Jump to content
IGNORED

Gregorio XIII giulio Munt. 136


Recommended Posts

Ieri a Verona ho finalmente ritirato un pezzetto per la mia collezione, una moneta che era da mesi nelle mani di un caro amico che mi aveva fatto da "occhi, orecchie e mani" al convegno di Riccione. Conservazione bassa e ben tre fori, ho però censito un solo altro esemplare (NAC 12, 2859; bella conservazione). Vorrei quindi confrontarmi con gli altri papalisti sul grado di rarità di questa inusuale tipologia con stemma/Madonna con Bambino. Personalmente credo che un R3 ci stia tutto.

 

IMG_3225.thumb.JPG.f8ea4e9d95dd3978d6b7c7f6dd90189d.JPG

IMG_3226.thumb.JPG.1c71bb843b176420016406fb8127d094.JPG

Il rovescio è il medesimo di una rara emissione giubilare (Muntoni 135) con al diritto la Porta Santa, posto come esempio l'esemplare ex Coll. Muntoni esitato a maggio 2016 alla NAC 90:

5a1b01861ac25_mun135(NAC90673exTitano41693exMontenapoleone4).jpg.af3305b0a1eeec1215b11f9103db9cd4.jpg

Resto in attesa delle vostre considerazoni, buona serata,

Antonio

Edited by anto R
refuso
Link to post
Share on other sites

ZuoloNomisma

Ciao Antonio, intanto é un piacere vederti presentare un altro esemplare della tua collezione!

In merito al giulio da te presentato, direi che rientra benissimo nella categoria di monete "quando passa si prende", indipendentemente dalla conservazione... A mio avviso, in relazione alla tua analisi di mercato, direi che ci sta meglio un R4...

ciao

Michele

Link to post
Share on other sites

 Faletro78

Penso anch'io che R4 non sarebbe fuori luogo. Certo che 3 fori sono peggio di uno, che valore può dare commercialmente un collezionista o venditore ad una moneta simile così rovinata ? Poche decine di € per me. Grande, grandissimo il suo fascino, la sua iconografia e storia che racconta. Tra l'altro la conservazione sarebbe di tutto rispetto. Saluti.

Link to post
Share on other sites

Grazie Michele e Gionata per i vostri sempre graditi commenti.

Personalemente sul grado di rarità sono stato volutamente un po' di manica stretta, i piccoli moduli oggi non riscuotono grande successo specie se non sono in buona conservazione e quindi tendono a non apparie sul mercato pubblico.

Venendo all'interessante quesito di Gionata sulla stima economica di una moneta del genere, posso solo dire che recentemente moduli piccoli ma in conservazione molto bassa - seppur rarissimi - vengono apprezzati in maniera discontinua. Mi spiego meglio: magari un pezzo fa anche qualche centinaio di euro mentre un'altro, simile per rarità, stima e conservazione, resta al palo. Mi viene quindi da pensare che gli amatori di questa tipologia di materiali siano piuttosto pochi e quindi pochi esemplari di una determinata tipologia bastino a saziare la richiesta collezionistica.

Riassumendo: la stima non dipende tanto dalla conservazione ma da chi cerca il pezzo. Visione ovviamente personale :)

Buona giornata e un caro saluto,

Antonio

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.