Jump to content
IGNORED

Strane banconote della Birmania


Fabio81
 Share

Recommended Posts

Ho delle banconote della Birmania che mi hanno colpito per i loro valori facciali decisamente strani: 15 e 35 Kyats. Sul sito di Ron Wise ho visto che esistono anche i tagli da 45, 75 e 90 kyats :o
Ho provato a fare anche una ricerca in rete per capire il motivo di questi stranissimi valori facciali ma non ho trovato nulla, qualcuno sa il motivo per cui sono state emesse banconote con questi valori particolari?

Ciao e grazie,
Fabio :)
Link to comment
Share on other sites


Il kyat è dal 1953 l'unità monetaria della Birmania (prima c'erano le rupie) o per meglio dire del Myanmar, il nome che questo paese ha assunto nel 1974.
Dal "World Paper Money" rilevo il valore queste banconote, rispettivamente 1$ per il 15 kyat e 3$ per il 35 (quotazioni FDS); non saprei dire se c'è un motivo particolare per questi tagli, stampati a partire dal 1986, ma forse meno strani di quanto sembra se consideri che, ad esempio, anche da noi, fino agli anni venti del'900, si stampavano biglietti da 25 lire, alcuni dei quali sono oggi tra i più rari dell'intera monetazione cartacea italiana ;)

ciao.
petronius :)
Link to comment
Share on other sites


So ad esempio che la Thailandia, stato vicino al Myanmar, emette delle banconote assolutamente circolanti per date speciali. Ad esempio alcuni anni fa venne emessa una banconota da 60 baht per commemorare il 60° compleanno del regnante. In Myanmar non c'è la monarchia, ma magari i motivi commemorativi rimangono...
Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff
C'erano paesi in cui c'erano tagli del genere? Io non ne ricordo ma non ne ho certamente visitati molti.

Le 25 lire ci sono state... A giudicare dalle rarità non erano molto diffuse e/o accettate. Un po' come le 20000.

M.
Link to comment
Share on other sites


Sono stato in Myanmar qualche anno fa. Paese curioso ed affascinante, oppresso da una vergognosa dittatura. E ho avuto tra le mani banconote da 45 e 90 Kyats.
La spiegazione della guida locale che ci accompagnava a riguardo degli strani facciali è stata che "l'astrologo personale del generale in capo gli ha detto che il 9 è il suo numero fortunato".
Da quello che ho visto del paese credo che la risposta fosse seria. Questo non spiega le banconote da 35 kyats [che quando ero lì erano già evidentemente fuori corso, perchè non ne ho viste]. Ho due ipotesi: o il generale ha nel frattempo cambiato indovino, non convinto della sua teoria che il 7 fosse il numero fortunato :lol: oppure partendo da 45 e 90 come basi occorreva dare una parvenza di razionalità a tutta la serie :huh:

Se potete visitate quel paese e comunque aderite alle campagne di Amnesty International per sostenere chi laggiù lotta per la libertà e la democrazia.
Link to comment
Share on other sites


[quote name='incuso' date='20 gennaio 2005, 00:45']C'erano paesi in cui c'erano tagli del genere? Io non ne ricordo ma non ne ho certamente visitati molti.

Le 25 lire ci sono state... A giudicare dalle rarità non erano molto diffuse e/o accettate. Un po' come le 20000.

M.
[right][post="11717"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

I 25c erano sicuramente molto in voga nel pre-euro e in generale in tutto il mondo. Olanda, Spagna (25 pesetas), Belgio, gli stati Scandinavi, ma anche USA, Filippine, per un breve periodo anche la Francia, e sicuramente molti altri, hanno avuto monete di 25 unità.
Link to comment
Share on other sites


[quote name='dynoz' date='20 gennaio 2005, 08:20']Sono stato in Myanmar qualche anno fa. Paese curioso ed affascinante, oppresso da una vergognosa dittatura;aderite alle campagne di Amnesty International per sostenere chi laggiù lotta per la libertà e la democrazia.
[right][post="11724"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
Sicuramente George Dabliu, che proprio oggi ha iniziato il suo secondo mandato, non è al corrente di questa dittatura, altrimenti avrebbe già provveduto :aug:

Più probabilmente ignora del tutto l'esistenza di questo paese :angry:

Meglio AMNESTY :)

ciao.
petronius :) Edited by petronius arbiter
Link to comment
Share on other sites


[quote name='petronius arbiter' date='20 gennaio 2005, 22:49'][quote name='dynoz' date='20 gennaio 2005, 08:20']Sono stato in Myanmar qualche anno fa. Paese curioso ed affascinante, oppresso da una vergognosa dittatura;aderite alle campagne di Amnesty International per sostenere chi laggiù lotta per la libertà e la democrazia.
[right][post="11724"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
Sicuramente George Dabliu, che proprio oggi ha iniziato il suo secondo mandato, non è al corrente di questa dittatura, altrimenti avrebbe già provveduto :aug:

Più probabilmente ignora del tutto l'esistenza di questo paese :angry:

Meglio AMNESTY :)

ciao.
petronius :)
[right][post="11811"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right]
[/quote]

Chissà quanto tempo ha impiegato a individuare sul mappamondo la zona dello tsunami... e quanto tempo abbia impiegato a capire chi fosse questo Tsunami... :D
Link to comment
Share on other sites


[quote name='incuso' date='20 gennaio 2005, 01:45']C'erano paesi in cui c'erano tagli del genere? Io non ne ricordo ma non ne ho certamente visitati molti.

Le 25 lire ci sono state... A giudicare dalle rarità non erano molto diffuse e/o[/quote]

Se non ricordo male nel 1745 fra le prime emissioni del Regno di Sardegna esisteva il taglio da 3000 lire

Mentre con vittorio emanuele 3° furono emesse 2 monete da 25 cent anche se dalla scarsa quantità emessa non furono proprio un gran successo..
Link to comment
Share on other sites


Ah, mi stavo quasi dimenticando le emissioni del regno di napoli che avevano i valori più diversificati 1/2,1,1e 1/2,2, 2e 1/, 3, 4 tornesi
sino ad arrivare alle splendide monete da 120 grana anche se purtroppo non conosco le emissioni in banconote.

Prima di andare definitivamente off topic rimane forse interessante la banconota del 1866 del banco di Sardegna da 40 lire
Link to comment
Share on other sites


[quote]La spiegazione della guida locale che ci accompagnava a riguardo degli strani facciali è stata che "l'astrologo personale del generale in capo gli ha detto che il 9 è il suo numero fortunato".[/quote]

Prima di tutto grazie a tutti per le risposte.
Sembra pazzesco che il generale abbia deciso i valori delle banconote, ma penso anche io che sia vero, in un altro paese dell'Asia ho letto che il loro dittatore ha una statua d'oro che lo raffigura che gira seguendo il sole! :o
Sarebbero cose comiche non fossero regimi dittatoriali :(

Comunque avrei preferito anche io le monete da 25 centesimi di Euro, imitando ad esempio il quarto di dollaro. :)

Ciao,
Fabio
Link to comment
Share on other sites


Forse è proprio per evitare di ricopiare in continuazione gli Stati Uniti che NON abbiamo fatto il pezzo da 25 centesimi... A me il 20 cent comunque piace...
Link to comment
Share on other sites


[quote name='alteras' date='21 gennaio 2005, 18:12']Forse è proprio per evitare di ricopiare in continuazione gli Stati Uniti che NON abbiamo fatto il pezzo da 25 centesimi... A me il 20 cent comunque piace...[/quote]

In un articolo che avevo letto nel lontano 2000 si diceva esattamente questo...
Anche se mi sembra un po' una stupidaggine dire che non si fa una moneta per evitare di rischiare di imitare un paese... :huh:
Link to comment
Share on other sites


[quote name='iridium' date='21 gennaio 2005, 14:47']Mentre con vittorio emanuele 3° furono emesse 2 monete da 25 cent anche se dalla scarsa quantità emessa non furono proprio un gran successo..[/quote]

Non è nemmeno che ne siano state emesse poche... in realtà la rarità di queste due monete da 25 cent è dovuta al fatto che furono presto ritirate dalla circolazione (e in buona parte distrutte) perchè di "conio sgradevole", oltre che per il fatto che venivano facilmente confuse con le 1 e 2 lire aquila sabauda.
E' verissimo cmq che non furono un gran successo, anche se ciò non è dovuto allo strano valore facciale.
Link to comment
Share on other sites


[quote name='iridium' date='21 gennaio 2005, 17:45'][quote name='alteras' date='21 gennaio 2005, 18:12']Forse è proprio per evitare di ricopiare in continuazione gli Stati Uniti che NON abbiamo fatto il pezzo da 25 centesimi... A me il 20 cent comunque piace...[/quote]

In un articolo che avevo letto nel lontano 2000 si diceva esattamente questo...
Anche se mi sembra un po' una stupidaggine dire che non si fa una moneta per evitare di rischiare di imitare un paese... :huh:
[right][post="11904"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right]
[/quote]

Bastava non metterci "in god we trust". E gli atei?
Link to comment
Share on other sites


In tutte le monete e le banconote americane c'è la scritta in god we trust... non solo sui 25c Penso che non si fossero posti il problema degli atei...
Link to comment
Share on other sites


[quote name='joker79' date='22 gennaio 2005, 15:35']In tutte le monete e le banconote americane c'è la scritta in god we trust... non solo sui 25c Penso che non si fossero posti il problema degli atei...
[right][post="12039"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
Non lo sapevi che dio è americano? :D

petronius :)
Link to comment
Share on other sites


[quote name='joker79' date='23 gennaio 2005, 22:31']Veramente no, pensavo che fosse un apolide :)
P.S.: spero di non essere blasfemo...
[right][post="12207"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
Ti hanno informato male, è anche inglese, francese e, qualche volta, perfino italiano :lol:

Quanto alla blasfemia, non preoccuparti, Dio (con la maiuscola) per fortuna è un'altra cosa :)

petronius :)
Link to comment
Share on other sites


[quote]Tornando a banconote con valore strano, mi è stato detto che esiste il 3 pesos cubano... Confermate?[/quote]

Si, e confermo che esiste anche la banconota da 3 Dollari di Bahamas. :)

Ciao,
Fabio :P
Link to comment
Share on other sites


Credo che il motivo vada cercato fra il rapporto fisso di cambio col dollaro usa e il potere di acquisto. Se - ad esempio - il "prezzo" più normale è di multipli di 3 (es. riso=6 unità, giornale=3 unità, vestiti=900 unità) allora è normale fare monete e/o banconote da 3, 30, 60, 900 unità e così via.
Per quanto riguarda il cambio col dollaro (o altra valuta forte), se 45 unità fanno 1 $, sarà "normale" fare banconote/monete da 45 unità.
Questo è quel che penso, non so se può essere una spiegazione valida né se è applicabile al nostro caso. :)
Link to comment
Share on other sites


[quote name='joker79' date='23 gennaio 2005, 23:53']Tornando a banconote con valore strano, mi è stato detto che esiste il 3 pesos cubano... Confermate?
[right][post="12214"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
Il 3 pesos cubano è la banconota commemorativa del Che emessa nel 1983; al dritto ritratto del Che in ovale, al rovescio il Che che taglia la canna da zucchero; il colore della banconota, naturalmente, è rosso :D

ciao.
petronius :)
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.