Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Monetaio

approfondimento 1 Lira 1900 - Umberto con Sondaggio! :)

Risposte migliori

Monetaio
Supporter

Secondo voi, oggi, con l'evoluzione del mercato numismatico che si é avuto negli ultimi anni, é meglio collezionare monete "rare" anche se in medio/bassa conservazione, oppure monete in altissima conservazione ancorchè comuni ?
Rarità o bellezza ?
(non rispondete per piacere "rarità e bellezza", perchè potendo così siam bravi tutti! :) )

L'animazione latita... Perdonerete il tentativo.

1lira1900_d2.jpg

1lira1900_r2.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Saturno

Direi comuni ma in alta conservazione.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giulira
Supporter

Dico che se collezioni solo FDC questa moneta va bene :)

Pero' e' un po' triste come collezione. E' come il mito dell'eterna giovinezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio
Supporter
51 minuti fa, giulira dice:

Dico che se collezioni solo FDC questa moneta va bene :)

Pero' e' un po' triste come collezione. E' come il mito dell'eterna giovinezza.

Puoi espandere e spiegare meglio il concetto per piacere ?
Trovo per esempio che dire "collezionare solo FDC" faccia ossimoro con la realtà collezionistica (e numismatica).
Che poi ci sia anche chi sia convinto di farlo o poterlo fare, non ne dubito, intendimi.
Tu come e cosa collezioni ? (che poi é la domanda del thread)

Modificato da Monetaio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giankyv

Il mercato va sempre più verso l'alta conservazione, monete comuni ma "realmente" in altissima conservazione sono al momento le più richieste e spuntano cifre di tutto rispetto.
Io, per la mia collezione, provo a fare il meglio con quello che mi posso permettere partendo dal presupposto che monete davvero in FDC ne esistono poche pochine.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Biagio75

Mah.... Secondo me la cosa si equivale..... Se parliamo di vere rarità vanno bene anche in bassa conservazione.... Esistono monete abbastanza rare e che in alta conservazione non si sono mai viste.... Poi è ovvio che le comuni ora hanno un significato solo in alta.... Il mercato dice così ora.... Poi molto dipende dal tema che uno si è posto per la propria collezione 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio
Supporter
3 minuti fa, Biagio75 dice:

Mah.... Secondo me la cosa si equivale..... Se parliamo di vere rarità vanno bene anche in bassa conservazione.... Esistono monete abbastanza rare e che in alta conservazione non si sono mai viste.... Poi è ovvio che le comuni ora hanno un significato solo in alta.... Il mercato dice così ora.... Poi molto dipende dal tema che uno si è posto per la propria collezione 

Beh, ma é praticamente la domanda posta, Biagio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

maxxi

Il trend degli ultimi anni ripaga le monete perfette, trovarle e acquistarle ad una cifra congrua probabilmente sarebbe la cosa da fare, anche se spesso si parla di cifre di tutto rispetto per delle monete comuni. Personalmente preferisco le alte conservazioni, questo vuol dire, non sempre e comunque il FDC della moneta perfetta, poi se si trova perfetta ad un costo plausibile ben venga.  Alcune collezioni, meno importanti al livello economico, le ho improntate senza badare troppo alla conservazione per il solo gusto di collezionarle, chiaramente evito gli "sguroni" ma mediamente sto tra il BB e lo SPL. La collezione del Regno d'Italia invece, in particolare quella di Vittorio Emanuele III, la sto cercando di fare il più' possibile in alta conservazione, quindi monete comuni in alta conservazione, monete rare invece mi sono prefissato un tetto di spesa, con suddetta cifra cerco di prenderla più' bella possibile... chiaramente se il portafoglio mi permette un BB, allora prendo il BB raro.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

maxxi

Ho anche un'altra considerazione personale, se la moneta rara fa tipologia ad esempio lo scudo dell'11, la cerco in alta conservazione, se invece ha delle sorelle della stessa tipologia meno rare e di conseguenza meno costose, allora mi posso accontentare della moneta rara ad una conservazione media e di conseguenza prendo le più comuni in alta conservazione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Biagio75

In sostanza intendevo quello che ha detto Maxxi. 

Ipotizziamo che uno decida di collezzionare un solo re del Regno e che insegua il miraggio di fare tutte le date per ogni nominale.... Le comuni le potrà fare in alta conservazione.... Ma con quelle rare dovrà accontentarsi.... 

Diverso se uno decide per una collezione tipologica di sole rarità.... O solo di alte conservazioni. 

A mio parere se la moneta è molto rara ha un significato di mercato anche in bassa conservazione rimane comunque ricercata.... Ovvio che la moneta comune in alta avrà più mercato.... Solo per il semplice fatto che a livello di portafoglio se la possono permettere più collezzionisti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio
Supporter
8 minuti fa, Biagio75 dice:

In sostanza intendevo quello che ha detto Maxxi. 

Ipotizziamo che uno decida di collezzionare un solo re del Regno e che insegua il miraggio di fare tutte le date per ogni nominale.... Le comuni le potrà fare in alta conservazione.... Ma con quelle rare dovrà accontentarsi.... 

Diverso se uno decide per una collezione tipologica di sole rarità.... O solo di alte conservazioni. 

A mio parere se la moneta è molto rara ha un significato di mercato anche in bassa conservazione rimane comunque ricercata.... Ovvio che la moneta comune in alta avrà più mercato.... Solo per il semplice fatto che a livello di portafoglio se la possono permettere più collezzionisti

Beh, ma tu nel tuo ragionamento sulle rare, che rimane validissimo per te e la tua collezione, parti dal presupposto che tutti abbiano la tua stessa capacità di spesa ed obiettivo.
Se fosse solo una questione economica poi, allora le comuni in bassa conservazione dovrebbero essere ancor più gettonate, potendosi rivolgere ad un pubblico ancor più ampio.
(ti sto usando da spalla, porta pazienza)

Modificato da Monetaio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Biagio75

Beh non è proprio così..... Chi collezziona monete contemporaneamente è quasi sempre un perfezionista e normalmente ha un percorso alle spalle.... Io rappresento se vuoi il collezionista medio che come tutti da piccolo si è appassionato. 

Inizialmente bastava avere le monete poi con gli anni l occhio nel guardarle cambia.... E vuole la sua parte... 

Penso che qui a tutti non piacciano i colpi o le maledestre pulizie.... E come molti guardo più volentieri una moneta in alta che una in bassa.... Spesso la conservazione è la rarità... 

Poi esistono monete che sarebbe già abbastanza avere... 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sim 75

Ciao personalmente preferisco spendere 200 euro per una moneta rara in bb piuttosto che 100 euro in una comune in fdc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Biagio75

In sostanza il mercato è cambiato perché negli anni è cambiato il modo di guardare le monete.... Una volta non era così.... Ti sarà capitato di vedere collezioni ereditate di collezzionisti anni 70....in pochi avevano il vezzo della conservazione la maggioranza volevano chiudere il buco

Recentemente feci una domanda simile a Zamboni che ha qualche anno di Numismatica alle spalle.... Mi rispose che una volta si emozionava quando trovava una moneta rara... Ora per quelle belle in alta... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

maxxi

C'è anche da dire che generalizzare non è facile, ogni moneta ha un suo perché, ogni moneta ha una sua storia. Posso dire che se mi capitasse di scegliere, a parità di cifra, tra una moneta A in BB e una moneta B in vero FDC,  tutte e due rare, tutte e due molto costose, probabilmente prenderei quella in FDC, perchè la moneta in BB probabilmente la ritroverò ancora, la moneta in vero FDC ci sono meno possibilita' che mi capiti fra le mani un'altra volta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus

Penso che il cambiamento di approccio sia anche legato alla diffusione delle tecnologie: oggi ogni moneta viene fotografata a risoluzione altissima (il famoso "formato pizza") per cui ogni invisibile micrograffio diventa un colpo di scimitarra; inoltre, il confronto su forum e social network incentiva l'esibizione di pezzi superlativi. Dunque nessun dubbio che il mercato vada in direzione dell'altissima conservazione: proprio qualche giorno fa leggevo qua sopra un thread su un 100 lire fascione in cui un esemplare SPL+ veniva commentato a suon di "io non l'avrei preso" e "io avrei cercato di meglio".

Dunque io certo vado collezionando "contromano", dal momento che la mia raccolta punta a esemplari tra MB e SPL, e non disdegno monete forate e appiccagnolate: anzi le prediligo, non nel senso che le pagherei più di una moneta integra ma nel senso che dovendo scegliere tra una moneta appiccagnolata e una integra a maggior prezzo scelgo invariabilmente quella appiccagnolata. Tutto questo non per mia pitoccheria - anche perché so bene cosa sarà poi premiato dal mercato - ma perché, come ripeto periodicamente, io vedo la numismatica come storia, e ciò che a me interessa è unicamente la funzione storica dell'oggetto monetale. Un appiccagnolo rappresenta un riuso e si carica quindi di ulteriore significato, mentre un FDC è di fatto una moneta fallita, che non ha avuto la possibilità di svolgere il compito per il quale era nata. Dunque ai miei occhi appare - seppur inevitabilmente più "bella" esteticamente - meno INTERESSANTE.

 

Modificato da Gallienus
  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giulira
Supporter
1 ora fa, Monetaio dice:

Puoi espandere e spiegare meglio il concetto per piacere ?
Trovo per esempio che dire "collezionare solo FDC" faccia ossimoro con la realtà collezionistica (e numismatica).
Che poi ci sia anche chi sia convinto di farlo o poterlo fare, non ne dubito, intendimi.
Tu come e cosa collezioni ? (che poi é la domanda del thread)

Le monete perfette o quasi son poche. E la grandissima maggioranza  di un periodo storico recente. E' come tagliare fuori a priori il 98 % o piu' di quello che si trova in commercio.  E questo e' l'argomento razionale.

Poi le monete perfetto sono fannullone ed effimere, perche' non hanno mai lavorato e perche' basta un nulla per rovinarle. La perfezione non esiste, e' come l'eterna giovinezza. Quindi chi vuole monete solo FDC *vero* e' destinato a non essere mai soddisfatto.

Per ultimo, la questione soldi e' altrettanto effimera(se non lo fai di mestiere ovviamente). Oggi va cosi' ma domani...chi sa.

Modificato da giulira
ripetizione
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio
Supporter

Concordo Giulira sulla parte razionale e soprattutto sull'eterna insoddisfazione che però, a mio avviso, è base e motore stesso del collezionismo (se non addirittura del progresso umano)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tonycamp1978
3 ore fa, Monetaio dice:

oggi, con l'evoluzione del mercato numismatico che si é avuto negli ultimi anni, é meglio collezionare monete "rare" anche se in medio/bassa conservazione, oppure monete in altissima conservazione ancorchè comuni ?

La domanda posta "e' meglio..." la intendo in termini di investimento, perche' ovviamente ognuno e' libero di organizzare la sua collezione in base a quelli che sono i suoi obiettivi... le sue passioni ... le sue possibilita' finanziarie... ecc. Per come intendo io questa domanda opto per la scelta di collezionare monete comuni in altissima conservazione, poiche'  ormai cio' che e' definito "raro" nei cataloghi, seguendo la sua tiratura, non lo e' piu' nella realta' del mercato. Il mercato on line ha facilitato la possibilita' di acquistare monete "rare" in modo veloce e pratico.. basta un click. Nel mercato attuale e' raro invece il FDC reale delle varie tipologie monetali... facciamo un esempio... provo a digitare "50 centesimi 1889 definito raro nei cataloghi"... ne escono a dozzina per cui non sto comprando niente di raro e ambito... poi provo a digitare "1 lira 1863 M fdc definita comune" me ne escono poche in vendita... e non proprio fdc.

Modificato da tonycamp1978
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciprios

Prediligo, laddove le tasche lo consentano, monete comuni in fdc e "veramente" rare in bassa conservazione.. un mix tra i due approcci mi soddisfa e credo che non si debba necessariamente escludere l'uno o l'altro... poi di alcune monete il fdc non esiste quindi collezionare a 360gradi implica anche accontentarsi! 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Questa è la differenza fra Numismatica e Collezionismo. Il Numismatico studia la moneta nel suo insieme,la storia,le origini,il metallo,la conservazione viene quasi per ultimo.Il Collezionista cerca il pezzo unico,raro e chiaramente molte monete sono rare o rarissime in FDC. Oggi acquistano molto le comuni in FDC perchè, credo, lo fanno sperando un giorno diventino una rarità......

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monetaio
Supporter
9 ore fa, favaldar dice:

Questa è la differenza fra Numismatica e Collezionismo. Il Numismatico studia la moneta nel suo insieme,la storia,le origini,il metallo,la conservazione viene quasi per ultimo.Il Collezionista cerca il pezzo unico,raro e chiaramente molte monete sono rare o rarissime in FDC. Oggi acquistano molto le comuni in FDC perchè, credo, lo fanno sperando un giorno diventino una rarità......

Si Favaldar, infatti si parla di collezionismo numismatico e relativo modo di farlo.
Lo studio proprio numismatico é altro e siamo d'accordo, ma se si vuole un po' mettere del pepe sul discorso, si potrebbe dire che spesso gli studiosi sono anche collezionisti che sulla qualità si accontentano (o dicono di).
Conosciamo invece molti Studiosi con la S maiuscola (di quelli veri, non solo da forum, per intenderci), che fanno comunque della qualità nelle loro collezioni motivo trainante.
Per quanto riguarda il bello ma comune, non penso che sia solo una questione di "speranza" in eventuale rivalutazione, ma anche una questione emozionale.
Mi sono sempre domandato, sin dall'inizio, come possa anche un "mero" studioso accontentarsi di vedere in mano solo monete strausurate, quando e dove invece magari sia possibile poter apprezzare e studiare tondelli molto meglio conservati e quindi definiti nella loro integrità nativa (ma anche viceversa).
Laddove non sia possibile lo studio diretto dei conii soprattutto.
Personalmente, ho sempre trovato molto limitante (in senso proprio pratico) anche il discorso "medio" dell'archeologo numismatico il quale, e sempre mediamente, pur con un bagaglio culturale teorico sicuramente notevole, difficilmente poi é realmente in grado di distinguere, per esempio, un falso. Senza poi volermi addentrare sulla questione "artistica" e relativo gusto.
E' evidente che questo discorso é generalista ed attaccabile facilmente se si vuole "affettare" un po', però concettualmente dovrebbe essere sufficiente a creare riflessioni.
Con le dovute differenze, se ci si rapporta e confronta al mercato dell'arte (Sculture, Quadri,...), per esempio, diventa ancora più lampante.

Modificato da Monetaio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico

Beh... guardando la moneta esempio, io dico che mi garba e la prenderei al volo, pur "avendo smesso di fumare" :D 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Marfir
Supporter

Nel mio piccolo ho compreso, a mie spese, che l'alta conservazione oggi è quella che viene maggiormante apprezzata dai collezionisti, e conseguentemente dal commerciante che segue questo trend.

Quindi cerco di prendere alte conservazioni per non doverle, in futuro, sostituirle, e quindi rimetterci dei soldi.

Quindi fondamentale è lo studio della moneta per non prendere SPL spacciati per FDC.

Saluti Marfir

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Betto

Dico pure io la mia. Se avessi a disposizione , diciamo per esempio 500 euro, e se dovessi scegliere tra la stessa moneta ma di annate diverse (una comune in fdc ed una rara ma in spl o bb ) penso che andrei a prendere la seconda. Per due motivi, il primo è che mi piace pensar alla storia della moneta stessa, di quante tasche avrà girato,cosa avrà visto. Il secondo è perché comunque si avrebbe qualcosa che non tutti hanno tra le mani. Da quanto leggo comunque ,probabilmente, andrei a perderci in un futuro perché da quanto ho capito son più collezionabili i fdc ma, siccome non ho interessi per un futuro guadagno economico, non ci penso nemmeno :).

Modificato da Betto
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×