Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Maffeo

domanda per gli esperti Apostati

Risposte migliori

Maffeo

la recente lettura di due biografie di Giuliano II Il Filosofo mi ha condotto a investigare un po' la sua monetazione - ho l'impressione che delle sue affascinanti doppie maiorine (con il toro e due stelle al R) emesse da undici zecche diverse la più rara sia quella della zecca di Aquileia. Finora ho trovato soltanto un paio di casi di esemplari in vendita di recente:

1. CNG Mail Bid Sale 66, maggio 2004, lotto 1639:

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...cID=80&Lot=1639

2. Inasta 17, giugno 2006, lotto 1326 (questa moneta mi insospettisce data - sembrerebbe - la mancanza di barba; un falso d'epoca??).

Ulteriori elucidazioni? Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

Riesci a inserire la foto? O un Link al catalogo inasta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

marchemilio

esiste giuliano senza barba

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

sfortunamente, nonostante vari tentativi, non riesco scarircare l'immagine della presunta doppia maiorina di Giuliano II della zecca di Aquileia dal sito Inasta, ma è facile entrare nel sito e vedere, se la cosa interessa (asta 17, lotto 1326)

non metto in dubio che ci siano monete di Giuliano senza barba, specialmente da Cesare, ma doppie maiorine con il toro al R. senza barba??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

marchemilio

il montenegro dice-:a volte porta la barba -(C38-C39)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio

Ciao Maffeo.

La doppia maiorina del catalogo inasta 17 è in conservazione non eccezionale (il diritto è giudicato BB anche se....comunque averla :rolleyes: ) e la barba appare un pò...consunta (forse è anche la foto che non rende); l'imperatore Giuliano II è comunque correttamente "barbuto" come in tutti questi tipi di moneta, dove il busto è sempre (come dice il RIC) "bearded, pearl-diademed, draped, cuirassed bust right".

Le doppie maiorine per Giuliano II battute ad Aquileia sono in effetti rare; il Paolucci-Zub "la monetazione di Aquileia romana" le classifica R3 ed R2 (e per le monete di Aquileia ritengo la classificazione di questo testo assai valida, visto che non è desunta dal RIC o da altre fonti ma da giudizi collezionistici e commerciali).

Incredibilmente mi pare che il RIC VIII volume classifichi queste monete, per la suddetta zecca. C :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

Il RICIX-X giudica C delle monete che ancora non sono riuscito a vedere in foto... poi valuta r5 monete che ho già visto 2, 3 volte. Certo non è facile attribuire un grado di rarità a monete di cui non si conosce la tiratura... però credo che in futuro si possa aspirare ad essere più accurati del RIC <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

crivoz
sfortunamente, nonostante vari tentativi, non riesco scarircare l'immagine della presunta doppia maiorina di Giuliano II della zecca di Aquileia dal sito Inasta, ma è facile entrare nel sito e vedere, se la cosa interessa (asta 17, lotto 1326)

non metto in dubio che ci siano monete di Giuliano senza barba, specialmente da Cesare, ma doppie maiorine con il toro al R. senza barba??

164159[/snapback]

Effettivamente e' una tipolgia di AE1 che si vede rararmente..anche se a parer mio la barba, cortissima, e' presente. Non mi spiegherei altrimenti quella lunga basetta che si intravede nel lotto battuto da Inasta...

Esistono anche ritratti con barbe intermedie...come qielle di Antiochia..

Diritto

post-1909-1161639205_thumb.jpg

Rovescio

post-1909-1161639178_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

inperconst

Qui:

http://www.forumancientcoins.com/board/ind...?topic=26672.25

nel messaggio 28 curtislclay(uno dell'equipe per il nuovo RIC) dice:

The rarity ratings in the early RIC volumes are usually heavily dependent on Cohen's franc prices, overlooking the obvious fact that a common but interesting coin may be worth a lot, while a rare but ordinary-looking one (as in the case of your sestertius) may be relatively cheap!

Ovvero, un bronzo (anche se raro) per il cohen vale comunque poco, quindi nel RIC è segnato comune

Tra l'altro, se avete dei pezzi dei Flavii non in RIC e li segnalate in quel thread, se sono interessanti ve li trovate pubblicati nel RIC, volendo con dicitura "collezione di " e il vostro nome :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×