Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Philippus IX

Sardegna Carlo II, 3 cagliaresi, 1666 o 1668: variante inedita?

Risposte migliori

Philippus IX

Salve a tutti,

vorrei presentarvi un esemplare da 3 cagliaresi di Carlo II, probabilmente del 1666, con una morfologia alquanto arcaica, soprattutto lo stile dei caratteri delle legende, il busto coronato ed il peso del tondello, che non sono riuscito a classificare. Quindi, secondo me, potrebbe essere anche una variante primitiva ed inedita.

La moneta (peso: 18,4 g; diametro: 2,8 cm), proveniente da collezione privata, presenta una patina leggermente scura e un grado di conservazione abbastanza elevato:

D/ CAROLUS II D G R; Busto coronato a destra; Ai lati 3 C

R/ ARAM ET SAE 1666 o 1668; Croce e quattro testine bendate

Attendo i vostri pareri...

Grazie!

DSC00250.JPG

DSC00240.JPG

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Non mi intendo di questa monetazione, ma a parer mio é un bel monetone.

 

Di grossolane fattezze, bordo e tondello imperfetto, ha una patina scura con molto probabilmente sopra residui di materiale o leggere macchie verdi.

Molto simile a primo acchito alla monetazione Romana anche se differisce molto dal tipo di ritratto, molto semplice e non ritrattistico.

Saluti

Fofo

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Philippus IX

Giacché la discussione tace, vorrei aggiungere una piccola nota introduttiva relativa ai 3 cagliaresi di Carlo II, coniati nella zecca di Cagliari dal 1668 al 1695.

I 3 cagliaresi possono essere suddivisi in due principali tipi, di cui vorrei elencare le maggiori differenze, ossia peculiarità:

1) Il primo presenta il busto del sovrano con testa nuda a destra; le legende con caratteri più grossolani e distanziati; ai lati la sigla C-3 che può essere anche invertita 3-C; il peso leggermente maggiore rispetto al secondo tipo che, secondo il Piras, varia dai 10,50 ai 17,29 g; e viene coniato solo nel 1668 (R).

2) Il secondo presenta il busto del sovrano con testa coronata sempre a destra; le legende con caratteri più sottili e ordinati; ai lati la sigla C-3 che resta invariata; il peso che, sempre secondo il Piras, varia tra i 9,20 ed i 15,50 g; e viene coniato, probabilmente dopo la fine della coniazione del primo tipo, nel 1668 (NC), 1669 (C), 1670 (C), 1671 (NC), 1673 (R), 1978 (C), 1980 (R), 1685 (C), 1689 (C) e 1695 (R).

Secondo le caratteristiche elencate il tondello che ho postato potrebbe collocarsi nel passaggio tra i due tipi, poiché presenta le caratteristiche di entrambi, ossia le legende, il peso e la data lo avvicinano al primo tipo, mentre il busto coronato e la sigla al secondo tipo.

Grazie per l'attenzione, ora attendo le vostre osservazioni...

Saluti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Forse si, da profano che guarda il Mir e il CNI, la data mi sembra 1666, il tipo direi iconograficamente essere però nel secondo.

Visto il periodo di grande incertezza monetaria potrebbe essere una serie anticipatoria di prova del coronato, visto anche lo stile abbastanza arcaico, prendi queste riflessioni col benefico del caso ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Philippus IX

Un elemento che considero molto arcaico è il busto di Carlo II, il quale presenta diverse parti molto sproporzionate e rigonfie, ad esempio la guancia, la chioma, le labbra e la parte inferiore della veste che sembra quasi un braccio teso in avanti.

Saluti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Un aspetto interessante e' che la moneta supera addirittura i range dichiarati da Piras ponendosi in effetti più sulla prima tipologia, anche questo aspetto e ' da considerare.

Le differenze nei due gruppi tra minimo e massimo peso sono veramente molto rilevanti, il che dimostra ulteriormente una approssimazione di coniazione anche in questo ambito.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×