Jump to content
IGNORED

Aquileia Raimondo (B31: chiavi torri)


ak72
 Share

Recommended Posts

Supporter

Piccole varianti nel disegno presenti in alcuni denari del patriarca Raimondo della Torre (1273-1298) presenti sul denaro classificato da Giulio Bernardi al n° 31

la prima immagine tratta dall'asta Roma Numismatics Ltd XI presenta dei globetti a Sx/Dx, sotto e sopra la croce

la seconda immagine tratta dal noto sito

Pareri?:pardon:

aquileia raimondo globetti.jpg

aquileia raimondo b31 punti.jpg

Edited by ak72
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

Supporter

Questo quanto riportato da Giulio nel suo libro

lamoneta.JPG

Link to comment
Share on other sites

Awards

Supporter
24 minuti fa, dux-sab dice:

i globetti ci sono in tutti e due, cosa vuoi dire ?

Sono, semplicemente, due esempi. Due monete che presentano ambedue questa caratteristica. Se si fa una ricerca su ac search ne vengono fuori ancora un paio su aste Lanz di alcuni anni fa.Il denaro descritto da Bernardi (ma anche da altri autori) NON presenta questi globetti.

Link to comment
Share on other sites

Awards

forse troppo piccoli (o per consunzione scomparsi) non visibili? sono davvero minuscoli, magari il buon Giulio non se ne era accorto? con tutto il rispetto, si intende!

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Il CNI descrive unicamente un denaro con un unico puntino (n°4)

lamoneta.JPG

Link to comment
Share on other sites

Awards

Supporter
13 minuti fa, Arka dice:

 punte di compasso per non sbagliare la croce...

 

Potrebbe essere, anzi....:good::hi:

lamoneta.png

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

Si. Io avevo iniziato ad annotare i punti come varianti, pensando che indicassero emissioni diverse. Ma mi sono poi reso conto che servissero solo, come detto da Arka, al disegno della croce.

Troppo piccoli, alle volte quasi cancellati dai bracci della croce. 

Mi resta il dubbio sul punto sotto il braccio inferiore, che spesso è più grande e forse voluto.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


  • 5 years later...
Il 14/12/2016 alle 23:04, ak72 dice:

Il CNI descrive unicamente un denaro con un unico puntino (n°4)

lamoneta.JPG

 

Ecco uno dei miei, recentemente acquisito. 

77934234-9A4A-40C4-9BBF-E404DB7F5EAB.jpeg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


28 minuti fa, Oppiano dice:

Ecco uno dei miei, recentemente acquisito. 

77934234-9A4A-40C4-9BBF-E404DB7F5EAB.jpeg

 

Con l’occasione, invece, rispetto al disegno del Bernardi, richiamo l’attenzione sulle torri che evidenzio.

Secondo il CNI, la torre rappresenterebbe lo stemma gentilizio di Raimondo. Ma questa torre è esattamente quella disegnata dal Bernardi?

Nell'edilizia medievale si distinguono tradizionalmente i cosiddetti merli guelfi o ghibellinii merli guelfi hanno la sommità squadrata; i merli ghibellini hanno la sommità "a coda di rondine".

Quelli del Bernardi pare siano guelfi, mentre quelli degli esemplari postati paiono essere ghibellini! Salvo che nel corso del tempo non si siano rovinati!
 

C12A8088-BBC5-4AAA-905E-1AD70DFE11CF.jpeg

Link to comment
Share on other sites


Riprendo queste due foto di Arka tratte dalla discussione Torri e Castelli Nelle Nostre Monete.

Come notate, anche in questo caso, le differenze si notano. 
La torre del primo denaro pare guelfa. Le torri del secondo denaro sembrano ghibelline.

Circostanza voluta?

4EC6FA9B-53A3-4487-9B7C-839ED8CD5CA3.jpeg

Edited by Oppiano
Link to comment
Share on other sites


??? eeeeh .... Ci ho "ragionato sopra " un bel po' su questa cosa  ...

Le conclusioni ? Che in quei denari non si facessero distinzioni tra i tipi di merli.  

Non c'era distinzione dettata dal periodo storico, e neppure da differenze politiche. 

Credo che sia una differenza, quella dei merli, che può restare ai nostri studi scolastici in Arte (era qui che si faceva questa differenza, più che in Storia.

Certo che ... Visto che parliamo della zecca di Aquileia ... visto che parliamo di una Famiglia fuggita da Milano .... visto che ben sappiamo  degli zecchieri fiorentini arrivati in Friuli ... Dovremmo forse ragionarci di più . Io ho provato a farlo .. ma come detto, mi è sembrato che chi ha deciso per il conio e chi quel conio l'ha creato, non badassero ai merli ?.

Ma chissà ... Ci si potrebbe ragionare sopra. 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Sono andato a guardare tutte le torri che ho a disposizione. Il risultato è che l'emissione con la torre di Raimondo ha le rifiniture guelfe. Mentre l'emissione chiavi e torri ha le code di rondine ghibelline. Andando avanti Pagano ha la torre con finiture guelfe, mentre Ludovico ha quelle ghibelline. Un bel mistero...

Arka

Diligite iustitiam

Link to comment
Share on other sites


Come detto sopra .... credo non abbiano fatto distinzione fra torri coi merli guelfi e ghibellini .... 

Edited by chievolan
manca una L
Link to comment
Share on other sites


  • 4 weeks later...

I disegni in Numismatica sono fuorvianti. Questo ne è un esempio. Tra le foto di questa emissione che ho controllato sono tutte a coda di rondine. 

Spesso i disegni sono il risultato di una volontà dell'autore di vedere, e quindi rappresentare, quello che non c'è. L'ho visto tante volte in contesti numismatici nazionalisti. 

Sempre e comunque sono da preferire le foto.

Arka

Diligite iustitiam

 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.