Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
carenz

Identificazione e valutazione

Risposte migliori

carenz

Salve,

non riesco prorio a capire di cosa si tratta.

Contesemente potete aiutarmi.

d: 1,5 cm

è abbastanza sottile

Grazie a tutti

post-813-1160686792_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Dalla corvo (taccola?) presente sulla prora e la scritta LANTES (ANTE in monogramma), dire che il monetiere potrebbe essere L. Antestius Gragulus (136 a.C.); dalle dimensioni probabilmente un quadrante, anche per via della testa di Ercole che mi sembra di vedere al dritto.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carenz

Grazie,

scusami ma non dovrebbe avere 3 pallini?

E' unamoneta comune?

Premetto sono un neofita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Premesso che ho usato il condizionale, esistono 6 tipologie del quadrante che ti ho suggerito (RRC 238/3a-f).

Su alcune i tre pallini sono dietro la testa di Ercole, su di un tipo sono sopra la sua testa, su un altro sono anche sul rovescio.

Onestamente non vedo molto bene il dritto del tuo esemplare, nè se è presente la legenda GRAG al dritto oppure GRAGV al rovescio oppure se non è presente alcuna legenda oltre quella sopra la prora.

Se è quella che ti ho suggerito, non è comune. Il museo di Parigi ne ha 9 esemplari (tra tutte e 6 le varianti).

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carenz

Grazie di nuovo,

ho alcune domande scusami ...

cosa significa (RRC 238/3a-f)?

Sulla moneta leggo "LATES", può essere che mi sbaglio?

Puoi cortesemente passarmi qualche link dove posso cercare?

Secondo potrebbe valere qualcosa?

Grazie mille.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
Grazie di nuovo,

ho alcune domande  scusami ...

cosa significa (RRC 238/3a-f)?

Sulla moneta leggo "LATES", può essere che mi sbaglio?

Puoi cortesemente passarmi qualche link dove posso cercare?

Secondo potrebbe valere qualcosa?

Grazie mille.

161100[/snapback]

RRC = Roman Republic Coinage (autore Crawford).

238 è il numero di catalogo per le emissioni a nome di L. Antestius Gragulus

238/3: il 3 indica una sottoclassificazione (la tipologia dei quadranti)

Poichè esistono 6 varianti di 238/3 Crawfor le indica con le lettere dell'alfabeto a, b, c, d. e ed f (non sono in grado di ipotizzare a quale corrisponda la tua)

Le quattro lettere ANTE di LANTES (abbreviazione di L. Antestius) sono in monogramma; la N in pratica è fusa con la gamba destra della A e la stanghetta verticale della T. La E a sua volta ha in comune con la T la stanghetta verticale.

Non azzardo stime sul valore dell'esemplare perchè non ne ho mai visti in vendita. Il valore comunque è più legato alla conservazione che alla rarità (ed il tuo esemplare non è in perfette condizioni). In ogni caso hai un quadrante molto interessante. Mi piace ad esempio la raffigurazione del corvo sulla prora, richiamo al nome del monetiere.

Da una ricerca superficiale sul web, non ho trovato immagini della tipologia, ma posso, in serata, postarti le due immagini delle tavole del Crawford (sul Sear è solo disegnata).

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carenz

Grazie,

sai ho cercato molto anch'io su internet ma non ho trovato niente di simile, ho trovato solo denari realizzati dal monetiere in oggeto.

Saresti molto getile se mi postassi le foto del tuo libro.

Scusami per la venalità (a questo punto sono davvero curioso) considerando il suo stato di conservazione, se uno volesse stimare approssimativamente il suo valore?

grazie della tua disponibilità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Ecco le immagini del Crawford; sono solo due tipi e dalla forma del monogramma, nessuna corrisponde alla tua. Ti allego invece come è l'iscrizione della variante 3c. Mi sembra simile a quella del tuo esemplare.

Per il valore, il sear le valuta attorno ai 100 US$, ma in conservazione MB. Il tuo esemplare è abbastanza rovinato al dritto e potrebbe valere, a mio giudizio personale, tra i 30 ed i 40 euro.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carenz

Grazie della tua continua disponibilità,

Guardando bene ho visto e i tre pallini ,sono dietro la testa.

Come mai non abbiamo nessuna foto della variante 3c?

Mi sorgono dei dubbi (considera che sono un neofita):

se di una moneta si trova poco o nulla è molto rara? Nel mio caso?

Oltre al valore venale, che mi sembra basso considerando che il museo di Parigi ne abbia 9 e peraltro non si trova molto, una moneta del genere per i collezionisti che tipo di valore ha?

Secondo te è una delle 9 del museo di Parigi considerando che i tre i pallini sono dietro la testa?

Grazie ancora, e scusa per le molteplici domande.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Un collezionista fortemente interessato all'esemplare potrebbe anche essere disposto a pagare di più (ad esempio per completare la serie, o perchè colleziona esclusivamente quadranti repubblicani). Ma stiamo parlando di una tipologia per specialisti (abbastanza di nicchia) e la moneta non ha un valore estetico particolarmente ricercato. Questo implica che il valore è più condizioanto dallo stato di conservazione, che non alla sua rarità.

Come ho scritto, la mia valutazione è soggettiva non avendo dati di mercato su cui basarmi e ha come punto di partenza il confronto con il sear (che si può tranquillamente mettere in discussione).

Probabilmente altri membri di questo foro la pensano diversamente e ti forniranno valutazioni diverse.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carenz

Grazie mille Luigi,

sei stato molto ma molto prezioso e non so come rimgraziarti, grazie ancora.

Come devo fare per sapere anche il parere degli altri membri di questo foro?

Un' ultima cosa che grado di rarità è?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
Come devo fare per sapere anche il parere degli altri membri  di questo foro?

161287[/snapback]

Spero di non essere l'unico interessato a leggere questa discussione :D

Luigi

PS: adesso modifico anche il titolo e la sposto nella sezione "monete romane repubblicane"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carenz

salve a tutti,

scusate ancora, sareste così gentili da darmi ulteriori informazioni/pareri sulla moneta in oggetto?

Grazie della vostra continua disponibilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Claudius

Ciao Carenz :)

sinceramente non so di quali altre informazioni tu abbia bisogno, poichè la descrizione fatta dal nostro Tacro (che tra l'altro è sicuramente uno dei più preparati del Forum) è perfetta.

Se vuoi possiamo aggiungere che la Gens a cui apparteneva il monetiere in questione è quella definita ANTESTIA, e che un decennio prima (146 ac) aveva annoverato un altro monetiere che aveva battuto assi e trienti.

Sul catalogo Vecchi il tuo quadrante (e credo non ci siano dubbi sul nominale perchè il monetiere in questione nel periodo del suo mandato ha battuto in bronzo solo questo quadrante - correggimi Tacro se sto dicendo una fesseria) è valutato 20 sterline in condizioni F.

Ma fossi in te non imposterei una raccolta sul valore in denaro della stessa ma su altre basi e sensazioni che la moneta riesce a darti.

Per esempio la tua ha quella caratteristica così poetica della gracula che richiama il nome del monetiere, e forse anche il suo animale protettore, elemento per il quale, e solo per quello, io l'avrei comprata :) anche in condizioni non eccelse come la tua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carenz

Grazie Giano di avermi dato un ulteriore contributo,

mi trovi pienamete d'accordo con te sul fatto del valore "poetico"

della mia moneta amo tuttle le mie monete non per quel che valgono , ma il loro valore storico.

Il chiedere del valore "venale" della monete è stato solo un fatto di curiosità (da neofita) che è scattato dal momento che non riuscivo a trovare nulla di simile.

Grazie di nuovo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
Grazie Giano di avermi dato un ulteriore contributo,

162090[/snapback]

Forse intendevi dire Claudius :D

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×