Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Legio II Italica

S.P.Q.R. OPTIMO PRINCIPI

Recommended Posts

Legio II Italica

Giusto per concludere il post sulla Colonna Traiana , vediamo brevemente di capire in base ai pochi passi di Cassio Dione chi era Traiano come uomo comune , non come militare , le cui gesta sono conosciute da tutti e perche’ il S.P.Q.R. gli dedicarono questo primo e prestigioso attributo onorifico . Con questa famosa dedica che voleva rendere onore alle qualita’ umane oltre che militari di Traiano , il Senato e il Popolo Romano vollero rendere riconoscenza perpetua a questo primo Imperatore non nato in territorio italico ; anche se gli Ulpii erano originari italici , Traiano comunque non nacque in Italia ma in Hispania , anche se secondo le fonti apparteneva ad una famiglia originaria di Todi in Umbria , appunto quella degli Ulpii che, sebbene ormai provinciale , era pero’ di rango senatorio . Gli Ulpii si erano stabiliti nella provincia iberica di Baetica , la quale mantenne però sempre i contatti con la terra d' origine dove aveva interessi economici dovuti a proprietà terrierie ; altri scrittori antichi davano invece Traiano nativo di Italica , sempre in Hispania , colonia fondata un tempo da Cornelio Scipione , colui che sara’ il futuro Africano , per ospitare i suoi soldati veterani . Purtroppo le notizie intorno a Traiano sono scarse anche a causa della dolorosa perdita del De bello Dacico , dove probabilmente Traiano oltre ai fatti militari della conquista della Dacia avvenuta in due campagne , scrisse anche qualche notizia della sua vita . Per sapere qualcosa di lui come uomo dobbiamo fare affidamento principale su Cassio Dione perche’ anche la Storia Augusta che sarebbe dovuta cominciare dalla Vita di Nerva , continuando Svetonio , presenta una prima lacuna , quella appunto che riguardava le Vite di Nerva e di Traiano .
Sentiamo quindi in pochi passi cosa ci racconta Cassio di Traiano come uomo , che gli valse dai contemporanei quella prestigiosa dedica ; a proposito di Cassio Dione e’ risaputa ed accettata anche dagli storici moderni la sua integrita’ ed onesta’ intellettuale come storico .
Come prima cosa Traiano appena eletto Imperatore scrisse di suo pugno una lettera al Senato nella quale comunicava , tra altre cose , che mai avrebbe mandato a morte o privato del suo rango , un Senatore ; per noi moderni questa notizia puo’ sembrare una banalita’ , ma a quei tempi , specie dopo quanto avvenuto con Domiziano , banalita’ non lo era affatto , perche’ mandare a morte o espellere dal Senato un Senatore , anche senza prove concrete che ne attestassero le colpe , era pratica comune . Traiano miglioro’ subito , con appropriate riforme , le condizioni sociali dello Stato , rivolte in particolare al sostentamento dei bambini particolarmente poveri ( Traiano non ebbe figli ) come aiuti in alimenti ed istruzione , anche un famoso Sesterzio con l’ Abbondanza e in esergo Alim Ital , come si puo' vedere nel Sesterzio in foto , conferma cio’ ; su questa decisione di aiuti influi anche la moglie Plotina , grande donna a fianco di un grande uomo , famosa fu una sua frase dopo il primo ingresso nel Palazzo imperiale del Palatino : “Voglio uscire da questo luogo esattamente uguale a come sono entrata” e per tutta la vita come moglie si comporto’ con una irreprensibilita’ esemplare .
Traiano si distinse in particolare per il suo senso di giustizia , per il coraggio e per la semplicita’ delle sue abitudini di vita ; non invidiava nessuno , ne fece mai mandare a morte nessuno , esaltava tutti i buoni cittadini , non dava credito alle calunnie e non si abbandonava alla collera , mai si impossesso’ di denaro altrui . Spendeva ingenti somme di denaro per finanziare le guerre esterne e altrettante somme ingenti per opere di pace , rifece e costrui strade , fece porti ed edifici pubblici , ma non sacrifico’ la vita di nessuno per la loro realizzazione . Amplio’ ed abbelli il Circo Massimo ed era sempre affabile con tutti . Queste sono solo alcune delle qualita’ morali di Traiano che gli valsero insieme a quelle militari il prestigioso appellativo di Optimo Principi . Queste poche note delle qualita' morali di Traiano cosi' descritte possono sembrare ovvie ai nostri giorni , ma in antico erano vere rarita' , almeno per chi raggiungeva i piu' alti gradi della gerarchia statale ; tanto che anche Dante Alighieri nel canto X del Purgatorio recita alludendo a Traiano :

“Giurato si saria ch'el dicesse 'Ave!';
perché iv'era imaginata quella
ch'ad aprir l'alto amor volse la chiave...
Quiv'era storiata l'alta gloria
del roman principato, il cui valore
mosse Gregorio a la sua gran vittoria...
Non vo' però, lettor, che tu ti smaghi
di buon proponimento per udire
come Dio vuol che 'l debito si paghi...


Esempi di umiltà : Traiano e la vedova (70-96)

Dante si muove dal punto in cui si trova e vede scolpita un' altra storia nel bianco marmo , proprio accanto a Micòl . Qui è rappresentata la gloria dell' Imperatore Traiano , che spinse papa Gregorio a pregare Dio per la sua salvezza : l' Imperatore è raffigurato a cavallo , mentre una vedova gli si avvicina in lacrime . Intorno a lui è pieno di cavalieri che levano al cielo le insegne imperiali a forma di aquila d' oro , che sembrano muoversi al vento . Sembra che la vedova si rivolga a Traiano e gli chieda giustizia per il figlio ucciso , mentre l' Imperatore risponde di attendere il suo ritorno . La vedova ribatte che Traiano potrebbe non tornare e lui replica che il suo successore le darà soddisfazione . La vedova ricorda al principe che se un altro farà del bene al suo posto a lui non verrà alcun vantaggio e Traiano accetta allora di fare giustizia prima di partire , poiché prova pietà per la donna . Solo Dio , osserva Dante, può aver prodotto tali sculture , che non si sono mai viste sulla Terra e che sembrano parlare anche se non lo fanno .

post-39026-0-04253200-1464968634.jpg

post-39026-0-56950000-1464968647.jpg

Edited by Legio II Italica
  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sator

Sempre interessanti queste letture. Allego un'altra moneta a tema che conosco...

 

 

post-36407-0-32686900-1464985782.jpgpost-36407-0-71052400-1464985850.jpg

Edited by Sator
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Legio II Italica

Sempre interessanti queste letture. Allego un'altra moneta a tema che conosco...

 

 

attachicon.gif2633-back.jpgattachicon.gif2633-front.jpg

 

Grazie @@Sator , ecco un raro Sesterzio di Plotina , un doveroso omaggio anche alla virtuosa moglie di Traiano .

 

​Due note su Plotina da Wikipedia : 

Nata a Nemausus in Gallia (moderna Nîmes) sotto il regno di Nerone , sposò Traiano prima che questi diventasse imperatore . Il matrimonio , sebbene felice , non diede figli .

Nel 105 Traiano la onorò col titolo di Augusta dopo averlo seguito durante le spedizioni per la conquista della Dacia ; Plotina protesse il futuro imperatore Adriano che , rimasto orfano del padre all' età di dieci anni , entrò sotto la tutela di Traiano . Adriano fu il favorito di Plotina , che si dice abbia convinto Traiano a sceglierlo come erede .

Plotina morì nel 121 e fu in seguito divinizzata da Adriano , che, oltre ad associarne il culto nel Tempio di Traiano , eresse una basilica in suo onore a Nemausus . Fu famosa per il suo interesse nella filosofia (aderì all'epicureismo , che contribuì a rilanciare) , per la sua virtù , dignità e semplicità . Con la sua influenza diede all' Impero tassazioni più eque , maggiore educazione , assistenza per i poveri e maggiore tolleranza nella società .

post-39026-0-43059300-1465043753_thumb.j

post-39026-0-71215400-1465044312_thumb.j

Edited by Legio II Italica

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sator

 

Grazie @@Sator , ecco un raro Sesterzio di Plotina , un doveroso omaggio anche alla virtuosa moglie di Traiano .

 

​Due note su Plotina da Wikipedia : 

Nata a Nemausus in Gallia (moderna Nîmes) sotto il regno di Nerone , sposò Traiano prima che questi diventasse imperatore . Il matrimonio , sebbene felice , non diede figli .

Nel 105 Traiano la onorò col titolo di Augusta dopo averlo seguito durante le spedizioni per la conquista della Dacia ; Plotina protesse il futuro imperatore Adriano che , rimasto orfano del padre all' età di dieci anni , entrò sotto la tutela di Traiano . Adriano fu il favorito di Plotina , che si dice abbia convinto Traiano a sceglierlo come erede .

Plotina morì nel 121 e fu in seguito divinizzata da Adriano , che, oltre ad associarne il culto nel Tempio di Traiano , eresse una basilica in suo onore a Nemausus . Fu famosa per il suo interesse nella filosofia (aderì all'epicureismo , che contribuì a rilanciare) , per la sua virtù , dignità e semplicità . Con la sua influenza diede all' Impero tassazioni più eque , maggiore educazione , assistenza per i poveri e maggiore tolleranza nella società .

 

 

Di nulla, grazie a te per gli approfondimenti!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.