Jump to content
IGNORED

dollari argento USA 1876 - 1898


CICCIO*72
 Share

Recommended Posts

Salve, ho trovato nella vecchia casa di mio nonno molte monete tra le quali questi due dollari USA, avete idea del valore ??

Dollar1.jpg

Dollar2.jpg

Link to comment
Share on other sites


Quello del 1898 è un dollaro Morgan coniato a Philadelphia. Moneta comune, in questa conservazione vale all'incirca 20/25 euro.

L'altro è un Trade Dollar di San Francisco, potrebbe valere tra i 150 e i 200 euro, ma non mi convince molto, dovresti postare delle foto migliori solo di quello e, soprattutto, controllare peso e diametro.

petronius :)

Link to comment
Share on other sites


Buongiorno Ciccio,

Se togli il contorno e lasci la moneta in primo piano, gli esperti potranno darti risposte più precise, cerca anche di postare peso e diametro che solitamente sono parametri fondamentali per capire se è un falso.

Saluti
Silver

Link to comment
Share on other sites


Ho provveduto a rifilare e raddrizzare le immagini, ed ecco il risultato:

trade dollar1876bis.jpg

trade dollar1876.jpg

Premesso che si sta sempre ragionando su una foto, senza conoscere i dati ponderali (ma peso e diametro non riesci proprio a misurarli?), e che le condizioni della moneta sono tali che non è facile stabilire se i punti critici sono davvero tali o solo effetti dovuti alla consunzione e allo sporco, si tratta, a mio parere, di un falso.

Per confronto, un esemplare autentico, in ben altra conservazione ;)

trade dollar1876PCGS.jpg

Le differenze più evidenti sono nella perlinatura, molto meno marcata e quasi assente in alcuni punti (al rovescio, tra le parole TRADE e UNITED e sopra quest'ultima), nel ramo d'ulivo tenuto da Lady Liberty, che nella moneta di @CICCIO*72 ha il gambo molto più corto e quasi interamente attaccato al braccio, nella punta dell'ala sinistra dell'aquila che tocca le foglie, mentre dovrebbe esserne distaccata, mentre l'altra ala tocca anche la seconda freccia, invece che solo la prima, nella testa e nel becco dell'aquila stessa.

Più in generale è tutta la moneta che comunica un'impressione non buona, se fosse possibile conoscere peso e diametro forse ci toglieremmo ogni dubbio, fermo restando che, se anche dovessero corrispondere, non è detto che la moneta sia autentica.

petronius oo)

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


La perlinatura sembra decisamente diversa, ma anche il bordo e la data. Cosa c'è sopra la 'D' di dollar? E sotto la data?

Link to comment
Share on other sites


9 ore fa, vathek1984 dice:

 a mio avviso è falso anche il dollaro Morgan

Grazie Andrea, in verità, sapendo che 2 su 3 Trade Dollar ritrovati per caso sono falsi, mi sono concentrato su quello, e non ho prestato molta attenzione al Morgan. Pur consapevole che anche lì i falsi si sprecano, in questo caso, trattandosi di un'annata e una zecca comuni, non pensavo potesse presentare problemi.

Invece, a un'esame più accurato, fatto ingrandendo le foto, i dubbi son venuti anche a me

morgan1898.jpg

Al dritto, dietro il cappello di Liberty, si evidenziano dei fori che potrebbero addirittura far pensare a una fusione. La E del motto è diversa da come dovrebbe essere, le lettere PLU sono quasi scomparse, cosa non coerente con la conservazione generale della moneta (migliore che nel Trade) e col fatto che le altre lettere del motto sono, invece, molto ben impresse. La quarta stella a sx, all'altezza del mento della Lady, appare impastata e sembra abbia del metallo in eccesso, quasi un residuo di fusione (ancora :rolleyes:) non rimosso.

Al rovescio, la perlinatura, per quasi tutta la metà destra, da ore 12 a ore 5, è diversa da quella, tutto sommato accettabile, della restante parte di moneta. Altro punto critico, il petto dell'aquila, che, più che appiattito come avviene nella normale usura da circolazione, sembra abbia fatto una cura dimagrante :rolleyes: poi, come per il Trade, la testa e il becco dell'animale.

Questi sono solo alcuni dei punti critici, poi, ancora una volta, è l'impressione generale che non convince, come sempre l'immagine di un autentico Morgan servirà a far capire meglio le differenze

1895-1.jpg

La mia conclusione dunque, pur con la doverosa precisazione che si sta sempre ragionando su una (brutta) foto, e non si conoscono i dati ponderali, è che si tratti, anche in questo caso, di un falso.

I complimenti e un grazie per la dritta vanno naturalmente tutti a @vathek1984 che per primo si è accorto che anche in questa moneta c'era qualcosa che non andava :) 

petronius :)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


21 ore fa, luke_idk dice:

 Cosa c'è sopra la 'D' di dollar?

A intuito (che in effetti non si legge :rolleyes:), dovrebbe essere il marchio di zecca, S per San Francico.

21 ore fa, luke_idk dice:

E sotto la data?

Mi sembra di vedere una specie di punto sotto il numero 1, ti riferisci a quello? Se sì, probabilmente solo un altro dei tanti difetti, io altre anomalie lì non ne vedo.

petronius :)

Link to comment
Share on other sites


45 minuti fa, petronius arbiter dice:

Questi sono solo alcuni dei punti critici,,,,

Ai quali aggiungo la punta delle ali dell'aquila, che tocca la perlinatura, e non dovrebbe ;)

petronius :)

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, petronius arbiter dice:

Grazie Andrea, in verità, sapendo che 2 su 3 Trade Dollar ritrovati per caso sono falsi, mi sono concentrato su quello, e non ho prestato molta attenzione al Morgan. Pur essendo consapevole che anche lì i falsi si sprecano, in questo caso, trattandosi di un'annata e una zecca comuni, non pensavo potesse presentare problemi.

Invece, a un'esame più accurato, fatto ingrandendo le foto, i dubbi son venuti anche a me

morgan1898.jpg

Al dritto, dietro il cappello di Liberty, si evidenziano dei fori che potrebbero addirittura far pensare a una fusione. La E del motto è diversa da come dovrebbe essere, le lettere PLU sono quasi scomparse, cosa non coerente con la conservazione generale della moneta (migliore che nel Trade) e col fatto che le altre lettere del motto sono, invece, molto ben impresse. La quarta stella a sx, all'altezza del mento della Lady, appare impastata e sembra abbia del metallo in eccesso, quasi un residuo di fusione (ancora :rolleyes:) non rimosso.

Al rovescio, la perlinatura, per quasi tutta la metà destra, da ore 12 a ore 5, è diversa da quella, tutto sommato accettabile, della restante parte di moneta. Altro punto critico, il petto dell'aquila, che, più che appiattito come avviene nella normale usura da circolazione, sembra abbia fatto una cura dimagrante :rolleyes: poi, come per il Trade, la testa e il becco dell'animale.

E, ancora una volta, è l'impressione generale che non convince, come sempre l'immagine di un autentico Morgan servirà a far capire meglio le differenze

1895-1.jpg

La mia conclusione dunque, pur con la doverosa precisazione che si sta sempre ragionando su una (brutta) foto, e non si conoscono i dati ponderali, è che si tratti, anche in questo caso, di un falso.

I complimenti e un grazie per la dritta vanno naturalmente tutti a @vathek1984 che per primo si è accorto che anche in questa moneta c'era qualcosa che non andava :) 

petronius :)

Grazie a te e ricambio i complimenti per l'analisi e l'accostamento delle immagini sempre molto efficaci...dall'aspetto generale di entrambe le "monete" ho pensato subito allo stile dei falsi cinesi...certe volte si dedicano anche a monete piuttosto comuni, come il Morgan di questa discussione..

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.