Jump to content
IGNORED

Denaro con ritratto Carlo d'Angiò


Recommended Posts

Supporter

Carissimi,

vi allego le immagini di un bel denaro di carlo d'Angiò con ritratto, passato di recente in asta.

La moneta è molto bella e si presenta sovrappeso, pesando 1.3 grammi invece dei caninici 0.7 grammi.

Le immagini sono quelle del venditore.

La moneta era venduta in maniera dubitativa come denaro di Giacomo D'Aragona, ma purtroppo per me non sono stato l'unico ad accorgermi della reale attribuzione. La moneta è infatti stata venduta per una cifra intorno ai 100 euro, e data la rarità dell'esemplare, dato per R2 dal D'Andrea, un pò stitico in tema di rarità, credo che valga la cifra che è stata pagata. 

Aspetto i vostri pareri a riguardo

 

Denaro_ritratto_dritto.JPG

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


La moneta vale molto di più di quanto è stata pagata

E'in sovrappeso :) ma sembra autentica

E'un po'tosata ma ,in origine ,avrebbe dovuto avere un diametro di mm.15 secondo me

Potrebbe essere un Denaro e quelli che pesano la metà circa dei mezzi Denari.Stiamo parlando di monete molto rare e ,per il loro esiguo numero è difficile studiarle.Dovrebbero trovarsi dei documenti che stabiliscano le emissioni di queste monete.

--Salutoni

-odjob

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

La moneta dovrebbe essere presto in mio possesso, è stata spedita dall'Inghilterra qualche giorno fa, per cui, quando arriva posso fornire ulteriori informazioni (la foto rimane quella perchè io sono negato). riguardo allo studio, sono a disposizione per chi volesse visionarla.

Pensavo di aggiudicarmela a meno, in tutta onestà, vorrei capire chi se ne sta il 16 agosto a monitorare ebay come me e farmi salire le aste con monete mal attribuite :P. Sono contento comunque di averla acquisita.

Posso solo dire che  a me, più che tosata, pare che abbiano tagliato con le forbici parte del bordo già dopo la coniazione. Possiedo già una seconda moneta sovrappeso con la caratteristica di avere un lato apparentemente ritagliato. Probabilmente in origine pesava ancora di più.

Sul fatto che questo sia un multiplo, come discusso in diverse occasioni su questo forum, sono piuttosto pessimista, in quanto nei documenti di zecca non si è mai parlato di questo nominale (almeno nei documenti ad oggi noti), ma solo di denari e mezzi denari.

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao @azaad, compliemnti per il colpo d'occhio...

Anch'io penso che andrebbe considerato come denaro...Giuliani e Fabrizi riportano un'oscillazione tra gli esemplari censiti da 0.95 g a  0,55g.

Multipli di denaro con il busto del Re Carlo I, non mi sembra, al momento,  siano stati mai catalogati.

E' possibile, secondo me, che sia stato tagliato all'atto della coniazione, non mi pare che sia una tosatura.

Gran bel denaro;)

Saluti Eliodoro

 

Edited by eliodoro
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Complimenti @azaad per l'occhio! Ritratto ben definito del buon Carlo e anche bello "cicciotto" come tondello. 

Penso anch'io che la forma squadrata non sia dovuta a tosatura ma ad una produzione frettolosa in zecca.

Sui multipli di denaro ne avevamo già parlato...mah...

Un caro saluto e complimenti ancora,

Antonio 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.