Jump to content
IGNORED

1 centesimo 1908


El Chupacabra
 Share

Recommended Posts

1 centesimo 1908 "Italia su prora" 2° conio ("8" piccolo).

 

Questa monetina ha una piccola storia. Fu acquistata da un collezionista piemontese insieme ad altre monete del Regno quasi 38 anni fa. Lasciata in un sacchetto (con le sue compagne) posto nel cassetto del cruscotto della macchina parcheggiata nel garage d'un albergo, passò ivi la notte. La mattina, controllato frettolosamente che il sacchetto fosse ancora al suo posto - la macchina doveva essere lasciata aperta nel caso si dovesse spostare - prese la strada di casa.

Giunto il sacchetto a destinazione, mi accorsi subito che mancavano i moduli più grossi (in particolare il 5 Lire del 1878 di V.E.II). Un ignoto ladro aveva provveduto a sottrarre le monete mancanti. Furbescamente non si era impossessato di tutto il sacchetto per non attirare subito l'attenzione, ma aveva scelto solo qualche moneta che secondo lui poteva avere più valore. Furbo, ma per mia fortuna, del tutto a digiuno di numismatica. I due o tre pezzi più pregiati - fra cui questo centesimino -  furono del tutto ignorati.

E grazie a ciò adesso posso sottoporlo al Vostro giudizio.

Grazie anticipatamente a chi vorrà (come per il centesimo 1902 postato qualche giorno fa) esprimere un parere sulla conservazione.

1 centesimo 1908 prora.JPG

Edited by El Chupacabra
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Il bordo del rovescio alto e del dritto basso è un po' messo male, ma complessivamente i rilievi non sono malaccio, secondo me complessivamente uno SPL.

Valutando sempre da una foto con tutti i limiti del caso.

Saluti Marfir

Link to comment
Share on other sites


Ciao @El Chupacabra Massimo rispetto per ogni moneta ma per un R2, ci vuole un occhio di riguardo in piu....Se però, ravanando in una ciotola fossi attirato da una  monetina come questa (sicuramente di un altro millesimo...), a prima vista direi  BB+. Forse mi sbaglio ma dalle foto, il bordo è veramente messo poco bene sia al D/ che al R/. Domanda: E' nata così oppure si è rovinata successivamente? Inoltre, dalla foto non si comprende  bene se al D/ in basso alla fine della scritta ITALIA si tratta solo di una macchia oppure di un inizio di corrosione :blush: . I rilievi e i campi sono sicuramente da SPL, ....

Cordialmente miza :)

Link to comment
Share on other sites


No, niente corrosione. Il bordo è nato così: si tratta di un tondello di 2° classe (secondo Gigante). Secondo alcune correnti di pensiero il bordo influisce poco sul giudizio di conservazione a patto che eventuali danni (graffi, tagli, colpi, ecc.) si limitino ad esso e non invadano il campo...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Staff

Ciao a tutti,

Io comincerei dal fatto che stiamo ammirando una foto in bassa risoluzione (considerando che è un montaggio, ogni verso ha una risoluzione di ca 500 px) di una moneta di 15 mm di spessore.

Consideriamo anche che la moneta è sovente afflitta da diverse problematiche di conio sia per il bordo, sia per il conio.

Da quello che vedo (ricordiamoci i 500px di risoluzione utile per verso), mi sembra di vedere tutti i dettagli al loro posto.
Come scrivevo poco sopra, i rilievi sono sempre un po deboli (mi sembra maggiormente al D/, vedi ad esempio le spalline ed il colletto), ed il bordo nasce effettivamente così: debole e/o deturpato. 
Son problemi congeniti di conio che non incidono sulla conservazione, ma unicamente sul valore economico finale.

Per quello che posso vedere, secondo me, mantenendo sempre l'ovvia prudenza, direi che siamo tranquillamente sullo Spl.
Da vedere in mano per essere più precisi.

Bella monetina, rara (e costosa!)

 

Dimenticavo: la zona cui accennava miza, probabilmente è afflitta anche li da debolezza do conio.
Molto probabilmente il punzone che ha prodotto questa monetina ne aveva già fatto parecchio di lavoro

Edited by Il*Numismatico
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Awards

Eccellente disamina esimio @Il*Numismatico,

esattamente il percorso fatto dal perito che ha esaminato la monetina e che l'ha chiusa SPL.

Mi sembra anche di capire che tutti coloro che sono intervenuti sono a conoscenza dell'esistenza dei due conii identificati con "8 grande" ed "8 piccolo" poiché nessuno ha sollevato domande sull'incipit del mio intervento iniziale. La cosa, se da un lato mi ha fatto piacere, dall'altro mi ha stupito poiché è un particolare che non compare né sul Gigante, né sul Montenegro, né sull'Attardi (perlomeno nelle edizioni in mio possesso). Evidentemente tutti hanno avuto occasione di leggere il bell'articolo di Francesco Cavaliere su "il giornale della Numismatica" del 6 ottobre 2015...

di cui vi posto il link: http://www.ilgiornaledellanumismatica.it/?p=6694

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.