Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
grigioviola

Denari dal (del?) Limes

Risposte migliori

grigioviola

Le imitative sono il mio campo. Prettamente le galliche.

Tuttavia tutto ciò che è secessione, confine, barbaricum... esercita ugual fascino e attrazione. Così non potevo non includere nella mia collezione qualche souvenir dal Limes.

01 LIMES_Sett_Sev_01.jpg01 LIMES_Sett_Sev_02.jpg

SETTIMIO SEVERO

Denario - 2,69 gr - 1,16 mm

D\ L SEPT SEV PERT AVG IMP VIII

R\ ADVENTI FELICISSIMO

 

02 LIMES_Aless_Sev_01.jpg02 LIMES_Aless_Sev_02.jpg

ALESSANDRO SEVERO

Denario - 2,13 gr - 18 mm

D\ IMP C M AVR SEV ALEXAND AVG

R\ P M TR P VI COS II P P

 

03 LIMES_Aless_Sev_01.jpg03 LIMES_Aless_Sev_02.jpg

ALESSANDRO SEVERO

Denario - 2,53 gr - 17-20mm

D\ IMP C M AVR SEV ALEXAND AVG

R\ P M TR P V COS II PP

 

Indubbiamente si tratta di coniazioni a mio avviso ufficiali o, in caso contrario, di stile pressoché identico alle emissioni argentee corrispondenti.

L'aspetto visivo è di un materiale che di argento ha gran poco. Le foto sfalsano un po' il colore che è bruno scuro tendente al nero. Bronzo? Un forte contenuto di Piombo (richiamerebbe il colore argento prima di imbrunirsi con l'uso)...

Sono monete senza dubbio affascinanti che hanno ancora moltissimi segreti da svelare.

Poi, che dire, ultimamente (ma non proprio recentissimamente) mi sto avvicinando ai Severi e in particolare mi piacciono molto i rovesci (e i profili) di Settimio Severo.

Il trittico in questione è stato acquistato da un commerciante professionista Inglese che a sua volta li ha acquistati da un venditore Francese, quindi non c'è una evidenza diretta circa il luogo "fisico" di provenienza come per molte altre monete "from uk".

Ipoteticamente sono quindi da attribuire alla monetazione del Limes... ma quale (zona del) limes?

So che ci sono altre discussioni nel forum, alcune recenti e una datata ma assai completa. Bibliograficamente c'è qualche novità successiva alla Sylloge Ticinum? Sono stati improntati studi e ricerche specifiche che voi sappiate? Mi sembra ormai un termine consolidato quello di "denari del limes" o "limesfalsa" per cui mi vien da supporre che ci siano dei saggi in materia... tuttavia non ho trovato granché girovagando in rete...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Confesso che da almeno 3-4 anni non mi sono più aggiornato con la bibliografia, proverò a cercare in Biblioteca SNI. Ma l'ultimo Alessandro Severo è brunastro anche lui?  A vederlo qui in foto sembra proprio argenteo e ufficiale; se ne vedono molti un po' bassi di peso.

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao,
solo una precisazione. Anche se spesso usati come sinonimi in realtá i "denari del limes" e i "limesfalsa" sono due categorie di manufatti distinte. Il secondo termine infatti fu usato per primo da G. Boon nel suo "Light weights and 'Limesfalsa'" per una categoria di denari talvolta rinvenuti in UK (ma non esclusivamente) contraddistinti da pesi e diametri ridotti e prodotti per fusione. Io nel mio piccolo seguo tuttora questa distinzione.
Se vuoi ti passo l'articolo.

Ciao
Illyricum

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

@gpittini Si Si confermo  Che l'aspetto è verde scuro brunasto. La luce ha falsato la patina. 

@Illyricum65 Grazie per l'articolo, se me lo giri risparmio di googlare :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65
3 minuti fa, Illyricum65 dice:

Ciao,
solo una precisazione. Anche se spesso usati come sinonimi in realtá i "denari del limes" e i "limesfalsa" sono due categorie di manufatti distinte. Il secondo termine infatti fu usato per primo da G. Boon nel suo "Light weights and 'Limesfalsa'" per una categoria di denari talvolta rinvenuti in UK (ma non esclusivamente) contraddistinti da pesi e diametri ridotti e prodotti per fusione. Io nel mio piccolo seguo tuttora questa distinzione.
Se vuoi ti passo l'articolo.

Ciao
Illyricum
emoji6.png

In realtà nell'apertura dell'articolo l'autore attribuisce la paternità del termine a Kubitschek che lo usò nei confronti dei manufatti con tali caratteristiche da Carnuntum e in genere, Pannonia. Egli lo riprende per degli esemplari consimili inglesi.

Ciao

Illyricum

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Proseguendo gli acquisti sul fronte "limes" ho inserito in collezione questo simpatico denarino:

limes_lanz2.JPGlimes_lanz01.JPG

Si tratta di un pezzo proveniente da una vecchia collezione (direi primi del '900) ceduto da Lanz.

CARACALLA (da Augusto, 198/217 d.C.)

Denaro; Zecca di Roma (?); 2,80 gr; 18 mm

D\ ANTONINVS AVGVSTVS; Busto laureato, drappeggiato e corazzato a destra.

R\ PONTIF COS; Minerva stante a sinistra con scudo e lancia.

Ibrido RIC 29 (Caracalla) e RIC 34b (Geta)

Ex Vecchia collezione tedesca (Primi '900?); Ex Lanz (2017)

Vorrei sentire che ne pensate... i miei dubbi sono:

a) si tratta di un vero e proprio denaro del Limes o piuttosto di un suberato ibrido?

b) il periodo in questione è comunque noto per i molteplici ibridi... posto che quelli ufficiali erano errori interni alla zecca... nel caso di ibridi di suberati e/o dei cosiddetti denari del limes? accoppiata errata di conii ufficiali per produzioni non ufficiali? falsificazione in toto con accoppiamento errato dei conii?

c) l'area di produzione di questo denaro? limes danubiano?

Si tratta di un pezzo di scarsa conservazione, me ne rendo conto, ma trovo di gran fascino il pezzo in sé e per sé (il mistero della produzione non "ortodossa"... scopo fraudolento? monetazione di emergenza?) unito alla provenienza da vecchia collezione... un bel mix a cui non ho saputo resistere... da ultimo, non ho di che lamentarmi nemmeno del prezzo... all'incirca una pizza per asporto ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Nella "Silloge del Limes" di Ticinum non c'è: tutti i PONTIF di Caracalla sono seguiti dalla Tribunicia Potestas.  Da come è conciato il diritto (soprattutto), potrebbe anche essere un suberato che ha perso tutto l'argento: di solito, i "limes" si trovano in condizioni migliori. Dire poi dove sia stato coniato...mah...

Per curiosità storico-antiquaria, sarebbe simpatico decifrare bene la nota del collezionista tedesco. Io in fondo leggo (forse...): fast gut, quasi buono. Ma la parola che sta poco sopra?

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×