caracalla ("l'inventore" di questa moneta) che prese il nome di Marco Aurelio Antonino. In epoca moderna si è deciso di chiamare questi doppi denari "antoniniani" personalmente chiamo antoniniani le monete radiate con una discreta percentuale d'argento, più o meno fino al regno congiunto di Gallieno e Valeriano (non credo esista una data di divisione precisa), poi si sono talmente impoveriti nel fino contenuto che preferisco chiamarli semplicemente "radiati".

 

Questo radiato di Costantino II, comunque, è un follis, anche i radiati della tetrarchia, ad esempio, sono follis e non antoniniani, pure questi vengono comunemente definiti semplicemente radiati.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sator

Nel senso che non si sa come si chiamavano all'epoca, il nome "antoniniano" deriva da Caracalla ("l'inventore" di questa moneta) che prese il nome di Marco Aurelio Antonino. In epoca moderna si è deciso di chiamare questi doppi denari "antoniniani" personalmente chiamo antoniniani le monete radiate con una discreta percentuale d'argento, più o meno fino al regno congiunto di Gallieno e Valeriano (non credo esista una data di divisione precisa), poi si sono talmente impoveriti nel fino contenuto che preferisco chiamarli semplicemente "radiati".

 

Questo radiato di Costantino II, comunque, è un follis, anche i radiati della tetrarchia, ad esempio, sono follis e non antoniniani, pure questi vengono comunemente definiti semplicemente radiati.

 

Grazie, mi hai chiarito diverse cose che, lo ammetto, non mi ero mai messo ad indagare in quanto le avevo prese per vere. Dunque devo sistemare un paio di robette  :angel: .....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

ho messo mano al Clooke-Toone che per Londinium è il testo più completo.

Trovo similitudini con questo esemplare

post-3754-0-41592400-1454097015_thumb.jp

che segnalano senza indicazione di RIC e considerato "comune".

 

In una nota gli autori ne confermano la diffusione e si asseriscono di non capire perchè non sia stato inserito nel RIC. Inoltre, riferiscono, viene spesso segnalato come RIC 255.

 

Ciao

Illyricum

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Ciao,

ho messo mano al Clooke-Toone che per Londinium è il testo più completo.

Trovo similitudini con questo esemplare

attachicon.gifIMG_5008 bis.jpg

che segnalano senza indicazione di RIC e considerato "comune".

 

In una nota gli autori ne confermano la diffusione e si asseriscono di non capire perchè non sia stato inserito nel RIC. Inoltre, riferiscono, viene spesso segnalato come RIC 255.

 

Ciao

Illyricum

;)

Scusa, mi sfugge qualcosa, perchè non sarebbe in RIC? Non è un 255?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,

Scusa, mi sfugge qualcosa, perchè non sarebbe in RIC? Non è un 255?

il RIC 255 ha un busto leggermente diverso. Questo che indicano come NOT IN RIC ha quella specie di losanga sulla spalla sinistra che è presente anche nell'esemplare di Sator.

post-3754-0-12927000-1454098511.jpg

 

A mio avviso è solo un sottogruppo del RIC 255. Una sorta di variante del busto non considerata dal RIC. Ma Toone ha grossa competenza e se lo afferma lui gli dò credito.

 

Ciao

Illyricum

;)

 

PS: al prossimo incontro ricordami che ti porto il testo in visione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×