Jump to content
IGNORED

Il segno zodiacale di Alessandro Magno


apollonia
 Share

Recommended Posts

Buon pomeriggio.

Alessandro Magno è nato a Pella il 20 o 21 luglio 356 a. C. e quindi è del segno del Cancro.

Sul diritto di questo medaglione trovato con numerosi aurei romani da Alessandro Severo a Costantino vicino ad Abukir (sul delta del Nilo) nel 1902 e che si ritiene coniato con altri nella prima metà del 3° sec. d. C. in occasione delle festività in onore di Alessandro che all’epoca si tenevano a Beroia, in Macedonia, ed erano particolarmente importanti, è raffigurata un’interessante scena mitologica in bello stile.

5a2ffe5f89eff_OKf14876f47e99ae392ea24d02836811f3--bode-museum-museum-berlin.jpg.abb8e3abf44ad9b9dea7d6c34d23a000.jpg

Al centro dello scudo, sopra Gea o Gaia, la dea primordiale, quindi la potenza divina, della Terra, vi sono i busti di Elio e Selene contornati da cinque segni dello Zodiaco, precisamente, da sinistra a destra, Ariete, Toro, Gemelli, Cancro e Leone.

Essi coprono il periodo dal 21 marzo al 23 agosto, che comprende quindi il mese in cui è nato il Grande.

Chissà se il fatto è casuale oppure intenzionale.

5a2ffe5f24309_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.eab209714442439ded431f7cb02782dd.jpg

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Ciao @apollonia, circa i segni zodiacali tenuti in considerazione nel corso dell' antichita' , relativamente all' oroscopo e al carattere di una persona , erano quelli del mese e giorno di nascita ma anche quello del mese di concepimento , che per natura era quello stabilito nove mesi prima della nascita . Un esempio classico di questo modo di calcolare l' oroscopo e il carattere di una persona , e' quello relativo ad Augusto che per nascita apparteneva al segno della Bilancia essendo nato il 23 Settembre , ma che per periodo di concepimento era anche del Capricorno , tanto che Augusto dava piu' importanza a questo segno zodiacale , specialmente dopo la battaglia di Azio , segno esaltato ancor piu' perche' nel giorno della nascita di Augusto la Luna si trovava nel Capricorno ; infatti Augusto indossava anche un anello con un Capricorno inciso su una gemma e questo simbolo compare anche in alcune monete augustee . 

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Ciao Legio II Italica. Sapevo dell’importanza del Capricorno come ascendente rispetto alla Bilancia come segno zodiacale per Ottaviano Augusto, ma non dell’anello e delle gemme. A questo riguardo ti segnalo (sempre che tu già non lo conosca) l’articolo di Gemma Sena Chiesa ‘IL potere delle immagini :gemme politiche e cammei di prestigio’ in Paideia LXVII (2012) 255-273, che esordisce con questa frase di Plinio il Vecchio nell’ultimo libro, tutto dedicato alle gemme, della sua Naturalis Historia:

 «Il divo Augusto agli inizi del suo principato usò sigillare con la sfinge: aveva trovato due sigilli di questo tipo e molto somiglianti fra loro fra gli anelli di sua madre [...] i destinatari scherzavano dicendo che quella sfinge portava enigmi. [...] Augusto in seguito per evitare le ironie sulla sfinge sigillò con l’effige di Alessandro Magno (Plin. nat. 37,4(fig. 1).

E a pag. 265 si legge:

Il capricorno

Il segno del Capricorno è ricordato specificatamente dalle fonti come simbolo dell’oroscopo prodigioso del giovane principe, il quale lo aveva reso pubblico dopo che l’astrologo Teagene, ad Apollonia, gli aveva pronosticato un avvenire glorioso.

 Veramente l’astrologo della previsione si chiama Teogene, ma resta il fatto che il luogo è la città di Apollonia nell’Illiria. Come pure che apollonia scrivente, nato il 19 gennaio, è del Capricorno. Che coincidenza!

5a330aad1532e_Firmaforum.jpg.f730e20324fd889aa9f2e6184b5e0f3d.jpg

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Il famoso Cammeo di Augusto conservato a Vienna dove compare il segno del Capricorno .

Per quanto ricordo di aver letto Augusto indosso' un anello con il Capricorno negli ultimi anni della sua vita "firmando" le pratiche imperiali .

Cammeo di Augusto al Museo di Vienna.png

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Bellissima discussione, complimenti a tutti gli intervenuti. Anni fa ho avuto il piacere di conoscere il compianto Alberto Banti, di cui ammiravo la cultura numismatica, abbinata ad una scanzonata simpatia tutta toscana. Le volte in cui ci incontravamo in aste o convegni il Banti raccontava storie ed aneddoti che io, numismatico in erba, "rubavo" e immagazzinavo avidamente. Così facevo anche con quanto raccontavano altri numismatici, fra cui ricordo il suo amico fraterno Angelo Finetti, che ci ha lasciato anch'egli troppo presto, che abbinava l'enorme cultura, non solo numismatica, con almeno altrettanto grande umanita'. In una delle memorabili tavolate di cui fummo partecipi, il Banti racconto' di avere fra le foto inserite sotto il vetro della scrivania, le cose più belle mai viste, proprio quella dell'anello sigillo d'oro dell'imperatore Augusto, naturalmente col capricorno, perché l'anello stesso è (quantomeno così raccontava) custodito al museo di Firenze, eredità lasciata direttamente dai Medici. Questa è una cosa che non sa praticamente nessuno e che all'estero attirerebbe visitatori a frotte, mentre da noi non sara' magari neanche esposto (non lo so). Non chiedetemi su quali basi l'anello poteva essere attribuito ad Augusto, ma di certo il Dott. Banti tutto era meno che sprovveduto. Spero di non avervi annoiato con questa botta di nostalgia. 

Edited by aemilianus253
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Ciao @aemilianus253, magnifico intervento ; infatti ad esempio sono tra quelli che non conosceva la storia dell' anello del Museo di Firenze , se il Dott. Banti e di conseguenza credo anche il Museo , era convinto che l' anello con il Capricorno fosse appartenuto ad Augusto , si potrebbe pensare che probabilmente questa tradizione risalga ai Medici , proprietari all' epoca dell' anello ; in base a tale supposizione , si potrebbe anche fantasticare che i Medici , conosciuti gia' dal XIV secolo , fossero venuti in possesso dell' anello di Augusto direttamente o tramite antiquari romani che rovistando tra le rovine del Mausoleo di Augusto trovarono l' anello con il Capricorno , che per assonanza di collegamento storico , lo attribuirono ad Augusto ; non va infatti dimenticato che moltissime gemme incise con anelli d' oro , o senza , furono trovate in tutte le epoche post Impero , proprio presso antichi cimiteri o Tombe private .

Un saluto e grazie della notizia .  

Edited by Legio II Italica
tolto un doppio "fosse"
Link to comment
Share on other sites


Di niente, figurati. È un piacere scambiare ogni tanto pareri con voi. Il Dott. Banti parlava di un'incisione di qualità elevatissima e, sempre se ben ricordo, di un anello elegante nella sua semplicità e delle dimensioni del dito abbastanza minute. Diceva che a guardarlo e toccarlo si provava una sensazione incredibile, come se l'immenso potere del proprietario sprigionasse ancora da esso. Era sicuro che fosse stato in precedenza uno dei tesori della famiglia Medici e che a sua volta fosse proprio appartenuto al primo imperatore di Roma. Mi piacerebbe un giorno vederlo! 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Il 12/12/2017 alle 17:07, apollonia dice:

Buon pomeriggio.

Alessandro Magno è nato a Pella il 20 o 21 luglio 356 a. C. e quindi è del segno del Cancro.

Sul diritto di questo medaglione trovato con numerosi aurei romani da Alessandro Severo a Costantino vicino ad Abukir (sul delta del Nilo) nel 1902 e che si ritiene coniato con altri nella prima metà del 3° sec. d. C. in occasione delle festività in onore di Alessandro che all’epoca si tenevano a Beroia, in Macedonia, ed erano particolarmente importanti, è raffigurata un’interessante scena mitologica in bello stile.

5a2ffe5f89eff_OKf14876f47e99ae392ea24d02836811f3--bode-museum-museum-berlin.jpg.abb8e3abf44ad9b9dea7d6c34d23a000.jpg

Al centro dello scudo, sopra Gea o Gaia, la dea primordiale, quindi la potenza divina, della Terra, vi sono i busti di Elio e Selene contornati da cinque segni dello Zodiaco, precisamente, da sinistra a destra, Ariete, Toro, Gemelli, Cancro e Leone.

Essi coprono il periodo dal 21 marzo al 23 agosto, che comprende quindi il mese in cui è nato il Grande.

Chissà se il fatto è casuale oppure intenzionale.

5a2ffe5f24309_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.eab209714442439ded431f7cb02782dd.jpg

Lei per caso conosce i dati ponderali di questo bellissimo medaglione?

Link to comment
Share on other sites


Sì.

post-703-0-70185300-1403106407_thumb.jpg.1a32b92d09c4f20993917e14ad7e7018.jpg

Alexander Kosmokrator (the ruler of the world): 84.30 g, 56 mm, 12 h.

Obv.: Armoured bust of Alexander with diadem, shield and spear seen from the front, slightly bearded. On shield zodiac (ram, bull, twins, crab, lion) with Gaia and facing busts of Helios and Selene in centre.

Rev.: BACI–ΛE–ΩC – AΛE–ΞANΔPOV. Nike to right presenting a shield supported by Eros. On shield scene with two lovers (?). On right side a trophy and two captives.

5a33b7684e9e8_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.69fe24d3f97b0a2a30315ad1c5867ff1.jpg

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


4 ore fa, Legio II Italica dice:

Il famoso Cammeo di Augusto conservato a Vienna dove compare il segno del Capricorno .

Per quanto ricordo di aver letto Augusto indosso' un anello con il Capricorno negli ultimi anni della sua vita "firmando" le pratiche imperiali .

Cammeo di Augusto al Museo di Vienna.png

In questa foto dall'articolo citato di Gemma Sena Chiesa il Capricorno è più evidente.

5a33b9357a1b5_GemmaAugusteaCapricornoBN.JPG.06d1dd67d1fb7be86feeb8829e36a52f.JPG

5a33b9360f312_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.1456670b05a900025976ed4d30ca5d37.jpg

Link to comment
Share on other sites


Scusate, non c'entra nulla con la discussione ma non ho saputo resistere alla tentazione di fare questo parallelo... Si potrebbe intitolare "Vecchi e nuovi imperialismi".

5a337257a181f_CammeodiAugustoalMuseodiVienna.png.f0d8b6743deb738f0848c0dff1a35f28.png

iwo-jima-1-680x529.jpg

Edited by King John
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

Supporter

Ciao

sempre detto che i migliori nascono a luglio!!!:D:buoncompleanno:

Silvio

Edited by mazzarello silvio
Link to comment
Share on other sites


24 minuti fa, mazzarello silvio dice:

Ciao

sempre detto che i migliori nascono a luglio!!!:D:buoncompleanno:

Silvio

Però non oltre il 22 del mese, per restare nel Cancro e non passare nel Leone.

Ciao

5a3406ce222cc_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.e9103ed28daf597e07601a0a802e9aa0.jpg

Link to comment
Share on other sites


E così il divo Augusto, agli inizi del suo principato, usò sigillare con l’immagine della Sfinge, il simbolo del regnum Apollinis profetizzato dalla Sibilla (Plin., Nat. hist. 37,1,10; Suet., Aug. 50). Questo perché aveva trovato due sigilli di questo tipo e molto somiglianti fra loro tra gli anelli di sua madre. L’immagine di un anello del genere è tratta dal citato articolo di Gemma Sena Chiesa.

5a340766420b4_AnelloAugustoSfinge.JPG.ff8065227771af65dc81b3ef9f5dd0c6.JPG

In seguito, dopo la battaglia di Azio (31 a. C.) e la presa di Alessandria (30 a. C.), quando a Roma venne riconosciuto il suo ruolo di capo assoluto, Ottaviano usò come sigillo un anello con l’effigie di Alessandro Magno, prima di far incidere da Dioskourides, il famoso intagliatore di pietre dell’età augustea, il proprio ritratto allo stesso scopo.

Infine, negli ultimi anni della sua vita, sembra che Augusto avesse usato come sigillo delle pratiche imperiali l’anello con l’effigie del Capricorno, il segno zodiacale la cui iconografia fu utilizzata per lungo tempo nella propaganda augustea.

Si narra che quando il giovane Gaio Ottavio studiava ad Apollonia, l’astrologo Teogene cadde in ginocchio ai suoi piedi in segno di adorazione perchè aveva visto la singolare costellazione sotto cui era avvenuta la sua nascita e salutava in lui il futuro padrone del mondo. Per questo motivo Ottaviano ebbe così tanta fiducia nel suo destino che fece pubblicare il suo oroscopo e coniare una moneta d'argento con il segno del Capricorno, suo ascendente al quale all’epoca si dava più importanza che al segno di nascita (la Bilancia). Infatti il Capricorno si trova raffigurato abbastanza presto su monete e paste vitree che i seguaci di Ottaviano portavano come semplici anelli. Più tardi la costellazione verrà riprodotta in occasione di vittorie e trattati di pace, per ricordare che Augusto era stato destinato dalle stelle alla salvezza dello Stato.

 

Come postilla, faccio notare che l’astrologo di Apollonia al quale si rivolse Ottaviano si chiama Teogene e non Teagene, come in due articoli di cui ho preso visione. Teagene è il nome del tiranno di Megara (metà sec. 7° a.C.).

5a34076775807_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.7f96e46fb199d5c5e2c5ec059d115b34.jpg

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Notare che anche Alessandro Magno usava sigilli diversi, ma in relazione alla destinazione dei suoi dispacci. Sigillava con l’anello di Dario quelli che mandava in Asia e con il suo sigillo quelli destinati all’Europa.

Il sigillo di Dario era un cilindretto in pietra dura ad uso di sigillo con la raffigurazione di Dario alla caccia del leone e l’incisione del nome del re.

Il sigillo di Alessandro, secondo Plinio lib. 37. cap. 6 e Alessandro d’Alessandro liv. 2. cap. 19, portava scolpita nella gemma l’immagine del suo antenato Perseo.

5a3444330cd45_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.42a87e6d76e2daf2ec380220cf863507.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao

nato il 4 luglio :buoncompleanno: :beerchug:

Silvio

Link to comment
Share on other sites


L’associazione di un regnante o di un eroe con lo Zodiaco nell’arte antica non è una sorpresa e nel caso dello scudo, la si può trovare su quello di Achille utilizzato dall’eroe greco per combattere Ettore, descritto da Omero in un celebre passaggio del libro XVIII dell’Iliade.

« Ivi ei fece la terra, il mare, il cielo
E il Sole infaticabile, e la tonda
Luna, e gli astri diversi onde sfavilla
Incoronata la celeste volta,
E le Pleiadi, e l’Iadi, e la stella
D’Orïon tempestosa, e la grand’Orsa
Che pur Plaustro si noma. Intorno al polo
Ella si gira ed Orïon riguarda,
Dai lavacri del mar sola divisa. »

 

5a355aa192827_ScudodiAchilleok.thumb.jpg.aec6eeae636c2f16f6a30f97caa202cf.jpg

Lo scudo nell'interpretazione di Angelo Monticelli, pittore neoclassico italiano allievo di Andrea Appiani.

 

5a355a9e1989e_Giovenalefirmaconingleseok.jpg.7326b480d8f1f530b63847f8254d10bb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.