Jump to content
IGNORED

Stemma di Origgio


Antonello(65)
 Share

Recommended Posts

Salve ho recentemente trovato un gettone di un forno di Origgio con questo stemma. Volevo risalire al periodo, da quel poco che ho capito i tre anelli dovrebbero riferirsi alla famiglia Borromeo che è stata proprietaria di quei luoghi. Se gentilmente qualcuno di voi esperti di araldica può aggiungere qualche informazione.

Vi ringrazio anticipatamente.

fornodiOreggiorstemma.jpg

Edited by Antonello(65)
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Sì, i tre anelli intrecciati sembrano un riferimento ai Borromeo, e proprio in questo senso compaiono nello stemma oggi usato dal comune di Oreggio (VA).

Leggo dal sito istituzionale del Comune che lo stemma odierno, molto diverso da questo che hai postato, venne ideato a inizio '900.

Ignoro se e quale stemma usasse Oreggio in precedenza.

Né riesco a capire quali figure contenga nella parte inferiore questa versione "antica".

In quella superiore, poi, i tre anelli attraversano un'aquila, formando una composizione che è del tutto insolita per uno stemma, e che non riesco a motivarmi...

Per favore, @Antonello(65), avresti modo di inviarmi un'immagine di tutto il gettone, e un ingrandimento dello stemma?

Grazie :good:

Link to comment
Share on other sites


Ciao @Corbiniano innanzitutto grazie a te, ecco le foto del gettone e di un ingrandimento, spero sia più leggibile.

fornodiOreggio.jpg

fornodiOreggior.jpg

fornodiOreggiorstemmaIgran.jpg

fornodiOreggiorstemmarcontrasto.jpg

Edited by Antonello(65)
Link to comment
Share on other sites


Grazie per le nuove immagini, caro @Antonello(65)

Ora possiamo tentare di blasonare lo stemma, i cui campi sono dotati dei tratteggi (il sistema di linee che indica i colori): troncato abbassato: nel 1° di rosso, all'aquila coronata e attraversata da tre anelli male ordinati e intrecciati, il tutto sostenuto dalla partizione; nel 2° d'azzurro, a tre fasce nebulose minute.

Ho cercato ulteriori notizie sull'eventuale stemma usato dal comune di Origgio nel XIX secolo, epoca che mi sembra plausibile per questo gettone.

Ma ho trovato soltanto una serie di interessanti notizie su Origgio (ci sono diversi siti che dettagliano le vicende della storia locale).

Da quel che ho ritrovato, pare che fino ai primi due-tre decenni del XX secolo il comune fosse a vocazione quasi esclusivamente agricola, grazie al terreno in prevalenza pianeggiante su cui erano presenti da secoli numerose cascine.

Vado a memoria: la storia locale non registra episodi di particolare rilievo.

Nel XIX secolo la zona era in possesso dei Borromeo, i quali ivi detengono tuttora un edificio cospicuo che in passato fu un cenobio monastico.

Il tuo gettone lascia supporre che nell'Ottocento a Origgio vi fosse un forno, verosimilmente a uso di panificazione, attivato sotto gli auspici dei Borromeo e a beneficio della cittadinanza.

Oggi nel comune è insediata un'importante attività industriale nel ramo del vetro, che certamente deve usare anch'essa almeno un forno.

Ignoro da quando quest'industria sia attiva, ma mi sembra che i siti di cui sopra non la facciano risalire a decenni lontani.

E in ogni caso siamo su tutt'altro genere di produzione e di epoche rispetto al forno che sembra venir testimoniato dal gettone.

Circa lo stemma... boh!

Non so proprio cosa dirti.

L'unico elemento che comprendo sono i tre anelli, sicura allusione a uno dei molti emblemi dei Borromeo, e che già avevi identificato.

L'aquila avrebbe potuto ribadire la pertinenza  all'impero austriaco, sotto cui Origgio rimase fino al 1859: e di ciò sarei stato certo, se però il rapace fosse stato su un campo d'oro anzichè di rosso.

Le tre fasce nebulose minute in campo azzurro potrebbero alludere (data la loro forma "ondeggiante") a qualche corso d'acqua locale: ma non saprei dirti quali.

Anzi, i siti di cui parlavo sopra accennano spesso a aree paludose, piuttosto che a corsi d'acqua corrente: ma potrei aver letto distrattamente.

Non ci rimane che ammirare questo stemmino, umile ma prezioso testimone di un passato che altrimenti ci e mi sarebbe rimasto ignoto.

Era lo stemma della comunità locale nel XIX secolo?

Forse... ma mi sembra troppo complesso per un agglomerato agricolo di non eccezionale notorietà.

Era uno stemma pensato dai Borromeo in connessione a Origgio?

Escludo che si tratti di una variante dello stemma Borromeo per il "ramo di Origgio": ne avrei trovata traccia da qualche parte, probabilmente...

Forse fu una "creazione" dei Borromeo per ribadire la loro "sponsorizzazione" sul forno di cui si parla: un emblema creato per l'occasione e che univa figure riferibili alla famiglia (anelli), ai dominanti austriaci (aquila) e al luogo (fasce nebulose minute).

Come datazione, il XIX secolo mi sembra quasi sicuro.

Prima del 1859? o dopo?

Forse siamo ai primi anni dopo quella data, con l'annessione al Regno di Sardegna troppo recente per poter già essere assimilata nello stemma Savoia, e con l'uscita dall'impero austriaco troppo poco lontana per poter disabituare alla presenza dell'aquila.

Di più... sorry, non so che pensare. ?

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


E cosa dovevi dire più di quello che sai @Corbiniano? ☺️ Grazie per l'accurata analisi.

Leggendo in giro ho trovato il sito delle isoleborromee.it che descrive in parte lo stemma della famiglia.

Forse le tre fasce nebulose minute in campo azzurro si riferiscono alle " onde che si ricollegano all’antico stemma della Famiglia dei Vitaliani di Padova."

E ai piedi dell'aquila ci sono due oggetti o uno solo visto sul piano che potrebbe rappresentare il morso di un cavallo che nello stemma dei Borromeo " ricorda l’eroica impresa di Giovanni Borromeo che nel 1487 sconfisse gli Svizzeri che minacciavano i possedimenti feudali della casata. Da allora il freno rappresenta l’allegoria della forza."

Ancora Grazie e a presto per altre analisi araldiche ?

Link to comment
Share on other sites


4 ore fa, Antonello(65) dice:

(...) @Corbiniano ☺️Grazie per l'accurata analisi.

Grazie a te per aver condiviso quest'oggetto (e il suo stemma!).

Leggendo in giro ho trovato il sito delle isoleborromee.it che descrive in parte lo stemma della famiglia. Forse le tre fasce nebulose minute in campo azzurro si riferiscono alle " onde che si ricollegano all’antico stemma della Famiglia dei Vitaliani di Padova."

Ci pensavo anch'io, ma poi ho escluso la possibilità.

I Borromeo hanno usato queste "onde" in una combinazione grafica simile alla pelliccia araldica chiamata vajo, che è ben diversa dalle fasce nebulose minute.

Credo poi più probabile che la famiglia avrebbe radunato i propri simboli in un'unica porzione del nuovo stemma, anzichè separarli in due zone separate come si vede qui (gli anelli sopra, le onde sotto).

E ai piedi dell'aquila ci sono due oggetti o uno solo visto sul piano che potrebbe rappresentare il morso di un cavallo che nello stemma dei Borromeo " ricorda l’eroica impresa di Giovanni Borromeo che nel 1487 sconfisse gli Svizzeri che minacciavano i possedimenti feudali della casata. Da allora il freno rappresenta l’allegoria della forza."

Ok, ma mi sembra che ai piedi di quest'aquila non ci sia nulla: la confusione nasce dal "mischiume grafico" fra gli artigli dell'animale e i cerchi degli anelli inferiori.

Un mischiume poco decoroso dal punto di vista della tecnica araldica... ma tant'è!

Ancora Grazie e a presto per altre analisi araldiche ?

Con piacere!

ciao

Link to comment
Share on other sites


  • 3 years later...

Stemmi D'Adda e Borromeo sovrapposti. In uno a primi '900 quando diverse proprietà D'Adda furono ereditate dai Borromeo. Direi che somiglia parecchio al gettone

10926290_10206320862088291_8883999080778183387_o.thumb.jpg.faa96a353ab06878bbce5f2d55e51afc.jpg

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.