Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
savoiardo

Piemonte Casale quartino dei Gonzaga

Risposte migliori

savoiardo
Supporter

Mi è stato chiesto di identificare questa moneta, essendo piemontese sono riuscito a classificarla...

moneta battuta a Casale sotto Guglielmo Gonzaga Duca di Mantova e I Duca del Monferrato (1575-1587)

Quarto con Sant Evasio con busto a destra...

il mio problema è però questo:

il MIR Piemonte lo classifica come NC mentre sul nostro catalogo le rarità sono nettamente differenti

ora mi chiedo... a chi devo dare ragione?

http://catalogo-mantova.lamoneta.it/moneta/MN-GUB/3

sinceramente mi fido più dei nostri esperti... 

post-201-0-69913400-1462192464_thumb.jpg

post-201-0-29424900-1462192514_thumb.jpg

Modificato da savoiardo
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Le rarità dei vari MIR, soprattutto i primi pubblicati, sono abbastanza aleatorie. Ci sono tipologie delle quali si conoscono tre esemplari che sono classificate R2....

Per quanto riguarda questo quartino con Sant'Evasio non ci discostiasmo poi molto, come rarità della tipologia, da quanto scrive il MIR; NC MIR, R il nostro catalogo. Non è una moneta particolarmente rara, ma non è nemmeno così comune da definirla solo NC. Il MIR probabilmente ne fa anche e soprattutto un discorso commerciale, essendo monete poco richieste e collezionate, anche grandi rarità vengono bellamente sottovalutate.

Per il resto la differenza sta che io ho cercato di andare a catalogare la rarità di ogni singolo millesimo, impresa sempre non facile, ma un tentativo andava fatto. Come ben sai l'impresa principale è trovarne una col millesimo ben leggibile e classificabile. Le date meno rare in generale sono il 1582 e 1583; quella in foto parrebbe, se leggo bene, un 1581, che è una data sicuramente interessante e discretamente rara (riprova ne è il fatto che non ne ho reperito nemmeno una immagine, e ti assicuro che da quasi dieci anni a questa parte il mercato lo sto scandagliando davvero a fondo).

Detto questo, la conservazione è quella che è, e da un punto meramente commerciale e collezionistico l'appeal della moneta è ben diverso da quello che sarebbe se fosse in buona conservazione e col millesimo perfettamente leggibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Le rarità dei vari MIR, soprattutto i primi pubblicati, sono abbastanza aleatorie. Ci sono tipologie delle quali si conoscono tre esemplari che sono classificate R2....

Per quanto riguarda questo quartino con Sant'Evasio non ci discostiasmo poi molto, come rarità della tipologia, da quanto scrive il MIR; NC MIR, R il nostro catalogo. Non è una moneta particolarmente rara, ma non è nemmeno così comune da definirla solo NC. Il MIR probabilmente ne fa anche e soprattutto un discorso commerciale, essendo monete poco richieste e collezionate, anche grandi rarità vengono bellamente sottovalutate.

Per il resto la differenza sta che io ho cercato di andare a catalogare la rarità di ogni singolo millesimo, impresa sempre non facile, ma un tentativo andava fatto. Come ben sai l'impresa principale è trovarne una col millesimo ben leggibile e classificabile. Le date meno rare in generale sono il 1582 e 1583; quella in foto parrebbe, se leggo bene, un 1581, che è una data sicuramente interessante e discretamente rara (riprova ne è il fatto che non ne ho reperito nemmeno una immagine, e ti assicuro che da quasi dieci anni a questa parte il mercato lo sto scandagliando davvero a fondo).

Detto questo, la conservazione è quella che è, e da un punto meramente commerciale e collezionistico l'appeal della moneta è ben diverso da quello che sarebbe se fosse in buona conservazione e col millesimo perfettamente leggibile.

ovviamente la conservazione non è ottimale, ma la data è certa, 1581, in mano ben leggibile!

vediamo se riesco a reperire fotografie migliori e se vuoi poi le sottopongo alla tua attenzione e vediamo se utili al catalogo.

Come da parte mia non capire il tuo discorso sui cataloghi e sulle rarità? Cercare di realizzare un catalogo seriamente e non basarsi solo su quanto già scritto è cosa che necessita grande esperienza ed anni di studio e ricerca!

grazie comunque delle tue informazioni!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

ovviamente la conservazione non è ottimale, ma la data è certa, 1581, in mano ben leggibile!

vediamo se riesco a reperire fotografie migliori e se vuoi poi le sottopongo alla tua attenzione e vediamo se utili al catalogo.

Come da parte mia non capire il tuo discorso sui cataloghi e sulle rarità? Cercare di realizzare un catalogo seriamente e non basarsi solo su quanto già scritto è cosa che necessita grande esperienza ed anni di studio e ricerca!

grazie comunque delle tue informazioni!

 

Tanto per capire come le rarità del Mir vadano prese non con le pinze, ma di più: i quarti Sant'Evasio col busto volto a sx sono nettamente più rari di quelli col busto a dx di cui stiamo parlando, e si vedono davvero raramente sul mercato numismatico: eppure per il MIR sono NC questi, come quelli col busto a dx..... ed è difficile anche capire da dove siano scaturite queste rarità all'acqua di rose, quando ad esempio il Bignotti 1984 (che pure è un altro catalogo da prendere con le molle) classifica R quelli a dx e R3 quelli a sx.... boh, mi rimane davvero difficile capire la logica di certi giudizi.

Ad ogni modo mi è appena arrivato all'orecchio un suggerimento di un nostro comune amico, che mi rivela che i quarti del 1581 (come quello che hai postato) sono probabilmente anche più rari di quanto dice il catalogo online.... il nostro comune amico ne conosce 5 esemplari in collezioni pubbliche e uno in mani private (il tuo sarebbe il secondo).... per quanto sia indubbiamente vero che molti pezzi sono "sommersi" e difficilmente censibili, è chiaro che si tratta di un millesimo di una certa rarità.... l'R3 che ho personalmente dato sul catalogo online deriva da quanto scritto su BAM VII, dove questo millesimo viene pubblicato ma con la nota "nessun esemplare reperito nelle collezioni a noi consultate"....

Modificato da Paolino67
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Ecco nuove immagini fatte avendo la moneta in mano..

Spero siano chiare

La moneta non e' al massimo della conservazione ma la data e' chiara, questo, come dico sempre, ne permette l'esatta classificazione almeno!

post-201-0-57824200-1462280138.jpg

post-201-0-63925800-1462280152.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Tanto per capire come le rarità del Mir vadano prese non con le pinze, ma di più: i quarti Sant'Evasio col busto volto a sx sono nettamente più rari di quelli col busto a dx di cui stiamo parlando, e si vedono davvero raramente sul mercato numismatico: eppure per il MIR sono NC questi, come quelli col busto a dx..... ed è difficile anche capire da dove siano scaturite queste rarità all'acqua di rose, quando ad esempio il Bignotti 1984 (che pure è un altro catalogo da prendere con le molle) classifica R quelli a dx e R3 quelli a sx.... boh, mi rimane davvero difficile capire la logica di certi giudizi.

Ad ogni modo mi è appena arrivato all'orecchio un suggerimento di un nostro comune amico, che mi rivela che i quarti del 1581 (come quello che hai postato) sono probabilmente anche più rari di quanto dice il catalogo online.... il nostro comune amico ne conosce 5 esemplari in collezioni pubbliche e uno in mani private (il tuo sarebbe il secondo).... per quanto sia indubbiamente vero che molti pezzi sono "sommersi" e difficilmente censibili, è chiaro che si tratta di un millesimo di una certa rarità.... l'R3 che ho personalmente dato sul catalogo online deriva da quanto scritto su BAM VII, dove questo millesimo viene pubblicato ma con la nota "nessun esemplare reperito nelle collezioni a noi consultate"....

Se per te vanno bene te le inserisco a catalogo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Se per te vanno bene te le inserisco a catalogo...

 

Certo vai pure, con le ultime foto direi che sul millesimo non c'è più alcun dubbio di sorta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Certo vai pure, con le ultime foto direi che sul millesimo non c'è più alcun dubbio di sorta.

Ho provato ma non sono riuscito, se riesci prova pure tu, altrimenti riprovero' in un secondo momento...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Ho provato ma non sono riuscito, se riesci prova pure tu, altrimenti riprovero' in un secondo momento...

 

Fatto, l'ho inserita io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Fatto, l'ho inserita io.

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×