Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
giorgik

monetazione preromana

Recommended Posts

giorgik

Salve, tempo fa ho trovato in calabria (cosenza) 2 monete sicuramente preromane.Qualcuno sa dirmi qualcosa?

Grazie mille

Immagine 010.jpg

Immagine 007.jpg

Immagine 008.jpg

Immagine 009.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

giorgik

la prima e la quarta foto è una moneta,

la seconda e la terza foto è l'altra moneta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica

 monete sicuramente preromane......in base a cosa lo dici?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ARES III

Per poter aiutarti:

1- abbiamo bisogno di foto migliori;

2- pesi e misure delle monete

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
1 ora fa, giorgik dice:

mi dissero che erano di Gedeone cioè 23-25 prima di cristo

 

di chi?!

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contento
ciosky68
Supporter

Io avevo Gedeone il calabrone....

R.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ARES III

Forse Ierone.

Ma Ierone I o II ?

Facci la cortesia di inviare foto migliori con pesi e misure.

Share this post


Link to post
Share on other sites

papalcoins

mah...la seconda ha delle iscrizioni che sembrano ieratico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica

Mai visto monete con scritte in ieratico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

dj.wolf

Salve sono nuovo,se è possibile volevo parlare con qualcuno che mi desse dei pareri su degli aes rude (autentici e di provenienza certa) arrivati a me dal nonno di mio nonno che viveva in Casentino.

nelle foto ce ne sono un paio. grazie

DSC06640.jpg

DSC06641.jpg

DSC06642.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica

Nell'ultima foto mi pare di vedere un sestante di zecca incerta con clava e globetti e un astragalo ( rotto) in bronzo. 

Nelle altre foto, pare di vedere pezzi di bronzo che possono essere indifferentemente aes rude e/o materozze di fusione. 

Fai foto singole con un righello accanto. 

Edited by Tinia Numismatica

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica

Niente sestante e niente astragalo, era solo uno scherzo della pareidolia.

sono solo pezzi di bronzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
2 ore fa, dj.wolf dice:

Grazie, quindi non hanno nessun tipo di valore...?

direi di no...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff
On ‎29‎/‎01‎/‎2017 at 6:24 PM, giorgik said:

Salve, tempo fa ho trovato in calabria (cosenza) 2 monete sicuramente preromane.Qualcuno sa dirmi qualcosa?

Grazie mille

Immagine 010.jpg

Immagine 007.jpg

Immagine 008.jpg

Immagine 009.jpg

Salve,

sono monete antiche dello Sri Lanka.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dj.wolf
19 ore fa, Tinia Numismatica dice:

direi di no...

 

Però in questo forum  ,il 18 novembre 2006, caiuspliniussecundus diceva questo :

Se acquisti un aes rude ti devi fidare del venditore e non saprai mai con certezza che origine ha. In teoria potresti osservare dei segni di usura sulle parti aguzze e sporgenti, e questo denotare una circolazione. Stai attento che abbiano una patina antica. Ti consglio un pezzetto del peso tra i 20 e i 40 grammi. Di solito il costo s aggira sui 200-300 euro .

qui sotto ..la discussione..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
5 ore fa, dj.wolf dice:

Però in questo forum  ,il 18 novembre 2006, caiuspliniussecundus diceva questo :

Se acquisti un aes rude ti devi fidare del venditore e non saprai mai con certezza che origine ha. In teoria potresti osservare dei segni di usura sulle parti aguzze e sporgenti, e questo denotare una circolazione. Stai attento che abbiano una patina antica. Ti consglio un pezzetto del peso tra i 20 e i 40 grammi. Di solito il costo s aggira sui 200-300 euro .

qui sotto ..la discussione..

Aes rude monetale, è quello che è stato prodotto nel periodo in cui la monetazione era ancora di là da venire.

Un pezzo di bronzo è solo un pezzo di bronzo se non ha le caratteristiche di collocazione temporale o altre caratteristiche ( corrispondenze ponderali, segni di circolazione etc) che lo trasformano da pezzo di bronzo in aes rude premonetale.

Per i tuoi pezzi puoi fornire dati che li inquadrino produttivamente in tale periodo oppure hai/puoi rilevare i segni ulteriori citati?

Io dalle foto non posso, per cui li devo definire come bronzi informi, fino a prova contraria.

Può anche essere che in seguito all'esame diretto io riesca a rintracciare quei segni, ma non sapendo la datazione certa e non avendoli in mano, questo è quello che ne posso concludere.

 

 

Edited by Tinia Numismatica
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

massi75rn
3 ore fa, Tinia Numismatica dice:

Aes rude monetale, è quello che è stato prodotto nel periodo in cui la monetazione era ancora di là da venire.

Un pezzo di bronzo è solo un pezzo di bronzo se non ha le caratteristiche di collocazione temporale o altre caratteristiche ( corrispondenze ponderali, segni di circolazione etc) che lo trasformano da pezzo di bronzo in aes rude premonetale.

Per i tuoi pezzi puoi fornire dati che li inquadrino produttivamente in tale periodo oppure hai/puoi rilevare i segni ulteriori citati?

Io dalle foto non posso, per cui li devo definire come bronzi informi, fino a prova contraria.

Può anche essere che in seguito all'esame diretto io riesca a rintracciare quei segni, ma non sapendo la datazione certa e non avendoli in mano, questo è quello che ne posso concludere.

 

 

aggiungiamo anche che nei pesi,comunque ne corrisponde solo uno,la foto scattata all'ultimo pezzo,fa intravedere alla base una mezza luna,ma forse e' solo un effetto ottico potrei sbagliarmi,aggiungiamo anche che non capisco cosa si voglia dire quando si afferma che bisogna fidarsi del venditore,si allude a qualche ritrovamento causale in qualche particolare contesto............??????no perche' altrimenti anche il venditore "a parole" puo' vendere di tutto e il fidarsi bene non fidarsi e' meglio,aggiungo infine e poi chiudo definitivamente che e' molto strano scrivere autentici e di provenienza certa,ma in base a che cosa?sempre per il fatto che possono essere stati decontestualizzati in qualche luogo?se li hai acquisiti da tuo nonno,la provenienza certa,la da che lui a sua volta li ha acquistati in qualche asta o antiquario,ma per l'autencita' dichiarata dal venditore,ci sarebbe ugualmente da discutere)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

dj.wolf

Per la precisione dal nonno del nonno di mio nonno , quidi siamo intorno probabilmente a metà ottocento
la famiglia è originaria del Casentino ,
aggiungo che mio nonno , l'unico (oltre mia madre) che ho conosciuto di questa lunga catena di parentela ,
era un semplice (molto semplice) contadino senza neppure la prima elementare e penso proprio(visto lo stato di indigenza)
che fossero contadini e analfabeti anche suo nonno e il nonno di suo nonno,
questo mi fa intuire che forse questi oggetti non furono comprati per una passione
che potrebbe essere associata sen non proprio ad una persona facoltosa ,
almeno ad una istruita quel tanto che basta per comprenderne l'esatta valenza , almeno storica,
quindi sono più propenso a pensare che si tratti di una acquisizione dettata forse da emulazione,
del tipo (ho visto gente che li prendeva , questa gente era gente istruita , non so cosa sono , ma li prendo anch'io)

l'unica notizia aggiuntiva che tanti anni fa ebbi da mia madre  fu :"questi sono i sassoli che i vecchi trovonno alla ciliegeta" 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
33 minuti fa, dj.wolf dice:

Per la precisione dal nonno del nonno di mio nonno , quidi siamo intorno probabilmente a metà ottocento
la famiglia è originaria del Casentino ,
aggiungo che mio nonno , l'unico (oltre mia madre) che ho conosciuto di questa lunga catena di parentela ,
era un semplice (molto semplice) contadino senza neppure la prima elementare e penso proprio(visto lo stato di indigenza)
che fossero contadini e analfabeti anche suo nonno e il nonno di suo nonno,
questo mi fa intuire che forse questi oggetti non furono comprati per una passione
che potrebbe essere associata sen non proprio ad una persona facoltosa ,
almeno ad una istruita quel tanto che basta per comprenderne l'esatta valenza , almeno storica,
quindi sono più propenso a pensare che si tratti di una acquisizione dettata forse da emulazione,
del tipo (ho visto gente che li prendeva , questa gente era gente istruita , non so cosa sono , ma li prendo anch'io)

l'unica notizia aggiuntiva che tanti anni fa ebbi da mia madre  fu :"questi sono i sassoli che i vecchi trovonno alla ciliegeta" 

vedo più probabile la versione della nonna che un acquisto su emulazione. Non è così infrequente ritrovare scarti e materozze di fusione nei campi...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.