Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Archestrato

Conii per riprodurre uno statere di Metsaponto

Risposte migliori

Archestrato

Apro questa discussione per segnalare l'interessante prossimo passaggio in vendita (Felsinea 4, n.5544) di una coppia di conii utilizzati (parrebbero visibili alcune tracce di materiale color argento residuo nei particolari della spiga) per riprodurre falsi stateri di Metaponto della tipologia con Apollo Carneio.

http://felsinea.bidinside.com/en/lot/23118/-coppia-di-coni-xix-sec-dello-/

Mi chiedevo se fossero a conoscenza di qualcuno sul forum immagini di riproduzioni corrispondenti a questi conii.

Ad ogni modo allego le immagini di uno stupendo esemplare autentico proveniente da Parigi, per la tipologia di cui si diceva sopra.

post-48266-0-27021100-1466124188_thumb.j

post-48266-0-63207200-1466124220_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Non e' la prima volta

Ormai si vendono pure i conii

Man mano che la tecnica di riproduzione ( falsi) progredisce i vecchi coni. ( chi l'ha detto chd siano del XIX secolo - sono molto piu recenti) vengono rottamati e finiscono pure sul mercato

Nel passato conii in vendita erano rarissimi, da 20 anni a questa parte su ebay e in aste minori e' tutto un proliferare ...

XIX secolo ... magari :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Emilio Siculo

Apro questa discussione per segnalare l'interessante prossimo passaggio in vendita (Felsinea 4, n.5544) di una coppia di conii utilizzati (parrebbero visibili alcune tracce di materiale color argento residuo nei particolari della spiga) per riprodurre falsi stateri di Metaponto della tipologia con Apollo Carneio.

http://felsinea.bidinside.com/en/lot/23118/-coppia-di-coni-xix-sec-dello-/

Mi chiedevo se fossero a conoscenza di qualcuno sul forum immagini di riproduzioni corrispondenti a questi conii.

Ad ogni modo allego le immagini di uno stupendo esemplare autentico proveniente da Parigi, per la tipologia di cui si diceva sopra.

image.jpeg

image.jpeg

Grazie Archestrato per la segnalazione.

Hai verificato se i conii corrispondano ad una specifica impronta censita? Quelle linee a ore 11 e 2 sono in rilievo?

Ciao

ES

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

ecco le immagini, dalla prossima Felsinea:

 

 

post-7579-0-58789600-1466161981_thumb.jp

 

skuby

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

per farsi un idea di come sarebbe la moneta, ho ruotato l'immagine:

 

post-7579-0-90267400-1466164227_thumb.jp

 

skuby

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Gli esemplari prodotti con questo vecchio punzone dovrebbero essere caratterizzati da una sorta di frattura di conio sulla fronte. Finora non li ho trovati.

Con il tipo di Apollo Korneos ci sono Noe 334-344, con incroci di conio.

 

post-7204-0-17053900-1466168651.png

post-7204-0-17167400-1466168661.png

 

E' un pò difficile identificare i conii che hanno ispirato questi punzoni moderni, ma sembra essere il n. 336, piuttosto che 337, che è anche il più comune (hanno lo stesso conio D/, mentre in 336 la foglia è più vicina alla spiga che in 337).

Posto alcuni esemplari apparsi in asta.

Noe 336

post-7204-0-56062600-1466168814_thumb.jp

Nomos 8/2013, 15 = Leu 22/1979, 4 g. 7,74

 

Noe 337

post-7204-0-00376700-1466168865_thumb.jp

LHS 100/2007, 104 = Sambon&Canessa 18.xi.1907, 459  g. 7,70 (è il Noe 337n)

 

post-7204-0-69672000-1466168913_thumb.jp

NAC 84/2015, 1395  g. 6,18

 

post-7204-0-26245600-1466168949_thumb.jp

NY Sale 27/2012, 52 = Sternberg 20/1988, 94  g. 7,64

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Emilio Siculo

Gli esemplari prodotti con questo vecchio punzone dovrebbero essere caratterizzati da una sorta di frattura di conio sulla fronte. Finora non li ho trovati.

Con il tipo di Apollo Korneos ci sono Noe 334-344, con incroci di conio.

Schermata 2016-06-17 alle 15.00.41.png

Schermata 2016-06-17 alle 15.01.00.png

E' un pò difficile identificare i conii che hanno ispirato questi punzoni moderni, ma sembra essere il n. 336, piuttosto che 337, che è anche il più comune (hanno lo stesso conio D/, mentre in 336 la foglia è più vicina alla spiga che in 337).

Posto alcuni esemplari apparsi in asta.

Noe 336

METAPONTUM Noe 336 Nomos 8_2013_15 = Leu 22_1979_4 7,74.jpg

Nomos 8/2013, 15 = Leu 22/1979, 4 g. 7,74

Noe 337

METAPONTUM Noe 337n LHS 100_2007_104 = Sambon&Canessa 18.xi.1907_459 7,70.jpg

LHS 100/2007, 104 = Sambon&Canessa 18.xi.1907, 459 g. 7,70 (è il Noe 337n)

METAPONTUM Noe 337 NAC 84_2015_1395 6,18.jpg

NAC 84/2015, 1395 g. 6,18

METAPONTUM Noe 337 NY Sale 27_2012_52 = Sternberg 20_1988_94 7,64.jpg

NY Sale 27/2012, 52 = Sternberg 20/1988, 94 g. 7,64

Ciao Alberto,

mi chiedevo proprio se le due linee ad ore 11 e 2 fossero fratture di conio. Ma sembrerebbero essere in rilievo? Possibile? Sulla moneta risulterebbero sotto la superficie dei campi, e non come una frattura di conio che produce metallo in rilievo. Vedo male o mi perdo qualcosa?

Ciao e grazie

ES

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Dalla foto sembrerebbe le due fratture (almeno quella più estesa alle ore 2) siano incavate rispetto al piano del punzone e quindi in negativo, traducendosi in rilievo sulla moneta coniata. Il colore "argentato" della frattura alle ore 2 sembra essere causato dal sottostante acciaio.

Spero che qualcuno abbia il tempo e la voglia di raccogliere in archivio le immagini di punzoni moderni che si trovano su ebay e che poi scompaiono dall'internet.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Archestrato

Gli esemplari prodotti con questo vecchio punzone dovrebbero essere caratterizzati da una sorta di frattura di conio sulla fronte. Finora non li ho trovati.

Con il tipo di Apollo Korneos ci sono Noe 334-344, con incroci di conio.

 

attachicon.gifSchermata 2016-06-17 alle 15.00.41.png

attachicon.gifSchermata 2016-06-17 alle 15.01.00.png

 

E' un pò difficile identificare i conii che hanno ispirato questi punzoni moderni, ma sembra essere il n. 336, piuttosto che 337, che è anche il più comune (hanno lo stesso conio D/, mentre in 336 la foglia è più vicina alla spiga che in 337).

Posto alcuni esemplari apparsi in asta.

Noe 336

attachicon.gifMETAPONTUM Noe 336 Nomos 8_2013_15 = Leu 22_1979_4 7,74.jpg

Nomos 8/2013, 15 = Leu 22/1979, 4 g. 7,74

 

Noe 337

attachicon.gifMETAPONTUM Noe 337n LHS 100_2007_104 = Sambon&Canessa 18.xi.1907_459 7,70.jpg

LHS 100/2007, 104 = Sambon&Canessa 18.xi.1907, 459  g. 7,70 (è il Noe 337n)

 

attachicon.gifMETAPONTUM Noe 337 NAC 84_2015_1395 6,18.jpg

NAC 84/2015, 1395  g. 6,18

 

attachicon.gifMETAPONTUM Noe 337 NY Sale 27_2012_52 = Sternberg 20_1988_94 7,64.jpg

NY Sale 27/2012, 52 = Sternberg 20/1988, 94  g. 7,64

@@acraf

Grazie per avere postato le tavole del Noe relative a questa affascinante emissione, osservandole in effetti sembrerebbe proprio che la coppia di conii originali, cui si era ispirato l' "artigiano" che ha prodotto la coppia di punzoni falsi moderni del post 4, siano quelli del Noe 336.

Bene che per il momento non si conoscano esemplari provenienti da questi punzoni moderni, speriamo non se ne vedano proprio, soprattutto in vendite future..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

@@acraf

Grazie per avere postato le tavole del Noe relative a questa affascinante emissione, osservandole in effetti sembrerebbe proprio che la coppia di conii originali, cui si era ispirato l' "artigiano" che ha prodotto la coppia di punzoni falsi moderni del post 4, siano quelli del Noe 336.

Bene che per il momento non si conoscano esemplari provenienti da questi punzoni moderni, speriamo non se ne vedano proprio, soprattutto in vendite future..

Dal grado di usura osservabile, ho paura che sia una speranza vana.
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Archestrato

Dal grado di usura osservabile, ho paura che sia una speranza vana.

È giusto, ma dove vacilla una speranza una certezza resta pur sempre, essendo ora noto il conio falso ( almeno per chi ne sarà venuto a conoscenza) sarà decisamente più semplice disinnescare il pericolo eventualmente proveniente dalla sua progenie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×