Jump to content
IGNORED

Rep Genova (monete ritrovate2)


Recommended Posts

le monete  hanno la caratteristica di avere  (due >) facce....... :crazy:

Link to comment
Share on other sites


Anche questa è una moneta molto particolare per Genova.

 

Dopo la caduta di Napoleone a Lipsia (6 aprile 1814) viene proclamata la Repubblica Genovese dichiarando di voler ristabilire la preesistente Repubblica basata sulla costituzione del 1797:

 

Avendo l’armata di S. M. Britannica sotto il mio comando scacciati i Francesi dal territorio di Genova, è divenuto necessario il provvedere al mantenimento del buon ordine e governo di questo Stato. Considerando che il desiderio generale della Nazione genovese pare essere di ritornare a quell’antico Governo, sotto il quale godeva libertà, prosperità ed indipendenza; e considerando altresì che questo desiderio sembra essere conforme ai principii riconosciuti dalle alte Potenze alleate di restituire a tutti i loro antichi diritti e privilegi:

DICHIARO

Art. 1. Che la Costituzione degli Stati genovesi, quale esisteva nell’anno 1797, con quelle modificazioni, che il pubblico bene e lo spirito della originale Costituzione del 1576 sembrano richiedere, è ristabilita.

 

 

E nell'entusiasmo i nuovi governanti decisero di coniare 4 monetine: il 4 denari con lo scudo del Comune, e le altre 3 con i patroni di Genova (2 soldi con la Madonna, 4 soldi con S. Giovanni e 10 soldi con San Giorgio ...si dimenticarono di S. Bernardo, che sarebbe il quarto patrono ma a quell'epoca un po' in disuso).

Lo scopo principale era di presentarsi alle grandi potenze come "Repubblica Autonoma Restaurata secondo i fasti del passato glorioso" e chiedere al Congresso di Vienna di dichiarare l'indipendenza di Genova.

Come tutti sappiamo la richiesta non fu esaudita e Genova fu annessa al Regno di Sardegna il 26 dicembre 1814.

 

Il Presidente Serra, giudicando inutile ogni osservazione e qualunque lamento, si contentò di leggere in nome del Senato di Genova una protesta che iniziava così:

 

Informati che il Congresso di Vienna ha disposto della nostra patria riunendola agli Stati di S. M. il Re di Sardegna, risoluti dall'una parte a non ledere i diritti imprescrittibili, dall'altra a non usar mezzi inutili e funesti: Noi deponiamo un'autorità che la confidenza della Nazione e l’acquiescenza delle principali potenze avevano comprovata .

 

La Repubblica di Genova aveva cessato di esistere.

 

Pertanto questa, insieme alle altre 3 della stessa serie, è l'ultimo "spiccolo" coniato dai Genovesi, ebbe vita brevissima e fu subito sostituita dalla monetazione sabauda anche se in città circolò ancora per parecchio tempo.

 

Dico "spicciolo" perchè al contrario la monetazione "importante" in oro e argento continuò a essere coniata a nome di Genova anche da "annessi" ai Savoia ...si vede che l'oro genovese non era disdegnato da Vittorio Emanuele che, anzi, ne sollecitò una copiosa produzione anche dopo l'annessione.

Edited by dizzeta
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Awards

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.