Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

gigetto13

50 cent palmanova

39 risposte in questa discussione

in arrivo, con perizia Tevere, che mi farà tenerezza a toglierla... ma lo farò, in memoria, documentando la speriziatura.

So che il 50 cent. non è letteralmente un pezzo veneziano, ma quasi. Per me lo è, per la storia sua, perché a Palmanova c'è stato forse l'ultimo assedio post-veneziano nel 1814. Vent'anni dopo la fine della Repubblica, dalle mie parti, Napoleone o no, si viveva ancora qualcosa di veneto, in un assedio austriaco che sembrava ininterrotto.

$_57.jpg

$_57b.jpg

Piace a 5 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
6 ore fa, gigetto13 dice:

in arrivo, con perizia Tevere, che mi farà tenerezza a toglierla... ma lo farò, in memoria, documentando la speriziatura.

So che il 50 cent. non è letteralmente un pezzo veneziano, ma quasi. Per me lo è, per la storia sua, perché a Palmanova c'è stato forse l'ultimo assedio post-veneziano nel 1814. Vent'anni dopo la fine della Repubblica, dalle mie parti, Napoleone o no, si viveva ancora qualcosa di veneto, in un assedio austriaco che sembrava ininterrotto.

$_57.jpg

$_57b.jpg

Ciao!

Palmanova, la fortezza, la città stellare, voluta dalla Serenissima per salvaguardare quella parte di confine con gli Asburgo estremamente vulnerabile; nelle intenzioni veneziane doveva rappresentare un baluardo. Invece non svolse mai il compito per il quale era stata creata.

Ironia della sorte, fu invece preda, alternativamente, delle truppe asburgiche e napoleoniche, che se la sono contesa.

Complimenti per l'acquisto.

saluti

luciano

 

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io aspetterei a toglierla dalla perizia. è sempre un plusvalore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

42 minuti fa, dux-sab dice:

io aspetterei a toglierla dalla perizia. è sempre un plusvalore.

Se @gigetto13 intende rivendere a breve concordo, se invece il pezzo arriva per restare in collezione a mio parere la perizia va tagliata.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno...

Complimenti @gigetto13 

ero tra quelli che osservava sta monetina sulla baia...ma ora vedo che l'hai fatta tua...ottima e ad un buon prezzo...:good:

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimentoni, ottimo pezzo di grandissimo significato storico. 

E ora... a quando il 25 centesimi?? 😜😜😜

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ci ho fatto la naja ,conta qualcosa?:D.

"Soit a pied soit a cheval mon honneur est sans egal".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

17 ore fa, 417sonia dice:

Ciao!

Palmanova, la fortezza, la città stellare, voluta dalla Serenissima per salvaguardare quella parte di confine con gli Asburgo estremamente vulnerabile; nelle intenzioni veneziane doveva rappresentare un baluardo. Invece non svolse mai il compito per il quale era stata creata.

Ironia della sorte, fu invece preda, alternativamente, delle truppe asburgiche e napoleoniche, che se la sono contesa.

Complimenti per l'acquisto.

saluti

luciano

 

Verissimo!

tra l'altro, il progetto della fortezza fu dello stesso Giulio Savorgnan, udinese, autore anche delle fortezze di Candia e di Nicosia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

12 ore fa, Gallienus dice:

Se @gigetto13 intende rivendere a breve concordo, se invece il pezzo arriva per restare in collezione a mio parere la perizia va tagliata.

Difficilmente uscirà da collezione (sempre che arrivi, ho sempre il fiato sospeso quando si tratta di poste italiane!), quindi la toglierò accuratamente dalla plastica che da oltre 6 anni la imprigiona. Primo perché la voglio pesare, fotografare e toccare, secondo (ma non ultimo) perché per quanto al giorno d'oggi non abbiamo più i polimeri di un tempo che mettevano a serio rischio le monete che venivano in loro contatto (quante ne ho rovinate inconsapevolmente negli anni '80 e '90), per deformazione professionale so che un materiale plastico prima o poi interagisce necessariamente con il metallo. Terzo, l'ho pagata relativamente poco, quindi anche dovendola rivendere penso che potrei tranquillamente riottenere il suo prezzo anche senza perizia. Grazie a tutti per gli interventi!

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

3 ore fa, min_ver dice:

Complimentoni, ottimo pezzo di grandissimo significato storico. 

E ora... a quando il 25 centesimi?? 😜😜😜

Eh, prossima volta che vado a Udine a trovare i miei, faccio un salto in Castello ai Musei... ma chissà se esiste ancora, mica ci credo tanto. Sarebbe da chiedere al buon Muschietti che ne fece il calco quarant'anni fa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

6 ore fa, gigetto13 dice:

Terzo, l'ho pagata relativamente poco, quindi anche dovendola rivendere penso che potrei tranquillamente riottenere il suo prezzo anche senza perizia.

Di questo puoi esser certo. Purtroppo non l'ho vista, altrimenti l'avrei presa io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

12 ore fa, adelchi dice:

Io ci ho fatto la naja ,conta qualcosa?:D.

"Soit a pied soit a cheval mon honneur est sans egal".

Toh guarda! In che anni? Eri proprio al "Quarto Genova" o al comando brigata?

Andreas

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

II 85,caserma Ederle ma aggregato al ventottesimo Treviso. Ero nel cuore del longobardismo friulano ma a quei tempi pensavo soltanto alle " pommes de terre":)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

15 ore fa, Gallienus dice:

Di questo puoi esser certo. Purtroppo non l'ho vista, altrimenti l'avrei presa io.

vada per la prossima @Gallienus ! siamo tutti fratelli alla fine;) ti auguro di trovarne una ancora più bella!

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ed oggi festeggiamo l'entrata della fortezza nel Patrimonio dell'UNESCO.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il 5/7/2017 at 10:58, Andreas dice:

Toh guarda! In che anni? Eri proprio al "Quarto Genova" o al comando brigata?

Andreas

Ehi io ero al quarto genova cavalleria.. 6 scaglione 97... lo so che non centra nulla con la moneta... Ciao....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo so, ma ero curioso. Io al  Quarto Genova ho fatto solo il corso di pilota, poi sono andato al comando di Brigata della Pozzuolo, dalla parte opposta della "stella". Ma era qualche annetto prima: quarto scaglione 1979.

Ciao, e mi scuso con tutti per la divagazione.

Andreas

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Andreas e @Sim 75 nessun problema! in questa discussione ci sta tutto dentro quanto ha a che fare con Palmanova che, essendo nata come fortezza militare, lo è rimasta fino alla fine del '900. Molti ne sono passati tra quelle mura!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arrivata... ho resistito un'ora per "speriziarla", poi non ho resistito, come immaginavo, ma ne è valsa la pena: primo perché ora la posso guardare bene (e pesare), secondo perché come temevo la plasticaccia del folder in sei anni ha depositato un po' di appicicaticcio sul tondello. Come dicevo, per quanto ad oggi i polimeri utilizzati per le bustine siano meno chimicamente invasivi di un tempo (ma mai totalmente neutri, ricordiamolo), purtroppo nelle perizie si racchiude tutto quanto sia stato anche microscopicamente depositato sulla moneta prima della chiusura (umidità, tocco di dita, e qualunque sostanza fosse presente sul metallo) che, col tempo, potrebbe pregiudicarne la qualità. Niente di grave, si intende, abbastanza fastidioso ma risolvibile. Il problema delle periziature per me è quando rimangono tali per tanti anni...

Domani bel bagnetto in acqua distillata che mi procurerò purissima milliQ sul lavoro, e poi con luce buona farò qualche foto. Vorrei poi avere delle vostre considerazioni sulla conservazione, che a me pare leggermente superiore al BB del "BB" Tevere.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Attendiamo le foto della moneta libera.

Chissà chi l'ha avuta in mano e che scambi ci sono stati.

Sai che potere di scambio aveva all'epoca? Trops panes e trops gos si compravino?

 

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

11 ore fa, gigetto13 dice:

Arrivata... ho resistito un'ora per "speriziarla", poi non ho resistito, come immaginavo, ma ne è valsa la pena: primo perché ora la posso guardare bene (e pesare), secondo perché come temevo la plasticaccia del folder in sei anni ha depositato un po' di appicicaticcio sul tondello. Come dicevo, per quanto ad oggi i polimeri utilizzati per le bustine siano meno chimicamente invasivi di un tempo (ma mai totalmente neutri, ricordiamolo), purtroppo nelle perizie si racchiude tutto quanto sia stato anche microscopicamente depositato sulla moneta prima della chiusura (umidità, tocco di dita, e qualunque sostanza fosse presente sul metallo) che, col tempo, potrebbe pregiudicarne la qualità. Niente di grave, si intende, abbastanza fastidioso ma risolvibile. Il problema delle periziature per me è quando rimangono tali per tanti anni...

Domani bel bagnetto in acqua distillata che mi procurerò purissima milliQ sul lavoro, e poi con luce buona farò qualche foto. Vorrei poi avere delle vostre considerazioni sulla conservazione, che a me pare leggermente superiore al BB del "BB" Tevere.

Bravissimo @gigetto13, ottima scelta per il bene della moneta il taglio della perizia! Conserva ovviamente il talloncino.

Ora attendo le foto per rosicare un altro po'.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allora la lira napoleonica, secondo una tariffa coeva che ho a casa, valeva il doppio della lira veneta (attenzione, non veneziana che era ben più alta di valore, ma le lire coniate dagli austriaci nel 1800-1802) per cui 50 centesimi napoleonici equivalevano ad una lira veneta (spesso definita liretta) ma molto meno rispetto alla lira dogale che peraltro circolava ancora (ed infatti nella tariffa sono ancora presenti ducatoni, ducatelli ecc.). Diciamo che i 50 centesimi ossidionali potrebbero non aver avuto esattamente lo stesso cambio (peraltro ci dovrebbe essere stata una calmierazione dei prezzi dei beni che all'interno delle mura sicuramente non erano poi così facili da reperire) ma non credo si discostasse di molto da quello sancito nella tariffa. Piuttosto, ha più senso parlare di potere d'acquisto.. sappiamo che erano state stampate anche "banconote" in lire, quindi un minimo di circolante anche di valore più elevato effettivamente era stato prodotto.

Su due piedi, però, non saprei dire cosa ci si potesse acquistare, certamente non solo un chilo di pane (il cui costo mi sa che era inferiore a quello per produrre i 50 centesimi), forse esiste però qualche testo coevo che ci dia indicazioni.

A stasera con le immagini

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pesata, 12.43 grammi.
Dopo lieve lavaggio, vi presento finalmente le immagini del 50 centesimi. Nonostante una mancanza di tondello sia nel diametro sia nello spessore (credo originaria) che ha causato la "non coniazione" di una parte del D/ e R/, il resto dei rilievi mi pare buono.
Tra l'altro è ben evidente il puntino del compasso al centro, e la corona ferrea mantiene ancora bene i suoi particolari.
La mistura (ricordiamo che dentro ci sono una decina di metalli diversi, di origine la più svariata, argento, ferro, piombo, stagno, rame ecc.), probabilmente non perfettamente riuscita ed omogenea, come in altri esemplari, si rivela in alcune zone grigiastre del lato con l'indicazione del valore.
Riguardo alla perizia... La plastica che ha racchiuso per sei anni questa moneta, come prevedevo, evidenzia tracce di rilascio, non solo per contatto.

 

1.JPG

2.JPG

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di grandissimo fascino; come tutte le monete ossidionali. Il difetto del tondello poi ci porta a fantasticare sulla fretta degli addetti alla preparazione. 

Fantastiche le monete ossidionali, peccato che per Milano nada e che per quanto riguarda le papali (e il mio budget :D ) ho già dato con l'unico pezzo accessibile.

Complimenti sinceri a @gigetto13 per l'acquisto :good:

Antonio 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

8 minuti fa, anto R dice:

Di grandissimo fascino; come tutte le monete ossidionali. Il difetto del tondello poi ci porta a fantasticare sulla fretta degli addetti alla preparazione. 

Fantastiche le monete ossidionali, peccato che per Milano nada e che per quanto riguarda le papali (e il mio budget :D ) ho già dato con l'unico pezzo accessibile.

Complimenti sinceri a @gigetto13 per l'acquisto :good:

Antonio 

eh beh, la tua di roma con i lanzichenecchi alle porte è superlativa! me la ricordo bene..

Mi pare che ce ne siano però altre che ti possano stuzzicare... mantova, pavia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?