Jump to content
IGNORED

Argos


ARES III
 Share

Recommended Posts

Buona serata a tutti.

Mi rivolgo a Voi per chiedere un parere su questo tremiobolo o emidracma di Argo.

La moneta pesa 2,42 g e apparentemente sembrerebbe genuina, ma ho qualche dubbio in merito al dritto, cioè alla posizione della lettere teta (i due cerchietti concentrici vicino alle orecchie del canide) perché troppo vicino all'animale.

Forse la mia sarà una pignoleria, comunque mi piacerebbe ricevere qualche parere da parte Vostra.

Vi ringrazio fin da subito dell'aiuto che mi vorrete offrire.

ARES III

00 argos 0.jpg

Link to comment
Share on other sites


A giudicare dal confronto con questo pezzo molto simile al tuo mi sembra tutto regolare...

Argolis, Argos AR Triobol. Circa 260-250 BC. Forepart of wolf to left, Θ above / Large A, Δ−Ε across field above, eagle on harpa below. BMC 61; BCD Peloponnesos 1109. 2.52g, 26mm, 4h. Extremely Fine.

2396801.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

ciao, guardando bene , ora da pc, sembrerebbe che la parte scura sia materiale che si vede sotto all'argento, quindi potrebbe trattarsi di suberato?

Link to comment
Share on other sites


Io ho un didramma di Turio,   certamente autentico e non suberato,  con delle dense macchie nere (un po' appiccicose) come quelle della moneta di Argo: sembrerebbero antichi addensamenti di sporcizia e materiali vari sull'argento... 

Link to comment
Share on other sites

Awards

ciao, ho ritagliato e leggermente aumentato i pixel.

Potrebbe essere un effetto dell' immagine, ma la parte scura sembrerebbe essere sottostante all'argento, lo si vede anche dal bordo.

 

skuby

Argos.jpg

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, skubydu dice:

Potrebbe essere un effetto dell' immagine, ma la parte scura sembrerebbe essere sottostante all'argento, lo si vede anche dal bordo.

 

In effetti la parte scura segnalata da @skubydu è tale perchè ci sono dei veri e propri crateri nella superficie della moneta ed un altro se ne sta aprendo nel primo piano in basso dell'ingrandimento da lui fatto. Io parlando di parte scura mi riferivo al "nero" che c'è soprattutto intorno alla A. Ora a che cosa saranno dovuti questi collassi nella superficie della moneta: a sollecitazioni meccaniche (violenti colpi subiti dalla moneta nel corso della sua vita ultrabimillenaria), ad usura  o al riaffiorare di un'anima meno nobile rispetto all'involucro esterno, tipica di una moneta suberata, come suggerisce skuby? Qual è il vostro parere?

Link to comment
Share on other sites

Awards

Se fate caso, anche nel lato sinistro del R/ l argento ha un colore più scuso, quasi celasse sotto qualcosa.

Skuby  

 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.